Computex Taipei 2003 da primato

Computex Taipei 2003 da primato

L'edizione di quest'anno del Computex 2003 promette di essere la più grande nella storia della manifestazione

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 17:06 nel canale Uncategorized
 

Il Computex 2003 di Taipei, Taiwan, che avrà luogo nei giorni compresi fra il 22 ed il 26 settembre, promette di essere l'edizione più ricca di espositori nella storia della manifestazione, secondo il Taipei Computer Association (TCA) ed il China External Trade Development Council (CETRA).

Aggiunto per l'occasione il grosso padiglione A21 in seguito all'enorme richiesta di spazi da parte degli espositori, questi è stato interamente prenotato in pochissimo tempo, tanto da far raggiungere, al momento attuale, il totale di 1.195 aziende e 2471 stands.

La cifra è sorprendente (e senza precedenti per il Computex) soprattutto se si pensa all'epidemia di SARS che ha colpito il paese pochi mesi fa; la caparbietà con cui i produttori taiwanesi hanno voluto tale manifestazione sarà in grado di vincere le titubanze di chi è ancora scettico? Noi crediamo di si. Tale manifestazione inoltre non potrà che fare felici gli operatori del settore che vi parteciperanno, in grado di apprezzare e toccare con mano novità e nuovi prodotti in anticipo sui tempi.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ErPazzo7423 Luglio 2003, 17:17 #1
beh come trasformare una sfortuna in una grossa fortuna...buon x loro.....
(IH)Patriota23 Luglio 2003, 18:22 #2
E' che forse (e' una speranza) la storia della SARS l' hanno montata piu' qui nel vecchio continente che altrove.

Prima ci tempestavano tutti i giorni in tutti i telegiornali di notizie funeree , sembrava quasi che entro natale i cinesi sarebbero stati la meta ... poi il silenzio , da quasi 2 mesi neanche una notizia

Sono comunque felice che la cosa non abbia stordito l' economia piu' di tanto a quanto sembra.
+Benito+23 Luglio 2003, 22:21 #3
neanche una notizia perche' avendo periodo di incubazione x, sono passati xy giorni e non c'e' nessun nuovo caso, per cui si considera debellata, almeno per la stagione calda-P
The Wise24 Luglio 2003, 08:42 #4
Non c'è nessun nuovo caso solo perkè altrimenti andrebbero in rovina gli operatori turistici...
Fatalità hanno smesso di parlare sotto le vacanze...
ziozetti24 Luglio 2003, 10:57 #5
"Prima ci tempestavano tutti i giorni in tutti i telegiornali di notizie funeree , sembrava quasi che entro natale i cinesi sarebbero stati la meta ... poi il silenzio , da quasi 2 mesi neanche una notizia"

E' sempre così per tutto: due-tre settimane a raffica su un argomento ma poi l'audience cala...
C'è stato il periodo dei pirati della strada, della sars, della guerra... Ne hanno parlato per un mese al massimo poi è passato tutto!
+Benito+25 Luglio 2003, 11:40 #6
Originariamente inviato da The Wise
Non c'è nessun nuovo caso solo perkè altrimenti andrebbero in rovina gli operatori turistici...
Fatalità hanno smesso di parlare sotto le vacanze...


no, non credo a questa tesi, il problema stava assumendo dimensioni proppo grandi per piegarsi alle esigenze dle mercato, se la gente muiore, muore, e se vai in vacanza e muori, muori, poi vediamo chi ci va ancora.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^