Il GSM diventa subacqueo

Il GSM diventa subacqueo

Interessante sistema di comunicazione sviluppato da France Telecom

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 
L'operatore France Telecom e Amphicom hanno messo a punto un sistema che permette le comunicazioni telefoniche sott'acqua.

Grazie ad un particolare terminale GSM unito ad una boa da un cavo, dotato di tastierina, di uno speciale boccaglio e di una luce ed un cicalino. Per accorgersi di una chiamata in arrivo si utilizza proprio la luce ad intermittenza posta sul terminale. La conversazione subacquea è resa possibile sfruttando l'abilità delle ossa di diventare cassa di risonanza sott'acqua. Le onde sonore arrivano al subacqueo direttamente tramite il boccaglio.

Le vibrazioni sonore si propagano tramite le ossa del teschio, fino all'orecchie. Ovviamente il subacqueo potrà anche rispondere, aspettando che dall'altra parte non provengano suoni.

Questo innovativo sistema è pensato espressamente per chi lavora molto tempo sott'acqua. Attualmente il sistema è in fase di test, dalla fine dello scorso anno, dagli archeologi dell'Alexandrine Research Center, ad Alessandria d'Egitto, in occasione delle immersioni subacquee per la ricerca del famoso Faro di Alessandria, una delle sette meraviglie del mondo.

Il sistema dovrà ancora essere perfezionato fino a fare a meno del cavo che unisce il terminale alla boa di superficie, per permettere anche ai vari subacquei di parlare tra loro e con i membri di superficie. Due sono i metodi che i tecnici francesi stanno sperimentando per permettere ai sub di parlare tra loro sott'acqua: ultrasuoni o basse scariche elettriche. Il nuovo sistema di comunicazione subacquea dovrebbe essere commercializzato a partire dalla fine del 2002.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^