Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx, per i notebook Windows always on del 2019
Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx, per i notebook Windows always on del 2019
Qualcomm annuncia il nuovo SoC specificamente sviluppato per l'utilizzo con i PC always on, always connected che debutteranno nel corso del 2019. Basato su tecnologia produttiva a 7 nanometri, si differenzia dal chip Snapdragon 855 per alcune caratteristiche architetturali: sarà presente nei futuri notebook con Windows on Snapdragon a partire dalla seconda metà del 2019
2018: i nativi digitali al lavoro, ecco cosa cambierà
2018: i nativi digitali al lavoro, ecco cosa cambierà
Sarebbe miope, per un colosso della tecnologia, non prendere in considerazione molti aspetti del cambiamento che riguarda la nostra società. Lenovo, in occasione del roadshow Intelligent Futures, ci offre uno spaccato di quello che è l'azienda oggi, ma soprattutto di quello che vorrà essere domani
Qualcomm Snapdragon 855 è il cuore degli smartphone Android del 2019
Qualcomm Snapdragon 855 è il cuore degli smartphone Android del 2019
Sarà il cuore di elaborazione degli smartphone Android top di gamma attesi nel corso del 2019: il nuovo SoC di Qualcomm offre significativi incrementi nelle prestazioni grazie alla tecnologia a 7 nanometri, con balzi in avanti nell'intelligenza artificiale e nelle prestazioni con applicazioni 3D. Tutto questo affiancando la connettività 5G. OnePlus 7 il primo top di gamma a utilizzarlo, da inizio 2019
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 07-12-2018, 19:09   #101
giuliop
Senior Member
 
L'Avatar di giuliop
 
Iscritto dal: Apr 2005
Messaggi: 3442
Quote:
Originariamente inviato da zappy Guarda i messaggi
il problema delle emissioni è SOLO ed ESCLUSIVAMENTE dipendente dallo stile di guida da cazzoni del 99% degli automobilisti. Ficcatevelo in testa
Grande Testa ha parlato, AUGH.
__________________
Better to remain silent and be thought a fool than to speak and to remove all doubt.
giuliop è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 20:08   #102
Mparlav
Senior Member
 
L'Avatar di Mparlav
 
Iscritto dal: Dec 2005
Messaggi: 14914
Quote:
Originariamente inviato da cdimauro Guarda i messaggi
Beh, pur avendo avuto una BMW 330i, non ho certo passato tutto il tempo a spingere il piede sull'acceleratore per sentir galoppare i cavalli.

Quanto alla trazione integrale, non l'ho mai provata. Al momento sono passato dalla trazione anteriore a quella posteria, e il piacere di guida è migliorato. Vedremo quando avrò la possibilità di provare quella integrale.

Per il resto scocca e interni costano, e pure molto. E se BMW continua a vendere (+14% nell'ultimo trimestre: in esatta controtendenza rispetto al mercato dell'auto in crisi) ci sarà un motivo.

Certamente. Comunque a me non attira nemmeno la ibrida: al momento non mi convince. Anzi, dopo l'estate, per la prossima auto aziendale, prevedo di passare dal diesel al benzina.
Negli Usa i dati di vendita delle bmw serie 3/4 sono stati poco esaltanti negli ultimi 3 anni. Vedremo se il nuovo modello riuscirà ad invertire la tendenza ora che la Tesla model 3 è in commercio. In Europa il mercato è molto diverso, non penso che Tesla cambierà gli attuali equilibri ma è presto per dirlo. A fine 2019 si potranno giudicare i primi 6 mesi vendite 330e vs Model 3. Tra 330i e 330e, prenderei la seconda senza esitare.
__________________
Ormai Internet e' un territorio anarchico dove si puo' dire di tutto senza essere smentiti. Pero', se e' difficile stabilire se una notizia in rete sia vera, e' piu' prudente supporre che sia falsa. (cit. U. Eco R.I.P. 19/02/16)

Ultima modifica di Mparlav : 07-12-2018 alle 20:11.
Mparlav è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 21:15   #103
megamitch
Senior Member
 
L'Avatar di megamitch
 
Iscritto dal: May 2004
Messaggi: 4423
Quote:
Originariamente inviato da rigelpd Guarda i messaggi
E chi vive in città come te e non usa la macchina?

Vorrei che vi fermaste un attimo a pensare se per assurdo vivessimo già in un mondo dove tutte le auto sono elettriche e di punto in bianco esce una novità: l'auto a benzina. Un'auto che:

1) appesta l'aria delle persone che camminano sul marciapiede che certo ora sono abituate ma se tu fossi l'unico certo non ti vedrebbero bene...
2) ha limitazioni in termini di accelerazioni che obbligano a realizzare un complicato sistema di marce per poterne sfruttare appieno la potenza
3)ha un motore massivo davanti al guidatore che in caso di frontale non permette nessun accartocciamento del cofano e trasmette tutta l'energia dell'incidente all'abitacolo
4)ha un'efficienza di conversione energetica di parecchio più bassa e quindi risulta più inquinante dell'elettrico anche qualora tutta l'elettricità fosse fornita da centrali elettriche a petrolio
5) ha un numero di parti mobili incredibilmente superiore e richiede quindi molta più manutenzione: non vi è mai sembrato un po sospetto che a vendervi l'auto non sia chi la fabbrica e sia invece un meccanico che guadagna dalle riparazioni?? Secondo voi perchè invece unica tra tutte le aziende automobilistiche la Tesla vende direttamente le sue automobili??
6)Ha un centro di massa molto più alto e quindi è più facile a cappottarsi
7)Ti costringe ad andare con cadenza settimanale a far rifornimento di benzina anzichè doverlo fare solo una volta tanto nei viaggi lunghi (perchè con l'elettrico ogni sera ricarichi abbastanza per fare almeno 150km al giorno)
8)Usa la benzina come fonte di energia: che puzza, è infiammabile e soprattutto ti costa 3 volte tanto dell'elettricità a parità di km percorsi
9)A confronto fa un baccano incredibile...anche quello è inquinamento

Il primo pensiero che vi verrebbe quale sarebbe?

"che bell'innovazione?"
parli così perchè sei nato nel lato fortunato del mondo. Se fossi nato dall'altra parte, adesso staresti in mezzo ai rifiuti prodotti dagli occidentali.

Qualcuno sa che fine faranno le batterie usate/rovinate quando non saranno più utilizzate ? Quanto inquina produrle e (forse) smaltirle ?
__________________
"Qualunque cosa abbia il potere di farti ridere ancora trent'anni più tardi non è uno spreco di tempo. Credo che le cose di quella categoria si avvicinino molto all'immortalità"
megamitch è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 21:19   #104
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da cdimauro Guarda i messaggi
Non è confrontabile perché BMW ti offre un prodotto di superiore qualità, dalla scocca agli interni.

Poi la 330e è, per l'appunto, un'ibrida, e non una full-electric. Significa che puoi usarla giornalmente col motore elettrico per andare a lavoro, e che se vuoi farti un viaggio nel fine settimana non hai problemi di autonomia.

Lo ripeti come un disco rotto da un pezzo, ma rimane pur sempre una cosa totalmente priva di senso.

Se fosse come dici tu, infatti, le case automobilistiche produrrebbero soltanto pochissimi modelli perché se ne facessero tanti, a tuo dire, "si farebbero concorrenza in casa".

Invece la realtà è molto diversa (perché diverse sono le esigenze dei consumatori, anche a parità di portafoglio), ed è il motivo per cui s'interessano ANCHE all'elettrico se... rullo di tamburi... c'è mercato.

SE dovesse succedere sarebbe una cosa graduale, che richiederà anni: c'è tutto il tempo per ammortizzarne i costi.

Perché "giustamente" non possono fare più brevetti sull'elettrico, vero?

Posto che non credo che i motori tradizionali saranno del tutto abbandonati: vedi trasporto delle merci su gomma, aerei, navi, mezzi militari, ecc.

Ci sarà una riconversione anche per questi, ma sarà parziale.

Questo nel tuo universo parallelo. Perché nel mondo reale, invece, hanno presentato e continueranno a presentare modelli elettrici, con notevoli investimenti nel settore e di cui le notizie si susseguono. Ovviamente sono notizie che non conosci né leggi, visto che vivi nel tuo universo parallelo.

Hanno inventato il motore a benzina. Poi quello diesel. E' passato un secolo, e c'è una moltitudine di aziende produttrici di automobili che montano una varietà di motori di questo tipo.

Ma per l'elettrico no: è una tecnologia talmente "rivoluzionaria" (sigh!) che chi non offre oggi prodotti allora s'è tagliata ogni possibilità di entrare in questo mercato.

Questo sempre nel tuo universo parallelo.
1) produrre un nuovo modello di un'auto a combustione interna non è lo stesso che produrre un'auto diversa come lo è un'elettrica. La quantità di denaro da investire è enormemente maggiore e questo investimento non può portare ad aumentare di molto il numero di auto vendute rispetto a quelle vendute attualmente. Invece Tesla partendo da 250mila può praticamente raddoppiare ogni anno per i prossimi anni.

2) il fatto che il passaggio sull'elettrico sarà graduale è solo una speranza dei produttori di auto a benzina. La realtà è che quando il costo di un'auto elettrica sarà paragonabile a quello di un'auto a benzina (e ci siamo già molto vicini ora) tutti vorranno l'elettrico. L'unica cosa che salva ancora i produttori tradizionali è che la Tesla non ha ancora una capacità produttiva di milioni di auto all'anno. Ma questa situazione cambierà molto in fretta.

3) perchè i brevetti si possono fare a comando? Bella questa... intanto i brevetti che hanno valgono miliardi di euro e il loro valore contribuisce a definire il valore dell'azienda in borsa... quando passeranno sull'elettrico cosa succederà?

4) riguardo ai camion sono già parecchie le aziende che stanno realizzando modelli elettrici e indovina di chi è il camion più interessante che uscirà tra un anno? Riguardo alle navi non so dirti ma sugli aerei c'è parecchio fermento anche se al momento si tratta solo di aerotaxi.

5) non ho detto che non saranno in grado di passare sull'elettrico, voglio solo far presente che sarà una sfida anche per loro è che non è affatto detto che la Tesla parte sfavorita. Anzi per certi versi è persino avvantaggiata.
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 21:23   #105
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da maxnaldo Guarda i messaggi
non so tu ma qui in città da me ci sono un bel po' di tassisti che girano con auto elettriche Nissan.

e nemmeno uno che abbia comprato una tesla.

Invece qui a modena c'è un tassista con una model S che grazie al fatto di aver comprato una tesla 2 anni fa ha la ricarica gratis a tutti i supercharger del mondo. Chi ha fatto l'affare secondo te? Senza contare che le Nissan leaf hanno problemi di raffreddamento delle batterie che hanno comportato grossi cali di autonomia. Problemi che la Tesla non ha.
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 21:31   #106
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da Bscity Guarda i messaggi
Anni fa' il pellet costava pochissimo ( ricarica elettrica tesla).

Poi pian piano molti stanno passando al pellet (vendiamo il diesel e compriamo tesla)

Adesso un sacco di pellet va dai 5 euro in su (Enel aumenta i costi)


Il risparmio è finito (molti sono tornati al gas metano)

Benvenuto in Italia
L'elettricità non potrà mai costare quanto la benzina. Quando fai andare un'auto a benzina solo il 15-20% dell'energia immagazzinata diventa energia meccanica. Nel caso delle auto elettriche questa percentuale si avvicina al 90%. Le centrali elettriche a combustibile sono molto più efficienti delle auto a benzina. Di conseguenza se per assurdo bruciassimo la benzina in una centrale elettrica per ricavare elettricità da poi usare per le automobili faremmo almeno il triplo dei km.
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 07-12-2018, 21:36   #107
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da megamitch Guarda i messaggi
parli così perchè sei nato nel lato fortunato del mondo. Se fossi nato dall'altra parte, adesso staresti in mezzo ai rifiuti prodotti dagli occidentali.

Qualcuno sa che fine faranno le batterie usate/rovinate quando non saranno più utilizzate ? Quanto inquina produrle e (forse) smaltirle ?

Perché invece tutti i soldi che diamo per il petrolio arabo non sono sporchi di sangue no...

Al momento mi preoccupa molto di più l'inquinamento da CO2 quello si sta fott en do il pianeta
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 07:28   #108
cdimauro
Senior Member
 
L'Avatar di cdimauro
 
Iscritto dal: Jan 2002
Città: Germania
Messaggi: 23399
Quote:
Originariamente inviato da Mparlav Guarda i messaggi
Negli Usa i dati di vendita delle bmw serie 3/4 sono stati poco esaltanti negli ultimi 3 anni. Vedremo se il nuovo modello riuscirà ad invertire la tendenza ora che la Tesla model 3 è in commercio. In Europa il mercato è molto diverso,
Infatti si deve guardare alla globalità. Anche perché di mezzo c'è pure Trump...
Quote:
non penso che Tesla cambierà gli attuali equilibri ma è presto per dirlo. A fine 2019 si potranno giudicare i primi 6 mesi vendite 330e vs Model 3.
Non credo nemmeno io che Tesla cambierà gli equilibri, ma un confronto fra 330e e Model 3 non so quanto abbia senso: è un'ibrida contro una full-electric. Sono molto diverse, insomma, e idem il mercato / consumatori a cui si rivolgono.
Quote:
Tra 330i e 330e, prenderei la seconda senza esitare.
Tu non hai il carburante pagato dall'azienda.

Se costassero uguali o quasi magari ci si potrebbe fare un pensierino. Sono stato a bordo di una 530e di un collega, ed è innegabile che l'accelerazione del motore elettrico faccia un effetto WOW. Ma quanto questo fattore possa, da solo, incidere per far propendere l'acquisto di una ibrida (o elettrica, in generale), credo dipenda dai propri gusti personali.
Quote:
Originariamente inviato da rigelpd Guarda i messaggi
1) produrre un nuovo modello di un'auto a combustione interna non è lo stesso che produrre un'auto diversa come lo è un'elettrica. La quantità di denaro da investire è enormemente maggiore e questo investimento non può portare ad aumentare di molto il numero di auto vendute rispetto a quelle vendute attualmente. Invece Tesla partendo da 250mila può praticamente raddoppiare ogni anno per i prossimi anni.
Premesso che non porti alcuna cifra su quali sarebbero questi costi e perché SOLTANTO PER un produttore di auto tradizionali non sarebbe conveniente buttarsi sull'elettrico, le notizie che circolano da tempo ti smentiscono.

L'ultimissima arrivata anche su questo sito pochi giorni fa: Audi ha messo in cantiere 14 (QUATTORDICI) miliardi di euro di investimenti sull'elettrico & accessori. La tua amata Tesla quanto MARGINA (non fattura: margina) ogni anno?

Siccome Audi è nota NON vendere in perdita, secondo te perché l'avrebbe fatto?
Quote:
2) il fatto che il passaggio sull'elettrico sarà graduale è solo una speranza dei produttori di auto a benzina. La realtà è che quando il costo di un'auto elettrica sarà paragonabile a quello di un'auto a benzina (e ci siamo già molto vicini ora) tutti vorranno l'elettrico. L'unica cosa che salva ancora i produttori tradizionali è che la Tesla non ha ancora una capacità produttiva di milioni di auto all'anno. Ma questa situazione cambierà molto in fretta.
Peccato che lo scenario che auspichi sia del tutto irrealistico. Intanto i maggiori costi dell'elettrico non mi pare siano diminuiti un granché negli ultimi anni, e questo di per sé rappresenta un ostacolo perché chi le compra dovrebbe fare un costoso investimento iniziale.

Poi hai completamente saltato due fattori molto importanti: la copertura per le cariche, e l'adeguamento delle reti elettriche per soddisfare l'enorme fabbisogno energetico richiesto da queste auto in ricarica (che richiedono potenze non indifferenti in un arco di tempo limitato).

E questo tralasciando completamente le attuali problematiche dovute all'autonomia e ai tempi di ricarica, che rappresentano la maggior piaga per gli utenti.
Quote:
3) perchè i brevetti si possono fare a comando? Bella questa...
Evidentemente non hai la minima idea di come gira il mondo dei brevetti. No, non si fanno a comando, ma una volta che il tuo business si sposta in una determinata area, gli ingegneri avranno la possibilità di confrontarsi con quelle problematiche, ed è naturale che teste diverse possano tirare fuori soluzioni diverse, nuove per gli stessi tipi di problemi, o idee innovative.

Dunque è perfettamente naturale che un'azienda che s'impegni nell'elettrico, comincerà a produrre brevetti in questo campo; magari non subito, ma lo farà sicuramente. Non foss'altro per proteggersi da altri che hanno brevetti e che potrebbero fargli la guerra.

E' così che funziona nell'industry. Ma tanto a te che te lo dico a fare, che vivi nel mondo dei sogni.
Quote:
intanto i brevetti che hanno valgono miliardi di euro e il loro valore contribuisce a definire il valore dell'azienda in borsa...
Ti ho già detto che non ci sarà affatto un passaggio subitaneo all'elettrico, dunque di che parli?
Quote:
quando passeranno sull'elettrico cosa succederà?
Vedi sopra. E visto che ci stanno già passando, è molto probabile che avranno già iniziato. Anzi, se leggessi le notizie che passano, ne avresti notata qualcuna che, giusto un po' di giorni fa, parlava delle INNOVAZIONI (meglio sottolinearlo) a cui BMW sta lavorando... rullo di tamburi... proprio nel campo delle batterie.

Ma se continui a leggere soltanto notizie su Tesla, è ovvio che per te esisterà solo lei nel campo dell'elettrico, mentre il mondo reale, invece, funziona e lavora ben diversamente.
Quote:
4) riguardo ai camion sono già parecchie le aziende che stanno realizzando modelli elettrici e indovina di chi è il camion più interessante che uscirà tra un anno?
Guarda che le notizie le leggo pure. E in ambito automobilistico certamente ne leggo di gran lunga più di te, visto che abbiamo un bollettino settimanale che raccoglie e ci informa le/su tutte le notizie che sono state pubblicate in ambito automotive; più tanta altra roba aziendale.

Quindi mi stai dicendo che TUTTO il trasporto su gomma (anche quello a lungo raggio) sarà spostato sull'elettrico (magari a breve)? E' corretto? E se sì, mi daresti una fonte (affidabile: non tuo cugggggino o il solito blog di hater da cui ti rifornisci)?
Quote:
Riguardo alle navi non so dirti
Beh, informati: è il minimo che dovrebbe fare uno che pomposamente e religiosamente propaganda la fine dei motori tradizionali e il passaggio all'elettrico...
Quote:
ma sugli aerei c'è parecchio fermento anche se al momento si tratta solo di aerotaxi.
Io ho parlato di AEREI, infatti, e NON di aerotaxi.

A me basterebbero un paio d'ore di autonomia (Monaco <-> Catania): mi faresti sapere se ci sono già in cantiere progetti per rimpiazzare completamente il parco aeromobile attuale per tratte fino a questa lunghezza?
Quote:
5) non ho detto che non saranno in grado di passare sull'elettrico, voglio solo far presente che sarà una sfida anche per loro è che non è affatto detto che la Tesla parte sfavorita. Anzi per certi versi è persino avvantaggiata.
Premesso che, come già ampiamente detto, le altre case automobilistiche si sono e si stanno già muovendo sull'elettrico, con fior di investimenti, tu dimentichi un altro fattore: almeno loro hanno un'idea di come si facciano automobili, incluse le problematiche di produzione in larga scala.

Certo, le automobili hanno 4 ruote, la scocca, i freni, ecc. ecc. Sulla carta che ci vuole a produrle? Magari col cuggggino meccanico che chissà quante ne sa lui in materia.

Ma la realtà, come già detto, è ben diversa. Soprattutto è molto diversa rispetto a chi ha preso la laurea in tuttologia su internet...
__________________
Per iniziare a programmare c'è solo Python con questo o quest'altro (più avanzato) libro
@LinkedIn Non parlo in alcun modo a nome dell'azienda per la quale lavoro
Non ho più tempo di frequentare il forum. Eventualmente, contattatemi in PVT.
cdimauro è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 09:25   #109
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 9824
Quote:
Originariamente inviato da Bscity Guarda i messaggi
Anni fa' il pellet costava pochissimo ( ricarica elettrica tesla).

Poi pian piano molti stanno passando al pellet (vendiamo il diesel e compriamo tesla)

Adesso un sacco di pellet va dai 5 euro in su (Enel aumenta i costi)


Il risparmio è finito (molti sono tornati al gas metano)

Benvenuto in Italia
Si, ma a voler essere corretti quanto ad emissioni inquinanti dirette il pellet sta al metano come il diesel sta all'elettrico.

E il pellet produce cmq molte più polveri del diesel, e fatto salvo che anche un'auto elettrica produce emissioni di polveri per via dell'usura di pneumatici e freni (probabilmente anche più di una auto "normale" visto il peso proporzionalmente molto maggiore).
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 09:28   #110
zappy
Utente sospeso
 
L'Avatar di zappy
 
Iscritto dal: Oct 2001
Messaggi: 9824
Quote:
Originariamente inviato da rigelpd Guarda i messaggi
L'elettricità non potrà mai costare quanto la benzina. Quando fai andare un'auto a benzina solo il 15-20% dell'energia immagazzinata diventa energia meccanica. Nel caso delle auto elettriche questa percentuale si avvicina al 90%. Le centrali elettriche a combustibile sono molto più efficienti delle auto a benzina.
dimentichi che l'elettricità non arriva direttamente dalla centrale al motore, ma passa attraverso molte trasformazioni ripetute alto/basso voltaggio, continua/alternata, carica scarica batt. che non hanno una grande efficienza.
__________________
_______
Zap
Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza (O.W.)
zappy è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 09:53   #111
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da zappy Guarda i messaggi
dimentichi che l'elettricità non arriva direttamente dalla centrale al motore, ma passa attraverso molte trasformazioni ripetute alto/basso voltaggio, continua/alternata, carica scarica batt. che non hanno una grande efficienza.
Perché invece la benzina si teletrasporto dalle raffinerie comparendo magicamente nei serbatoi dei distributori?
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 10:56   #112
TheQ.
Senior Member
 
L'Avatar di TheQ.
 
Iscritto dal: Mar 2011
Messaggi: 2562
Bene, ora sappiamo a cosa serve il lanciafiamme di Elon Musk...
TheQ. è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 11:36   #113
Qarboz
Member
 
Iscritto dal: Nov 2017
Città: Emilia
Messaggi: 145
Quote:
Originariamente inviato da rigelpd Guarda i messaggi
[...]
Riguardo alle navi non so dirti[...]
Sono almeno vent'anni che esistono navi con propulsione elettrica
__________________
Saluti e buon forum a tutti
Qarboz è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 12:14   #114
rigelpd
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2010
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da cdimauro Guarda i messaggi
Infatti si deve guardare alla globalità. Anche perché di mezzo c'è pure Trump...

Non credo nemmeno io che Tesla cambierà gli equilibri, ma un confronto fra 330e e Model 3 non so quanto abbia senso: è un'ibrida contro una full-electric. Sono molto diverse, insomma, e idem il mercato / consumatori a cui si rivolgono.

Tu non hai il carburante pagato dall'azienda.

Se costassero uguali o quasi magari ci si potrebbe fare un pensierino. Sono stato a bordo di una 530e di un collega, ed è innegabile che l'accelerazione del motore elettrico faccia un effetto WOW. Ma quanto questo fattore possa, da solo, incidere per far propendere l'acquisto di una ibrida (o elettrica, in generale), credo dipenda dai propri gusti personali.

Premesso che non porti alcuna cifra su quali sarebbero questi costi e perché SOLTANTO PER un produttore di auto tradizionali non sarebbe conveniente buttarsi sull'elettrico, le notizie che circolano da tempo ti smentiscono.

L'ultimissima arrivata anche su questo sito pochi giorni fa: Audi ha messo in cantiere 14 (QUATTORDICI) miliardi di euro di investimenti sull'elettrico & accessori. La tua amata Tesla quanto MARGINA (non fattura: margina) ogni anno?

Siccome Audi è nota NON vendere in perdita, secondo te perché l'avrebbe fatto?

Peccato che lo scenario che auspichi sia del tutto irrealistico. Intanto i maggiori costi dell'elettrico non mi pare siano diminuiti un granché negli ultimi anni, e questo di per sé rappresenta un ostacolo perché chi le compra dovrebbe fare un costoso investimento iniziale.

Poi hai completamente saltato due fattori molto importanti: la copertura per le cariche, e l'adeguamento delle reti elettriche per soddisfare l'enorme fabbisogno energetico richiesto da queste auto in ricarica (che richiedono potenze non indifferenti in un arco di tempo limitato).

E questo tralasciando completamente le attuali problematiche dovute all'autonomia e ai tempi di ricarica, che rappresentano la maggior piaga per gli utenti.

Evidentemente non hai la minima idea di come gira il mondo dei brevetti. No, non si fanno a comando, ma una volta che il tuo business si sposta in una determinata area, gli ingegneri avranno la possibilità di confrontarsi con quelle problematiche, ed è naturale che teste diverse possano tirare fuori soluzioni diverse, nuove per gli stessi tipi di problemi, o idee innovative.

Dunque è perfettamente naturale che un'azienda che s'impegni nell'elettrico, comincerà a produrre brevetti in questo campo; magari non subito, ma lo farà sicuramente. Non foss'altro per proteggersi da altri che hanno brevetti e che potrebbero fargli la guerra.

E' così che funziona nell'industry. Ma tanto a te che te lo dico a fare, che vivi nel mondo dei sogni.

Ti ho già detto che non ci sarà affatto un passaggio subitaneo all'elettrico, dunque di che parli?

Vedi sopra. E visto che ci stanno già passando, è molto probabile che avranno già iniziato. Anzi, se leggessi le notizie che passano, ne avresti notata qualcuna che, giusto un po' di giorni fa, parlava delle INNOVAZIONI (meglio sottolinearlo) a cui BMW sta lavorando... rullo di tamburi... proprio nel campo delle batterie.

Ma se continui a leggere soltanto notizie su Tesla, è ovvio che per te esisterà solo lei nel campo dell'elettrico, mentre il mondo reale, invece, funziona e lavora ben diversamente.

Guarda che le notizie le leggo pure. E in ambito automobilistico certamente ne leggo di gran lunga più di te, visto che abbiamo un bollettino settimanale che raccoglie e ci informa le/su tutte le notizie che sono state pubblicate in ambito automotive; più tanta altra roba aziendale.

Quindi mi stai dicendo che TUTTO il trasporto su gomma (anche quello a lungo raggio) sarà spostato sull'elettrico (magari a breve)? E' corretto? E se sì, mi daresti una fonte (affidabile: non tuo cugggggino o il solito blog di hater da cui ti rifornisci)?

Beh, informati: è il minimo che dovrebbe fare uno che pomposamente e religiosamente propaganda la fine dei motori tradizionali e il passaggio all'elettrico...

Io ho parlato di AEREI, infatti, e NON di aerotaxi.

A me basterebbero un paio d'ore di autonomia (Monaco <-> Catania): mi faresti sapere se ci sono già in cantiere progetti per rimpiazzare completamente il parco aeromobile attuale per tratte fino a questa lunghezza?

Premesso che, come già ampiamente detto, le altre case automobilistiche si sono e si stanno già muovendo sull'elettrico, con fior di investimenti, tu dimentichi un altro fattore: almeno loro hanno un'idea di come si facciano automobili, incluse le problematiche di produzione in larga scala.

Certo, le automobili hanno 4 ruote, la scocca, i freni, ecc. ecc. Sulla carta che ci vuole a produrle? Magari col cuggggino meccanico che chissà quante ne sa lui in materia.

Ma la realtà, come già detto, è ben diversa. Soprattutto è molto diversa rispetto a chi ha preso la laurea in tuttologia su internet...

1) tutte queste aziende sono anni che dicono che faranno uscire modelli elettrici validi, finora sono sempre state per lo più parole. Le tesla killer sono sempre state all'orizzonte e finora continuano ad essere "in arrivo"... vedremo quando cambierà la situazione...

2) i costi sull'elettrico saranno sempre alti per un'azienda che produce auto a benzina proprio per i motivi che ti ho esposto. Le reti elettriche si adegueranno la richiesta energetica non è poi così tanto superiore come si potrebbe pensare: se dall'oggi al domani tutte le automobili in circolazione in Italia diventassero elettriche i consumi annuali di elettricità dell'italia aumenterebbero all'incirca del 25%( 12000 km percorsi in media da 50 milioni di veicoli sono 600miliardi di km, diviso per 7.5 km a khw abbiamo una richiesta di 80thw, il consumo italiano attuale è 320twh). Ma in Italia si vendono 2 milioni di auto all'anno. Per cambiare tutto il parco auto di 50milioni si vetture servono almeno 25 anni. Quindi anche se domani non si vendessero auto a benzina ma solo elettriche basterebbe un aumento annuo della produzione dell'1% per soddisfare l'aumento di richiesta di energia elettrica.

3) In realtà io conosco abbastanza bene il mondo dei brevetti, non foss'altro perché ne ho un paio a mio nome (metrologia ottica). I brevetti non piovono dal cielo gratis. Un buon brevetto è un asset di grande valore anche economico, dire che ti arrivi così gratis è come dire di poter creare denaro dal nulla.

4) non dico che il cambiamento arriverà dall'oggi al domani dico solo che avverrà prima di quanto pensi. Per un'azienda automobilistica anche solo una perdita del 20% del mercato può essere una tragedia da decine di miliardi.

5) per quanto mi riguarda per il momento mi accontento di vedere tutto il trasporto su gomma diventare elettrico

6) la teoria che tesla non sappia produrre le auto diventa mese dopo mese sempre più impraticabile. Un anno fa era a 100mila, quest'anno saranno 250mila. Ha già ora un ritmo di produzione di 350mila auto all'anno e per fine anno prossimo dovrebbe raggiungere un ritmo di 600mila auto all'anno. Questo senza contare la fabbrica in Cina. Vedremo... i prossimi mesi saranno interessantissimi!
rigelpd è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Ieri, 21:27   #115
alfa33
Junior Member
 
Iscritto dal: Dec 2006
Messaggi: 27
Quote:
Originariamente inviato da emanuele83 Guarda i messaggi
...
Mi tengo la mia bella golf diesel 1.6 che negli ultimi 57000 km dal 2014 ad ora ha fatto di media i 20.9 km/l.
Io mi tengo la mia bella Mito QV 1.4 che con l'ultimo pieno ha fatto 11,2 km/l (con la mappa per la pioggia ha consumato meno del solito )
alfa33 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Oggi, 08:20   #116
cdimauro
Senior Member
 
L'Avatar di cdimauro
 
Iscritto dal: Jan 2002
Città: Germania
Messaggi: 23399
Quote:
Originariamente inviato da Qarboz Guarda i messaggi
Sono almeno vent'anni che esistono navi con propulsione elettrica
Già, ma lui non lo sa, nonostante la sua cieca battaglia di propaganda dell'elettrico.

Comunque hanno applicazioni limitate. Non possono certo sostituire il motore principale di grandi navi da carico, da crociera, ecc. (in cui l'uso del diesel domina) e men che meno sottomarini o navi da guerra (dove viene fatto anche uso del nucleare per soddisfare i requisiti di elevata richiesta di potenza in tempi brevi, unita alla lunga autonomia).
Quote:
Originariamente inviato da rigelpd Guarda i messaggi
1) tutte queste aziende sono anni che dicono che faranno uscire modelli elettrici validi, finora sono sempre state per lo più parole.
Veramente le fanno uscire già da tempo, e pure da ben prima che Tesla nascesse.

Questo per chi sa come funziona il mondo reale. Poi ci sono i ciechi fanboy Tesla per i quali è lei l'unico verbo che diffonde la motorizzazione elettrica.
Quote:
Le tesla killer sono sempre state all'orizzonte e finora continuano ad essere "in arrivo"... vedremo quando cambierà la situazione...
Come già detto, di modelli elettrici (e mi riferisco al full-electric) ne esistono da tempo. Poi ammazzare un concorrente in un mercato che conta qualche centinaio di migliaio di modelli, quando l'industria automobilistica "tradizionale" ne conta a decine di milioni l'anno, lascia un misto di riso amaro in bocca.
Quote:
2) i costi sull'elettrico saranno sempre alti per un'azienda che produce auto a benzina proprio per i motivi che ti ho esposto.
Ti ho chiesto numeri e FONTI (non tuo cuggggino, ovviamente) in merito, ma continui sistematicamente a trincerarti dietro vuote parole.

Questo perché non sai di cosa parli, e t'inventi di sana pianta cose prive di senso.
Quote:
Le reti elettriche si adegueranno la richiesta energetica non è poi così tanto superiore come si potrebbe pensare: se dall'oggi al domani tutte le automobili in circolazione in Italia diventassero elettriche i consumi annuali di elettricità dell'italia aumenterebbero all'incirca del 25%( 12000 km percorsi in media da 50 milioni di veicoli sono 600miliardi di km, diviso per 7.5 km a khw abbiamo una richiesta di 80thw, il consumo italiano attuale è 320twh).
Peccato che il consumo totale non abbia nulla a che vedere con la richiesta energetica puntuale / di picco: quando, cioè, serve per ricaricare le auto.

Se la rete di distribuzione si adeguerà mettendo più colonnine, con l'idea di far ricaricare le auto quando la gente arrivi a lavoro (per ritrovarsela carica quando ne esce) o vada a far la spesa (idem; magari con una buona ricarica e non completa), ci si troverebbe con numerosissime richieste effettuate in un arco di tempo ridotto. Valle a servire tutte queste richieste!
Quote:
Ma in Italia si vendono 2 milioni di auto all'anno. Per cambiare tutto il parco auto di 50milioni si vetture servono almeno 25 anni. Quindi anche se domani non si vendessero auto a benzina ma solo elettriche basterebbe un aumento annuo della produzione dell'1% per soddisfare l'aumento di richiesta di energia elettrica.
Quindi mi stai dicendo che l'eventuale passaggio all'elettrico di tutto il parco auto richiederà parecchio tempo (in pratica andrei in pensione prima di vedere l'operazione completata). Ma chi l'avrebbe mai detto...
Quote:
3) In realtà io conosco abbastanza bene il mondo dei brevetti, non foss'altro perché ne ho un paio a mio nome (metrologia ottica). I brevetti non piovono dal cielo gratis. Un buon brevetto è un asset di grande valore anche economico, dire che ti arrivi così gratis è come dire di poter creare denaro dal nulla.
Mi pare che non abbia mai detto che i brevetti arrivino gratis, ma sei liberissimo di citarmi e farmi vedere dove l'avrei fatto.

Ho detto altro. E ciò che scrivi adesso non lo smentisce minimamente. Com'è ovvio che sia...
Quote:
4) non dico che il cambiamento arriverà dall'oggi al domani dico solo che avverrà prima di quanto pensi.
Vedi sopra: tu stesso parli di tempi BIBLICI per il completo cambio, nell'ipotesi completamente irrealistica che si producessero soltanto auto elettriche da domani.

Adesso mi dici che "avverrà prima di quanto pensi".

Che dire: sei un ossimoro vivente.
Quote:
Per un'azienda automobilistica anche solo una perdita del 20% del mercato può essere una tragedia da decine di miliardi.

Scusami, ma il 20% del mercato CHI CE L'HA?!?

Ma ti rendi conto di quello che dici?!?
Quote:
5) per quanto mi riguarda per il momento mi accontento di vedere tutto il trasporto su gomma diventare elettrico
Campa cavallo. Continui a vivere nel mondo delle fiabe.
Quote:
6) la teoria che tesla non sappia produrre le auto diventa mese dopo mese sempre più impraticabile. Un anno fa era a 100mila, quest'anno saranno 250mila. Ha già ora un ritmo di produzione di 350mila auto all'anno e per fine anno prossimo dovrebbe raggiungere un ritmo di 600mila auto all'anno. Questo senza contare la fabbrica in Cina. Vedremo... i prossimi mesi saranno interessantissimi!
I problemi di produzione non me li sono certo inventati io, a cui si aggiungono quelli post-produzione (a quanto pare i difetti non mancano. Tempo fa anche in questo sito sono passate notizie, o link nel forum portati da altri utenti).

Poi, come già detto l'altra volta, questi numeri (sempre che siano confermati, ovviamente) sono un'inezia rispetto al mercato complessivo dell'auto.

Per fare la rivoluzione serve il popolo: non un'elite.
__________________
Per iniziare a programmare c'è solo Python con questo o quest'altro (più avanzato) libro
@LinkedIn Non parlo in alcun modo a nome dell'azienda per la quale lavoro
Non ho più tempo di frequentare il forum. Eventualmente, contattatemi in PVT.
cdimauro è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Oggi, 12:22   #117
Qarboz
Member
 
Iscritto dal: Nov 2017
Città: Emilia
Messaggi: 145
Quote:
Originariamente inviato da cdimauro Guarda i messaggi
Quote:
Originariamente inviato da Qarboz Guarda i messaggi
Sono almeno vent'anni che esistono navi con propulsione elettrica
Già, ma lui non lo sa, nonostante la sua cieca battaglia di propaganda dell'elettrico.

Comunque hanno applicazioni limitate. Non possono certo sostituire il motore principale di grandi navi da carico, da crociera, ecc. (in cui l'uso del diesel domina) e men che meno sottomarini o navi da guerra (dove viene fatto anche uso del nucleare per soddisfare i requisiti di elevata richiesta di potenza in tempi brevi, unita alla lunga autonomia).
Io mi sono spostato nel '97 (si, non sono un ragazzino, purtroppo...); in viaggio di nozze siamo andati in crociera, e quella nave aveva la propulsione elettrica, sia l'elica principale che quelle di manovra; non ricordo se fosse la prima nave fatta in quel modo ma sono certo che le successive sono state fatte quasi tutte seguendo quel criterio. Però occhio, ho scritto propulsione elettrica. L'energia viene fornita da generatori azionati da motori diesel.
Ma con una rapida googlata ho imparato che la Cina ha prodotto un cargo fluviale a motori elettrici alimentato da batterie al litio. Velocità e autonomia per forza di cose limitate, in quel caso a 8 nodi/50 miglia, ma sufficienti per lo scopo (link)


Per quanto riguarda i sottomarini non nucleari, da sempre utilizzano motori elettrici alimentati da batterie, per lo meno quando sono in immersione. Il motivo è semplice: i motori a combustione necessitano di aria oltre al carburante, e sott'acqua si fatica a trovarla... Senza contare il fatto che i gas di scarico dei motori diesel in superficie rivelerebbero facilmente la posizione del sottomarino. La ricarica delle batterie avviene tramite generatori azionati dal motore diesel, ovviamente solo quando il sottomarino è in superficie. Per i sottomarini nucleari il discorso è diverso
__________________
Saluti e buon forum a tutti
Qarboz è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Oggi, 12:31   #118
cdimauro
Senior Member
 
L'Avatar di cdimauro
 
Iscritto dal: Jan 2002
Città: Germania
Messaggi: 23399
Sì, ma quelle che hai citato non sono soluzioni full-electric, ma ibride per l'appunto.

Quella nave cinese è, invece, full-electric, ma risulta parecchio limitata:
"The all-electric ship is powered with enough lithium batteries to power 40 cars—a battery capacity of 2,400 kilowatt hours. After two hours of charging, the ship can run for 50 miles."

50 miglie per una nave sono decisamente irrisorie, per non considerare poi le due ore necessarie per la ricarica.

Possiamo parlare più che altro di esperimenti. Con questi numeri siamo molto, ma molto lontani dal poter rimpiazzare tutti i motori a combustione in elettrici.
__________________
Per iniziare a programmare c'è solo Python con questo o quest'altro (più avanzato) libro
@LinkedIn Non parlo in alcun modo a nome dell'azienda per la quale lavoro
Non ho più tempo di frequentare il forum. Eventualmente, contattatemi in PVT.
cdimauro è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old Oggi, 21:07   #119
Podz
Senior Member
 
L'Avatar di Podz
 
Iscritto dal: Jun 2006
Messaggi: 746
Quote:
Originariamente inviato da megamitch Guarda i messaggi
Lo vendono come una innovazione per l'ambiente, ma per me semplicemente si tratta di inquinare "da un'altra parte".

Il costo in termini di inquinamento per produrre e smaltire le batterie, oltre che per produrre la energia elettrica per mantenerle, non è certo basso.

Soprattutto i primi due punti sappiamo benissimo che i paesi del terzo mondo dovranno sorbirsi pure questa piaga. Già ora si sa di immense discariche di prodotti occidentali in asia e altri paesi meno fortunati dei nostri.
Queste in effetti sono cose di cui non si parla molto e che meriterebbero più approfondimenti.
Podz è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx, per i notebook Windows always on del 2019 Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx, per i notebook...
2018: i nativi digitali al lavoro, ecco cosa cambierà 2018: i nativi digitali al lavoro, ecco cosa cam...
Qualcomm Snapdragon 855 è il cuore degli smartphone Android del 2019 Qualcomm Snapdragon 855 è il cuore degli ...
Guida all'acquisto e offerte: confronto fra i migliori smartphone di fascia alta Guida all'acquisto e offerte: confronto fra i mi...
Per Qualcomm il futuro è tutto a 5G, già da inizio 2019 Per Qualcomm il futuro è tutto a 5G, gi&a...
Wind il 9 dicembre regala una giornata d...
Nokia Mobile: nel suo futuro più ...
GlocalMe SIMbox 4SIM a soli 59,79 euro v...
Acer Nitro N50-600 in prova: un computer...
Quake Champions: tutte le novità ...
Adesso si può avere la tastiera in Aureb...
Ecco come abbattere un drone con un elic...
Smartphone Xiaomi: una fotocamera da 48 ...
Google, stagista sbadato provoca danni p...
Counter-Strike GO free-to-play e modalit...
Wind, incredibile promo: solo 4,99 euro ...
Teardown di Nikon Z6: scopriamo cosa c'è...
Stampa 3D a poco più di 150 euro?...
Xiaomi annuncia la disponibilità ...
Windows 10 October 2018 Update, rilascia...
Dropbox
NTLite
Filezilla
Mozilla Thunderbird 60
BurnAware Premium
BurnAware Free
EZ CD Audio Converter
Chromium
Driver NVIDIA GeForce 417.22 WHQL
AIDA64 Extreme Edition
CCleaner Portable
Radeon Software Adrenaline Edition 18.
CCleaner Standard
HWMonitor
Opera Portable
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 22:32.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v
1