Nokia: attenzione alle batterie non originali

Nokia: attenzione alle batterie non originali

Nokia lancia un monito ai propri clienti: le batterie non originali possono invalidare la garanzia dei prodotti

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
Nokia
 

Nokia ci ha inviato un comunicato stampa che vuole sensibilizzare gli utenti all'utilizzo di batterie e caricabatterie originali per i cellulari Nokia. L'azienda sta infatti conducendo alcune indagini che hanno rivelato che alcune batterie non originali non rispondono ai requisiti di sicurezza e, pertanto, potrebbero invalidare la garanzia.

"Nei mesi scorsi, sono stati riferiti casi di surriscaldamento di batterie non originali dei telefoni cellulari in Europa, Africa e Asia, che hanno causato danni sia alle batterie stesse sia ai telefoni. Dal momento che questi casi creano comprensibile preoccupazione tra il pubblico, Nokia desidera invitare i consumatori a prestare attenzione alle batterie non originali e alle possibili conseguenze dell’uso di batterie non originali.

Nokia sta attualmente conducendo un’indagine approfondita su varie batterie non originali prodotte da varie aziende e disponibili in diversi continenti. In base all’indagine condotta sulle batterie non originali che Nokia è riuscita ad ottenere, apparentemente tali batterie non soddisfano i requisiti di sicurezza e di qualità applicati alle batterie originali Nokia. È inoltre possibile che l’uso di caricabatterie non originali aumenti il rischio di malfunzionamento delle batterie.

Le batterie e i caricabatterie originali Nokia sono progettati e prodotti in conformità a rigidi standard di sicurezza e di qualità, che prevedono severi requisiti relativi ai materiali e agli isolanti impiegati all’interno delle batterie, un controllo continuo della produzione e un attento collaudo dei prodotti.

Alla Nokia, sicurezza e qualità dei prodotti sono parte integrante del nostro business. Nokia raccomanda ai consumatori di utilizzare solo accessori originali Nokia con i telefoni cellulari Nokia. Ai sensi delle normali clausole di garanzia di Nokia, l’uso di accessori non originali può rendere nulla la garanzia."

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pirolisi07 Febbraio 2003, 16:18 #1
se magari li facessero costare un pò meno gli accessori originali...mi sensibilizzerei...pure io ...ma quando con una batteria originale mi costa un bel pò di dindini....allora me lo accatto nuovo il cellulare
Alessoni07 Febbraio 2003, 16:19 #2
e ci credo!
dopo che a trieste un cell nokia si è trasformato in una piccola bombetta per via di una batteria non originale...:0
WhiteParty07 Febbraio 2003, 16:19 #3

Tutte Palle

Solita mossa dei vendor x cercare di contrastare la concorrenza ed evitare di perdere quote di mercato sugli accessori (leggasi batterie), che offrono margini di guadagni più elevati rispetto ai terminali mobili
ppagno207 Febbraio 2003, 16:23 #4
Eh! SI! Con questo comunicato Nokia ci dice che le sue batterie (quelle incluse nella confezione) durano meno del periodo di garanzia?
Alessoni07 Febbraio 2003, 16:29 #5
si ma quello di trieste a cui gli è scoppiato in faccia il cellulino?

la batteria non era originale...

il discorso è che se ti succede una cosa così con un originale sei un bel po' tutelato, con uno non originale invece non hai garanzie ne da una parte ne dall'altra...
+Benito+07 Febbraio 2003, 16:39 #6

Balle, almeno in parte

Un alimentatore che butta fuori qualche decina di millampere a 6,4 V o quello che sono se ha gli stessi dati di targa (appunto tensione e corrente) non puo' essere pericoloso, fosse un affare da 10 KW potrei capirlo, da 2 W no.

Idem per le batterie, se sono fatte con coscenza e rispettano l'assorbimento del cellulare (si parla comunque di pochi W) non puo' esplodere. Prova ne e' che sono anni che si usano batterie sostituive ed e' la prima volta che una da dei problemi. Quando una ditta manda in giro queste voci mi fa andare in bestia perche' punta sull'ignoranza per vendere un prodottoa volte anche inferiore ad un prezzo assurdo solo perche' "originale".

Come se quando uno deve cambiare la batteria della macchina deve andare dal concessionario e prendere solo quella "originale"...

Mah....
ALEX-MANN07 Febbraio 2003, 16:42 #7
Tutelato???? Vpglio poi vedere...se ti scoppia il cell con la batteria originale la NOKIA puo attaccarsi a una miriade di cose per non risarcirti il danno...al massimo ti cambiano il cellulare....subito....poi x il risarcimento beh....in 4/5 anni puo darsi...

Cmq la Nokia non puo rompere con ste cose..io ho un 8310 la batteria originale costa intorno ai 100 euro quella non originale ne costa 40.....uhm...vediamo...quale prendo tra le 2??
cristianox07 Febbraio 2003, 16:50 #8
i cellulari di adesso hanno 2 anni di garanzia, di conseguenza anche la batteria, se ti scoppia la batteria non originale tu comunque hai la garanzia della batteria che comprata adesso è di due anni.
Tera07 Febbraio 2003, 16:50 #9
La realtà è che il mercato dei ricambi e degli accessori è quello che tira di più. faccio un esempio: le stampanti 5 anni fa avevano un costo ora te le tirano dietro e tutte con funzioni e risoluzioni cazzutissime. Ma dov'è il trucco le cartucce originali costano un casino e vai di compatibili e allora le case (es. lexmark) fanno in modo che tu possa usare solo cart. originali (chip sulle cartucce). Questa solfa sta arrivando nel mercato dei cell. Tra un po vedrai che i cell te li tireranno dietro ma ci metteranno batterie che durano un mese e poi vanno cambiate
cionci07 Febbraio 2003, 17:28 #10

Troppo tardi ;)


TRIESTE - Gli è esploso nella mano sinistra, dove lo teneva, forse in attesa di fare una chiamata. E una scheggia del display è andata a conficcarsi nello zigomo di un collega che si trovava accanto a lui. E' esploso così, senza alcuna causa apparente, se non forse un difetto della batteria appena acquistata, il telefonino cellulare di un un triestino. Due i feriti, l'uomo che lo teneva in mano, che si è ritrovato con una lieve bruciatura sul palmo e il suo collega, Federico Maggi, 29 anni, operaio edile. I due erano in una appartamento del capoluogo giuliano, in via Machiavelli, nel centro della città per effettuare dei lavori di ristrutturazione. Chiaccheravano, quando il telefono è esploso.

"E' accaduto in un istante - racconta Federico Maggi. - Prima l'esplosione accompagnata da un forte botto, poi una scheggia del telefonino mi ha tagliato lo zigomo sinistro e successivamente si è conficcata nel controsoffitto in cartongesso". Accompagnato all'ospedale di Trieste l'uomo è stato mediacato con tre punti di sutura e ora è tranquillo a casa, in compagnia della fidanzata. Ma se l'è vistra brutta. "Ho sentito un intenso dolore al volto e per reazione vi ho messo la mano sopra - aggiunge Maggi - pochi secondi dopo, era tutta sporca di sangue. Il telefonino si è letteralmente disintegrato e in tutta la casa si è sentito un intenso odore di bruciato".



Attimi di sconcerto. Poi il datore di lavoro ha accompagnato Maggi in ospedale e sul posto sono intervenuti gli artificieri della Questura di Trieste. La prima ipotesi è stata quella di una manomissione dell'apparecchio. Subito esclusa. L'origine dell'esplosione sarebbe invece nel difetto di fabbrica della batteria acquistata di recente in un negozio di telefonia di Trieste.

Il difetto, secondo gli artificieri, sarebbe stato accentuato dall'esposizione del telefonino a una fonte di calore. "Se quel telefonino - dice Maggi - lo avesse avuto in mano un bambino o, cosa più reale, se fosse esploso mentre il mio amico lo utilizzava, avrebbe potuto procurare dei seri danni e forse avrebbe potuto uccidere".

La Squadra Mobile della Questura di Trieste ha intanto avviato le indagini a livello nazionale - coordinate dal sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Trieste Raffaele Tito - per verificare eventuali difetti di altre batterie dello stesso lotto di quella che è esplosa questa mattina.

(4 febbraio 2003)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^