Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Off Topic > Discussioni Off Topic > Storia, politica e attualità (forum chiuso)

Tiger Lake, 10 nm SuperFin e la GPU gaming Xe-HPG: le novità dell'Intel Architecture Day 2020
Tiger Lake, 10 nm SuperFin e la GPU gaming Xe-HPG: le novità dell'Intel Architecture Day 2020
Abbiamo partecipato all'Architecture Day 2020 di Intel, un'occasione per ascoltare direttamente dai principali ingegneri dell'azienda su cosa stanno lavorando e quali saranno le novità che arriveranno sul mercato in futuro. Raja Koduri e i suoi colleghi ci hanno parlato del processore mobile Tiger Lake, dell'architettura grafica Xe e le sue derivazioni e molto altro ancora.
MSI Creator P100X 10th, un sistema desktop elegante per chi dà vita ai contenuti
MSI Creator P100X 10th, un sistema desktop elegante per chi dà vita ai contenuti
Abbiamo provato il nuovo MSI Creator P100X 10th, un PC desktop non troppo ingombrante pensato per chi crea contenuti ma vuole un sistema di indubbio impatto visivo. Il sistema da noi provato è basato sulla CPU a 10 core Intel Core i9-10900K, una GPU RTX 2080 SUPER, 64 GB di RAM e un comparto di archiviazione molto completo. Scopriamo insieme punti di forza e debolezza di un PC con, volendo, si può giocare alla grande.
Intel NUC 9 Extreme 'Ghost Canyon': Compute Element al centro di un progetto fuori dal comune
Intel NUC 9 Extreme 'Ghost Canyon': Compute Element al centro di un progetto fuori dal comune
Abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani sul NUC 9 Extreme "Ghost Canyon" di Intel, un mini PC molto interessante perché si basa Compute Element, una scheda che ospita CPU, RAM e storage, semplificando potenzialmente le procedure di aggiornamento. Un'idea interessante e insolita, da sviluppare e magari applicare ad altri contesti. Nel complesso il mini PC è decisamente potente, ma un po' rumoroso sotto carico e di non facile reperimento sul mercato.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 13-07-2010, 22:45   #101
Мир
Senior Member
 
L'Avatar di Мир
 
Iscritto dal: Feb 2006
Città: Torino
Messaggi: 924
Quote:
Originariamente inviato da jumpermax Guarda i messaggi
Leggete meno il giornale e soprattutto smettete di dare retta a franco battaglia...
__________________
Мир - CPU 6502 - 48K RAM
Мир è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-07-2010, 22:45   #102
jumpermax
Senior Member
 
L'Avatar di jumpermax
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 1854
Quote:
Originariamente inviato da pacasa Guarda i messaggi
L'ho già detto, o non sei stato attento o non hai capito: Portogallo, Spagna e Danimarca hanno una conformazione geografica differente e una rete di produzione e distribuzione differente da quella italiana.

La rete italiana è costituita da mglie che si dipartono da una dorsale, quella dei paesi che hai citato invece no, è una rete più uniforme e distribuita.

P.S. non è la mia visione, ma anche quella del CESI, dell'ENEL, del GRTN, etc...mica bruscolini
Il problema della rete elettrica sulle grandi distanze lo potrai avere con l'eolico che gestisce grandi potenze a distanza dai centri urbani, ma è molto difficile che tu ce l'abbia col fotovoltaico che produce energia nelle zone di prelievo e negli orari di massimo consumo. Chiaro che poi la rete dovrà essere adeguata perché non pensata per ricevere energia da alcune zone, ma che questo costituisca una barriera insormontabile e che questa barriera sia il 10% mi pare francamente campato per aria. Questo almeno finché non vedo qualche conticino o qualche fonte a supporto
jumpermax è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 07:25   #103
entanglement
Senior Member
 
L'Avatar di entanglement
 
Iscritto dal: Sep 2008
Città: ...dove Sile a Cagnan s'accompagna...
Messaggi: 1001
Quote:
Originariamente inviato da pacasa Guarda i messaggi
...

La rete italiana è costituita da mglie che si dipartono da una dorsale, quella dei paesi che hai citato invece no, è una rete più uniforme e distribuita.

P.S. non è la mia visione, ma anche quella del CESI, dell'ENEL, del GRTN, etc...mica bruscolini
motivo in più per installare un sistema di generazione distribuito che la alleggerisce no ?

perchè quello che stressa la linea è la corrente *netta* che porta.

mi spiego meglio: uno ha accesi, a mezzogiorno, 2 condizionatori, il ferro da stiro e la TV. diciamo che in entrata dalla rete avrebbe 2.5 kw.

se contemporaneamente ha un impianto FV da 3 kwp, a mezzogiorno diciamo che ne fa 2.7.

totale, lo stress sulla rete è 0.2 kw, il suo risparmio, di conseguenza, perchè gli inverter iniettano a 4-5 V oltre il valore di rete, per rendere quella corrente preferenziale o per il consumo immediato o per l'immissione
__________________
And did you exchange a walk on part in the war for a lead role in a cage?
nerdtest: 36% - http://www.nerdtests.com
entanglement è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 07:28   #104
entanglement
Senior Member
 
L'Avatar di entanglement
 
Iscritto dal: Sep 2008
Città: ...dove Sile a Cagnan s'accompagna...
Messaggi: 1001
Quote:
Originariamente inviato da pacasa Guarda i messaggi
4 pagine di batti e ribatti sul solare si e solare no, nucleare forse nucleare mai, conti e battute sulle unità di misura...ma, a nessuno è venuto in mente l'unico dato veramente importante?

guardatevi intorno, prendete un qualunque apparecchio che avete in casa e che richiede energia elettrica per funzionare, guardate l'etichetta e focalizzate le vostra vista su un numerino magico:

50 Hz

senza bisogno di far tanti conti questa è la risposta da dare a chi vede nelle fonti rinnovabili la panacea di tutti i mali
sai che esistono anche gli inverter e quel valore è tarabile ?

penso ti manchino MOLTE nozioni sull'argomento se questo ti sembra un ostacolo. poco male, puoi rimediare qua:

http://www.enel.it/it-IT/reti/enel_d...gole_tecniche/
__________________
And did you exchange a walk on part in the war for a lead role in a cage?
nerdtest: 36% - http://www.nerdtests.com
entanglement è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:01   #105
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 12298
Quote:
Originariamente inviato da pacasa Guarda i messaggi
50 Hz
primo, a parte i motori, il 99% della roba che si ha in casa funziona a corrente continua.

secondo, ti informo che esistono gli inverter.
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:06   #106
das
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2001
Città: Livorno
Messaggi: 1196
Quote:
Originariamente inviato da zappy Guarda i messaggi
primo, a parte i motori, il 99% della roba che si ha in casa funziona a corrente continua.

secondo, ti informo che esistono gli inverter.
Infatti io in casa ho oltre i normali 220v la linea a 12 e 5 volt. La uso per l'illuminazione a led ma quando avrò tempo mi farò i cavetti per alimentare le varie cose che funzionano a bassa tensione
das è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:21   #107
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 12298
Quote:
Originariamente inviato da pacasa Guarda i messaggi
La rete italiana è costituita da mglie che si dipartono da una dorsale, quella dei paesi che hai citato invece no, è una rete più uniforme e distribuita.

P.S. non è la mia visione, ma anche quella del CESI, dell'ENEL, del GRTN, etc...mica bruscolini
ne consegue che i problemi dell'italia sono soprattutto di RETE, e NON di generazione. Si può sapere allora perchè il governo si preoccupa tanto della generazione? perchè è miope? perchè sono stupidi? perchè hanno interessi?
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:28   #108
s12a
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2008
Messaggi: 9894
Quote:
Originariamente inviato da jumpermax Guarda i messaggi
Spagna 13% Portogallo 15% Danimarca 21%.... solo di energia eolica.
Il fenomeno è compensabile e gestibile, non in linea teorica, ma nel concreto. Siamo ben lontani dalla soglia critica mi pare
Potenza installata o energia effettivamente prodotta?
__________________
CPU Intel i5 3550 ~ Motherboard ASRock H77 Pro4-M ~ RAM 12 GB ((4+2) x 2) DDR3 1333
GPU Sapphire RX480 Nitro+ OC 4GB ~ Storage Crucial MX500 500GB ~ PSU FSP Raider S 550W
Case Fractal Design Define C ~ Display Dell U2412M (A00) + NEC EA231WMi ~ Headphones AKG k240s
s12a è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:31   #109
jumpjack
Senior Member
 
Iscritto dal: Sep 2004
Messaggi: 1145
Quote:
Originariamente inviato da das Guarda i messaggi
Nel caso migliore dunque i Km^2 sarebbero circa 1000. Lo 0.3% della nostra nazione, disboscata per metterci gli specchi.
Ecco perche' si pensa di usare il Sahara, no? Perche' abbattere alberi, quando ci sono nove milioni di km^2 di deserto disponibili, con irradiamento per m^2 ovviamente superiore all'Italia?

166 Megawatt al Km^2 x 9.000.000 = circa 1.660.000.000 Megawatt = 1 milione di Gigawatt.

Ti bastano per illuminare il mondo?

Se servono 700 Km^2 per l'Italia, diciamo che in media per una nazione europea ne servono 2000 (noi siamo piccolini...), quindi per l'europa a 25 servirebbero 50.000 km^2 di deserto; 50.000/9.000.000 =~ 50.000/10.000.000 = 5/1000

Cioe' basterebbe "lastricare" di pannelli solari lo 0,5% del Sahara per alimentare l'intera europa.

Se invece non vogliamo andare fino in Africa.... ci sono pur sempre svariati km^2 di TETTI, che al momento non servono a niente per tutto il tempo che non piove. Sarebbe interessante calcolare quanti km^2 di tetti esistono in Italia!

Quote:
Nuovo colpo al mito dell'inadeguatezza delle energie rinnovabili a garantire, da sole, il fabbisogno energetico del pianeta.

Un gruppo di studiosi europei sta elaborando un progetto che prevede la realizzazione di fattorie fotovoltaiche nel deserto del Sahara, attraverso l'installazione di un tappeto di pannelli solari. La distribuzione sarebbe poi assicurata dal progetto di una nuova grande rete europea, in grado di nutrirsi anche dell'energia eolica prodotta in Paesi come Danimarca e Gran Bretagna, o dell'energia geotermica islandese.

Se n'è parlato oggi [luglio 2008] al Euroscience Open Forum in Barcelona ed il progetto ha subito ricevuto il sostegno dei governi francese e britannico, ed il personale appoggio di Nicolas Sarkozy e Gordon Brown.

I promotori hanno spiegato che basterebbe un tappeto di pannelli capace di catturare lo 0,3% dell'energia solare che bacia la superficie del Sahara, per assicurare l'approvvigionamento di elettricità di tutta Europa. Si parla dunque in definitiva di circa l'1% della superficie del deserto.

I costi del progetto sono stimati attorno ad un miliardo di euro l'anno, per ciascun anno fino al 2050
http://sostenibile.blogosfere.it/200...el-sahara.html

Ho letto un po' in giro, un oleodotto costa in media 5-10 miliardi di dollari, ma ne esistono anche da 20.

Una raffineria più o meno ha lo stesso prezzo:
http://www.denaro.it/VisArticolo.asp...t=602961&KeyW=

Quindi basterebbe che da qui al 2050 invece di costruire 3 nuove raffinerie e un paio nuovi oleodotti costruissero la supercentrale sahariana.
__________________
La scienza è provvisoria
-- Jumpjack --

Ultima modifica di jumpjack : 14-07-2010 alle 10:45.
jumpjack è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:35   #110
:dissident:
Registered User
 
L'Avatar di :dissident:
 
Iscritto dal: Aug 2002
Città: SaTuRn
Messaggi: 1581
Quote:
Originariamente inviato da jumpjack Guarda i messaggi
Se invece non vogliamo andare fino in Africa.... ci sono pur sempre svariati km^2 di TETTI, che al momento non servono a niente per tutto il tempo che non piove. Sarebbe interessante calcolare quanti km^2 di tetti esistono in Italia!
Il problema e' che non tutti i tetti hanno l'orientamento e l'esposizione conveniente all'installazione. Poi questo non vuol dire che cmq sia sbagliata come idea
:dissident: è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:36   #111
mixkey
 
Messaggi: n/a
Quote:
Originariamente inviato da jumpjack Guarda i messaggi
Ecco perche' si pensa di usare il Sahara, no? Perche' abbattere alberi, quando ci sono nove milioni di km^2 di deserto disponibili, con irradiamento per m^2 ovviamente superiore all'Italia?

166 Megawatt al Km^2 x 9.000.000 = circa 1.660.000.000 Megawatt = 1 milione di Gigawatt.

Ti bastano per illuminare il mondo?

Se servono 700 Km^2 per l'Italia, diciamo che in media per una nazione europea ne servono 2000 (noi siamo piccolini...), quindi per l'europa a 25 servirebbero 50.000 km^2 di deserto; 50.000/9.000.000 =~ 50.000/10.000.000 = 5/1000

Cioe' basterebbe "lastricare" di pannelli solari lo 0,5% del Sahara per alimentare l'intera europa.

Se invece non vogliamo andare fino in Africa.... ci sono pur sempre svariati km^2 di TETTI, che al momento non servono a niente per tutto il tempo che non piove. Sarebbe interessante calcolare quanti km^2 di tetti esistono in Italia!
Ehm, il Sahara non e' europeo.
  Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:41   #112
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 12298
Quote:
Originariamente inviato da :dissident: Guarda i messaggi
Il problema e' che non tutti i tetti hanno l'orientamento e l'esposizione conveniente all'installazione. Poi questo non vuol dire che cmq sia sbagliata come idea
e comunque nessuno pensa di coprire il 100% del fabbisogno col fotovoltaico.
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:43   #113
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 12298
Quote:
Originariamente inviato da mixkey Guarda i messaggi
Ehm, il Sahara non e' europeo.
neanche il petrolio è "europeo". neanche l'uranio è "europeo". Neanche il caffè è "europeo"...

se l'europa dovesse basarsi su quel che c'è sul suo territorio staremmo al buio, e probabilmente faremmo anche la fame.
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 10:50   #114
mixkey
 
Messaggi: n/a
Quote:
Originariamente inviato da zappy Guarda i messaggi
neanche il petrolio è "europeo". neanche l'uranio è "europeo". Neanche il caffè è "europeo"...

se l'europa dovesse basarsi su quel che c'è sul suo territorio staremmo al buio, e probabilmente faremmo anche la fame.
Infatti noi abbiamo solo industrie che stiamo chiudendo o delocalizzando all'estero. Certo che faremo la fame!
  Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 11:18   #115
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 12298
Quote:
Originariamente inviato da mixkey Guarda i messaggi
Infatti noi abbiamo solo industrie che stiamo chiudendo o delocalizzando all'estero. Certo che faremo la fame!
questo riguarda il costo della manodopera e non altro.
se in cina paghi un cazzo le persone e se si ammalano le licenzi, non c'entra nulla col tema.
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 12:37   #116
pacasa
Junior Member
 
Iscritto dal: Dec 2008
Messaggi: 18
Quote:
Originariamente inviato da entanglement Guarda i messaggi
sai che esistono anche gli inverter e quel valore è tarabile ?

penso ti manchino MOLTE nozioni sull'argomento se questo ti sembra un ostacolo. poco male, puoi rimediare qua:

http://www.enel.it/it-IT/reti/enel_d...gole_tecniche/
Credo anch'io che mi manchino molte nozioni sull'argomento

Non capisco l'utilita' del link proposto e riguardo agli inverter, ancora una volta, ribadisco che non c'entrano niente con il problema della frequenza di rete, che e' fissa e che ddetermina la caduta del sistema elettrico in caso di oscillazioni.

Se vuoi approfondire puoi cercare su google qualcosa come "regolazione di frequenza primaria, secondaria, terziaria, funzionamentoin isola, etc..".
pacasa è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 12:58   #117
marchigiano
Senior Member
 
L'Avatar di marchigiano
 
Iscritto dal: Dec 2004
Città: la tua memoria SD è fake? testala con H2testw
Messaggi: 15833
Quote:
Originariamente inviato da jumpermax Guarda i messaggi
Spagna 13% Portogallo 15% Danimarca 21%.... solo di energia eolica.
Il fenomeno è compensabile e gestibile, non in linea teorica, ma nel concreto. Siamo ben lontani dalla soglia critica mi pare
quando avremo i venti di quei paesi potremo installare anche le pale eoliche. qui da me, tanto per dire, sti giorni non tira un casso di vento... e fa caldo

Quote:
Originariamente inviato da jumpjack Guarda i messaggi
Ecco perche' si pensa di usare il Sahara, no? Perche' abbattere alberi, quando ci sono nove milioni di km^2 di deserto disponibili, con irradiamento per m^2 ovviamente superiore all'Italia?
come la porti l'energia dal sahara all'europa stati uniti australia giappone? via email?

Quote:
http://sostenibile.blogosfere.it/200...el-sahara.html

Ho letto un po' in giro, un oleodotto costa in media 5-10 miliardi di dollari, ma ne esistono anche da 20.

Una raffineria più o meno ha lo stesso prezzo:
http://www.denaro.it/VisArticolo.asp...t=602961&KeyW=

Quindi basterebbe che da qui al 2050 invece di costruire 3 nuove raffinerie e un paio nuovi oleodotti costruissero la supercentrale sahariana.
ma chi li ha fatti i conti... dai già ci prendete poco d'inverno ora co sto caldo andate sotto l'ombrellone a leggere della P3-P4-P5....
__________________
Tim LTE1800, Vodafone LTE1800, Terra vista dalla ISS in tempo reale SPETTACOLO

cit: "Utilissimo, vendo per inutilizzo"
marchigiano è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 13:02   #118
Vas.ko!
Member
 
Iscritto dal: Sep 2006
Messaggi: 213
Quanto dice Pacasa non è sbagliato: proverò ad aggiungere le mie (invero non molte) nozioni a quanto da lui detto.

Allora inanzittutto stiamo parlando di trasmissione attraverso la linea ad alto voltaggio (chiamomola "grid"), che funziona appunto a 50 Hertz. Tenetelo bene in mente! Anche se i pannelli sono installati in casa, in caso di improvvisa mancanza di luce (nuvole, eclissi, chi più ne ha ne metta), deve provvedere la rete a fornire la quantità di potenza richiesta, in sostituzione di quella venuta a mancare. Ora, da dove si prende questa energia? Dalla Grid che appunto funziona a 50 Hz.

La nozione di frequenza è importantissima: un piccolo squilibrio tra offerta e domanda comporta una variazione della frequenza. Se questa variazione diventasse troppo grande, allora la frequenza precipita (o aumenta) in maniera incontrollata.



Farò un esempio concreto: degli alberi tranciano una linea che trasportava una quota importante di energia. Contemporaneamente una centrale nucleare ha un problema e viene isolata dalla grid. In questo modo un'intera regione subisce un forte squilibrio: un lato domanda che rimane costante e un lato offerta che scende drasticamente a zero. La frequenza di funzionamento precipita, e per evitare danni alle apparecchiature di controllo della rete va subito riportata intorno ai 50 hz. L'unico modo per farlo in maniera rapida è riportare in equilibrio la bilancia domanda/offerta, per cui si stacca un'intera fetta di consumatori dalla grid (il famoso "black-out"), finche la frequenza e l'approvvigionamento elettrico sono tornati alla normalità. Il black-out quindi è una reazione per stabilizzare la frequenza della rete, non tanto qualcosa che succede perchè "non arriva più corrente". La corrente in se' potrebbe sempre farcela (in un modo o nell'altro si è sempre connessi) ma lo sbilanciamento della frequenza rende necessario lo stacco dalla rete e la regolazione della frequenza.

Se infatti si analizzano i black-out, si parte sempre dall'analisi della frequenza.



Ora, se una nazione ha un approvvigionamento principalmente solare, al momento del passaggio di una nuvola si avrebbe uno sbilanciamento della domanda e dell'offerta, esattamente come nel caso dell'albero sul traliccio. In assenza di un back-up (di solito termico o idroelettrico) in grado di attivarsi subito per mantenere la frequenza stabile, essa collassa e le case, anche se dotate di pannelli, ma che stanno cercando di succhiare nergie dalla grid per compensare la "nuvola", vengono sconnesse dalla rete per regolare di nuovo la frequenza.

Questo in sostanza è quanto sostiene l'utente pacasa, e il ragionamento ha senso. Purtroppo non so se la percentuale data corrisponda a realtà, quello che è vero è che gli sbilanciamenti vanno sempre corretti, e se tanto viene dal solare, gli operatori elettrici devono sempre avere pronto un backup rapido che possa sopperire agli improvvisi cambiamenti di produzione da eolico o solare; per questo addirittura le previsioni climatiche stesse stanno diventando sempre più importanti per la gestione della rete.

PS: le immagini si riferiscono al black-out svedese del 2003. Anche l'esempio ne ricalca in parte quanto successo.

Ultima modifica di Vas.ko! : 14-07-2010 alle 13:09.
Vas.ko! è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 13:06   #119
jumpjack
Senior Member
 
Iscritto dal: Sep 2004
Messaggi: 1145
Quote:
Originariamente inviato da marchigiano Guarda i messaggi

come la porti l'energia dal sahara all'europa stati uniti australia giappone? via email?
come lo porti il petrolio iracheno in italia? per fax?

Quote:
ma chi li ha fatti i conti... dai già ci prendete poco d'inverno ora co sto caldo andate sotto l'ombrellone a leggere della P3-P4-P5....
se ne hai di migliori, siamo tutt'orecchi.
__________________
La scienza è provvisoria
-- Jumpjack --
jumpjack è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 14-07-2010, 13:11   #120
Scalor
Senior Member
 
L'Avatar di Scalor
 
Iscritto dal: Nov 2005
Messaggi: 2640
Quote:
Originariamente inviato da mixkey Guarda i messaggi
Ehm, il Sahara non e' europeo.
e chi è che va a togliere la sabbia dai pannelli ?
le dune ... si muovono....


Quote:
Originariamente inviato da entanglement Guarda i messaggi
motivo in più per installare un sistema di generazione distribuito che la alleggerisce no ?

perchè quello che stressa la linea è la corrente *netta* che porta.

mi spiego meglio: uno ha accesi, a mezzogiorno, 2 condizionatori, il ferro da stiro e la TV. diciamo che in entrata dalla rete avrebbe 2.5 kw.

se contemporaneamente ha un impianto FV da 3 kwp, a mezzogiorno diciamo che ne fa 2.7.

totale, lo stress sulla rete è 0.2 kw, il suo risparmio, di conseguenza, perchè gli inverter iniettano a 4-5 V oltre il valore di rete, per rendere quella corrente preferenziale o per il consumo immediato o per l'immissione
2 condizionatori ?

io ho la casa isolata, oggi fuori di casa ore 14:15 ho 31,9 gradi umidità 58% dentro senza condizionatore porte e finestre tutte chiuse e vetri riflettenti ho 24,2 gradi umidità del 53% . il condizionatore lo accendo si e no 10 volte all'anno piu che d'altro per abbassare l'umidità.

Ultima modifica di Scalor : 14-07-2010 alle 13:18.
Scalor è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Tiger Lake, 10 nm SuperFin e la GPU gaming Xe-HPG: le novità dell'Intel Architecture Day 2020 Tiger Lake, 10 nm SuperFin e la GPU gaming Xe-HP...
MSI Creator P100X 10th, un sistema desktop elegante per chi dà vita ai contenuti MSI Creator P100X 10th, un sistema desktop elega...
Intel NUC 9 Extreme 'Ghost Canyon': Compute Element al centro di un progetto fuori dal comune Intel NUC 9 Extreme 'Ghost Canyon': Compute Elem...
KFA2 GeForce RTX 2060 Super EX (1-Click OC), il dissipatore abbassa temperatura e rumorosità KFA2 GeForce RTX 2060 Super EX (1-Click OC), il ...
Canon EOS-1D X Mark III, reflex con prestazioni ai massimi livelli. La recensione Canon EOS-1D X Mark III, reflex con prestazioni ...
Acquisito lo sviluppatore di Metro Exodu...
IBM lancia SkillsBuild Reignite, una pia...
3 anni di aggiornamenti garantiti per Su...
Scribd ha acquisito SlideShare da Linked...
Nvidia RTX 3000 con memoria GDDR6X, Micr...
Wear OS, Google promette un avvio delle ...
FortiGate 4400F, il primo firewall dedic...
TIM: due terzi delle famiglie nelle aree...
NUVIA vuole scuotere il mercato delle CP...
Juniper Networks porta l'AI sulla WAN
Motorola Razr 2: debutto previsto per il...
Lenovo continua a crescere, con una doma...
Windows 10, più controllo su qual...
Slack: nuove funzioni per la sicurezza d...
Prezzi pazzi Amazon oggi: DJI Mavic Mini...
LibreOffice Portable
PassMark BurnInTest Professional
Passmark MonitorTest
Advanced SystemCare
ICQ
Dropbox
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Chromium
Opera 70
Cpu-Z
LibreOffice 7.0.0.3
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:47.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v