Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Componenti Hardware > Motherboard, Chipset & RAM

AMD Ryzen 7 2700X e Ryzen 5 2600X: un confronto tra 21 CPU
AMD Ryzen 7 2700X e Ryzen 5 2600X: un confronto tra 21 CPU
AMD aggiorna la propria gamma di processori della famiglia Ryzen con i modelli di seconda generazione, capaci con alcuni affinamenti di fornire un aumento delle prestazioni medio del 10% risultando essere ancora più competitivi nel confronto con le soluzioni Intel Core di ottava generazione.
Sguardi e parole: l'automobile è sempre più umana
Sguardi e parole: l'automobile è sempre più umana
L'interazione con l'automobile sarà sempre più multi-modale: non solo comandi vocali ma anche rilevazione dello sguardo. Nuance presenta in anteprima un sistema in fase di sviluppo che potrebbe arrivare sul mercato nel giro di un paio d'anni
Huawei P20 Pro: quando tre fotocamere fanno davvero la differenza
Huawei P20 Pro: quando tre fotocamere fanno davvero la differenza
Huawei lo ha presentato come lo smartphone capace di "reinventare la fotografia" grazie all’utilizzo di ben 3 fotocamere al posteriore. La verità? E’ uno smartphone che sorprende in positivo giorno dopo giorno, capace di svecchiare l’idea che si aveva di Huawei elevando l'azienda tra i produttori top mondiali. Un telefono ambizioso che sa il fatto suo.
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati sondaggio: Siete soddisfatti della vostra Ga x58 :
Si 154 70.64%
No 22 10.09%
Non So 42 19.27%
Votanti: 218. Non puoi votare in questo sondaggio

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 11-11-2008, 10:11   #1
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
[Thread Ufficiale] Gigabyte GA-EX58 Series - Intel X58

GIGABYTE



Prezzi Shop ITA: GIGABYTE EX58 Series


Prezzi Shop EU: GIGABYTE EX58 Series

Ultima modifica di sirioo : 22-10-2010 alle 10:44.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #2
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Bios & Tools




Bios : 30.06.11



GA-X58 - BIOSmod -

- Intel Raid/Ahci version : 10.5.1.1070
- Realtek Lan Controller Series v2.41 - JMicron 1.07.28
-


GA-X58A-UD9 - f5 : Link

GA-X58A-UD7 - f8g : Link

GA-X58A-UD7 rev 2.0 - fd11 : Link

GA-X58A-UD5 - f7e : Link

GA-X58A-UD5 rev 2.0 - fD : Link

GA-X58A-UD3R - f7g : Link

GA-X58A-UD3R rev 2.0 - fe1 : Link

GA-EX58-Extreme - f13m : Link

GA-EX58-UD5 - f12 : Link

GA-EX58-UD4P - f14m : Link

GA-EX58-UD4 - f11q : Link

GA-EX58-DS4 - f12i : Link

GA-EX58-UD3R - f12k : Link

GA-EX58-UD3R (1.6/1.7) - Fj10 : Link

------------------------------------------------------



TUTTI I BIOS RILASCIATI <------- Click

EMULATORE BIOS <------- Click

AGG BIOS/QFLASH <------- Click NON USATE @BIOS


Q-flash


Estraete il bios su una pennina usb , accedete al Bios con canc e poi in q-flash con F8















in fine cliccate su esc e poi invio x riavviare e resettare le impostazioni passate...







Chi possiede 3 banchi di ram deve inserirli negli slot bianchi seno' la mobo non parte......pag 17 del manuale









Led + Interruttori






Debug Port List :




http://download.jetway.com.tw/downlo...-PORT-LIST.pdf






FAQ:

(In costante aggiornamento)

1) (D): Quali sono le differenze tra la serie GA-EX58 e la più recente GA-X58A?
Risposta (R): La serie X58A si differenzia dalla EX58 essenzialmente per l'aggiunta di 2 controller aggiuntivi (oltre a qualche modifica riguardante il layout delle schede): quello S-ATA 3 basato su chipset Marvell 9128 e quello USB 3.0 basato su chipset Nec. Inoltre per la X58A-UD7 (Rev. 1.0) e UD9 le fasi di alimentazione sono state portate fino a 24.

2) D: Quali sono le differenze tra la revisione 1.0 e 2.0 della serie X58A?
R: Oltre a qualche cambiamento minore nel layout delle schede ciò che cambia principalmente è l'aumento delle fasi di alimentazione per i modelli UD3R e UD5 che passano rispettivamente a 12 e a 16 fasi contro le 8 e le 12 della rev. 1.0 e (stranamente, forse per risparmiare sui costi di produzione?) una diminuzione delle fasi per la UD7 che passano da 24 a 16. Viene poi aggiunta una porta USB interna che supporta la funzionalità di On/Off Charge (connettore bianco con interno rosso). Sempre per la UD7 cambia anche il dissipatore che raffredda il chipset X58: ora è possibile rimuovere il WB e sostituirlo con un semplice dissipatore passivo nel caso non si utilizzi un sistema a liquido (cosa non possibile nella revisione 1.0), per maggiori informazioni vedi qui.

3) D: Quale programma devo utilizzare per aggiornare il BIOS della scheda madre?
R: Per aggiornare il BIOS della scheda madre (qualsiasi sia il modello) abbiamo due possibilità: o tramite l'utility @BIOS direttamente via sistema operativo, oppure tramite un'altra utility questa volta "incorporata" all'interno dello stesso BIOS chiamata Q-Flash alla quale si accede premendo il tasto F8 direttamente dalla schermata principale del BIOS oppure durante la fase POST del sistema. Consigliamo di utilizzare il programma Q-Flash in quanto più sicuro e semplice da utilizzare.

4) D: Come si utilizza Q-Flash e di cosa ho bisogno per effettuare l'aggiornamento?
R: Per accedere a Q-Flash basta premere il tasto F8 o nella schermata principale del BIOS oppure durante la fase POST del sistema (all'accensione del computer oppure durante un semplice riavvio). Per utilizzare Q-Flash ed eseguire correttamente l'aggiornamento del BIOS abbiamo bisogno di:

1) il file BIOS della scheda madre che vogliamo utilizzare (attenzione alla revisione!);
2) un floppy o chiavetta USB (meglio) formattata con file system FAT o FAT32 ma non in NTFS, in quest'ultimo caso la chiavetta non verrà riconosciuta dal programma.

Una volta che abbiamo quanto sopra descritto basta che copiamo il file del BIOS nel floppy/chiavetta USB, riavviamo il sistema, entriamo nel BIOS e premiamo F8 per avviare Q-Flash. Una volta qui selezioniamo "Update BIOS from Drive", nella schermata successiva selezioniamo il floppy (Floppy A) o la chiavetta USB (riconosciuta di solito come HDD 0-0 o 1-0), selezioniamo il file del BIOS premendo INVIO, dopo un veloce controllo se il bios corrisponde al modello della nostra scheda madre premiamo di nuovo INVIO per iniziare l'aggiornamento; al termine dell'operazione (se tutto è andato bene!) ci comparirà la schermata di avvenuto aggiornamento, premiamo quindi un tasto a caso e successivamente ESC per uscire da Q-Flash e riavviare il sistema. A questo punto torniamo ancora una volta nel BIOS e per fare le cose correttamente selezioniamo "Load Optimized Defaults" per caricare le impostazioni di default del BIOS, riavviamo un'altra volta e ritorniamo di nuovo nel BIOS per fare tutte le modifiche che vogliamo.

5) D: Una volta che il BIOS viene aggiornato i miei profili overclock vengono mantenuti?
R: NO, ogni volta che si esegue l'aggiornamento del BIOS tutti i vari profili overclock che ci siamo creati vengono cancellati, dobbiamo perciò ricrearli manualmente oppure, in alternativa, possiamo salvarli su una chiavetta USB e ripristinarli tramite questa. [da rivedere]

6) D: Quali sono le differenze tra un BIOS ufficiale ed uno in versione "mod"?
R: Un BIOS in versione "mod" si differenzia essenzilamente per le ROM dei controller RAID e LAN più aggiornate rispetto a quelle contenute nei BIOS ufficiali. Un BIOS in versione "mod" lo consigliamo soprattutto per chi tiene i suoi HDD e/o SSD in modalità RAID oppure per chi semplicemente vuole avere tutto aggiornato all'ultima versione. In un BIOS "mod" non vengono modificate le parti sensibili perciò non si corre il pericolo di corruzione e/o danneggiamento della scheda madre, l'operazione poi è totalmente reversibile, si può passare da un BIOS "mod" ad uno ufficiale in qualsiasi momento e viceversa.

7) D: A proposito di BIOS, utilizzarne uno in versione "beta" può causare dei problemi?
R: NO, assolutamente. Si può benissimo aggiornare la scheda madre con un BIOS in versione "beta" senza nessun problema, anzi, di solito le versioni "beta" contengono ulteriori miglioramenti non presenti nelle versioni ufficiali. Quest'ultime alla fine non sono altro che un unione di tutte le versioni "beta" uscite fino ad un determinato periodo raggruppate in un unico BIOS.

8) D: Per sfruttare il cosiddetto "Triple Channel" con i processori della serie i7 in quali slot devo inserire le memorie?
R: Per sfruttare il "Triple Channel" le memorie devono essere inserite nei 3 slot bianchi, come descritto qui.

9) D: Si può utilizzare una processore i7 980x con queste schede madri?
R: Sì, senza alcun problema. L'unica accortezza è di avere la scheda aggiornata con l'ultima versione di BIOS disponibile.

10) D: Vorrei fare uno SLI/Crossfire, ho letto che si può fare ma dove devo inserire le 2 schede video per avere il massimo in fatto di prestazioni?
R: Nel caso volessimo fare uno SLI/Crossfire con queste schede madri abbiamo svariate possibilità. Nel caso volessimo sfruttare appieno la banda messaci a disposizione dal PCI-Express ci basterà inserire le 2 schede video nel 1° e 3° slot PCI-Express per la serie GA-X58A oppure in quelli di colore azzurro per la serie GA-EX58, in quanto entrambi elettrici a 16x.

11) D: OK, ma nel caso le volessi distanziare per avere un miglior riciclo d'aria come devo fare?
R: In questo caso allora basterà inserire le due schede video nel primo e ultimo slot PCI-Express anche se in questo caso la frequenza del PCI-Express passerà da 16x a 8x in quanto solo il 1° e il 3° slot sono dei 16x veri. Comunque niente paura! Le prestazioni passando da 16x a 8x non ne risentiranno affatto, si perderà al massimo un 2% se è tanto.

12) D: Posso installare una scheda audio oppure una qualsiasi altra scheda nell'ultimo slot PCI-Express?
R: Sì, certamente, senza alcun problema. Si può installare qualsiasi scheda si vuole, sia essa con connettore PCI-Express 1x o 4x.

13) D: Voglio fare un RAID 0 con due o più HDD o SSD, qual è la migliore configurazione possibile?
R: In questo caso la migliore configurazione possibile è di collegare gli HDD/SSD al controller ICH10R Intel (le porte S-ATA di colore azzurro) e il lettore/masterizzatore DVD/Blu-Ray al controller Gigabyte S-ATA 2 o JMicron 363 (le porte S-ATA di colore bianco, vedi il manuale della scheda madre per maggiori informazioni). Eviteremo così eventuali conflitti causati dall'interferenza tra dischi e lettori ottici.

14)(Solo per la serie GA-X58A) D: Ho un SSD Crucial C300 che supporta il S-ATA 3, posso collegarlo al controller Marvell della mia scheda madre?
R: Sì, non ci sono particolari controindicazioni nel farlo, assicuriamoci solo di avere l'ultimo BIOS disponibile per la nostra scheda madre per avere così anche l'ultima versione del firmware del controller Marvell 9128.

15)(Solo per la serie GA-X58A) D: Ho uno SLI/CrossFire e voglio utilizzare il controller Marvell per il mio HDD/SSD che supporta il S-ATA 3: la banda del PCI-Express verrà tagliata oppure non avrò di questi problemi?
R: NO, non avremo problemi di questo tipo in quanto il chipset X58 ha molte linee PCI-Express disponibili e non "soffre" di tagli di banda nel caso utilizzassimo anche il controller Marvell S-ATA 3 e/o le due porte USB 3.0.

16) D: Voglio provare ad overcloccare la mia CPU. Che programmi devo utilizzare per testarne la stabilità?
R: Per testare la stabilità della CPU in overclock va bene Prime95 in modalità BLEND per circa 1:30h o 2:00h come minimo, più lo si tiene sotto test meglio è naturalmente; oppure, per un test un po' più veloce, va bene anche Linx, impostato in modo da sfruttare TUTTA la memoria disponibile e lasciato in esecuzione per minimo di 20-25 cicli ma più sono meglio è.

17) D: Quante ventole via BIOS e/o software si possono gestire con queste schede madri?
R: Le ventole che si possono gestire via BIOS e/o software (tipo SpeedFan) sono in tutto 2: il connettore a 4 pin CPU_FAN e il connettore SYS_FAN2, posto di solito nella parte bassa della scheda madre ed anch'esso a 4 pin. Tutti gli altri prevedono solo il monitoraggio della velocità della ventola ma NON la sua gestione.

18) D: Vorrei utilizzare SpeedFan per configurare le mie ventole, c'è una qualche sorta di guida per poterlo fare?
R: Sì, vedi sotto alla voce GUIDA A SPEEDFAN.

19) D: Sto tentando di fare un po' di overclock con il mio processore ma ogni tanto mi appare una schermata blu con un codice strano, che cosa vuol dire?
R: La schermata blu che ci appare (in gergo "tecnico" BSOD o Blue Screen Of Death) sta a significare che i parametri che abbiamo utilizzato per il nostro overclock non vanno bene. Il codice che ci appare in basso è significativo per capire dove sta il problema. Qui sotto trovate una piccola lista di quelli più "famosi":

- 0X00000050 << In questo caso dovremmo controllare i timings delle memorie oppure la frequenza o il moltiplicatore dell'Uncore.
- 0X00000124 << In questo caso dovremmo controllare il voltaggio QPI/VTT il quale può essere troppo basso per il nostro overclock.
- 0X00000101 << In questo caso invece è il voltaggio della CPU (Vcore CPU) ad essere troppo basso rispetto al nostro overclock, non ci resta che alzarlo.
- Fix BSOD 0x0000000A

20) D: C'è qualche lista che mi sappia dire qual è il significato delle due lettere o numeri che mi appaiono sulla scheda madre?
R: Le lettere o la combinazione di numero e lettera che ci appaiono sul piccolo display presente sulla scheda madre viene chiamato codice di debug e serve per individuare eventuali problemi presenti sulla scheda in fase di boot ad esempio. Qui potete trovare una lista con i significati dei vari codici che ci appaiono sul display.

21) D: Che cos'è la funzione ON/OFF CHARGE?
R: ON/OFF CHARGE permette di ricaricare un iPod (sia esso della serie Nano, Classic o Touch) oppure un iPhone anche se il computer è spento oppure in sospensione o ibernazione. I modelli GA-X58A Rev. 2.0 + il modello GA-X58A-USB3 hanno una apposita porta USB interna per questa funzione, basta collegare le porte USB frontali del case per avere da subito attiva questa funzione. Per tutti gli altri modelli invece basta scaricare l'utility che trovate nell'apposita sezione per abilitarla. Unica nota è di avere la scheda madre aggiornata con l'ultima versione di BIOS disponibile, sia esso ufficiale o beta. Per maggiori informazioni visitate questa pagina.

Ultima modifica di sirioo : 30-06-2011 alle 20:04.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #3
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Overclocking




Principi di overclock del core i7


Introduzione
Il core i7 è un processore quad-core che integra un controller della memoria ddr3 e un'interfaccia point to point ad alta velocità denominata da Intel QPI (acronimo di Quick Path Interconnect). Il processore si interfaccia alla memoria DDR 3 tramite il controller integrato che si affaccia su un bus a 192 bits (triple channel), mentre si interfaccia all'IOH (Input Output Hub, il vecchio northbridge nei sistemi Intel con l'FSB tradizionale) tramite il QPI.

QPI
Il QPI è un'interfaccia "point to point" che, trascurando i segnali per il cotrollo errori, provvede un collegamento tra due chip attraverso una coppia di links a 16 bits (32 bits in totale). In questo caso i due chips sono il processore e l'IOH.
Ogni link trasferisce i segnali a una frequenza che possiamo denominare QPI_freq. Per cui la banda di trasferimento (in bytes/sec) in ogni direzione del QPI è:
QPI_Bandwidth=16*QPI_freq/8
Per una QPI_freq=6.4 Ghz si ha:
QPI_Bandwidth=16*6.4/8=12.8 GB/s
La banda aggregata (cioè la somma della banda disponibile dal procio all'IOH e dall'IOH al procio) è:
QPI_Bandwidth_Total=16*QPI_freq/8*2
Nell'esempio appena fatto si ha:
QPI_Bandwidth_Total=16*6.4/8*2=25.6 GB/s
che è la banda con cui Intel pubblicizza il QPI. Quindi in condizioni nominali il QPI raggiunge una banda aggregata di 25.6 GB/s e lavora con un trasferimento a frequenza 6.4 Ghz.
Per farsi un'idea dell'enorme banda messa a disposizione dal QPI è suffciente ricordare che il PCI-express 2.0 16 X ha una banda aggregata di 16 GB/s. Poichè sul link QPI devono viaggiare i dati trasmessi tra processore e periferiche varie (scheda video, scheda audio, HD e così via) è chiaro che anche supponendo che una scheda video sostenga il 100% del tempo la banda piena di un bus PCI-Express 2.0 16 X, rimangono a disposizione del QPI:
25.6 GB/s - 16 GB/s=9.6 GB/s
che sono più che sufficienti per le altre periferiche presenti nel sistema.
Quindi è chiaro che cercare di aumentare la frequenza del qpi oltre i 6.4 Ghz non porterà nessun beneficio.
Lo stesso ragionameto vale anche per sistemi multi-gpu perchè bisogna ricordare che la maggior parte dei dati trasferiti tra le varie schede video in un sistema multi-gpu "rimane intrappolato" tra le due schede, ovvero il QPI non è coinvolto in questo trasferimento.

L'uncore, questo sconosciuto
Un'altra novità del core i7 è l'uncore, letteralmente tuto ciò che non è core.
L'uncore comprende il controller della memoria e la cache L3 (ovvero la cache di ultimo livello, condivisa dai quattro cores dell'i7).
L'uncore lavora a una frequenza diversa dalla frequenza del processore, che chiameremo Uncore_freq.
Da notare che l'uncore e la QPI sono alimentate dalla stessa tensione, VTT.
Normalmente questa tensione è denominata uncore/QPI voltage nei bios delle shede madri.

Quante frequenze possiamo variare in un sistema i7?...Troppe!
1) Frequenza del processore -> CPU_freq
2) Frequenza QPI -> QPI_freq
3) Frequenza uncore -> Uncore_freq
4) Frequenza delle DDR3 -> DDR_freq
Ogni frequenza è generata da un clock comune, BCLK (base clock), che a default vale 133 Mhz. La generazione delle 4 frequenze avviene tramite i 4 rispettivi moltiplicatori:
CPU_freq=BCLK*CPU_multi
QPI_freq=BCLK*QPI_multi
Uncore_freq=BCLK*Uncore_multi
DDR_freq=BCLK*DDR_multi

CPU_multi può variare tra 12 X e 40 X. Ovviamente nei processori con moltiplicatore bloccato CPU_multi non può arrivare fino a 40 X, ma è limitato dal moltiplicatore nominale della cpu (20 per il 920 e 22 per il 940)

QPI_multi può assumere 3 valori: 36 X, 44 X e 48X. Alcuni bios fanno riferimento alla frequenza QPI sdr (ovvero la metà della frequenza di trasferimento QPI), rispetto alla quale i moltiplicatori sono la metà di quelli illustrati: 18 X, 22 X e 24 X. QPI_multi è sempre sbloccato e vale 48 per il 965 e 36 per il 920/940. Overcloccare il QPI comporta benefici minimi, quindi se si overclocca il processore aumentando il BCLK questo multi va assolutamente impostato (o lasciato) al valore minimo, che consente di raggiungere i massimi valori di BCLK.

Uncore_multi può variare tra 12 X e 40X. Per il core 965 vale 20, per il 920/940 vale 16.

DDR_multi può asumere i seguenti valori: 6, 8, 10, 12, 14, 16, 18, 20
C'e' un vincolo che lega Uncore_multi a DDR_multi:
Uncore_multi>=2*DDR_multi
o, equivalentemente:
DDR_multi<=0.5*Uncore_multi
Questo significa che la frequenza dell'uncore deve essere almeno due volte la frequenza ddr delle memorie.
Poichè l'uncore_multi del 920/940 è 16, per questi processori si ha:
DDR_multi<=0.5*16->DDR_multi<=8
Conseguentemente per il 920/940 è possibile selezionare solo i moltiplicatori DDR3 6 ed 8, che per un BCLK = 133 Mhz forniscono 800 Mhz e 1066 Mhz rispettivamente.
Nel caso del 965 invece l'uncore_multi è 20, per cui:
DDR_multi<=0.5*20->DDR_multi<=10
Conseguentemente per il 965 è possibile selezionare solo i moltiplicatori DDR3 6,8 e 10, che per un BCLK = 133 Mhz forniscono 800 Mhz, 1066 Mhz e 1333 Mhz rispettivamente.
Questo accade con il moltiplicatore nominale dell'Uncore. Niente ci vieta però di aumentare questo moltiplicatore e quindi di sbloccare moltiplicatori maggiori per la ddr3. Tuttavia aumentando questo moltiplicatore overclokkiamo l'uncore, il che dà benefci molto piccoli.

Quindi in conclusione possiamo variare 4 moltiplicatori (due dei quali sono vincolati) e una frequenza base (BCLK) per soddisfare i nostri bisogni di overclock. Con un processore con multi bloccato,uno dei 4 moltiplicatori può essere variato solo verso il basso, quindi in questo caso la strada dell'overclock è perseguibile solo aumentando il BCLK e scegliendo opportunamente gli altri moltiplicatori.

Strategia di overclock
Ecco una miniguida all'overclock che non vuole essere assolutamente esaustiva, è solo un modo possibile di procedere.
Dobbiamo definire una scala di priorità. In ordine di importanza, queste sono le frequenze che influenzano le prestazioni del sistema:
CPU_freq
DDR_freq
Uncore_freq
QPI_freq
Se il CPU è a moltiplicatore bloccato, possiamo overcloccare il processore solo aumentando la frequenza del base clock. Il problema è che aumentando il base clock, aumentano anche le altre frequenze. Per determinare quindi la massima frequenza del nostro processore, dobbiamo minimizzare le altre frequenze.
Basta quindi settare:
QPI_multi=36
Uncore_multi=12
DDR_multi=6
A questo punto aumentiamo la frequenza del BCLK e, secondo quanto indicato dai soliti test di stabilità, aumentiamo la tensione del processore.
Bisogna tenere presente che con questi moltiplicatori, l'interfaccia QPI raggiunge la sua frequenza nominale (6.4 Ghz) a una frequenza del BCLK pari a:
BCLK_QPI=6400/36=178 Mhz
quindi per frequenze minori è improbabile che l'instabilità sia causata dalla QPI o dall'IOH. Se l'instabilità insorge a frequenze molto maggiori (ad esempio a 190 Mhz) allora potrebbe essere necessario aumentare la tensione dell'IOH o la tensione del QPI. Quindi l'overclock del procio si divide in due fasi:
Prima fase - BCLK < 178 Mhz
Se il sistema diventa instabile agire su Vcore
Seconda fase - BCLK > 178 Mhz
Se il sistema diventa instabile agire su Vcore e/o Vioh e/o VTT.
In queste fasi è consigliabile testare il processore con programmi che non streassano il QPI, ad esempio prime small FTT: in questo modo segni di instabilità dipendono quasi esclusivamente dal procio
Una volta trovata la frequenza di overclock del processore e relativa tensione, è tempo di agire sull'uncore e sulla ddr. Il moltiplicatore dell'uncore deve essere settato pari al doppio rispetto al moltiplicatore che ci garantisce la frequenza ddr desiderata.
Esempio: Il nostro procio è stabile con 200 * 20 a 1.4 V. Vogliamo avere le ram a 1600 Mhz. Il moltiplicatore delle ram deve essere quindi 8X, da cui il moltiplicatore dell'uncore deve essere 16 X.
Quindi settiamo il moltiplicatore dell'uncore a 16x e il moltiplicatore delle ram a 8x. A questo punto l'eventuale instabilità è causata dall'uncore (se le ddr3 non danno problemi a quella frequenza), per cui è necessario aumentare la tensione dell'uncore, VTT, che poi coincide con la tensione QPI.
Quindi in conclusione
Si setta il moltiplicatore CPU al valore nominale, si settano gli altri moltiplicatori al valore minimo, si aumenta BCLK e si aumentano a seconda dei casi Vcore, Vioh e VTT per arrivare al valore di frequenza del procio desiderata. Infine si agisce sulla frequenza dell'uncore e della memoria e si aumenta VTT a seconda dei casi.
Infine vi ricordo che per i7 Intel consiglia di non superare 1.65 V per le memorie.


















Datasheet Intel <---------------



Massima tensione procio: 1.55
Massima tensione uncore: 1.35
Massima tensione dram: 1.875
Massima tensione PLL: 1.89

Ultima modifica di sirioo : 11-01-2010 alle 00:01.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #4
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Overclock & Benchmark









@Sirioo 920/D0


Golden Chip - batch 3845b027

3,4 ghz 3,8 ghz4.0 ghz
4,2 ghz 4,4 ghz








@TigerTank 920/D0



3,8 Ghz 4,2 Ghz



@SimoneG82 920/D0



3,4 Ghz 3,95 Ghz 4,0 Ghz




@Logi 920/C0







---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ultima modifica di sirioo : 11-10-2010 alle 15:46.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #5
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Software-Utility-Driver



Gigabyte Utility

EasyTune 6
DES Advanced
@BIOS
EasyTune 5 Pro
Face Wizard
Dolby Home Theater
Ultra TPM
Smart Backup 0.09.15-only GA-EX58-Ext/UD5
VGA Tools Gamer Hud Lite
VGA Tools @BIOS
VGA Tools Gamer HUD

BIOS LOGO Screen

GA-EX58-Extreme
GA-EX58-UD5
GA-EX58-UD4P
GA-EP45-UD3P
GA-EP45-Extreme
GA-EP45-DQ6
GA-X48-DQ6
GA-X48-DS5
GA-P35-DQ6

Useful Tools

Ultimate Boot CD
UBCD4Win
SystemRescueCd -Linux based
Vista Boot PRO
EasyBCD

Useful Links

BenchmarkHQ
Active Hardware
Majorgeeks
guru3d
OC Inside
BIOS Editing Tools Collection
BIOS Agent Utilities
Pinczakko's Guide to Award BIOS Reverse Engineering
Pinczakko Official Website



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Drivers , Stability Test, System Info and Bench , GFX Bench, Monitoring, Memory <----- Click


Stability Test

Prime95 (32bit)
Prime95v (64bit)
SP2004 Orthos
OCCT
IntelBurnTest
LinX
coredamage
coredamage
Core2MaxPerf - also Core i7

System Info and Benchmarks

Everest Ultimate Edition
CPU-Z
HWM BlackBox
SiSoftware Sandra Lite
SpeedFan
HWiNFO32
SIW
Fresh Diagnose
PC Wizard
ASTRA32
CPUID
RMClock Utility
CrystalDiskInfo
CPUCooL
CPUFSB
ClockGen
SetFSB
WPRIME
SuperPi Mod
Hyper PI
MaxxPI²
Super Pi tweaker
GPU-Z
Nuclearus Multi Core Benchmark
DPC Latency Checker


GFX Benchmarks

RivaTuner
RealTemp / RivaTuner Plug In
LightSmark
Aquamark 3
Fraps
Geekbench
FurMark
OCCT GPU
ATITool
ATi Tray Tools
aTuner
EVGA Precision
NVIDIA BIOS Editor (NiBiTor)
GPU CAPS

Monitoring

RealTemp
i7 Turbo
Core Temp (32-bit)
Core Temp (64-bit)
HWMonitor (32-bit)
HWMonitor (64-bit)
HWMonitor Pro
Overclocking Calculator -only Core i7
Gogar’s Core i7 Overclocking Optimizer Online Tool
Core i7 Frequency Calculator


Memory

Memtest86+
Memtest86+
Memtest86
MemTest
CUDA MemTest
MemSet
SPDTool
Rightmark Memory Analyzer
CPU-Tweaker -only Core i7 & AMD K10


Drivers

Realtek RTL8111/8168 Lan Driver (XP 32/64)
Realtek RTL8111/8168 Lan Driver (Vista 32/64)
Realtek High Definition Audio Driver (XP 32/64)
Realtek High Definition Audio Driver (Vista 32/64)
Realtek AC'97 Driver (XP 32/64)
Realtek AC'97 Driver ( Vista/Windows 7 32/64)
Nvidia Geforce WHQL-XP32
Nvidia Geforce WHQL-XP64
Nvidia Geforce WHQL-Vista32
Nvidia Geforce WHQL-Vista64
Nvidia GeForce Windows 7 32-bit
Nvidia GeForce Windows 7 64-bit
ATI Catalyst™ -XP32
ATI Catalyst™ -XP64
ATI Catalyst™ -Vista32
ATI Catalyst™ -Vista64
ATI Catalyst™ -Windows 7(32/64)
Microsoft UAA Bus Driver for High Definition Audio
Intel INF Driver WHQL
SATA2 RAID Driver WHQL
SATA2 RAID Driver WHQL-eSATA
Intel ICH9R/ICH10R SATA RAID Driver
Intel(R) Matrix Storage Manager WHQL
JMicron ROM

Ultima modifica di sirioo : 14-10-2010 alle 16:31.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #7
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627

GUIDE




GUIDA SPEEDFAN

OK ci siamo, ecco qui la guida che ci aiuterà (lo spero!!!) a capire come poter configurare le ventole sulle nostre Gigabyte. La guida si riferisce in particolar modo alla UD7, scheda che possiedo, ma dando un'occhiata alla disposizione dei connettori sugli altri modelli, credo che vada bene anche per quest'ultimi quidi UD3, UD4 e UD5 (per avere una conferma al 100% serve però un riscontro pratico).

PREMESSA IMPORTANTE DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!

- Questa mini-guida si basa esclusivamente sulla lingua inglese del programma. C'è anche in italiano ma la traduzione non è al 100%, ci sono alcune parti ancora in inglese; per comodità ho utilizzato la lingua originale.

- Le ventole gestibili grazie a SpeedFan sono 2: quella collegata al CPU_FAN e quella collegata al SYS_FAN2 posto nella parte bassa della scheda madre (è a 4 pin ma funziona anche con ventole a 3 pin).

- PWR_FAN\SYS_FAN1 e SYS_FAN3 permettono SOLO la lettura delle varie velocità ma NON di modificarle.

- NB_FAN addirittura non permette né la lettura né la modifica della ventola eventualmente collegata a questo connettore.

- Queste sono le corrispondenze dei vari "SPEED" e "FAN" con i connettori delle ventole sulla scheda madre che ci troveremo una volta avviato il programma:

1) Per "SPEED"

CPU_FAN corrisponde a -> "Speed01" in SpeedFan
SYS_FAN2 corrisponde a -> "Speed02" in SpeedFan

2) Per "FAN"

CPU_FAN corrisponde a -> Fan1 in SpeedFan
SYS_FAN2 corrisponde a -> Fan2 in SpeedFan
PWR_FAN corrisponde a -> Fan3 in SpeedFan
SYS_FAN1 corrisponde a -> Fan4 in SpeedFan
SYS_FAN3 corrisponde a -> Fan5 in SpeedFan

Ricordo ancora una volta che solo "Speed01" e "Speed02" sono variabili.

Fatte queste premesse andiamo ad iniziare.

1) Prima di tutto scarichiamo l'ultima versione di SpeedFan, la 4.40, che possiamo trovare qui: http://www.filehippo.com/download_speedfan/. Il programma è compatibile anche con la versione a 64 bit di Windows, compreso 7.

2) Installiamo normalmente il programma (di solito in C:\Programmi(x86)\SpeedFan)

3) Per facilitarci tutte le operazioni creiamo un eseguibile sul desktop perciò portiamoci all'interno della cartella dove abbiamo installato SpeedFan, clicchiamo con il destro sull'eseguibile, speedfan.exe, selezioniamo "Invia a" e poi "Crea collegamento (sul desktop)". Il collegamento ci ritornerà utile alla fine di tutte le operazioni.

4) Fatto tutto questo avviamo il programma dall'eseguibile o dal collegamento. Questa è la schermata che ci si presenterà davanti ai nostri occhi una volta avviato SpeedFan:



Il nostro interesse è la modifica della\e velocità della\e ventola\e per cui le voci "Clock", "Info", "Exotics", "S.M.A.R.T." e "Charts" non verranno prese in considerazione in questa mini-guida.
Non impressioniamoci se all'inizio vediamo una sfilza di "FAN" nella parte sinistra e "TEMP" nella parte destra, con calma scremeremo ciò che non ci serve.

5) A questo punto iniziamo a configurare le nostre ventole. Clicchiamo su CONFIGURE come mostrato nella schermata:



Prima di procedere con la modifica delle varie opzioni, facciamo un po' di pulizia togliendo tutto quello che non ci serve e, al tempo stesso, rinominando i vari parametri per rendere più chiara la lettura e la comprensione di questi.

Prima di tutto spostiamoci in TEMPERATURES. Selezioniamo "Temp1", clicchiamo lentamente una volta (l'operazione è simile a quella che facciamo quando rinominiamo un file o una cartella) e rinominiamolo come più ci aggrada, ad esempio "Temp1" -> "CPU Temp"; facciamo lo stesso con "Temp2" nel caso utilizzassimo una seconda ventola altrimenti togliamo pure la spunta. Da "Temp3" e "Temp" possiamo tranquillamente anche togliere la spunta se vogliamo, così come possiamo toglierle dai vari "Core" [4 nel caso avessimo l'Hyper Threading (HT) disabilitato, 8 con HT abilitato] se non vogliamo monitorare la temperatura di questi. Questi ultimi però consiglio vivamente di mantenerli spuntati, è sempre meglio monitorarli, per ogni eventualità. La parte sottostante lasciamola stare per ora (lasciamo da spuntare la casella "Logged"):



Spostiamoci invece su FANS e come prima clicchiamo lentamente su "Fan1" e rinominiamolo come vogliamo, ad esempio "CPU Fan"; facciamo lo stesso per "Fan2" nel caso avessimo una seconda ventola (che corrisponde come riportato sopra al connettore SYS_FAN2) altrimenti togliamo pure la spunta. Dal resto dei "Fan" possiamo togliere la spunta almeno che non abbiamo altre ventole da monitorare ma che, ricordo, non possiamo modificare. Lasciamo da spuntare la casella "Logged":



Stessa procedura la facciamo su SPEEDS. "Speed01" lo rinominiamo come vogliamo, ad esempio "CPU Fan Speed", stessa operazione per "Speed02". Da "Speed03" possiamo benissimo togliere la spunta. Lasciamo stare la parte inferiore per adesso:



6) Fatte tutte queste operazioni di "pulizia" spostiamoci su ADVANCED.

Una volta qui, alla voce "Chip" clicchiamo sulla freccetta a destra e selezioniamo la prima voce -> "IT8720F at 290$ on ISA", questo è il chip che controlla le nostre ventole collegate alla scheda madre:



Ora spostiamoci sulle voci che ci interessano di più e cioè "PWM 1/2/3 mode" e selezioniamo per OGNUNA di queste "Software Controlled". Quando selezioniamo questa opzione RICORDIAMOCI di mettere la spunta su "remember it" in basso a destra per OGNUNA delle modifiche che andremo a fare (questo punto è molto importante perché altrimenti non ci funzionerà nulla!!!). Esempio: "PWM 1 mode" - > "Software controlled" -> "remember it", la stessa procura la ripetiamo per "PWM 2/3 mode" (PWM 3 mode in verità non servirebbe abilitarlo, ma noi per levarci ogni dubbio lo abilitiamo, tanto male non fa):



7) Quando abbiamo fatto tutte queste operazioni clicchiamo su OK (dove c'è la spunta verde) per salvare il tutto.

OK, siamo a buon punto! Adesso la guida si snoderà in due parti: la prima è per chi vuole modificare la ventola manualmente mentre la seconda riguarderà la gestione automatica della ventola a seconda del range di temperature che vogliamo impostare.

8) MODALITA' MANUALE:

Bene, riportiamoci alla schermata principale. Adesso ci sarà possibile modificare manualmente la velocità della ventola. Per variare le 2 velocità ci basterà agire sulle 2 freccette in corrispondenza di "Speed01" e "Speed02". Impostiamo i due parametri come più ci piace. Consiglio questa modalità per "giocare" con la velocità della\e nostra\e ventola\e, magari trovando la percentuale che ci permette un buon compromesso in fatto di volume d'aria prodotto e silenziosità:



ATTENZIONE!!! Ogni volta che riavvieremo Windows, SpeedFan riporterà le ventole al 100%, per cui consiglio di utilizzare la modalità automatica come descritto qui sotto.

9) MODALITA' AUTOMATICA:

Se avete premuto OK e salvato tutte le modifiche descritte precedentemente, ritornate su CONFIGURE. Spostiamoci di nuovo su SPEEDS. Selezioniamo "Speed01", o come è stato chiamato, e spuntiamo l'opzione "Automatically Variated" (in basso a destra). Fatto questo impostiamo le percentuali di velocità minima e massima dei giri della ventola modificando i parametri "Minimum value" e "Maximum value". Io consiglio di impostare "Maximum value" a 100% così saremo sempre sicuri che in caso di test di OC, giochi o programmi che sfruttano a pieno le capacità della CPU la ventola giri al massimo della sua velocità. "Minimum value" invece impostiamolo come più ci aggrada o secondo il valore migliore che abbiamo trovato agendo in manuale (io ad esempio l'ho impostato al 40% che corrisponde per la ma ventola a circa 400 rpm). Facciamo la stessa identica operazione con "Speed02" nel caso avessimo una seconda ventola:



Adesso portiamoci su TEMPERATURES e selezioniamo "Temp1" e portiamoci nella parte sottostante della schermata. Qui possiamo impostare una range di temperature per gestire i giri della ventola. Su "Desired" impostiamo una temperatura limite che permetta alla ventola di andare al minimo della sua velocità, velocità che sarà legata alla percentuale che abbiamo impostato poco prima su "Minimum value". La stessa identica operazione la facciamo per OGNUNO dei vari "Core". Esempio, che rende meglio l'idea: io ho settato 45° come temperatura "Desired" su "Temp1" e su ognuno dei "Core" per far andare al minimo dei giri la ventola (40% della sua velocità). Fino a che i "Core" della CPU non hanno raggiunto quella temperatura, la ventola girerà sempre al minimo; superata (> di 45°) la ventola raggiungerà il massimo della sua velocità sempre in corrispondenza della percentuale che abbiamo impostato su "Maximum value" (per quello consiglio di lasciare la spunta in corrispondenza dei "Core").

Su "Warning" invece impostiamo una temperatura massima che può raggiungere il processore dopodiché, superata, scatterà l'allarme (il PC emetterà un suono attraverso il piccolo altoparlante del case per avvertirci che siamo in zona pericolo). Consiglio di metterla sugli 80° o poco più, temperature che difficilmente raggiungeremo nel normale uso quotidiano del PC.

Stessa identica operazione va fatta con "Temp2":



OK, siamo alla fine. Fatto ciò salviamo il tutto cliccando nuovamente su OK e riportiamoci alla schermata principale del programma. Qui mettiamo la spunta su "Automatic fan speed" e se abbiamo fatto le cose nel modo giusto le ventole dovrebbero scendere alla percentuale minima che abbiamo impostato. Se questo succede abbiamo raggiunto il nostro obiettivo:



Ora non ci resto che questa (semplice) parte:

10) COME AVVIARE SPEEDFAN IN AUTOMATICO CON WINDOWS:

Ancora un po' di pazienza, siamo quasi al termine della guida. Ritorniamo ancora una volta su CONFIGURE. Questa volta portiamoci su OPTIONS e mettiamo la spunta su "start minimized" e salviamo al solito premendo su OK:



Andiamo su Windows e clicchiamo adesso su Start -> Tutti i programmi e selezioniamo la cartella "Esecuzione automatica". Con il pulsante destro del mouse clicchiamo sopra la cartella e selezioniamo "Apri" ed infine copiamo il collegamento che abbiamo creato all'inizio. Bene, siamo alla fine. Per prova riavviamo Windows e vediamo se SpeedFan viene caricato all'avvio. Il programma si avvierà direttamente in icona quindi lo ritroveremo sulla barra delle applicazioni nella parte dove c'è l'orologio.


@ daigodaimon


Inserire i driver raid nel cd di xp:



Cosa serve :

-- nlite --- Download ---
-- f6flpy32 --- Download---

-- Estrarre il cd di xp sul desktop in una cartella chiamata xp
(selez tutti i file dal cd di xp e copiarli nella cartella xp sul desktop)
-- Estrarre il file f6flpy32 sul desktop
-- 1 Dvd Vuoto

Procedura:

Aprite nlite
nella prima schermata chiedera' la lingua, mettere ita,
avanti...
percorso installazione file di windows
sfoglia e richiamate la cartella di xp dove si e estratto il sistema operativo,
aspettare che carichi tutto
avanti...
uscira' una pagina che si chiama configurazioni,
avanti senza far nulla,
nella pagina seguente selezionare le operazioni driver e iso avviabile (devono diventare verdi),
avanti...
nella pagina successiva --driver--
inserire in basso a destra e mettere (cartella driver multipli)
scegliere la cartella f6flpy32 (cioe il file da inserire) che in precedenza si e estratto sul desktop
dopo averla selezionata chiedera' di selez driver multipli
mettere -- tutto -- e poi ok --
lasciare le opzione su --driver texmode-- selez tutti e fare ok...
avanti...
chiedera' -- Vuoi avviare il processo -- ?
cliccare -- si --,
carichera' tutti i driver
avanti...
ora siete nella pagina iso avviabile
alla voce (modo) impostare -- masterizz a volo --
selez la periferiche (cioe il masterizz dvd) ,
alla voce (settore d'avvio) impostare -- predefinito --
inserire un dvd vuoto nel masterizz
cliccare su masterizz...


in fine avrete il vostro nuovo xp pronto x essere installato...


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



COME MODIFICARE LA ROM DEL CONTROLLER INTEL ICH10R


Questa guida ha lo scopo di descrivere in modo semplice (e veloce) il metodo di aggiornamento della ROM del controller Intel ICH10R.

La guida all'integrazione della ROM va bene solo per le schede madri che supportano il BIOS AWARD (ad esempio Gigabyte e DFI), la procedura per le schede che invece supportano i BIOS AMI (ad esempio le Asus) è totalmente differente.


Tipica schermata di BIOS AWARD (presa come esempio):




LEGGERE BENE PRIMA DI INIZARE:

1) La guida è rivolta soprattutto a chi ha gli hard disk in modalità RAID; per chi dispone del solo disco singolo l'operazione e l'aggiornamento della ROM è opzionale in quanto il controller AHCI è separato da quello RAID oltre ad essere già aggiornato alla versione più recente, la 1.20E.

2) Visto che modifichiamo il BIOS senza il "consenso" di Gigabyte, invalidiamo anche la garanzia. Nel caso di problemi con il flash del BIOS, nessun problema in quanto l'operazione è reversibile, non andiamo a modificare parti sensibili della scheda madre; in tutti i casi teniamoci sempre da parte una copia del BIOS originale.

Detto questo, possiamo iniziare.

Innanzitutto, di che cosa abbiamo bisogno per procedere:

- il programma CBROM versione 1.95 scaricabile da: http://www.lejabeach.com/sisubb/CBROM_195.rar;

- il file .BIN della ROM Intel (versione RAID ROM 9.6.0.1014) : http://www.multiupload.com/0M8BTBLUSU

- il file del BIOS (ufficiale o beta) della nostra scheda madre, a seconda del modello che possediamo.

Se abbiamo questi 3 elementi possiamo procedere con l'operazione.

1) Partendo dal presupposto che abbiamo già scaricato tutto il necessario, iniziamo con l'estrarre dalla cartella compressa l'EXE del programma CBROM. Una volta fatto questo, per comodità, e visto che già ci siamo, rinominiamolo da CBROM32_195.EXE semplicemente in cbrom.exe.

2) Spostiamoci in C:, sì proprio la partizione dove è installato il SO, creiamo una nuova cartella e rinominiamola CBROM. Fatto ciò spostiamo i 3 file all'interno di questa cartella (Vista e 7 richiederanno l'autorizzazione attraverso l'UAC, diamogli il consenso e siamo apposto). Adesso, sempre per comodità, rinominiamo il file del BIOS Gigabyte semplicemente così: x58.bin. Alla fine di tutte le operazioni lo rinomineremo com'era in origine (nel caso, segnatevi il nome prima di procedere con la rinomina del file).

3) OK, adesso facciamo partire la modalità MS-DOS di Windows; spostiamoci in Start e sulla barra Inizia Ricerca digitiamo cmd.exe, facciamo clic su di esso con il destro del mouse e selezioniamo Esegui come amministratore (opzionale ma così evitiamo possibili interferenze del SO).

Ultima modifica di sirioo : 02-05-2010 alle 09:46.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #8
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
4) Una volta entrati in modalità MS-DOS al prompt digitiamo per 2 volte cd.. fino a ritrovarci con la sola C:\> come stringa; adesso digitiamo invece cd CBROM dove CBROM è la cartella che avevamo creato in C:; avviamo il programma digitando semplicemente cbrom.

5) Digitiamo prima di tutto cbrom x58.bin /D. In questa maniera avremo una descrizione di tutte le varie parti che compongono il BIOS. Scorriamo fino a che non notiamo la seguente stringa PCI ROM (B). La stringa corrisponde al controller RAID dell'ICH10R Intel. Segnamoci o ricordiamoci il nome: sulla UD7 viene nominato RAID_OR.BIN mentre sulla Extreme, UD5 e rimanenti ICHARAID.BIN; ritorniamo in C: e rinominiamo il file ich_8.9.1.1002.bin in uno dei due nomi sopraddetti a seconda della scheda madre che abbiamo, lasciando il file sempre con l'estensione .BIN (quindi: ich_8.9.1.1002.bin -> RAID_OR.BIN oppure ICHARAID.BIN).

6) Fatto questo dobbiamo estrarre (o, per dire meglio, cancellare) la vecchia ROM presente nel BIOS fornitoci da Gigabyte. Per fare questo digitiamo: cbrom x58.bin /pci release. A questo punto ci compariranno 4 opzioni PCI ROM (A), (B), (C) e (D): noi dobbiamo selezionare necessariamente la (B). Fatto questo avremo il seguente messaggio: [PCI-B] ROM is release.

7) Siamo giunti quasi alla fine: al prompt digitiamo cbrom x58.bin /pci RAIR_OR.BIN oppure ICHARAID.BIN (a seconda della scheda madre) per aggiungere la ROM aggiornata al BIOS, premiamo quindi INVIO e ci comparirà la seguente scritta: Adding RAID_OR.BIN / ICHARAID.BIN……. 60,2%

8) Ottimo! Per scrupolo ri-digitiamo cbrom x58.bin /D e controlliamo che la scritta PCI ROM (B) sia presente (in una posizione diversa sulla lista rispetto all'originale):



9) Se è presente abbiamo finito, rinominiamo il file del BIOS con il suo nome originale ed aggiorniamolo normalmente tramite Q-Flash. Se il flash del BIOS è andato a buon fine avete completato l'aggiornamento della ROM del controller RAID Intel !


@daigodaimon
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





PencilMod



Ultima modifica di sirioo : 12-04-2010 alle 12:14.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 10:48   #9
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Come postare uno screen


prima di tutto aprite : Strumento di cattura (lo trovate in accessori)


lanciate il programma e selez la zona da catturare , tenendo il tasto sinistro premuto e selez il riquadro da catturare...in fine salvate come .jpg (cosi il file e inf a 600 k )



dopo andate su http://www.pctunerup.com/up/


caricare l'immaggine ,cliccare su accetto ,e poi upload , dopo averla caricata vi apparira una schermata tipo questa :



come notate ci sono 2 immagini una piccola e una grande , sopra a quella piccola ce : Link con thumb basta copiare il link sotto e incollarlo nel post cosi avete caricato la vostra immagine ....

ciao

Ultima modifica di sirioo : 11-05-2010 alle 12:05.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 11:10   #10
studentediiin
Senior Member
 
L'Avatar di studentediiin
 
Iscritto dal: Jan 2004
Città: Pistoia
Messaggi: 942
[THREAD UFFICIALE] GIGABYTE GA-EX58-EXTREME/GA-EX58-UD5/GA-EX58-DS4

tra queste schede c'è la possibilità di aggirare il blocco dell'overclock dato da intel ai processori 920

Ultima modifica di xcdegasp : 13-11-2008 alle 22:47. Motivo: messaggio spostato :)
studentediiin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:23   #11
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Quote:
Originariamente inviato da studentediiin Guarda i messaggi
tra queste schede c'è la possibilità di aggirare il blocco dell'overclock dato da intel ai processori 920

credo non ci siano problemi...

Ultima modifica di sirioo : 13-11-2008 alle 22:46.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:27   #12
Site-Promoter
Bannato
 
Iscritto dal: Nov 2008
Messaggi: 10
Quote:
Originariamente inviato da studentediiin Guarda i messaggi
tra queste schede c'è la possibilità di aggirare il blocco dell'overclock dato da intel ai processori 920
I penso di si!!!!!

(vedi la mia firma)
Site-Promoter è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:52   #13
Hackrey
Senior Member
 
L'Avatar di Hackrey
 
Iscritto dal: Oct 2007
Messaggi: 2988
Iscritto!!! grande sirioo.

Ma che differenze ci sono tra la ud5 e la extreme?
__________________
Trattative: davidepaco - alexbull1

Ultima modifica di Hackrey : 11-11-2008 alle 13:54.
Hackrey è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:54   #14
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Quote:
Originariamente inviato da Hackrey Guarda i messaggi
Iscritto!!! grande sirioo.

Ma che differenza c'è tra la ud5 e la extreme?



da quello che pare il sistema di raffreddamento...la extreme da la possibilita direttamente di montare una dissipazione a liquido sul chipset



la settimana prox prendo ud5 liscia
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:57   #15
Hackrey
Senior Member
 
L'Avatar di Hackrey
 
Iscritto dal: Oct 2007
Messaggi: 2988
Quote:
Originariamente inviato da sirioo Guarda i messaggi



da quello che pare il sistema di raffreddamento...la extreme da la possibilita direttamente di montare una dissipazione a liquido sul chipset



la settimana prox prendo ud5 liscia
Già ho notato adesso.
__________________
Trattative: davidepaco - alexbull1
Hackrey è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 13:59   #16
Robix91
Senior Member
 
L'Avatar di Robix91
 
Iscritto dal: Jul 2008
Città: Torino
Messaggi: 488
Si sanno i prezzi delle rispettive versioni?
Robix91 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 14:01   #17
Site-Promoter
Bannato
 
Iscritto dal: Nov 2008
Messaggi: 10
Quote:
Originariamente inviato da sirioo Guarda i messaggi



da quello che pare il sistema di raffreddamento...la extreme da la possibilita direttamente di montare una dissipazione a liquido sul chipset



la settimana prox prendo ud5 liscia
Ma ti danno anche il raffreddamento per il processore?
Site-Promoter è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 14:02   #18
Hackrey
Senior Member
 
L'Avatar di Hackrey
 
Iscritto dal: Oct 2007
Messaggi: 2988
Quote:
Originariamente inviato da Robix91 Guarda i messaggi
Si sanno i prezzi delle rispettive versioni?
Dalla chiave la ud5 sta a 283€ invece la extreme a 330€.
__________________
Trattative: davidepaco - alexbull1
Hackrey è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 14:02   #19
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
ds4 275 euro

ud5 liscia 275 euro

ud5 extreme 335 euro

Ultima modifica di sirioo : 14-11-2008 alle 08:46.
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-11-2008, 14:05   #20
sirioo
Senior Member
 
L'Avatar di sirioo
 
Iscritto dal: Nov 2005
Città: (Na)يخةثىهؤخ
Messaggi: 17627
Quote:
Originariamente inviato da Site-Promoter Guarda i messaggi
Ma ti danno anche il raffreddamento per il processore?



http://www.gigabyte.com.tw/FileList/...8_overview.htm
sirioo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


AMD Ryzen 7 2700X e Ryzen 5 2600X: un confronto tra 21 CPU AMD Ryzen 7 2700X e Ryzen 5 2600X: un confronto ...
Sguardi e parole: l'automobile è sempre più umana Sguardi e parole: l'automobile è sempre p...
Huawei P20 Pro: quando tre fotocamere fanno davvero la differenza Huawei P20 Pro: quando tre fotocamere fanno davv...
Futuri best seller SSD a confronto: Crucial MX500 vs Samsung 860 EVO Futuri best seller SSD a confronto: Crucial MX50...
DJI Mavic Air: mai stato così facile far volare un drone DJI Mavic Air: mai stato così facile far ...
Jaguar I-Pace: design rivoluzionario e p...
Leagoo alla Hong Kong Global Source Exhi...
Intel abbandona il progetto degli smartg...
Champions League: PES perde la licenza
Amazon International Shopping: ecco la s...
Netflix: svelata la programmazione per i...
PlayStation 5: emergono prime specifiche...
Smartphone, gadget per la domotica, e un...
Asustor AS6404T, NAS a 4 unità pe...
Windows 10 1803 potrebbe chiamarsi April...
Opera, VPN gratuita al termine su iOS e ...
Huawei Mate 10 Pro con Android P. Ecco l...
Ulefone Power 5: lo smartphone con una b...
Bezos: Amazon ha 100 milioni di utenti i...
Prime indiscrezioni su NVIDIA GeForce GT...
Backup4all
Chromium
The GIMP
HWiNFO
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
AIDA64 Extreme Edition
Media Player Classic Black Edition
AnyDVD HD
Norton Internet Security
Norton Antivirus
RightMark Audio Analyzer
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 19:50.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v