Iridium ritorna sulla scena dei satellitari.

Iridium ritorna sulla scena dei satellitari.

Grazie a un gruppo di investitori, la società ritorna sul mercato

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 
Iridium Satellite si sta lentamente risollevando dalla situazione di bancarotta nella quale stava per sprofondare. In particolare, ha tratto beneficio dell'improvviso interesse per i telefoni satellitari a seguito dei noti eventi accaduti in USA l'11 settembre scorso. "Abbiamo e perpotuto registrare un aumento in termini di vendite dei servizi Iridium ma anche per l'utilizzo degli stessi" ha affermato Carlton Jennings, chief executive di uno degli investitori di Iridium, Quadrant Australia che fa parte di un gruppo di diversi investitori che hanno acquistato l'infrastruttura Iridium, valutata a 5,5 miliardi di dollari, per circa 25 milioni.

"La gente si è resa conto del vantaggio di avere una rete alternativa" ha detto Jennings. Iridium utilizza un gruppo di satelliti e la propria rete. Dato che la rete di satelliti è in aria, ci sono poche possibilità di interferenze.

Le reti di telefonia mobile si appoggiano a ripetitori collocate sugli edifici e questo può causare i ben conosciuti problemi di copertura in quelle zone dove non c'è sufficiente segnale. Ora, grazie ai nuovi proprietari, Iridium è ha potuto rilanciare il servizio questo mese in un'ampia area che si estende dal Pakistan alle coste del Cile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^