Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

XR e notebook sempre connessi: questa l'evoluzione futura di Qualcomm Snapdragon
XR e notebook sempre connessi: questa l'evoluzione futura di Qualcomm Snapdragon
Nella terza giornata del proprio Snapdragon Tech Summit 2019 Qualcomm rimarca l'attenzione per l'evoluzione delle soluzioni di realtà virtuale, realtà aumentata e dell'exdended reality che ne rappresenta il connubio. Nel futuro dell'azienda grande spazio anche al mondo dei PC portatili sempre connessi, con nuove piattaforme per tutti i segmenti di prezzo
Qualcomm Snapdragon 865 è "the beast", il cuore degli smartphone del 2020
Qualcomm Snapdragon 865 è "the beast", il cuore degli smartphone del 2020
Il nuovo SoC top di gamma di Qualcomm pone le basi di quelli che saranno i migliori smartphone Android attesi il prossimo anno: connettività 5G, più potenza rispetto a quanto disponibile ora ma più di tutto un nuovo engine di intelligenza artificiale destinato a migliorare la fruizione degli smartphone a partire da immagini e video. "The beast", così è definito internamente dalla stessa Qualcomm
5G per tutti dal 2020 con i nuovi Snapdragon 865 e 765 di Qualcomm
5G per tutti dal 2020 con i nuovi Snapdragon 865 e 765 di Qualcomm
Qualcomm annuncia al proprio Snapdragon Tech Summit due nuovi SoC per gli smartphone del 2020, incentrati sul suppoto alle tecnologie 5G. Snapdragon 865 e Snapdragon 765 sono nei piani dell'azienda gli strumenti che renderanno la tecnologia 5G sempre più diffusa e accessibile ad un elevato numero di utenti
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 04-12-2019, 17:50   #21
pabloski
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2008
Messaggi: 7360
Quote:
Originariamente inviato da matsnake86 Guarda i messaggi
Non lo nego. Sono ben consapevole che soprattutto nel regno dei super computers il kernel linux è molto usato per costruire attorno un sistema che sfrutti la potenza di calcolo disponibile.
In quel settore praticamente il 100% usa Linux.

Quote:
Originariamente inviato da matsnake86 Guarda i messaggi
Solo che di File server, firewall, dns server, mail server, printer server ho sempre e solo visto configurato windows server + active directory anche in aziende molto grosse.
In Italia si. Ma l'Italia è pure fissata con .NET.
pabloski è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 04-12-2019, 18:05   #22
Tedturb0
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2000
Città: BO[h]
Messaggi: 3850
Quote:
Originariamente inviato da pabloski Guarda i messaggi
In quel settore praticamente il 100% usa Linux.



In Italia si. Ma l'Italia è pure fissata con .NET.
L'italia, digitalmente, e' terzo mondo.
Tedturb0 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 04-12-2019, 23:56   #23
Tasslehoff
Senior Member
 
L'Avatar di Tasslehoff
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: Kendermore
Messaggi: 5843
Quote:
Originariamente inviato da matsnake86 Guarda i messaggi
Mi fate degli esempi pratici di server non windows che non siano server web?
Io in qualunque azienda abbia messo gli occhi ho sempre e solamente visto server e domini windows
  • Application server (J2EE in primis ma di fatto con qualsiasi altra tecnologia)
  • RDBMS (da Oracle a DB2, da PostgreSQL a MySQL in tutte le sue varie incarnazioni)
  • DBMS di altro genere (documentali come Domino, nosql a partire da Mongodb in avanti)
  • file server (nfs o smb, anche e soprattutto commerciali, da dove pensate che arrivino le fantastiche features di deduplica a livello di blocchi sbandierate dai big dello storage?)
  • Pianeta "autenticazione" (identity management, authentication e authorization, ldap, SSO, federazione)
  • Pianeta "bigdata" (leggasi Apache Hadoop)
  • Pianeta "broker" (RabbitMQ, ActiveMQ, MQ Series e simili)
  • e poi i già citati webserver (con le tecnologie più disparate, non solo php) in cui includo tutto il pianeta "bilanciatori/reverse proxy"

Questi sono solo i primi ambiti su cui linux è di fatto la prima scelta, anche unica in molti casi (per requisito o convenienza), e questi sono solo le prime macro categorie di servizi che mi sono venuti in mente (se ci mettiamo dettagliare i vari pianeti finiamo tra un anno), ma attenzione, questo è solo il mondo che oggi viene etichettato "on-premises".
Tieni presente che i webserver che hai citato sono solo la punta dell'iceberg, il fatto che siano così evidenti è solo perchè sono i servizi di frontend più facilmente rilevabili (banalmente tramite header delle richieste http e altri dettagli), ma ciò non toglie che ci sia molto altro dietro le quinte.

Se facciamo un passettino in direzione "cloud" di fatto Windows scompare totalmente, trovami qualcuno che faccia girare Docker su un server Windows, oppure che faccia girare Openshift o Kubernetes su Windows (ammesso e non concesso che sia considerato tra i sistemi operativi supportati o su cui siano disponibili binari o setup).

Sia chiaro ragazzi a me non interessa fare guerre di religione o tifo, mi limito e riportare la mia esperienza e la direzione che vedo intraprendere dal mercato.

E non pensiate che il mondo server stia abbandonando Windows perchè brutto e cattivo, in parte perchè costoso (sia in termini di licenze ma anche di manutenzione), ma in gran parte perchè è veramente molto più difficile e laborioso amministrare come si deve un server Windows (non parlo di wizard da seguire per installare IIS o il failover cluster, parlo di diagnostica, monitoraggio, problem solving), semplicemente non ci sono gli strumenti per fare problem solving, ti accorgi dei problemi quando i disservizi si sono già manifestati (con buona pace della "proattività" tanto cara a venditori e manager cinture nere di PowerPoint), non ci sono sistemi di notifica delle criticità (apri l'Event viewer quando c'è un problema serio e trovi la foresta di mangrovie di eventi critici), tutto è circondato da un alone di mistero e se le cose non vanno allora "anche i gatti neri si toccano".
E a proposito di tool ci sarebbero pagine da scrivere in merito all'automazione dei processi e provisioning, temi che oggi sono la base dell'informatica in ambito sistemistico, su Windows sono di fatto inesistenti, cambiano le versioni di Windows Server ma sembra che tutto sia cristallizzato agli anni '90.

Io non dico che su Linux vada sempre tutto bene a prescindere (mi verrebbe da dire "quasi" se i sistemi sono aggiornati e manutenuti) ma deo gratias gli strumenti per avere notifiche sui problemi, diagnosticarli, trovare una soluzione ci sono out of the box, gli strumenti per la manutenzione ordinaria sono tantissimi e in continua evoluzione, il disaster recovery straordinario è banale senza ricorrere a tool di terze parti spesso commerciali (come avviene nel mondo Windows).

Che poi l'Italia non sia propriamente all'avanguardia ed esista uno zoccolo duro di aziende che lavorano su .NET non lo nego, così come non nego che molte aziende hanno costruito parte del loro business attorno a Windows per convenienza immediata e, lasciatemi dire, molto miope (pensiamo ad es ad Exchange, un MTA storicamente ingestibile e farraginoso adottato da tantissime aziende perchè incluso nelle versione SMB di Windows Server, poi piegate a suon di licenze CAL) e chiunque lavori nell'IT sa bene quanto sia difficile e faticoso per un'azienda reinventare il proprio core business (l'ho vissuto in prima persona in quella per cui lavoro da oltre 20 anni, storica web agency costruita attorno a Lotus Notes e Domino che si è dovuta reinventare).

Però la diffusione di linux in ambito server è palese soprattutto per chi come me gira tante aziende, ed è un trend in costante crescita dallo scoppio della bolla IT alla fine degli anni '90 e nei primi anni 2000.
__________________
https://tasslehoff.burrfoot.it| Cloud? Enough is enough!
"Arguing that you don't care about the right to privacy because you have nothing to hide is no different than saying you don't care about free speech because you have nothing to say."

Ultima modifica di Tasslehoff : 05-12-2019 alle 00:27.
Tasslehoff è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-12-2019, 08:32   #24
matsnake86
Senior Member
 
L'Avatar di matsnake86
 
Iscritto dal: Jun 2007
Città: Fino Mornasco
Messaggi: 1092
Capisco, molto esaustivo.

Curiosità personale.... Esiste l'equivalente di active directory /dominio su un server GNU/Linux? C'è la possibilità di avere anche l'equivalente delle remote app di windows?
__________________
PSU: Seasonic M12II-620 Evo MB: MSI X370 Sli Plus CPU: AMD Ryzen 5 1600X SSD: Kingston SA400S37/240GB RAM: 2x 8GB HyperX Predator DDR4 HX430C15PB3K2 3000MHz SCHEDA VIDEO: SAPPHIRE RX 580 Pulse OC 8GB S.O.: openSUSE Tumbleweed / Win 10 Pro
matsnake86 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-12-2019, 12:10   #25
pabloski
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2008
Messaggi: 7360
Quote:
Originariamente inviato da matsnake86 Guarda i messaggi
Capisco, molto esaustivo.

Curiosità personale.... Esiste l'equivalente di active directory /dominio su un server GNU/Linux? C'è la possibilità di avere anche l'equivalente delle remote app di windows?
FreeIPA per esempio. Si tratta di un package che fornisce OpenLDAP, Kerberos, NTP e gestione dei certificati.

Quello che MS chiama RemoteApp, è presente in XWindow fin dalla nascita, sotto il nome di X Forwarding.
pabloski è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-12-2019, 19:19   #26
zappy
Senior Member
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 10916
Quote:
Originariamente inviato da coschizza Guarda i messaggi
La mia esperienza in campo enterprise è identica alla tua ma all’opposto cioè solo server Windows...
lavori in MS?
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-12-2019, 19:20   #27
zappy
Senior Member
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 10916
Quote:
Originariamente inviato da The FoX Guarda i messaggi
gli farei notare che a luglio di quest'anno era oltre il 7% dei sistemi desktop e quarto sistema dopo win10, win7 e macos.
se poi si contano anche gli apparati di rete e gli smartphone, altro che 7%
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 05-12-2019, 20:47   #28
noppy1
Junior Member
 
Iscritto dal: Jul 2019
Messaggi: 12
Nel mondo IBM (per l'italia) i server windows sono il 45%, un 30% sono AIX (beh è IBM) e linux si attesta poco sopra il 20%. Sembra ancora poco ma 10 anni fa linux era al 2% le quote sono state mangiate principalmente agli altri unix ma anche windows è in un trend negativo anche se quasi stabile. Contiamo ad esempio che SAP punta tutto su Linux quindi è passato il tempo di linux come serverino web, se il trend si mantiene tra 10 anni linux potrebbe arrivare al 50% in ambito enterprise, se IBM di è comprata Red Hat non è un caso.
noppy1 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 18:47   #29
Dane
Senior Member
 
L'Avatar di Dane
 
Iscritto dal: Jun 2001
Città: Gorizia/Trieste/Slovenia
Messaggi: 4302
Quote:
Originariamente inviato da zappy Guarda i messaggi
lavori in MS?
no.
ma ti posso confermare che quello che dice è veritiero.

Ad ogni modo, tornando in-topic su PBIS.......
io sono scettico. Molto.

Ho provato a tirare su molti prototipi per integrare/unificare autenticazione e gestione tra windows e *nix.
Si finisce sempre con troppi compromessi. Meglio scegliere il miglior strumento per windows e il miglior strumento per *nix (migliore va inteso come "più adatto alle necessità) e trovare un metodo di autenticazione semplice (nel senso di facilmente comprensibile).

Vorrei vedere quante aziende implementano una cosa tipo PBIS senza avere nel team IT qualche membro che sviluppa il progetto......
__________________
Dio ha fatto il cavo, il diavolo il wireless.

No nervi!
Dane è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


XR e notebook sempre connessi: questa l'evoluzione futura di Qualcomm Snapdragon XR e notebook sempre connessi: questa l'evoluzio...
Qualcomm Snapdragon 865 è "the beast", il cuore degli smartphone del 2020 Qualcomm Snapdragon 865 è "the beast...
5G per tutti dal 2020 con i nuovi Snapdragon 865 e 765 di Qualcomm 5G per tutti dal 2020 con i nuovi Snapdragon 865...
HP Omen 15-dc1041nl: il notebook gaming con GeForce RTX 2060 HP Omen 15-dc1041nl: il notebook gaming con GeFo...
Nuovo Honor V30: ecco come il produttore cinese risolverà il problema del ban Nuovo Honor V30: ecco come il produttore cinese ...
Tesla comincia a far pagare il piano di ...
Volvo XC40 Recharge ha una batteria pi&u...
il 95% degli account social falsi segnal...
Xiaomi ora vende anche hamburger in fint...
Elon Musk assolto dalle accuse di diffam...
Red Dead Redemption 2 ora disponibile su...
PES 2020: le novità del Data Pack...
FAO World Soil Day: IBM per lo studio It...
Leica M10 "Robb Report Russia 15 years":...
Ecco il nuovo Nokia 2.3: prezzo accessib...
Amazon, le offerte di sabato 7 dicembre:...
Olympus: il formato full-frame non è per...
Verizon e AWS insieme per spingere le ap...
Nasce Ubuntu Pro for AWS con supporto es...
League of Legends: nuovi giochi single p...
Avira Internet Security Suite
Avira Free Antivirus
Chromium
Internet Download Manager
SmartFTP
Opera Portable
Opera 65
BurnAware Premium
BurnAware Free
Paint.NET
HWiNFO Portable
HWiNFO
Firefox 71
Mozilla Thunderbird 68
IObit Software Updater
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 17:27.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v
1