Nuova modalità per trasmissione dati

Nuova modalità per trasmissione dati

Un ingegnere della Berkley ha studiato un sistema per ottimizzare le trasmissioni sfruttando i fenomeni fisici di interferenze costruttive

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 

Un professore di ingegneria elettronica della Berkeley University ha condotto uno studio per cercare di offrire nuove opportunità alla trasmissione dati su rete mobile. David Tse, questo il nome del professore, è, infatti, riuscito a mettere a punto un particolare sistema, denominato "pianificazione opportunistica", in grado di sfruttare i fenomeni fisici generati dalla riflessione e rifrazione delle onde elettromagnetiche.

Le onde, infatti, quando trovano ostacoli nel loro percorso, creano delle interferenze che possono essere costruttive o distruttive. Com'è facile intuire, le interferenze distruttive vanno a diminuire il segnale, mentre per quelle costruttive accade esattamente il contrario.

La "pianificazione opportunistica" sfrutta questo fenomeno fisico andando a ricercare solamente i picchi del segnale e non prendendo in considerazione i "bassi". Ovviamente, in questo modo, vi saranno delle zone in cui la connessione resterà bloccata, proprio in corrispondenza delle zone con basso segnale. Per cercare di ovviare a questo problema il professore ha pensato di introdurre un particolare tipo di antenne, messe a punto da lui stesso, chiamate antenne mute, in grado di creare artificialmente delle interferenze nel segnale e rendendo possibile così un efficace utilizzo del sistema di "pianificazione opportunistica".

Il sistema è in fase di ottimizzazione, soprattutto per poterlo utilizzare per migliorare la comunicazione voce, facendo utilizzare solo i canali con la migliore presenza di campo.

Fonte: Telefonino.net

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^