Anche Dipartimento di Giustizia USA e SEC indagano sul problema degli iPhone rallentati

Anche Dipartimento di Giustizia USA e SEC indagano sul problema degli iPhone rallentati

L'ipotesi è la violazione delle regole del mercato azionario, che impongono alle società quotate in borsa una adeguata informazione agli investitori comprendente tutti i fattori di rischio legati all'investimento nella società

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Apple
AppleiPhone
 

La vicenda di Apple relativa al problema degli iPhone rallentati intenzionalmente si arricchisce di un nuovo capitolo, con il coinvolgimento del governo USA. Bloomberg ha infatti fatto sapere nel corso della giornata di ieri che il Dipartimento di Giustizia USA e la Securities and Exchange Commission hanno avviato un'indagine per determinare se la Mela abbia violato le regole del mercato azionario, richiedendo ad Apple alcuni approfondimenti sulla questione.

Non sono disponibili altri dettagli poiché l'indagine è nella fase iniziale e si svolge in forma privata. E' possibile che le agenzie governative vogliano capire se sussista la possibilità di una violazione delle regole di borsa, che impognono alle società quotate di rivelare accurate informazioni finanziarie, comprensive dei fattori di rischio associati all'investimento in una compagnia. Il Dipartimento di Giustizia e la SEC potrebbero quindi considerare quanto accaduto come un fattore di rischio capace di condizionare l'andamento azionario e che non è stato adeguatamente esposto agli investitori.

Nella serata di ieri Apple ha confermato, come circolato anche su Twitter, di aver ricevuto una non meglio precisata "serie di domande" da parte delle agenzie governative e di essere al lavoro per soddisfare le richieste.

Ricordiamo che i primi dubbi sono emersi nella prima parte del mese di dicembre, con l'ammissione di Apple diffusa poco prima di Natale e l'offerta di sostituzione della batteria a prezzo agevolato (50 Dollari negli USA, 29 Euro in Italia) per gli utenti toccati dal problema. Tim Cook ha inoltre promesso che da iOS 11.3 i rallentamenti intenzionali saranno disattivabili dall'utente. La Mela è stata però citata in svariate class-action ed è stata oggetto di indagini in Francia e anche in Italia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^