Le intenzioni di TSMC circa il processo a 0.11 micron

Le intenzioni di TSMC circa il processo a 0.11 micron

TSMC dichiara l'intenzione di voler attivare la produzione in volumi di chip a 0.11 micron già il secondo trimestre del prossimo anno.

di pubblicata il , alle 14:04 nel canale Uncategorized
 

Secondo quanto pubblicato in un report di Pacific Crest Securities, pare che TSMC abbia intenzione di consegnare i primi chip prodotti con processo a 0.11 micron già nel primo trimestre del prossimo anno, avviando la produzione e la consegna in volumi nel secondo trimestre del 2004. La produzione di chip a 90 nanometri avverrà invece durante la seconda metà del prossimo anno.

Durante la metà del 2002 TSMC ha promesso di poter avviare il processo a 90 nanometri già per la fine di questo anno, ma attualmente il produttore non è ancora pronto. Nel mese di marzo TSMC ha dichiarato i problemi incontrati nella produzione a 90 nanometri, posticipando il debutto al prossimo anno.

Il processo a 0.11 micron non è mai stato annunciato ufficialmente da TSMC e a questo punto non v'è alcuna informazione circa questo processo. E' noto, tuttavia, che i processi a 130 e 90 nanometri non hanno particolari similitudini e quindi non è possibile trarre conclusioni circa il processo a 0.11 micron, dal momento che esso potrebbe essere una versione avanzata del processo a 130 nanometri oppure una versione semplificata del processo a 90 nanometri.

Di contro, però, sono note alcune informazioni sul processo a 0.11 micron che sarà usato da ATi Technologies.

We do not have any problems with 0.13 margins. Actually, it is the opposite. We want to go into 0.13 and 0.11 very aggressively. If it was creating pressure, I do not think we would be banging our heads against the wall”, sono state le parole di KY Ho, CEO di ATi Technologies, durante un'intervista al Computex Taipei 2003.

Il processo a 110 nanometri di TSMC è inteso per quelle aziende, ATi e nVidia in primis, che necessitano sviluppare chip complessi, come processori grafici. Inoltre, se il CEO di ATi ha parlato di un rapido passaggio al nuovo processo produttivo, ciò potrebbe significare che non vi sono problemi circa i cambiamenti di design rispetto ai chip a 0.13 micron.

Dal momento che i chip R420 ed R423 saranno prodotti a 0.13 micron e disponibili nel periodo febbraio/marzo, è molto difficile un passaggio così rapido per adottare il processo a 0.11 micron con questi chip. Il primo chip prodotto con questa tecnologia dovrebbe essere R450, nella tarda seconda metà del prossimo anno.

Non vi è, invece, alcuna informazione circa le intenzioni di nVidia di produrre chip utilizzando processo a 0.11 micron.

I dettagli circa i futuri processori di ATi non sono stati né smentiti né confermati dalla società.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Italian Stallio03 Novembre 2003, 14:38 #1

Passi troppo piccoli?

Spendere qualche miliardo di dollari per aggiornare una fab é un bell' investimento. Non sono convinto che passare da .13 a .11 micron dia vantaggi tali da giustificare il passaggio. Soprattutto considerando che 90 nanometri sono dietro l'angolo...

Come la pensate voi?

sslazio03 Novembre 2003, 15:02 #2
i vantaggi ci sarebbero e anche parecchi in particolare nelle GPU più potenti che ormai hanno più milioni di transistor di una cpu.
Il problema è che più andiamo avanti e più è difficile scendere con la miniaturizzazione perchè si stanno incontrando problemi di altra natura che richiedono ingenti risorse per essere superati.
IMB ed AMD ci sono forse riuscite con il SOI ma è tutto da verificare.
nicgalla03 Novembre 2003, 15:29 #3
se il processo a .11 micron si tratta di un tuning di quello del .13 micron allora sarà un intervento poco costoso, e magari non si verificano i problemi del .09 micron rendendo non necessaria la modifica del chip.
Ma è tutto un se, non me ne intendo di microelettronica...
HorsePower03 Novembre 2003, 15:42 #4

un futuro...quasi organico...

Per come la vedo io, attualmente la componentistica in uso sul Pc, e nello specif. GPU e uP sono attualmente al "collo di bottiglia" di questa tecnologia.

E lo si vede x come sia AMD che Intel tergiversino e scelgano strade alternative dal puro aumento della freq. di lavoro dei micro per prestaz. superiori.

Insomma un ulteriore sviluppo ci sarà sicuramente nei materiali impiegati, ma con nuove scelte e nuove soluzioni... qui col SiO2 e AsGa siamo arrivati vicini al massimo consentito dalla fisica della materia...

e i 110 o 90nm che siano...sono solo un rimedio temporaneo.(2,3 anni al max.)
Poi si andrà sui chip organici.. La nuova frontiera!

Ciao & complimenti per il sito e il forum,entrambi quasi sempre belli & interessanti.
Leron03 Novembre 2003, 15:42 #5
cosa sarebbe il tuning? scusate la 'gnoranza
Italian Stallio03 Novembre 2003, 15:49 #6
Quando le fab passeranno ai wafer do 300 mm di diametro si avranno altri 7-10 di chip, si potranno fare chip molto piú grandi, l'unico problema sará come dissipare il calore.

Il SiO2 e AsGa hanno ancora 5-7 anni di sviluppo, quindi ancora 4 generazioni di processori!!

Ho controllato sulle mie fonti, il processo a .11 é solo un .13 modificato. E da quanto ho sentito non funziona neanche bene, con degli yield bassissimi.

Italian Stallio03 Novembre 2003, 15:49 #7
7-10 anni di chip....... :-P
asterix303 Novembre 2003, 16:10 #8
parziale OT
ma intel non ha gia fatto dei sample a .9 micron di celeron puo darsi che stia trovando problemi nel tuning di questo processo anche intel
HorsePower03 Novembre 2003, 16:40 #9

italian trash...

..stallio... tra 10 anni non ci saranno neanche più i chip al silicio... ci saranno interconnessioni con nuovi materiali,informati bene prima di parlare!
dove le hai avuto queste informazioni ridicolo/futuristiche... Dalla Texas... hihihihi
HorsePower03 Novembre 2003, 16:50 #10

snif snif...odore di aria fritta.

...ehm solo 1 "micro"osservazione:
le generazioni di processori non coincidono con l'introduzione di nuovi materiali nella loro realizzazione, ma nella loro architettura...quindi
TUTTA aria...criisccc criiiiscccc (fritta!)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^