Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Off Topic > Discussioni Off Topic > Sport e motori (forum chiuso)

Beats Studio Buds: gli auricolari che fanno lo sgambetto agli AirPods. La recensione
Beats Studio Buds: gli auricolari che fanno lo sgambetto agli AirPods. La recensione
Sul mercato Beats è un’azienda di Apple e questo porta spesso a trovare caratteristiche in comune nei prodotti dell’una o dell’altro brand. Le nuove Beats Studio Buds posseggono tutti i requisiti per creare un’alternativa valida agli AirPods di Apple anche se ad alcuni utenti mancheranno alcune funzionalità. Ve lo spieghiamo nella nostra recensione. 
Huawei MateView GT: un ottimo debutto fra i monitor gaming
Huawei MateView GT: un ottimo debutto fra i monitor gaming
Il produttore cinese ha deciso di tentare l'avventura nel mondo delle periferiche per i giocatori. E debutta con un monitor gaming, il MateView GT. Non un comune monitor gaming, però, perché si contraddistingue per alcuni picchi di qualità in aspetti molto importanti, a un prezzo decisamente interessante.
Nintendo Switch OLED provata: non solo un nuovo display
Nintendo Switch OLED provata: non solo un nuovo display
Abbiamo provato per circa un'ora la nuova versione di Nintendo Switch in arrivo il prossimo 8 ottobre. Sono diversi gli spunti di interesse, per una console che diventerà il punto di riferimento in casa Nintendo
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 16-06-2010, 07:45   #1641
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Corriere dello Sport - Marchetti, 36 anni dopo il Cagliari ai Mondiali
TuttoCagliari.net ha contattato in esclusiva Giocondo Martorelli, agente di Jeda, attaccante brasiliano del Cagliari reduce da una stagione non proprio esaltante, condizionata da diversi problemi fisici. Martorelli ha confermato che la volontà del giocatore è sempre stata quella di rimanere in Sardegna: "Capucho è tornato l'altro ieri dal Brasile e mi ha ribadito che lui sta benissimo a Cagliari. A oggi non ci sono i presupposti affinchè vada via". Un'eventuale cessione sarebbe dunque dettata da esigenze societarie: "Jeda ha ancora due anni di contratto - prosegue Martorelli -. Certo, se la società decidesse di metterlo sul mercato lui non si tirerebbe indietro".

Corriere dello Sport - Marchetti, 36 anni dopo il Cagliari ai Mondiali
Trentasei anni dopo, ed è stata una sensazione strana. Un anno davvero particolare, questo per il Cagliari. La squadra che taglia il traguardo delle mille partite in serie A, le trecento vittorie nella stessa categoria, il quarantennale dello scudetto. E come se fosse una ciliegia sulla torta, un rossoblù che gioca una gara del campionato del Mondo, con la maglia azzurra.

Trentasei anni dopo, allora in Germania ‘74 Gigi Riva è stato protagonista delle prime due gare quella vinta con Haiti e quella pareggiata 1-1 con l’Argentina. Tornammo a casa subito, da quei mondiali, ma questa è statistica. A Città del Capo, Federico Marchetti ha portato un pezzo di Cagliari dentro la competizione più importante di tutto il pianeta a livello sportivo.

Nessuno se lo aspettava, poi il problema di Gigi Buffon (un dolore alla schiena, da studiare nelle prossime ore) gli ha spalancato le porte del palcoscenico che tutti i bambini sognano.
Onestamente, non che abbia fatto granché. I paraguagi dalle sue parti sono arrivati poco, male e soprattutto casualmente. Tiri nello specchio della sua porta zero, e il buon Federico ha potuto metabolizzare senza grossi scossoni l’esperienza che due estati fa, quando rampante dall’Albinoleffe sbarcava in Sardegna, se qualcuno glielo avesse detto lui avrebbe preso il telefono e chiamato il più vicino centro di igiene mentale per far internare l’incauto divinatore. Invece, guarda quanto è strano il calcio: il ritorno alla base di Andrea Cossu (che rimpianti, altro che se sarebbe servito...) sembrava aver tolto ogni fantasia di tinteggiare in rossoblù uno spicchio della vetrina mondiale. Del resto, è raro che un portiere si faccia male e debba cedere il suo posto. Nessuno augura a Buffon di perpetrare la sua assenza, ma se occorrerà Marchetti dirà un bel sì.

Chiusura col sorriso, tra il serio e il faceto. Vedendolo riscaldarsi durante l’intervallo, chissà cosa avrà pensato il presidente Massimo Cellino. Avrà avuto gli occhi di zio Paperone, quelli col dollaro: un genio assoluto il presidente, e se troverà anche un estimatore con tanti soldini per il cartellino di Marchetti (più facile all’estero, che in Italia) avrà compiuto l’ennesima prodezza. Altrimenti, discorso rinviato, questo è un valore destinato ad apprezzarsi ancora per i prossimi tre anni. Come minimo.

Corriere dello Sport - Marchetti, al Mondiale un portiere per caso
Portiere, titolare in serie A, e tutto per colpa di un temporale. Federico Marchetti, 27 anni, deve a un freddo pomeriggio in oratorio, quando ancora portava i calzoni corti (non soltanto quelli da calcio) la sua carriera. E’ un piccolo segreto, svelato soltanto quando con un blitz degno del suo fiuto, il presidente del Cagliari lo ha strappato all’Albinoleffe. Era giugno, del 2008. «Da bambino, di giocare in porta non volevo saperne. Preferivo il pallone fra i piedi, mi piaceva segnarli i gol, piuttosto che negarli agli altri. Poi, è capitato quel pomeriggio: la maggior parte dei miei amici non uscì di casa, pochi avevano voglia di prendere la pioggia. Mi dovetti arrendere, serviva un portiere: e quel giorno, capirono tutti che qualche dote fra i pali l'avevo. Non vollero più sentire ragioni di spostarmi in altri ruoli, così poco per volta mi sono convinto».

Sull'acqua generosamente donata dal cielo, Marchetti ha costruito poco per volta il suo futuro. «Dalle giovanili della Pro Vercelli a quelle del Treviso sino al Torino, dove sono capitato nella sfortunata stagione del fallimento...». Iellata forse per i tifosi granata, per i giocatori mica tanto: Quagliarella, Acquafresca... «Io ci ho messo qualche anno in più, ma confido di recuperare il tempo perso».

Mai frase è stata più proferica, anche se pur con tutta la fiducia nel proprio “io”, difficilmente Marchetti due anni fa avrebbe mai immaginato di giocare una partita del campionato del mondo, con la maglia azzurra. Pro Vercelli, Biellese e poi l'Albinoleffe, poi il Cagliari che lo prese con un’etichetta lusinghiera scritta dagli addetti ai lavori: usciva da quel campionato, concluso ai play off a Lecce come il miglior portiere del torneo cadetto. Il suo procuratore Beppe Bonetto la buttò come una battuta, ma a rileggerla oggi fa capire che non scherzava: «Guardi, il Cagliari ha preso un portiere destinato a far parlare tanto e bene di sé, anche a livelli che non si devono dire soltanto per non essere presi per presuntuosi». Cosa potrebbe esserci di più presuntuoso? No, meglio non esagerare. Già questo è un trionfo: di Marchetti certo, ma anche del Cagliari e, soprattutto, di Massimo Cellino.

Paloschi-Cagliari,al 99% si farà

Indiscrezioni particolarmente accreditate, raccolte da calcionews24.com, darebbero Alberto Paloschi molto vicino al Cagliari. Secondo il portale le probabilità di vedere il giovane attaccante di scuola milanista al S.Elia nella prossima stagione sono molto elevate. Non precisato se il ragazzo entrerà o meno nella "famosa" trattativa che coinvolge Massimiliano Allegri, il Cagliari e il Milan.
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-06-2010, 14:46   #1642
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
UFFICIALE: Allegri si libera dal Cagliari
Con un comunicato ufficiale, il Cagliari informa di aver liberato l'allenatore Massimiliano Allegri. Ecco di seguito il comunicato della società: "Nonostante l'amarezza e la delusione lasciataci dallo scarso coinvolgimento dimostrato dall'allenatore Massimiliano Allegri nel finale di campionato, a seguito della richiesta fatta dalla Società Milan, il Presidente Massimo Cellino ha deciso di liberarlo. Pur avendo il Milan dato la sua disponibilità, la Cagliari Calcio non ha richiesto alcun indennizzo economico, considerando l'impossibilità di quantificare il valore dei sentimenti. L'unica nota positiva è che la conclusione del rapporto di Allegri permette di chiudere definitivamente la parentesi e potersi dedicare al futuro del Cagliari attraverso la scelta del nuovo allenatore."

Milan, per Astori si andrà alle buste
Cala il gelo tra il Milan ed il Cagliari e, di riflesso, si complicano altre situazioni che interessavano direttamente le due squadre. La situazione più spinosa è quella legata a Davide Astori, centrale di scuola rossonera, in compartecipazione tra le due squadre. Visto il clima teso che si è creato per colpa di Cellino, Adriano Galliani è deciso più che mai ad andare alle buste e a non fare nessuno sconto al presidente cagliaritano.

Cagliari, tutte le trattative di mercato
In attesa di risolvere, con il Milan, la questione Allegri, i rossoblù continuano le loro trattative di mercato. Se per Astori c'è il serio pericolo buste, pare che a Cagliari stia per arrivare Elia Legati, difensore riscattato interamente dai rossoneri proprio ieri. In attesa dell'annuncio di Bisoli (dovrebbe esserci l'ufficialità lunedì o martedì n.d.r.) i rossoblù si sono di nuovo gettati su Mariano Bogliacino, centrocampista del Napoli e su Mattias Schelotto, esterno che ha ben impressionato con il Cesena in questa stagione. Si allontana invece definitivamente la pista Paloschi. Infatti Milan e Parma hanno rinnovato la comproprietà di un altro anno. Rimane sempre in standby invece Giaccherini, conteso anche da Parma, Lazio e ora dalla Sampdoria. I rossoblù continuano anche a seguire Mirko Antenucci, di proprietà del Catania e l'ultimo anno ad Ascoli. Vicino anche l'ingaggio di Dario Biasi, difensore svincolatosi dal Cesena, che dovrebbe firmare un annuale con i rossoblù, con un'opzione per la seconda stagione. Si attende anche l'annuncio dell'acquisto di Pinardi, svincolatosi dal Modena e da tempo accordatosi con il Cagliari. I nomi nuovi sono quelli di Giacomo Casoli (attaccante esterno classe 1988), in prestito al Gubbio ma della Fiorentina e Stefano Giacomelli del Foligno (classe 1990), cresciuto nelle giovanili dell'Inter.

Cagliari-Milan, buste per Astori ma arriva Legati


Com'era prevedibile che fosse, la vicenda Allegri si sta ripercuotendo in tutte le trattative di mercato che vedevano interessate Milan e Cagliari. La prima e più importante riguarda Davide Astori: entrambe le squadre sono interessate al centrale difensivo classe 1987, per cui prima di oggi si cercava una soluzione che potesse accontentare entrambi. Stando a quanto riporta tuttomercatoweb.com Adriano Galliani avrebbe annunciato l'intenzione di andare alle buste per il forte difensore e di non fare alcuno sconto al presidente Cellino.

Nonostante questo, giunge notizia del riscatto da parte della società rossonera di Elia Legati dal Crotone. Il difensore, espressamente richiesto da Bisoli, sembrerebbe essere in lista di sbarco per la Sardegna. Potrebbe quindi provenire proprio dal Milan il possibile sostituto dello stesso Astori.
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-06-2010, 16:31   #1643
Sallino
Senior Member
 
Iscritto dal: Sep 2008
Città: Sardegna
Messaggi: 2010
Fino a qualche ora fa Cellino non aveva la minima intenzione di liberare Allegri, soprattutto non gratis...
__________________
Case: Antec 300; PSU: CoolerMaster 650W; Motherboard: ASUS M3A78; CPU: AMD Phenom II X3 720 2.8 ghz; RAM: Corsair 4 GB DDR2 800; VGA: Sapphire Radeon HD4850 512MB; HDD: WD CB 640 GB; Audio: SB Audigy SE; Monitor: Philips 220C1 22"; SO: Windows 7 Pro 64 bit -Forza Cagliari!!!-
Sallino è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-06-2010, 21:56   #1644
Wesker
Senior Member
 
L'Avatar di Wesker
 
Iscritto dal: Jul 2005
Città: Torino
Messaggi: 348
Quote:
http://www.cagliaricalcio.net/news/n...pe=0&id_menu=1

Il Cagliari libera Allegri
Ora si pensa al nuovo allenatore


Nonostante l'amarezza e la delusione lasciataci dallo scarso coinvolgimento dimostrato dall'allenatore Massimiliano Allegri nel finale di campionato, a seguito della richiesta fatta dalla Società Milan, il Presidente Massimo Cellino ha deciso di liberarlo.

Pur avendo il Milan dato la sua disponibilità, la Cagliari Calcio non ha richiesto alcun indennizzo economico, considerando l'impossibilità di quantificare il valore dei sentimenti.

L'unica nota positiva è che la conclusione del rapporto di Allegri permette di chiudere definitivamente la parentesi e potersi dedicare al futuro del Cagliari attraverso la scelta del nuovo allenatore.
Che cacchio di frase è? Una telenovela?
Wesker è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-06-2010, 22:01   #1645
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
cazzate,vedrai che in qualche modo si sdebiteranno,poi se sarà il cagliari o cellino a far cassa questo non lo sapremo mai
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-06-2010, 01:30   #1646
Pangasius
Senior Member
 
L'Avatar di Pangasius
 
Iscritto dal: Mar 2006
Città: Lost Heaven-Oakwood
Messaggi: 1310
Quote:
Originariamente inviato da juninho85 Guarda i messaggi
cazzate,vedrai che in qualche modo si sdebiteranno,poi se sarà il cagliari o cellino a far cassa questo non lo sapremo mai
Io una mia idea l'avrei..........
__________________
Frangar non flectar!!!
Pangasius è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-06-2010, 14:40   #1647
Solertes
Senior Member
 
L'Avatar di Solertes
 
Iscritto dal: Sep 2001
Città: Sardinia - TrollKillah user
Messaggi: 3756
Pinardi: "Grazie, Cagliari"
E' stato depositato il contratto di Alex Pinardi. Il giocatore si lega al Cagliari Calcio con accordo biennale, come annunciato dalla stessa società isolana.

"Dopo quattro anni di serie B, il Cagliari si è ricordato di me e mi sta dando una grande opportunità. Posso solo ringraziare la società - ha detto il centrocampista offensivo bresciano al sito ufficiale dei rossoblu -. Mi farà un certo effetto rivedere uno come Canini, cui facevo da chioccia a Bergamo, e ora è diventato uno dei pilastri della squadra. Ma conosco altri giocatori, come Cossu e Conti. Non ho alcuna pretesa: mi metto a disposizione dell'allenatore, ed entro a far parte di uno splendido gruppo".

http://sport.tiscali.it/feeds/10/06/...?calciomercato
__________________
"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo." - « Tancas serradas a muru Fattas a s'afferra afferra Si su chelu fit in terra L'aiant serradu puru » - vedere avvinazzati darsi arie da sommelier non ha prezzo -
Solertes è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-06-2010, 15:39   #1648
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Ecco i convocati per il pre-ritiro
Mancano Lopez, Barone e Dessena

Sul sito ufficiale, il Cagliari ha diramato una nota che annuncia i convocati per il preritiro stagionale che si terrà al centro sportivo "Ercole Cellino" di Assemini a partire dal prossimo 30 giugno. Manca Diego Lopez, il cui contratto potrebbe essere rinnovato dopo dodici stagioni di militanza in rossoblù. Ma non ci sono neppure Andrea Parola e Simone Barone, svincolati dal 30 giugno. Il centrocampo, che saluta l'arrivo di Pinardi e il ritorno di Sivakov da Piacenza, non può annoverare al momento neppure Daniele Dessena: il giocatore, lo scorso anno in prestito in Sardegna, è in comproprietà tra Parma e Sampdoria, che dovranno decidere nei prossimi giorni il da farsi. Intatto l'attacco, con il pokerissimo che comprende Matri, Jeda, Nenè, Ragatzu e Larrivey. Rimarranno a Cagliari anche Ariaudo e Nainggolan, arrivati a gennaio in prestito rispettivamente da Juventus e Piacenza.

Portieri: Agazzi, Ruzittu, Vigorito

Difensori: Agostini, Ariaudo, Astori, Canini, Dametto, Marzoratti, Pisano

Centrocampisti: Biondini, Conti, Cossu, Lazzari, Nainggolan, Pinardi, Sivakov

Attaccanti: Jeda, Larrivey, Matri, Nenè, Ragatzu

Ai giocatori è stato dato appuntamento entro le ore 12.


Cagliari su Ardemagni, Nainggolan rimane in Sardegna
Due interessanti news di mercato riguardanti il Cagliari, una riguardante un inatteso ritorno di fiamma e l'altra una conferma che era nell'aria emergono dalle pagine de La Gazzetta dello Sport. La prima riguarda il centravanti del Cittadella Ardemagni, in comproprietà tra la squadra patavina e la neoretrocessa Triestina. Il Cagliari sembrerebbe essersi inserito in modo deciso sul giocatore, che sembrava aver accettato le lusinghe del Genoa. La seconda riguarda invece Nainggolan, che dovrebbe essere confermato in vista della prossima stagione. Come già precisato su TuttoCagliari, il suo inserimento in pianta stabile in prima squadra e il ritorno di un maturato Sivakov da Piacenza dovrebbero costituire la soluzione per rimpiazzare Parola e Barone, svincolati e quindi ex cagliaritani a tutti gli effetti.

Il borsino del mercato rossoblù
Comproprietà e prestiti: gli sviluppi

Ancora 12 giorni e il calciomercato avrà ufficialmente inizio. Dal 1° luglio al 31 agosto le società potranno ufficialmente definire trattative già avviate, o transazioni ideate nel giro di pochi minuti. Tutto questo non prima di aver definito l'annoso problema delle comproprietà, che ogni anno si presenta puntualmente nel mese di giugno. Presidenti e dirigenti hanno tempo fino al 25 giugno per definire gli accordi in tema di compartecipazione, dopodichè, qualora tali accordi non vengano raggiunti, si entrerà nella "lotteria" delle buste. Il Cagliari ha già risolto diverse situazioni, dalla più importante, relativa al riscatto di Lazzari, a quelle più agevoli, quali ad esempio i riscatti di Cocco e Aresti. Rimangono tuttavia da definire altre situazioni, non solo in tema di comproprietà, ma anche di prestiti.


Davide Astori (Difensore, classe 1987, comproprietà Milan - Cagliari, contratto fino al 2012)
Alla sua seconda stagione in rossoblù ha collezionato 34 presenze, divenendo un intoccabile nello scacchiere di Allegri prima e Melis poi. Una stagione fa Milan e Cagliari rinnovarono l'accordo di compartecipazione, ora invece entrambe vorrebbero questo novello Beckenbauer alla propria corte. Da una parte Cellino e Bisoli lo ritengono indispensabile per la retroguardia del Cagliari, dall'altra, Allegri, passato al Milan, lo vorrebbe con se alla corte rossonera, per formare con Nesta e Thiago Silva un pacchetto arretrato di indubbio valore. Galliani vorrebbe 4,5 mln per cedere la seconda metà di cartellino a Cellino, il quale non và oltre i 3.8 mln. Buste quasi inevitabili, con la sensazione che, paradossalmente, il Cagliari potrebbe soffiare al Milan un difensore che con Prandelli sarà inevitabilmente un perno della Nazionale italiana.
Riscatto Cagliari 60%
Riscatto Milan 30%
Rinnovo della compartecipazione 10%

Lino Marzoratti
(Difensore, classe 1986, compartecipazione Cagliari-Empoli, contratto fino al 2012)
Stagione sfortunata per il difensore scuola Milan, acquistato in comproprietà dal Cagliari la scorsa estate dopo un non esaltante campionato di Serie B con l'Empoli. Dopo un ottimo inizio di stagione, una serie di infortuni ne hanno limitato il rendimento e la crescita. Le qualità però ci sono, eccome. Resta un interrogativo che Bisoli dovrà sbrigare. Difensore centrale o terzino destro? In quest'ultimo caso nel confronto con Pisano é destinato a non spuntarla mai. Considerando le premesse, e il fatto che l'Empoli non sia riuscito a tornare in A, è assai probabile che Cellino e il suo omologo Corsi decidano di rinnovare la comproprietà, dando una chance di riscatto al giocatore, sulla quale poi innestare il riscatto del suo cartellino da parte dei rossoblù.
Rinnovo della compartecipazione 70% Riscatto Cagliari 25% Riscatto Empoli 5%

Lorenzo Ariaudo
(Difensore, classe 1989, prestito Cagliari-Juventus, contratto fino al 2014) Arrivato con sei mesi di ritardo in Sardegna, ha collezionato 9 presenze, mettendo in mostra ottime qualità e grande duttilità, condite da un pizzico di inesperienza che fa presagire i suoi ampi margini di miglioramento. Anche lui, dopo Astori, è un capolavoro di Cellino. Strappato alla Juventus allora di Secco e Bettega in prestito con diritto di riscatto sulla metà del cartellino prestabilito, senza opzione di controriscatto in favore dei bianconeri. Insomma, basterà far partire un fax da Viale La Playa per assicurarsi il giocatore anche per la prossima stagione, e proseguire nel percorso di crescita. Difficilmente Cellino si lascerà sfuggire quest'occasione, considerando che anche per lui è prevedibile un futuro radioso. Riscatto Cagliari 80% Ritorno alla Juventus 15% Rinnovo del prestito 5%

Daniele Dessena (Centrocampista, classe 1987, prestito Cagliari-Sampdoria, contratto fino al 2013) Quella di Dessena è la situazione più complessa dell'intero mercato rossoblù. A Cagliari ha collezionato 29 presenze e 3 gol, e la sensazione è che un infortunio l'abbia fermato nel momento migliore della sua stagione. Mezz'ala di corsa, sostanza, ma anche qualità, con uno spiccato senso del gol. La formula con cui è arrivato in rossoblù è però quella del prestito secco, via Sampdoria, e il suo cartellino è in comproprietà tra blucerchiati e Parma. Situazione intricata e difficile da definire ex ante. Il Cagliari potrebbe acquisire metà cartellino dalla Sampdoria per poi andare a discutere con il Parma. Ma per ora siamo nel campo delle ipotesi. L'unica certezza è che il giocatore ha espresso la ferma volontà di rimanere in Sardegna, dove è rinato calcisticamente. Riscatto Cagliari, via Sampdoria 50% Riscatto Parma 35% Riscatto Sampdoria 15%

Claudio Pani
(Centrocampista, classe 1986, compartecipazione Cagliari-Triestina, contratto fino al 2011)
Annata storta per il centrocampista sardo. 24 presenze e nessun gol nella Triestina che, passando da Gotti ad Arrigoni, non è riuscita ad evitare la retrocessione in Serie C. E pensare che ad agosto si era preso il lusso di eliminare il "suo" Cagliari dalla Coppa Italia. Per lui probabile un ritorno a Cagliari, difficile però la permanenza in Sardegna. RiscattoCagliari70% Rinnovo dellacompartecipazione20% Riscatto Triestina 10%

Simone Aresti
(Portiere, classe 1986, compartecipazione Cagliari-Alghero, contratto fino al 2011) Dopo aver sfiorato la promozione in Prima Divisione sotto la guida del suo mentore Ninni Corda, il Cagliari ha deciso di riscattarlo. Possibile che gli venga affidato il ruolo di terzo portiere, al posto di Vigorito che potrebbe percorrere la strada inversa e andare a maturare esperienza ad Alghero. Riscatto Cagliari 100% Riscatto Alghero 0%

AndreaCocco (Attaccante, classe 1986, compartecipazione Cagliari-Alghero, contratto fino al 2012) Come Aresti, anche Cocco è già stato riscattato dal Cagliari. Il suo futuro è però incerto. Per lui 15 gol in 29 presenze con il giallorossi, chissà se basteranno per guadagnarsi un conferma alla corte di Bisoli. Riscatto Cagliari100% Riscatto Alghero 0%

Andrea Lazzari
(Centrocampista, classe 1984, compartecipazione Cagliari-Atalanta, contratto fino al 2012)
Con 6 reti in 33 partite giocate si è confermato come uno dei migliori centrocampisti del campionato. Il Cagliari l'ha riscattato subito dalla retrocessa Atalanta, e punta a mantenerlo in rosa a meno di offerte irrinunciabili. In tutto l'operazione è costata a Cellino 5 mln di euro, ed è dunque ipotizzabile che una cessione possa avvenire solo per una cifra tra gli 8 e i 10 mln. Allegri spinge per averlo a Milano, ma le casse del Milan non consentono una trattativa lampo. Se ne parlerà negli ultimi giorni di mercato.
Riscatto Cagliari 100%
Riscatto Atalanta 0%

Andrea Peana
(Difensore, classe 1986, compartecipazione Cagliari-Alghero, contratto fino al 2011) Il fatto che non sia ancora stato riscattato dal Cagliari, a differenza di quanto avvenuto con Cocco e Aresti, lascia presagire che il centrale, algherese doc, possa rimanere alla corte di Ninni Corda, suo grande estimatore.
Riscatto Alghero 50%
Rinnovo compartecipazione 45%
Riscatto Cagliari 5%

Marco Sau
(Attaccante, classe 1987, compartecipazione Cagliari-Lecco, contratto fino al 2012)
Anche lui è già stato riscattato dal dg Marroccu. E anche per lui, una permanenza a Cagliari, è assai difficile.
Riscatto Cagliari 100%
Riscatto Lecco 0%

Radja Nainggolan
(Centrocampista, classe 1988, prestito Cagliari-Piacenza, contratto fino al 2013)
Arrivato a gennaio, voluto fortemente da Allegri, ha giocato 7 volte. Pesa su di lui l'espulsione rimediata in pochi minuti contro il Chievo, costata poi la sconfitta dei rossoblù, ma, nelle altre sei presenze, ha messo in mostra personalità e numeri. In prestito con diritto di riscatto, verrà confermato da Cellino, che punta forte sul suo talento.
Riscatto Cagliari 80%
Ritorno al Piacenza 15%
Rinnovo del prestito 5%

Mario Brkljaca
(Centrocampista, classe 1985, prestito Cagliari-Hajduk Spalato, contratto fino al 2013)
Arrivato a Cagliari con la formula del prestito con diritto di riscatto. Non scende mai in campo, si fa male prima di Sampdoria-Cagliari, nella quale sarebbe dovuto partire dall'inizio, e fa mestamente ritorno in Croazia. Nel suo caso Cellino ha ciccato il colpo.
Ritorno all'Hajduk 100%
Riscatto Cagliari 0%

Michail Sivakoŭ
(Centrocampista, classe 1988, prestito Cagliari-Piacenza, contratto fino al 2013)
Una sola presenza in rossoblù, da gennaio in prestito al Piacenza, con cui ha raccolto 15 presenze siglando due gol e fornendo diversi assist ai compagni. Cellino ci punta fortemente, e ora che il piccolo "Zar" ha preso confidenza con la lingua italiana, è pronto a prendere il posto di Parola come vice Conti.
Ritorno al Cagliari 90% Rinnovo del prestito 10%

Per Laner servono 2,5 milioni
Il Cagliari continua il suo pressing nei confronti del centrocampista dell'Albinoleffe, Simon Laner, autore di un altra buona stagione. La squadra bergamasca chiede 2,5 milioni per la metà del cartellino del giocatore ma il Presidente Cellino dovrà battere la concorrenza di Parma e Chievo.

L'Inter non pone veti: Suazo al Cagliari è più di una suggestione
Al momento, è un'idea e poco più, è bene precisarlo. Ma i presupposti perchè David Suazo torni a vestire la maglia del Cagliari sembrano esserci tutti. Reduce da una stagione in controluce, divisa tra la tribuna con Mourinho e i chiaroscuri di Genova, l'attaccante honduregno sarebbe pronto a tornare in Sardegna, dove si è formato come uomo e come calciatore. La notizia, anticipata ieri da Sky e riportata questa mattina dal Corriere dello Sport, è di quelle che fanno sognare i tifosi: l'ex capitano rossoblù sarebbe chiamato a una scelta di vita, riducendosi di oltre il 50% l'ingaggio che attualmente gli versa l'Inter. Proprio la società nerazzurra sarebbe pronta a lasciar partire l'attaccante honduregno, senza richiedere esose contropartite economiche al Cagliari.

Galliani: "Con il Cagliari parleremo anche di Astori"
Stando a quanto riporta tuttomercatoweb.com Galliani, evidentemente compiaciuto per il fatto che è stata finalmente risolta la grana-Allegri, dichiara di avere intenzione di sedersi a tavolino con il Cagliari per discutere della risoluzione della comproprietà di Astori: "Di Astori parleremo con Cellino la prossima settimana", afferma l'a.d. milanista ai microfoni di Sky. A quanto pare è stata quindi scongiurata l'eventualità di andare alle buste da parte delle due squadre.
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 18-06-2010, 23:07   #1649
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Cellino "taglia"
le vacanze alla squadra

E’ furibondo, Massimo Cellino. Non ce l’ha con le vacanze -troppo brevi e disturbate nella sia pur lontana Miami da continue telefonate di genere calcistico - e non ce l’ha ovviamente con la sua Sardegna che lo ha riaccolto con una serie non disprezzabile di impicci. «Non mi faccia dire nulla, ho talmente tante cose da fare che non so da che parte girarmi». Le uniche battute concesse, due sere fa, prima di immergersi nei problemi. E riaccendere il vulcano sopito. Cellino è furioso: non per la vicenda Allegri che si avvia alla conclusione. Il problema non è questo. No, perché altrimenti Cellino che tutto può e tutto decide dentro il Cagliari calcio, non avrebbe preso l’iniziativa (a memoria, mai pensata o attuata nei suoi primi 18 campionati da presidente) di imporre una “pre-convocazione” a vecchi e nuovi rossoblù per il 30 giugno. Neanche dovesse fare i premilimari di Champions o di Europa League. E’ -o sembra fortissimamente tale- un provvedimento che accorciando di due settimane le vacanze dei giocatori, suona da punizione a scoppio ritardato.

Come se volesse reiterare la delusione, pubblicamente spiegata a più riprese, per il rendimento deficitario della squadra da febbraio in poi. Cosa che il patron ha imputato soprattutto, e prima di tutti, proprio al suo ormai ex allenatore Massimiliano Allegri. Poche altre volte il massimo dirigente del Cagliari si è incavolato così di brutto con i suoi giocatori, forse con lo stesso fervore gli è capitato soltanto quando è stato costretto a dare il benservito a Giovanni Trapattoni. Sul momento, fu costretto a ingoiare il boccone, a dover fare una cosa che proprio a quel totem umano e professionale del Trap, non avrebbe mai voluto fare. E, aggiunse, un inquietante “Lo esonero, ma li sistemo io a fine campionato”, cosa che dovette poi accadere visto che a cambiare casacca furono davvero in tanti. E fra quei tanti, scremati gli affari veri, dovettero per forza esserci anche i puniti postumi. Ecco, sembra di rivedere quel Cellino, soltanto che questa volta non c’è dall’altra parte un allenatore messo sulla graticola da una squadra. Anzi, ma il presidente censura severamente tutti. Gli sbocchi? Difficile ora, stabilirlo. Ma non finirà a tarallucci e vino, questo è sicuro.


BEN FATTO
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-06-2010, 14:47   #1650
Solertes
Senior Member
 
L'Avatar di Solertes
 
Iscritto dal: Sep 2001
Città: Sardinia - TrollKillah user
Messaggi: 3756
Mezza Premier su Federico Marchetti.

Secondo il 'Daily Mail', sulle tracce dell'erede di Buffon ci sarebbe l'Arsenal, pronto a spendere i 15 milioni di euro richiesti dal Cagliari. In seconda fila, Tottenham e Bolton, interessate però al giocatore ex Albinoleffe.

Con Storari alla Juventus e Amelia al Milan, aumentano le possibilità che il portiere Azzurro non resti in Italia e provi un'esperienza all'estero.

Sportal
__________________
"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo." - « Tancas serradas a muru Fattas a s'afferra afferra Si su chelu fit in terra L'aiant serradu puru » - vedere avvinazzati darsi arie da sommelier non ha prezzo -
Solertes è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 20-06-2010, 23:55   #1651
Solertes
Senior Member
 
L'Avatar di Solertes
 
Iscritto dal: Sep 2001
Città: Sardinia - TrollKillah user
Messaggi: 3756
Quote:
Originariamente inviato da juninho85 Guarda i messaggi
esattamente
piazzarsi davanti=lasciare la gallina alla volpe
Vista la marcatura del difensore Slovacco sul Paraguaiano che ha ricevuto il lancio in occasione del secondo goal?
__________________
"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo." - « Tancas serradas a muru Fattas a s'afferra afferra Si su chelu fit in terra L'aiant serradu puru » - vedere avvinazzati darsi arie da sommelier non ha prezzo -
Solertes è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 07:32   #1652
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Quote:
Originariamente inviato da Solertes Guarda i messaggi
Vista la marcatura del difensore Slovacco sul Paraguaiano che ha ricevuto il lancio in occasione del secondo goal?
no com era?
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 07:39   #1653
Solertes
Senior Member
 
L'Avatar di Solertes
 
Iscritto dal: Sep 2001
Città: Sardinia - TrollKillah user
Messaggi: 3756
Quote:
Originariamente inviato da juninho85 Guarda i messaggi
no com era?
Davanti all'attaccante, il lancio ha scavalcato il difensore e - se non ricordo male - l'attaccante ha facilmente insaccato
__________________
"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo." - « Tancas serradas a muru Fattas a s'afferra afferra Si su chelu fit in terra L'aiant serradu puru » - vedere avvinazzati darsi arie da sommelier non ha prezzo -
Solertes è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 11:23   #1654
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Cellino: "Via Marchetti, Matri resta. Acquafresca possibilità concreta, Suazo improbabile". E saluta Lopez
Presidente Cellino, siamo alle solite, c'è un tira e molla con Allegri per la rescissione del contratto?
«No, affatto. Ho promesso a Galliani che avrei liberato Allegri perché si accomodasse sulla panchina del Milan e manterrò la parola data. Non appena Allegri firmerà il documento, io farò altrettanto».
Proprio questo è il punto, Allegri non firma perché ci sarebbero problemi di natura economica.
«Della questione si sta occupando il direttore generale, Marroccu. A me non risulta alcun problema, ho detto che avrei pagato ad Allegri tutti gli stipendi e così farò. Semmai, il problema è un altro».
Vale a dire?
«Ho promesso a Galliani che avrei liberato Allegri ma non si è parlato dello staff. Il vice Landucci, e i due preparatori atletici, Folletti e Grani, restano contrattualizzati con il Cagliari. Tra l'altro, vorrei inserire Grani nello staff di Bisoli per il recupero degli infortunati. Ne ho parlato con Pierpaolo ed è d'accordo».
Questo significa che ci sarà un altro braccio di ferro con Allegri.
«Non è la mia intenzione, io manterrò quello che ho promesso. Punto e basta».
Parliamo del futuro, quando annuncerà Bisoli?
«Il 30 giugno ci sarà la presentazione ufficiale, in settimana lo vedrò per definire alcuni dettagli. In ogni caso, lo sento spessissimo al telefono».
I programmi sono dunque pronti?
«Prontissimi».
Li può anticipare?
«In linea di massima, manterremo la struttura della squadra e faremo una sola cessione significativa».
Marchetti?
«Esatto, e lo facciamo perché siamo convinti che Agazzi sia addirittura più forte».
Matri?
«Resta con noi».
Acquafresca?
«È più di una possibilità ma non aggiungo altro per scaramanzia».
Suazo?
«Un'operazione troppo complicata, perciò non voglio neanche sentirne parlare. Certo che a David sono affezionato».
Lo è anche a Lopez, che cosa ha deciso in proposito?
«L'ho incontrato e gli ho detto che era meglio lasciarsi».
E lui?
«Ha pianto e mi ha detto che va al Peñarol».
E lei?
«Ho pianto e sono rimasto nel mio ufficio».
Che stagione sarà?
«Speriamo buona ma una cosa è certa: i crediti sono finiti. Per tutti. Con Bisoli si parte da zero, il posto andrà guadagnato sul campo».


juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 11:24   #1655
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
Quote:
Originariamente inviato da Solertes Guarda i messaggi
Davanti all'attaccante, il lancio ha scavalcato il difensore e - se non ricordo male - l'attaccante ha facilmente insaccato
cvd...
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 20:04   #1656
Sallino
Senior Member
 
Iscritto dal: Sep 2008
Città: Sardegna
Messaggi: 2010
Quote:
Originariamente inviato da juninho85 Guarda i messaggi
Cellino: "Via Marchetti, Matri resta. Acquafresca possibilità concreta, Suazo improbabile". E saluta Lopez
Presidente Cellino, siamo alle solite, c'è un tira e molla con Allegri per la rescissione del contratto?
«No, affatto. Ho promesso a Galliani che avrei liberato Allegri perché si accomodasse sulla panchina del Milan e manterrò la parola data. Non appena Allegri firmerà il documento, io farò altrettanto».
Proprio questo è il punto, Allegri non firma perché ci sarebbero problemi di natura economica.
«Della questione si sta occupando il direttore generale, Marroccu. A me non risulta alcun problema, ho detto che avrei pagato ad Allegri tutti gli stipendi e così farò. Semmai, il problema è un altro».
Vale a dire?
«Ho promesso a Galliani che avrei liberato Allegri ma non si è parlato dello staff. Il vice Landucci, e i due preparatori atletici, Folletti e Grani, restano contrattualizzati con il Cagliari. Tra l'altro, vorrei inserire Grani nello staff di Bisoli per il recupero degli infortunati. Ne ho parlato con Pierpaolo ed è d'accordo».
Questo significa che ci sarà un altro braccio di ferro con Allegri.
«Non è la mia intenzione, io manterrò quello che ho promesso. Punto e basta».
Parliamo del futuro, quando annuncerà Bisoli?
«Il 30 giugno ci sarà la presentazione ufficiale, in settimana lo vedrò per definire alcuni dettagli. In ogni caso, lo sento spessissimo al telefono».
I programmi sono dunque pronti?
«Prontissimi».
Li può anticipare?
«In linea di massima, manterremo la struttura della squadra e faremo una sola cessione significativa».
Marchetti?
«Esatto, e lo facciamo perché siamo convinti che Agazzi sia addirittura più forte».
Matri?
«Resta con noi».
Acquafresca?
«È più di una possibilità ma non aggiungo altro per scaramanzia».
Suazo?
«Un'operazione troppo complicata, perciò non voglio neanche sentirne parlare. Certo che a David sono affezionato».
Lo è anche a Lopez, che cosa ha deciso in proposito?
«L'ho incontrato e gli ho detto che era meglio lasciarsi».
E lui?
«Ha pianto e mi ha detto che va al Peñarol».
E lei?
«Ho pianto e sono rimasto nel mio ufficio».
Che stagione sarà?
«Speriamo buona ma una cosa è certa: i crediti sono finiti. Per tutti. Con Bisoli si parte da zero, il posto andrà guadagnato sul campo».


Agazzi è un giovane promettente, ma per il momento non credo proprio sia più forte di Marchetti... Magari tra qualche anno..
__________________
Case: Antec 300; PSU: CoolerMaster 650W; Motherboard: ASUS M3A78; CPU: AMD Phenom II X3 720 2.8 ghz; RAM: Corsair 4 GB DDR2 800; VGA: Sapphire Radeon HD4850 512MB; HDD: WD CB 640 GB; Audio: SB Audigy SE; Monitor: Philips 220C1 22"; SO: Windows 7 Pro 64 bit -Forza Cagliari!!!-
Sallino è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 21-06-2010, 23:14   #1657
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
riscattati metà ariaudo,nainggolan e agazzi
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-06-2010, 13:09   #1658
Solertes
Senior Member
 
L'Avatar di Solertes
 
Iscritto dal: Sep 2001
Città: Sardinia - TrollKillah user
Messaggi: 3756
Stasera la presentazione di Bisoli, nuovo allenatore del Cagliari. L'ex centrocampista: "Sono tornato a casa". È l'uomo giusto?

"Sono tornato a casa". Con queste parole, quasi una dichiarazione d'amore, comincia l'avventura di Pierpaolo Bisoli alla guida del Cagliari. Ieri notte è arrivata l'ufficializzazione dell'ingaggio dell'ex centrocampista, reduce dalla doppia promozione dalla C alla A alla guida del Cesena. Questo pomeriggio alle 17, alla Club House del Centro Ercole Cellino di Assemini la presentazione alla stampa e ai tifosi.

Di seguito alcune note su Pierpaolo Bisoli, pubblicate oggi sul sito del Cagliari Calcio:
"Non ha certo bisogno di presentazioni, per i tifosi rossoblu, Pierpaolo Bisoli, anzi, "Bisolone", come lo chiamavano per il suo fisico possente. L'ex centrocampista, nato a Porretta Terme il 20 novembre 1966, è stato uno dei giocatori più amati dai sostenitori del Cagliari, che ne ammiravano l'impegno strenuo profuso in ogni partita, l'attaccamento ai colori sociali, la voglia di non darsi mai per vinto, a dispetto di un bagaglio tecnico non eccelso. Ma proprio sotto questo punto di vista aveva lavorato compiendo dei progressi enormi, mettendo a tacere sorrisi e pregiudizi, agli ordini di un maestro come Carlo Mazzone. Veniva dalla Serie C, era un emerito sconosciuto, quando venne acquistato da Carmine Longo nella stagione 1991-92. Ci mise poco a farsi apprezzare, diventando una colonna della squadra che da li a poco ottenne una storica qualificazione UEFA.

In rossoblu giocò sino al 1997, per un totale di di 164 presenze e 5 gol, uno dei quali segnato al grandissimo Milan di Capello. Le partite avrebbero potute essere molte di più, se non l'avessero fermato due gravi incidenti. Due fratture, a Udine e Firenze, che lo tolsero di mezzo sul più bello. Quando era pronto per rientrare, il mister di allora, Giampiero Ventura, non lo ritenne idoneo alla prova del campo, e Bisoli, in lacrime, dovette togliere il disturbo.

Dimostrò ancora di essere un calciatore, vestendo le maglie di Empoli, Perugia, Brescia e Pistoiese. Porretta, Alessandria, Arezzo e Viareggio le altre tappe della sua carriera. Come allenatore, dopo le giovanili della Fiorentina, ha guidato Prato, Foligno e Cesena. Ha riportato la squadra romagnola in Serie A dalla C nel giro di due anni, strappando applausi per l'ottima fattura del gioco messo in mostra. Ora la nuova sfida col Cagliari. In bocca al lupo, Bisolone.



Da giocatore ero un suo ammiratore, speriamo che anche su una panca di serie A si faccia valere
__________________
"Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo." - « Tancas serradas a muru Fattas a s'afferra afferra Si su chelu fit in terra L'aiant serradu puru » - vedere avvinazzati darsi arie da sommelier non ha prezzo -
Solertes è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-06-2010, 14:39   #1659
juninho85
Bannato
 
L'Avatar di juninho85
 
Iscritto dal: Mar 2004
Città: Galapagos Attenzione:utente flautolente,tienilo a mente
Messaggi: 28647
bisolone
juninho85 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-06-2010, 14:43   #1660
Ricky68
Senior Member
 
L'Avatar di Ricky68
 
Iscritto dal: Jun 2002
Città: VE/PD--OR
Messaggi: 3040
Minkino anch'io a Bisolone.
__________________
Corsair RM1000 - Gigabyte H470 HD3 - CPU I5 10400F - GTX 1070ti - 16gb HyperX - Iiyama ProLiteXB2483HSU
Ricky68 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Beats Studio Buds: gli auricolari che fanno lo sgambetto agli AirPods. La recensione Beats Studio Buds: gli auricolari che fanno lo s...
Huawei MateView GT: un ottimo debutto fra i monitor gaming Huawei MateView GT: un ottimo debutto fra i moni...
Nintendo Switch OLED provata: non solo un nuovo display Nintendo Switch OLED provata: non solo un nuovo ...
Tesla Model 3 Standard Range Plus contro Long Range: quale scegliere? Tesla Model 3 Standard Range Plus contro Long Ra...
Made in IT: un approccio unico alle startup Made in IT: un approccio unico alle startup
Ford, Stellantis e GM, comunicato congiu...
realme, una crescita mai vista prima: &e...
Il cybercrime come il terrorismo: la svo...
Regione Lazio: attacco hacker partito da...
Uno studio fotografico base in casa, con...
Twitch abbassa da €4,99 a €3,99 i prezzi...
Telepass Pay, integrate nell'app anche l...
Registry Explorer, il tool per sbloccare...
Google ufficializza Nest Doorbell e Nest...
Olivetti integra Satispay nei suoi regis...
Noctua, in arrivo set di copritasti con ...
Guinness e Johnnie Walker, arriva l'alco...
Il governo UK pronto a bloccare l'acquis...
Dal MotoGP d'Austria la BMW i4 M50 sar&a...
Da AMD 3 nuove schede video Radeon PRO p...
OCCT
Dropbox
Chromium
Opera 78
NTLite
Opera Portable
Google Chrome Portable
PassMark BurnInTest Windows Edition
PassMark BurnInTest Standard
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Process Lasso
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 15:44.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www1v