ECS: prevista crescita per le vendite di barebone

ECS: prevista crescita per le vendite di barebone

Interessanti previsioni per l'anno 2003 in casa ECS: la nuova serie Ez-Buddie potrebbe portare nuovi liquidi nelle casse dell'azienda

di pubblicata il , alle 09:43 nel canale Uncategorized
ECS
 

ECS spera di poter di guidare la crescita delle vendite dei sistemi barebone durante l'anno in corso anche per via della perdita degli ordini dei notebook di Apple Computer e per la continua battaglia i prezzi nel settore delle motherboard.

Con la perdita degli ordini di Apple, ECS si aspetta che gli introiti provenienti dalle vendite di schede madri coprano oltre la metà del reddito totale. Lo scorso anno, per via degli ordini di portatili iBook e DeskNote, la quantità di introiti da parte delle schede madri è calata al 41%. Per il 2003, ECS prevede di commercializzare, per quanto riguarda la divisione notebook, al massimo 813.000 unità, circa il 30% in meno rispetto allo scorso anno. Gli analisti hanno annunciato che anche le deboli vendite di sistemi DeskNote hanno contribuito alla flessione.

ECS stima di generare la maggior parte del proprio reddito dalla vendita di schede madri, si aspetta anche una piccola crescita nelle vendite e nelle consegne. Per il 2003 ECS prevede una crescita delle consegne nell'ordine dei 17,85 milioni di unità che dovrebbero portare alla compagnia un market share del 13,9% circa, un calo di 1,3 punti percentuali dall'anno scorso. Nel frattempo ECS preannuncia che l'ASP (average selling price) dei propri prodotti calerà da quota 43,59 dollari dello scorso anno a quota 41,85.

Sempre per l'anno in corso è previsto un corposo aumento delle vendite nel settore dei sistemi barebone di ECS. Con il lancio della nuova serie Ez-Buddie l'azienda prevede un balzo fino a 536.000 unità vendute.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^