Il cellulare rubato? Esplode!

Il cellulare rubato? Esplode!

Ideato dalla University of California un nuovo sistema di "antifurto" efficace quanto drastico.

di pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 

Gli scienziati della University of California hanno socperto, quasi per caso, un metodo decisamente drastico per riuscire a risolvere i problemi dei furti tecnologici.

Si tratta di un chip che, integrato nei cellulari, nei palmari o nei portatili, è in grado di esplodere tramite un segnale attivato dal proprietario. Il chip è in silicio e viene trattato con un particolare composto chimico: il gadolinium-nitrate. Grazie ad una scarica a basso voltaggio è possibile, quindi, far detonare il meccanismo. Il sistema non dovrebbe ferire il ladro ma distruggerebbe totalmente l'apparecchio nel quale è integrato.

Fonte: Gsmbox

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^