Il codice IMEI non è sicuro

Il codice IMEI non è sicuro

Internet è una miniera di codici falsi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 
Il codice IMEI pare non essere più così sicuro come lo si credeva fino a non molto tempo fa. Pare infatti che su Internet si trovino con semplicità dei codici che consentono di sbloccare i cellulari rubati cui codice è stato bloccato dalla polizia. Ricordiamo, infatti, che il codice IMEI è quel particolare codice che rende univocamente riconoscibile il cellulare tra tutti i cellulari. Una volta che un telefonino viene rubato e che si comunica il codice IMEI alla polizia, quest'ultima di rimando lo comunicano ai gestori i quali sono in grado di bloccare le chiamate che partono da quel cellulare e che vi giungono. Su internet si possono trovare numerosissime risorse che permettono, anche in semplici passi, di poter cambiare il codice IMEI di un cellulare. Questo nuovo tipo di pirateria può essere ovviata se i costruttori inserissero il codice IMEI all'interno di circuiti ROM che non possono essere cambiati. È questa l'opinione di Digi.no. ma i costruttori non sembrano voler seguire questo suggerimento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^