Raffreddamento con nanotubi?

Raffreddamento con nanotubi?

In sperimentazione un particolare sistema di raffreddamento per processori basato sull'impiego di nanotubi in carbonio

di pubblicata il , alle 17:12 nel canale Uncategorized
 

Con la progressiva miniaturizzazione dei microchip ed il corrispondente aumento delle frequenze di clock, c'è bisogno di trovare nuove soluzioni per il raffreddamento dei processori. I ricercatori della Purdue University stanno sperimentando un nuovo metodo che prevede l'impiego di nanotubi di carbonio in grado di ionizzare l'aria circostante e creare una corrente in grado di dissipare il calore.

Secondo i ricercatori, questa tecnica dovrebbe essere in grado di generare piccole correnti d'aria con velocità compresa tra le 2 e le 20 miglia orarie e fornire un coefficiente di raffreddamento comparabile a quello dei waterblock; il tutto in un dispositivo 10 volte più piccolo di tradizionali heatsink.

Questo metodo è comunque stato sperimentato e testato solamente in laboratorio, e ci vorranno ancora un paio d'anni prima che vengano sviluppati prodotti adatti ad essere commerciati. Il metodo, comunque, pare particolarmente efficace, dal momento che il trasferimento di calore avviene nelle immediate vicinanze della fonte di produzione del calore stesso.

Fonte: Ars Technica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
xpiuma25 Marzo 2004, 17:18 #1
Fantastico, segnerebbe una svolta epocale per quanto concerne il raffreddamento dei componenti!!!
Luca6925 Marzo 2004, 17:25 #2
Resta comunque il problema di espellere tale aria calda
teliripongo25 Marzo 2004, 17:25 #3
incredibol...molto molto ganzo....se funzica
R@nda25 Marzo 2004, 17:30 #4
Si ma un paio d'anni.......
Muppolo25 Marzo 2004, 17:36 #5

OT

;-) ...i nanotubuli ionizzati della supercazzola prematurata tapioca come foss'antani...

Scusate, ma mi è tornato alla memoria il conte Mascetti...
Dreadnought25 Marzo 2004, 17:43 #6
Le capacità di conduzione termiche dei nanotubi in carbonio nella direzione longitudinale sono da 3 a 6 volte meggiori dell'argento e del rame.

lasa25 Marzo 2004, 17:51 #7
Figo....queste si che sono trovate geniali.....
Muppolo25 Marzo 2004, 17:56 #8
Hey, non vale modificare la news... prima c'era scritto "nanotubuli" e "microtubuli", al posto di "nanotubi"!
;-)
the_joe25 Marzo 2004, 18:05 #9

Re: OT

Originariamente inviato da Muppolo
;-) ...i nanotubuli ionizzati della supercazzola prematurata tapioca come foss'antani...

Scusate, ma mi è tornato alla memoria il conte Mascetti...

Mi pare proprio che sia una cosa simile,
parlano di ionizzare l'aria per creare un flusso utilizzando tubi di carbonio di 5 nanometri di diametro facendo scorrere una corrente di un centinaio di volts.
Poi dicono di dover fare ancora molto lavoro prima di poter fare un prototipo e poi di dover verificare l'effettiva efficacia......

E intanto la supercazzola permatura sempre di +
Braccop25 Marzo 2004, 18:31 #10
si, e poi quando i nanotubi verranno ricoperti da 2 cm di polvere.... brucia tutto?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^