HP: ottimi risultati sul mercato italiano

HP: ottimi risultati sul mercato italiano

Secondo i dati di IDC, nel terzo trimestre 2003, HP continua a guidare il mercato italiano dei PC con una quota pari al 20%

di pubblicata il , alle 09:02 nel canale Uncategorized
HP
 

Secondo le stime rese note da IDC, nel terzo trimestre 2003 HP continua a guidare il mercato italiano dei PC con una quota pari al 20%. Nel periodo in esame HP ha venduto complessivamente quasi 125.000 unità e guadagnato quattro punti di market share rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“Il mercato italiano sta dando i primi segnali di ripresa e HP ha saputo sfruttare al meglio questa opportunità registrando un ottimo risultato complessivo e crescite consistenti nelle singole aree”, ha commentato Agostino Santoni, General Manager HP Personal Systems Group. “La mobilità sta trainando gli acquisti delle imprese e HP, grazie all’ampia offerta di soluzioni mobili, è in grado di soddisfare tutte le esigenze delle aziende. Abbiamo riscontrato questa tendenza anche nel mercato delle PMI, dove la domanda di soluzioni mobili cresce in modo costante e progressivo”.

La tendenza a sostituire i desktop con i notebook è sempre più forte, come emerge da i dati IDC relativi ai portatili: il mercato è cresciuto nel complesso del 31%, con un incremento del 29% nel segmento business e del 37% nel consumer.

Nel mercato dei palmari, nel terzo trimestre 2003 HP ha riconquistato la leadership in EMEA con una quota pari al 31%, confermando il primato in Italia dove presidia il 30% del mercato totale.

Ottimi risultati anche del critico mercato dei desktop, soluzione ormai accantonata anche da molte aziende in favore di dispositivi portatili e compatti.

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato i dati relativi ad Acer Italy, forniti da un'altra società di analisi e statistiche finanziarie; in quell'occasione Acer veniva identificata come leader del mercato italiano...si potrebbero quindi aprire non poche discussioni per definire quale delle due fonti sia la più autorevole.
Onestamente poco importa se sia un brand a "vincere" rispetto all'altro (si parla sempre di pochissimi punti percentuali), ma è significativo il dato comune relativo ad una timida e modesta ripresa del mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dragunov11 Novembre 2003, 19:55 #1
Fino a che avranno un anno di garanzia non avreanno un soldo da me!
Davirock11 Novembre 2003, 20:10 #2

non vorrei sbagliare...

... ma ora la garanzia è (per legge) di 2 anni.
Ovviamente la batteria, visto che è considerata come un "consumabile" è coperta da garanzia solo per tre mesi.

Comunque, io il computer continuo ad assemblarlo da me.
Non sai mai cosa ti combinano! :-)

bye
lucusta11 Novembre 2003, 21:19 #3
i client HP non sono fatti male.. ottimizzati, silenziosi.. per lavorare sono ottimi, come lo erano anche gli IBM...
dove lavoro io abbiamo esclusivamente compaq per gli interfacciati e IBM per i client, e bisogna dire che non si rompono mai. certo che per il prezzo che hanno e per le basse prestazioni che danno non lo consiglierei mai a nessuno da mettere a casa come pc, dove un buon assemblato ( o autoassemblato) puo' dare il meglio di se.
considera comunque che la robustezza del PC e' data soprattutto da come e da chi lo usa.. computer a prova d'imbecille ancora non esistono, purtroppo, ma HP li sa' fare decenti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^