Springdale: incompatibilità con alcuni processori

Springdale: incompatibilità con alcuni processori

I chipset Springdale di prossima uscita paiono non supportare alcuni processori P4 e Celeron

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 

Sono circolate in rete alcune interessanti informazioni riguardanti la futura serie di chipset Intel Springdale. Pare, infatti, che i nuovi modelli di chipset i865G, i865P e i865PE non siano compatibili con i processori Celeron e Pentium 4 Socket 478 di fascia bassa.

La fonte di queste informazioni, riportate da Xbitlabs, non è nota. Pare tuttavia che i chipset citati, che dovrebbero essere commercializzati tra il 12 ed il 16 Maggio, supportano solamente i processori Pentium 4 a partire da 1.80GHz e superiori, basati su core Northwood con un quantitativo di 512KB di cache di secondo livello. Per quanto riguarda le CPU Celeron, è garantito il supporto solamente per i processori da 2.0 GHz di clock e superiori.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
permaloso06 Marzo 2003, 15:55 #1
giusto per incasinare un pò di più gli utenti...
Giouncino06 Marzo 2003, 16:02 #2
tutto sempre per far cambiare anche il processore che guarda caso ti sforna sempre la stessa intel, ma complimenti, bella società!
Avere l'80% della quota di mercato non gli basta, per fortuna che c'è AMD...
AlߥZ06 Marzo 2003, 16:20 #3
ma è una vergogna...
Max 55506 Marzo 2003, 16:27 #4
beh la stessa cosa per dei procio AMD e dei Chipset..

esempio sul Kt266 un thoro 1700 non bva neanche con le cannonate e nonc ' eun bios che lo supporti....

stessa cosa.... questa di Intel.. quindi......
darkfire06 Marzo 2003, 16:32 #5

x Max 555

non propriamente, infatt quello è un problema di un vecchio chipset di via <(che non produce processori amd), mentre in questo caso è un problema di un nuovo chipset di intel che non supporta taluni suoi processori per quanto compatibili come socket ed appartenenti alla medesima famiglia.
Cely06 Marzo 2003, 16:40 #6

MA veramente

Che un nuovo chipset non supporti alcuni vecchi processori non mi sembra poi tanto grave, adesso sinceramente ditemi chi e' che cambia MB per rimetterci su un processore vecchio sarebbe grave non supportasse quelli futuri in quanto non si potrebbe piu' upgradare ma il fatto che non supporti quelli piu' vecchi mi pare ininfluente, se poi uno vuole proprio cambiare mb e mettere su un vecchio processore puo' sempre prendere un altro chipset.
ONAisuriv06 Marzo 2003, 16:48 #7
I lavoro con i PC dal 1982 (vedi PC100 IBM) e sinceramente non ho mai cambiato un componente ma direttamente l'intero PC anche perchè ne aggiornavano sempre più di uno alla volta (dischi, ram, scheda video ecc. )
pamauro06 Marzo 2003, 16:52 #8
Io pesno che il problema non sussista.
Troppa gente nel forum dice che il collo di bottiglia è la scheda madre poi le memorie HD e altro, se un nuovo chips molto performante lo si abbina con una CPU tipo il P4 che senso a una mobo con tale CHIPS se il processore è quello che è.
Direi che chi a letto le caratteristiche del nuovo chips si rende conto che è nato per processori potenti e i nuovi 800.
Giovanni06 Marzo 2003, 16:58 #9
Intel non si smentisce mai, per andare avanti bisogna cambiare tutto o quasi, cosa che ovviamente potrebbe non infastidire + di tanto se si è disposti ad aprire adeguatamente il portafogli
suppostino06 Marzo 2003, 17:26 #10
Hanno ragione Cely e pamauro, se volete un boot prestazionale cambiate processore e scheda video, non scheda madre.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^