Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Software > Linux, Unix, OS alternativi > Discussioni Ufficiali e Documentazione

AMD Radeon RX 5600XT: come tutto cambia con il click di un bios
AMD Radeon RX 5600XT: come tutto cambia con il click di un bios
Con il debutto commerciale della scheda Radoen RX 5600XT AMD completa la propria famiglia di GPU basate su architettura Navi, in attesa della proposta enthusiast attesa nel corso dell'anno. E' questa una proposta che si posiziona contro GeForce GTX 1660Ti e GeForce RTX 2060 nel segmento entro i 300 dollari di prezzo, con prestazioni valide che cambiano molto a seconda del bios usato
Nikon Z50, mirrorless compatta nella fascia dei 1000 Euro. La recensione
Nikon Z50, mirrorless compatta nella fascia dei 1000 Euro. La recensione
Con la Z50, Nikon ha aggiunto il formato APS-C alla famiglia Z, creando un prodotto compatto ma evoluto e performante. L'ergonomia potrà non soddisfare tutti, ma complessivamente si tratta di uno dei prodotti più interessanti nella fascia dei 1000 Euro. L'abbiamo anche messa alla prova come mezzo di ripresa a tutto tondo al CES di Las Vegas, dove ha fatto valere le sue caratteristiche e la leggerezza
Huawei Mate 30 Pro: ancora uno dei migliori sul mercato (e i servizi di Google sono secondari)
Huawei Mate 30 Pro: ancora uno dei migliori sul mercato (e i servizi di Google sono secondari)
Il nuovo Huawei Mate 30 Pro è arrivato in Italia. Lo ha fatto senza i servizi di Google ma è palese come il suo valore tecnologico risulti tale da renderlo uno dei migliori smartphone del momento pronto a cedere forse il passo solo al futuro Huawei P40 Pro. Lo abbiamo ripreso in mano per capire quanto i servizi di Google siano necessari e quanto sia difficile implementarli.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Discussione Chiusa
 
Strumenti
Old 13-06-2003, 16:37   #21
ilsensine
Senior Member
 
L'Avatar di ilsensine
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Roma
Messaggi: 15625
CONFIGURAZIONE BLUETOOTH

Autore: Nightwish

(In allegato trovate la guida completa in formato openoffice)

Allora prima di tutto servono due adattatori bluetooth, io ne ho presi due USB. Al inizio li ho presi per collegare il cellulare al computer, sia al portatile che al fisso. Dopo siccome spesso vado a studiare in cucina visto che sto in camera con un mio amico, ho voluto fare una specie di wireless per avere almeno il portatile e internet con me visto che mi serve abbastanza per lo studio. Cmq quello che bisogna fare e compilare il kernel con il supporto bluetooth. Bisogna usare uno dei kernel 2.4.21, perche quello 2.4.20 non ha un buon supporto. Dopo bisogna scaricare e installare i pachetti bluez, ci sono gia come pachetti debian, quindi non c'e problema, si possono scaricare con apt-get, aptitude o come ti fa commodo. Chiaramente devi avere un manager per l'USB tipo hotplug o usbmgr. Io preferisco il secondo perche ti fa dei suoni una volta che hai messo una periferica e ti fa capire se va o no subito. Una volta fatto tutto questo poi collegare il modulo bluetooth al pc.
In teoria dovrebbe alzare i moduli bluez, hci_usb, rfcomm, l2cap. Con hciconfig devi mettere come master il computer che fara da server e come slave il computer che fara da client. Dopo nella directory /etc/bluetooth devi mettere un PIN comune a tutti e due i computer. Dopo conviene andare nel file hosts che di trova in /etc e mettere il nome e l'IP di ogni computer che fara parte della rete. Conviene usare IP diversi da quelli che usi di solito per una rete che c'e gia. Dopo devi andare di nuovo in /etc/bluetooth e nel file hci.conf mettere un nome ai due dispositivi bluetooth, usa quelli che hai messo in /etc/hosts una volta fatto questo devi fare il commando hcitool dev che ti dice l'indirizzo del dispositivo bluetooth. una volta che sai l'indirizzo, fai rfcomm listen hci0 1 sul server e rfcomm connect hci0 indirizzobluetoothserver 1 sul client.
In teoria dovrebbe creare una connessione tra i due sul /dev/rfcomm0 se la connessione c'e, devi fare prima sul client pppd /dev/rfcomm0 noauth e poi lo stesso sul erver. Facendo cosi, i due si collegano con ppp e sono in rete.
L'ultimo passo e fare il forwarding dal server al client. io uso iptables. Dopo metti come gateway il server sul client e magari i DNS in etc/resolv.conf ed e fatta!
__________________
0: or %edi, %ecx; adc %eax, (%edx); popf; je 0b-22; pop %ebx; fadds 0x56(%ecx); lds 0x56(%ebx), %esp; mov %al, %al
andeqs pc, r1, #147456; blpl 0xff8dd280; ldrgtb r4, [r6, #-472]; addgt r5, r8, r3, ror #12

Ultima modifica di ilsensine : 18-07-2003 alle 09:01.
ilsensine è offline  
Old 12-09-2003, 10:41   #22
ilsensine
Senior Member
 
L'Avatar di ilsensine
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Roma
Messaggi: 15625
apt-get HOWTO

apt-get è un potente strumento di gestione dei pacchetti installati sul proprio computer. E' tipico della Debian, ma può anche essere installato su altre distribuzioni. Può anche essere usato per installare i sorgenti di un programma che si intende compilare. Il thread di "provenienza" di queste informazioni è reperibile qui:
http://forum.hwupgrade.it/showthread...0&pagenumber=1

Contributo di HRC211V e moly82:

Sintassi di base:
apt-get install pacchetto : installare il pacchetto
apt-get remove pacchetto : rimuovere il pacchetto (--purge x una cancellazione "drastica" )
apt-cache search pacchetto : cerca un pacchetto
apt-cache show pacchetto : vi da le info sul pacchetto
apt-get update : aggiornare la sources.list x nuovi pacchetti
apt-get upgrade pacchetto : upgradare un pacchetto
apt-get clean : ripulisce /var/cache/apt di tutti i pacchetti .deb scaricati


> Debian può essere scelta fra 3 "versioni" fondamentali: stable (woody), unstable (sid) o testing (sarge), i nomi direi che si spiegano da soli

Una volta fatta la scelta, per proseguire con l'installazione di Debian (se si è partiti dalla mini-iso) o anche solo per installare nuovi pacchetti appartenenti ad una versione piuttosto che ad un'altra, occore semplicemente modificare il file /etc/apt/sources.list (che contiene appunto i "repository" e cioè volgarmente le "fonti" da cui "attingere" x scaricare i pacchetti)

nano /etc/apt/sources.list

...eccovi alcuni esempi di repository, nell'esempio sotto ho riportato la mia sources.list che uso per SID:

Sid:

#var
deb http://ftp.it.debian.org/debian/ unstable main contrib non-free
deb http://non-us.debian.org/debian-non-US unstable/non-US main contrib non-free
deb http://debian.fastweb.it/debian/ unstable main non-free contrib
deb http://marillat.free.fr/ unstable main

#sources
deb-src http://ftp.it.debian.org/debian unstable main contrib non-free
deb-src http://ftp.it.debian.org/debian-non-US unstable/non-US main contrib non-free
deb-src http://debian.fastweb.it/debian/ unstable main non-free contrib

#XFree 4.3
deb http://people.debian.org/~ccheney/xfree86 ./
#deb http://debian.fabbione.net/debian-ipv6 sid ipv6
#deb-src http://debian.fabbione.net/debian-ipv6 sid ipv6
#deb http://penguinppc.org/~daniels/sid/i386 ./

#Xfce
deb http://people.debian.org/~madkiss/xfce4/4.0.0+rc3/ ./
deb http://www.hrw.one.pl/apt/ sid/
deb http://www.tu-harburg.de/~vkv/debian ./

#Fluxbox
deb http://people.debian.org/~dopey/fluxbox ./


#Kde CVS
deb http://oberlin.cems.umn.edu/kdecvs/debian ./
#deb http://kde.rb-hosting.de/~jens/kde/debian/ ./



... ed eccovi invece alcuni repository per le altre 2 versioni di Debian: ovviamente, usando io SID, i repository riportati per queste versioni sono solo indicativi e probabilmente vecchi. Nuovi e più aggiornati repository sono comunque facilissimamente reperibili da:
http://www.apt-get.org


Woody:

deb http://security.debian.org/ stable/updates main
deb http://ftp.it.debian.org/debian/ stable main contrib non-free
deb http://non-us.debian.org/debian-non-US stable/non-US main contrib non-free
deb http://marillat.free.fr/ stable main


Sarge:

deb http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main contrib non-free
deb http://non-us.debian.org/debian-non-US testing/non-US main contrib non-free
deb http://marillat.free.fr/ testing main


ESEMPO di installazione di due pacchetti precompilati
apt-get install x-window-system-core (per installare X)
apt-get update && dist-upgrade (per aggiornare le liste pacchetti ed aggiornare l'intero sistema)

ESEMPO di installazione di sorgenti:
Installare e compilare i sorgenti del kernel

apt-get install kernel-source-2.4.19 (scarica i sorgenti del kernel scelto e li mette in /usr/scr)
cd /usr/src (spostiamoci nella directory di destinazione dei sorgenti)
tar jxvf kernel-source-2.4.19.tar.bz2 (decomprimiamo i sorgenti)
ln -s kernel-source-2.4.19 linux (creiamo un link chiamato "linux" alla cartella appena creata
contente i sorgenti del kernel)
ls -la /boot/conf* (vediamo se è presente un file di configurazione di un kernel vecchio, possibilmente
funzionante, da cui partire a configurare/ottimizzare quello nuovo)
cp /boot/config-2.4.18-bf2.4 /usr/src/linux/.config (se presente, copiamolo nella nuova dir linux x
partire a lavorare su quello e non dover partire da zero)
apt-get install make gcc kernel-package libncurses5-dev (pacchetti necessari alla ricompilazione del
kernel)
cd /usr/src/linux
make menuconfig (selezionare i vari moduli da compilare col kernel)
make-kpkg clean (non ho mai capito che fa questo! )
make-kpkg kernel_image (ricompila il nuovo kernel)

Dentro /usr/src verrà poi creato un .deb (il nuovo kernel) pronto da installare con dpkg -i file.deb




Come creare una sorgente pacchetti "locale" (utile se avete il modem a casa e l'adsl in ufficio per scaricarvi i pacchetti)
Autore: Ah google (ehm Timewolf)

Traduco alla buona l'howto originale http://www.debian.org/doc/manuals/re...ory-howto.html

Debian permette 2 tipi di repository... uno "serio" ed uno "facile", in questa guida traduco solo quello facile...per quello serio leggetevi l'howto.

La differenza tra i due e' molto semplice: quello serio ha tutta la struttura tipica di un CD ufficiale debian, con le varie sotto dir dedicate alle varie distro (stable-unstable-testing) ed ai vari binari per le varie piattaforme, apt gestira' automaticamente quali pacchetti installare a seconda del caso.
La versione facile invece ha tutti i binari in una directory e tutti i sorgenti in un'altra, senza fare distizioni di distribuzione o piattaforma.

Vediamo come creare un semplice repository.

Prima di tutto installatevi dpkg-scanpackages (apt-get install dpkg-scanpackages)

Mettete i vostri .deb sotto la dir binary ed i sorgenti (se volete) sotto source..

Quindi... cd repository

dpkg-scanpackages binary /dev/null | gzip -9c > binary/Packages.gz
dpkg-scansources source /dev/null | gzip -9c > source/Sources.gz


Ora modificate il vostro sources.list cosi'.

deb file:///home/fabio/repository binary/
deb-src file:///home/fabio/repository source/

Dovrebbe tutto funzionare...non ho provato questa procedura, ho solo fatto una veloce traduzione all'howto che vi consiglio di leggere in quanto contiene molte piu' informazioni!!!
__________________
0: or %edi, %ecx; adc %eax, (%edx); popf; je 0b-22; pop %ebx; fadds 0x56(%ecx); lds 0x56(%ebx), %esp; mov %al, %al
andeqs pc, r1, #147456; blpl 0xff8dd280; ldrgtb r4, [r6, #-472]; addgt r5, r8, r3, ror #12

Ultima modifica di ilsensine : 10-02-2004 alle 22:16.
ilsensine è offline  
Old 03-11-2003, 09:03   #23
ilsensine
Senior Member
 
L'Avatar di ilsensine
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Roma
Messaggi: 15625
Guida a OpenOffice.Formula

Autore: gurutech (traduzione dal tedesco)

La guida è consultabile nei seguenti formati:

http://www.gurutech.it/files/ooformula.pdf
http://www.gurutech.it/files/ooformula.sxw
__________________
0: or %edi, %ecx; adc %eax, (%edx); popf; je 0b-22; pop %ebx; fadds 0x56(%ecx); lds 0x56(%ebx), %esp; mov %al, %al
andeqs pc, r1, #147456; blpl 0xff8dd280; ldrgtb r4, [r6, #-472]; addgt r5, r8, r3, ror #12
ilsensine è offline  
Old 18-11-2003, 10:29   #24
ilsensine
Senior Member
 
L'Avatar di ilsensine
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Roma
Messaggi: 15625
INSTALLAZIONE DEI DRIVER ATI

Questo contributo ri riferisce all'installazione dei soli driver proprietari per schede ATI Radeon r200/r300 e FireGL. Per le schede basate su r200/r250 e loro varianti è possibile utilizzare i driver DRI liberi, che sono normalmente già inclusi nelle distribuzioni.

Contributo di Bulfio

Per prima cosa scaricare i driver ati dal sito, facendo attenzione alla giusta versione di Xfree, che per conoscerla basta digitare in shell:

# X -version

Chiaramente entrate da superuser.
Per chi supporta gli rpm, installi normalmente il pacchetto:

# rpm -ivh nomepacchetto.rpm

Per chi usa la slackware:

# rpm2tgz nomepacchetto.rpm
# installpkg nome_nuovo_pacchetto_generato.tgz

rpm2tgz crea un file .tgz nella stessa directory in cui è presente l'rpm: basta un "ls" da shell, e vedrete il nome del pacchetto .tgz.
Per utenti debian, purtroppo non so se l'rpm funziona, quindi se c'è qualche volontario che magari aggiunge questa parte iniziale, mi fa un favore.

A questo punto si digita:

# fglrxconfig

Si configura il tutto: potete anche lasciare tutto di default, a parte le frequenze e le risoluzioni del vostro monitor, che sono MOLTO importanti: alla fine, se vedrete che funziona tutto, potete anche rifare la configurazione.
Finito di configurare, date il comando:

# fglrxinfo

Se l'installazione è andata a buon fine, dovrebbe ritornarvi questo:

# display: :0.0 screen: 0
# OpenGL vendor string: ATI Technologies Inc.
# OpenGL renderer string: Radeon 9600 Athlon (3DNow!)
# OpenGL version string: 1.3 (X4.3.0-3.2.8)

Chiaramente il tipo di scheda video e il processore cambieranno a seconda del modello...
Se, invece di Ati Technologies, vi esce Mesa.... o altro, allora avete ablilitato solo il 2D. Quindi fate così nella shell, sempre da superuser:

(NOTA: per effettuare queste operazioni, il pacchetto contenente i sorgenti del kernel della vostra distribuzione deve essere correttamente installato -- ilsensine)

# cd /lib/modules/fglrx/build_mod
# ./make.sh
# cd ..
# ./make_install.sh
# fglrxconfig

Riconfigurate tutto come prima, riavviate X, e poi, sempre da shell, date ancora:

# fglrxinfo

e automagicamente dovrebbero uscirvi quelle meravigliose stringhe. Potete anche dare:

# glxinfo

e vedere che la voce Direct rendering abbia un Yes.
Spero che sia di aiuto a qualcuno.

Ciao!
__________________
0: or %edi, %ecx; adc %eax, (%edx); popf; je 0b-22; pop %ebx; fadds 0x56(%ecx); lds 0x56(%ebx), %esp; mov %al, %al
andeqs pc, r1, #147456; blpl 0xff8dd280; ldrgtb r4, [r6, #-472]; addgt r5, r8, r3, ror #12
ilsensine è offline  
Old 08-01-2004, 10:19   #25
ilsensine
Senior Member
 
L'Avatar di ilsensine
 
Iscritto dal: Apr 2000
Città: Roma
Messaggi: 15625
CONFIGURARE KPPP PER LA CONNESSIONE GPRS

Autore: ilsensine

Aprire kppp, andare in impostazioni->modem e aprire la finestra "comandi modem". Nella stringa di inizializzazione 1 inserire ATZ; nella stringa di inizializzazione 2 inserire la stringa specifica per la vostra scheda; ovvero:

Per Omnitel:
Codice:
AT+CGATT=1+CGDCONT=1,"IP","web.omnitel.it","0.0.0.0",0,0+CGQREQ=1,2,4,3,6,31
Per Wind:
Codice:
AT+CGATT=1+CGDCONT=1,"IP","internet.wind","0.0.0.0",0,0
Per Tim:
Codice:
AT+CGATT=1+CGDCONT=1,"IP","uni.tim.it","0.0.0.0",0,0
Configurate quindi un nuovo account, mettendo come numero di telefono il numero *99***1#

Utilizzate un nome utente e password qualsiasi (l'autenticazione è fittizia).

That's all.

Nota: se usate un kppp "vecchio" che consente di inserire una sola stringa di inizializzazione, dovete unire le due stringhe in una sola; ad es. per Tim dovrete mettere:
Codice:
ATZ+CGATT=1+CGDCONT=1,"IP","uni.tim.it","0.0.0.0",0,0
Analogamente per gli altri (in soldoni: aggiungete "Z" dopo "AT").
__________________
0: or %edi, %ecx; adc %eax, (%edx); popf; je 0b-22; pop %ebx; fadds 0x56(%ecx); lds 0x56(%ebx), %esp; mov %al, %al
andeqs pc, r1, #147456; blpl 0xff8dd280; ldrgtb r4, [r6, #-472]; addgt r5, r8, r3, ror #12

Ultima modifica di ilsensine : 08-01-2004 alle 10:24.
ilsensine è offline  
 Discussione Chiusa


AMD Radeon RX 5600XT: come tutto cambia con il click di un bios AMD Radeon RX 5600XT: come tutto cambia con il c...
Nikon Z50, mirrorless compatta nella fascia dei 1000 Euro. La recensione Nikon Z50, mirrorless compatta nella fascia dei ...
Huawei Mate 30 Pro: ancora uno dei migliori sul mercato (e i servizi di Google sono secondari) Huawei Mate 30 Pro: ancora uno dei migliori sul ...
Recensione KEF LSX: quando l'audio di qualità si fa connesso Recensione KEF LSX: quando l'audio di qualit&agr...
20 videogiochi da tenere d'occhio nel 2020 20 videogiochi da tenere d'occhio nel 2020
Outstanding Contribution to Photography ...
Nel 2019 IBM ha registrato più di...
iPhone ''low cost'' in arrivo. A febbrai...
Wind Tre Business lancia due soluzioni p...
Da Asus arriva la nuova sedia gaming ROG...
Quattro chiacchiere con Nick Woodman, CE...
Windows 7 è ancora usatissimo pre...
WIND introduce le nuove ricariche. Ecco ...
Techart TZC-01: un adattatore evoluto da...
Tutti gli Half-Life sono ora gratuiti su...
Lagazuoi Photo Award: raccontare le Dolo...
Qualcomm Snapdragon 720G, 662 e 460: ecc...
Offerte da non perdere su Amazon, 22 gen...
WhatsApp: ecco il Tema Scuro per tutti! ...
Un 2020 in lieve crescita per il mercato...
NTLite
SmartFTP
ICQ
Internet Download Manager
3DMark
Firefox Portable
Radeon Software Adrenalin 2020 20.1.3
Avira Free Security Suite
Firefox 72
Avira Internet Security Suite
Avira Free Antivirus
Chromium
CrystalDiskInfo
Utilu Mozilla Firefox Collection
GPU Caps Viewer
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 14:39.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v