Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Altre Discussioni > Amministrazione e Configurazione Server

Le tecnologie edge server di Lenovo sono il motore della scuderia Ducati
Le tecnologie edge server di Lenovo sono il motore della scuderia Ducati
Per massimizzare le prestazioni di un pilota in pista oggi è diventato essenziale analizzare un’enorme mole di dati. Ducati ha costruito un’infrastruttura edge, basata su server Lenovo, che segue la scuderia in pista su tutti i circuiti. Edge9 ha intervistato Gabriele Conti e Kostantin Kostenarov di Ducati
Acer Predator Triton 500, Core i7-9750H e RTX 2070 Max-Q per giocare alla grande
Acer Predator Triton 500, Core i7-9750H e RTX 2070 Max-Q per giocare alla grande
Abbiamo provato una nuova versione dell'Acer Predator Triton 500, dotata di CPU Intel Core i7-9750H con 6 core e 12 thread e GPU Nvidia GeForce RTX 2070 Max-Q, il tutto corredato da 32 GB di memoria RAM e un SSD da ben 1TB, ottenuto con due unità da 512 GB in RAID 0.
HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideale per le PMI
HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideale per le PMI
HPE Aruba AP15 è un access point con supporto per reti mesh, in grado di gestire un'elevata densità di connessioni grazie al MU-MIMO 4x4. Può essere alimentato tramite la porta ethernet, così da semplificare la complessità di installazione e ridurre il numero di cavi da stendere. Può essere installato e configurato tramite app, senza dover richiedere l'intervento di uno specialista IT ed è ideale per uffici e retail store
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 26-02-2020, 07:11   #1
WELive
Member
 
Iscritto dal: Oct 2012
Messaggi: 216
Centralizzare la posta?

Salve,
Lavoro in un piccolo-medio ufficio (<100 dipendenti) dove diciamo l'infrastruttura di rete non è pensata da "ufficio"
Non c'è Active Directory, ogni PC è a sè, ci sono le cartelle di rete con file aziendali. E fino a qui non mi interessa. La questione che mi invece mi interessa è la posta elettronica.
  • Ci sono utenti che lavorano in IMAP sul server Aruba ma come sapete lo spazio non è illimitato, dopo il primo GB si paga fino a massimo 25GB se non ricordo male,
  • Ci sono utenti che lavorano in POP con caselle da 50-60-70 GB a cui fare il backup ogni tot del PST
  • Utilizzano tutti come client Outlook 365

Avendo un server Windows fisico, pensavo di centralizzare la posta lì. Cercando sul web vedo la parola magica, Microsoft Exchange? Oppure soluzioni tipo hMailServer?

Da quanto leggo, la posta è come si installasse sul server, i file sono lì e gli utenti ci accedono. Quindi tutto il backup si fa ad una sola macchina. Magia!

Mi sono perso nella difficoltà dell'operazione (Exchange che sembra richieda AD che come dicevo non è presente e non mi interessa che lo sia) e non ho trovato una guida in italiano passo passo

Quindi quello che vorrei fare è:
Buttare sti TERA di posta su un server fisico (il server ha indirizzo pubblico) e fare in modo che gli utenti ci accedano in base alla propria casella con Outlook

Possibile? Come? Chiedo il vostro aiuto!
Grazie a tutti

Ultima modifica di WELive : 26-02-2020 alle 07:16.
WELive è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-02-2020, 07:25   #2
Kaya
Senior Member
 
Iscritto dal: Apr 2005
Messaggi: 1550
Visto il quesito, dalle premesse ho capito che NON HAI LA PIù PALLIDA IDEA di come si amministri un server di posta. (specialmente se sExchange poi..).
Il mio consiglio è quindi quello di affidarti a servizi già in essere (tipo google for business o Microsoft Azure) e risolvere ogni futura grana.

Quindi non risponderò alla tua domanda (anche perchè scusa ma il fatto che non ci siano guide in italiano non vuol dire che non ci siano in inglese, e se non sai l'inglese allora neanche iniziare) se non col consiglio che ti ho dato sopra.

Ciao


P.s. E poi, personalmente, avrei suggerito Zimbra.
Kaya è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-02-2020, 07:46   #3
WELive
Member
 
Iscritto dal: Oct 2012
Messaggi: 216
Azzo grazie del benvenuto! Cordiale e amorevole. Complimenti vivissimi

No, non ne ho idea di come si amministra un server di posta, ma va? Altrimenti non stavo qui ma a configurarlo. Indovina un po', posso imparare. Mica come lei che è nato "imparato".
Sì conosco l'inglese, ma se c'era una guida in italiano la preferivo, sai com'è
Se non volevi rispondere alla domanda, non postavi e ti andavi a prendere un bel caffè. Nessuno ti ha chiamato

Saluti

P.S. In attesa di persone cordiali e preparate che hanno voglia di aiutarmi, grazie

Ultima modifica di WELive : 26-02-2020 alle 07:49.
WELive è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 26-02-2020, 10:03   #4
Kaya
Senior Member
 
Iscritto dal: Apr 2005
Messaggi: 1550
Certo, non sono nato imparato, ma ho studiato.
Ho inziato studiando come funzionano le reti e i sistemi operativi.
Dopodichè ho compreso i principi dei sistemi DNS, della sicurezza , dei meccanismi di posta elettronica (con guide e le relative RFC).
Dopodichè ho studiato come NON diventare un relay di spam e come funzionano i sistemi antispam, nonchè i backup, i recovery dai backup e i disaster recovery.
E tutto quello che ci sta di contorno, specialmente su come non farmi bucare i sistemi.

Detto questo Le auguro che qualcuno di più simpatico di me Le risponda con le informazioni che si aspetta di sentirsi dire.
Kaya è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 27-02-2020, 06:20   #5
OUTATIME
Senior Member
 
L'Avatar di OUTATIME
 
Iscritto dal: Dec 2007
Città: LIDV
Messaggi: 8234
Per prima cosa cercherei di standardizzare l'ambiente, con active directory e server wsus, ad esempio, poi penserei alla posta, che francamente lì lo vedo come il problema minore.
Se invece è solo la posta il tuo problema, viste le politiche informatiche inesistenti in quell'azienda, fai dei banalissimi account office365 con exchange online.
__________________
Be kind. Everyone you meet is fighting a hard battle.
OUTATIME è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 27-02-2020, 20:20   #6
conzi
Member
 
L'Avatar di conzi
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 274
Quote:
Originariamente inviato da WELive Guarda i messaggi
  • Ci sono utenti che lavorano in IMAP sul server Aruba ma come sapete lo spazio non è illimitato, dopo il primo GB si paga fino a massimo 25GB se non ricordo male,
  • Ci sono utenti che lavorano in POP con caselle da 50-60-70 GB a cui fare il backup ogni tot del PST
  • Utilizzano tutti come client Outlook 365

A
si, con Hmailserver lo puoi fare.
crei il dominio e gli account.
In ogni account fai scaricare la posta elettronica da aruba via pop3
Gli utenti si collegano in imap sul mailserver.
E con let's encrypt ti crei i certificati SSL.

con imapsync porti la posta imap da aruba sul mailserver.

si fa senza problemi... specialmente se non esponi il mailserver per invio/ricezione.
conzi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 28-02-2020, 16:06   #7
WELive
Member
 
Iscritto dal: Oct 2012
Messaggi: 216
Quote:
Originariamente inviato da conzi Guarda i messaggi
si, con Hmailserver lo puoi fare.
crei il dominio e gli account.
In ogni account fai scaricare la posta elettronica da aruba via pop3
Gli utenti si collegano in imap sul mailserver.
E con let's encrypt ti crei i certificati SSL.

con imapsync porti la posta imap da aruba sul mailserver.

si fa senza problemi... specialmente se non esponi il mailserver per invio/ricezione.
Ho provato ma non ci sono riuscito. Da quello che ho capito devo far fare da FW un redirect dell'IP pubblico sulla porta 25, condizione necessaria affinché si possa fare. Poi magari ho sbagliato io, se mi vuoi guidare nei passaggi te ne sarei grato
WELive è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 01-03-2020, 20:38   #8
mmiat
Senior Member
 
Iscritto dal: May 2003
Città: Padova
Messaggi: 1205
guarda, ci sono passato anch'io, e al netto della mia passata esperienza ti dico: EVITA! comprati GSuite o Office 365 o eventualmente se la spesa è troppa cerca un sevizio simile (soho, aruba con caselle da 10gb, ecc.), ma evitati sta rogna
mmiat è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 02-03-2020, 23:10   #9
conzi
Member
 
L'Avatar di conzi
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 274
Quote:
Originariamente inviato da WELive Guarda i messaggi
Ho provato ma non ci sono riuscito. Da quello che ho capito devo far fare da FW un redirect dell'IP pubblico sulla porta 25, condizione necessaria affinché si possa fare. Poi magari ho sbagliato io, se mi vuoi guidare nei passaggi te ne sarei grato
Non ti caricare di problemi che puoi evitare.
Lascia gli MX puntati verso Aruba.
Aruba riceverà la posta nelle caselle attuali, con Hmailserver la scaricherai via pop3 direttamente negli account locali che avrai creato.
Puoi centralizzare la posta SENZA esporre il server su internet.
Lascia che la posta la riceva Aruba, e spediscila (con Hmailserver) tramite Aruba.
conzi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 03-03-2020, 23:49   #10
WELive
Member
 
Iscritto dal: Oct 2012
Messaggi: 216
Ma se faccio POP non perdo la posta inviata? Ne rimane una copia sul server locale? Inoltre ti ripeto che ho provato, non mi si connette il client al server. Mi puoi elencare i passaggi così verifico di aver configurato tutto correttamente?
WELive è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 04-03-2020, 08:51   #11
conzi
Member
 
L'Avatar di conzi
 
Iscritto dal: Mar 2001
Messaggi: 274
Quote:
Originariamente inviato da WELive Guarda i messaggi
Ma se faccio POP non perdo la posta inviata? Ne rimane una copia sul server locale? Inoltre ti ripeto che ho provato, non mi si connette il client al server. Mi puoi elencare i passaggi così verifico di aver configurato tutto correttamente?
-Installi hmailserver
- crei il tuo dominio (azienda.ext)
- crei gli utenti (utentexyz@azienda.ext)
- entri nell'utente e scegli la tab "external account", configuri i parametri pop3 dell'account esterno, in questo modo dalla casella di posta esterna la posta viene trasferita (ogni X minuti, da tua scelta) nel tuo account "interno".
- configuri il client di posta in IMAP con i dati dell'utente che hai appena creato e con l'ip/host di hmailserver
- imposti in hmailserver la spedizione tramite il tuo fornitore di posta esterno (settings -> protocols -> smtp --> tab "delivery of email" configuri smtp relayer con i dati di un utente esterno.)

fatto questo possiamo pensare di spedire ognuno con il proprio account (usando le regole e le rotte statiche), configurare i protocolli con SSL e relativo certificato, installare una webmail ecc...

Ultima modifica di conzi : 04-03-2020 alle 09:48.
conzi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-03-2020, 15:03   #12
Tasslehoff
Senior Member
 
L'Avatar di Tasslehoff
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: Kendermore
Messaggi: 5890
Premesso che concordo con Kaya, il forum esiste per dare suggerimenti, non come una guida passo passo su come fare qualsiasi cosa o un bigino per evitare di studiarsi fiumi di documentazione (che esistono e sono disponibili per tutti).

Concordo anche con chi ha suggerito di non imbarcarsi in questa impresa disperata, la posta elettronica è il tipico servizio che tutti danno per scontato e banale, in realtà è terribilmente oneroso e super critico ("apriti o cielo se si ferma la posta!" ).
Non è un caso che ormai lo standard è diventato affidarsi a un provider di terze parti (Google, MS, IBM etc etc...), e questo vale anche per le aziende con tantissimi utenti per le quali economicamente potrebbe essere vantaggioso gestirla in casa con persone dedicate.

Piuttosto che preoccuparti di spostare la posta in casa io mi porrei un altra domanda fondamentale, perchè diavolo le mailbox dei tuoi utenti crescono in questo modo?
E' evidente che di base c'è un problema serio e una cattiva gestione della posta, molto probabilmente i tuoi utenti utilizzano la posta come repository di file ed esagerano con gli allegati.

Tanto per farti un esempio, la mia mailbox personale è arrivata a 12GB di dimensione dopo 16 anni, la mia mailbox di lavoro è arrivata a 6GB in 7 anni, la precedente è arrivata a 3,5GB in 13 anni.
Capisci bene che mailbox da 50, 60, 70GB sono una FOLLIA.

Mio consiglio spassionato:
  1. resta su Aruba se vi trovate bene o spostati su un altro provider (Office365 o GSuite)
  2. se decidete di spostarvi altrove non pensare nemmeno per scherzo di migrare quel pattume sulle mailbox nuove, altrimenti ti ritroverai a pagare montagne di soldi per delle mailbox piene di cose inutili; fai scaricare in locale la mailbox via pop da usare come archivio per la vecchia posta e fai dei backup di quei pc da tenere al sicuro.
  3. prima che gli utenti inizino ad utilizzare in malomodo anche le nuove mailbox imposta un limite umano alla dimensione delle mail (allegati inclusi), es 5/10MB; su GSuite è facilmente impostabile dalla console di amministrazione per tutta l'organizzazione, presumo esistano settings simili anche per gli altri provider.
  4. se hai le competenze per farlo installati un owncloud o pydio o qualsiasi altro servizio su un vps o un server in affitto per dare uno strumento dedicato ai tuoi utenti per scambiarsi i file troppo grandi senza usare la posta.
    Se non hai le competenze per farlo o non te la senti scegliete un servizio di storage online (Dropbox, Backblaze B2 Cloud Storage, GDrive, Onedive, provali e scegli tu) e utilizzate quello.
__________________
https://tasslehoff.burrfoot.it | Cloud? Enough is enough! | SPID… grazie ma no grazie
"Arguing that you don't care about the right to privacy because you have nothing to hide is no different than saying you don't care about free speech because you have nothing to say."

Ultima modifica di Tasslehoff : 11-03-2020 alle 15:07.
Tasslehoff è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-03-2020, 05:54   #13
OUTATIME
Senior Member
 
L'Avatar di OUTATIME
 
Iscritto dal: Dec 2007
Città: LIDV
Messaggi: 8234
Quote:
Originariamente inviato da Tasslehoff Guarda i messaggi
Premesso che concordo con Kaya [...]
Sono d'accordo su tutto, tanne che su una cosa: provare a imporre limiti alla posta è tempo perso, se la decisione non viene dall'alto, e da quello che posso capire, è la classica azienda di dimensioni medio-piccole totalmente allo sbando dal punto di vista informatico.
Tempo e mal di pancia sprecati.
__________________
Be kind. Everyone you meet is fighting a hard battle.
OUTATIME è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-03-2020, 13:25   #14
Tasslehoff
Senior Member
 
L'Avatar di Tasslehoff
 
Iscritto dal: Nov 2001
Città: Kendermore
Messaggi: 5890
Quote:
Originariamente inviato da OUTATIME Guarda i messaggi
Sono d'accordo su tutto, tanne che su una cosa: provare a imporre limiti alla posta è tempo perso, se la decisione non viene dall'alto, e da quello che posso capire, è la classica azienda di dimensioni medio-piccole totalmente allo sbando dal punto di vista informatico.
Tempo e mal di pancia sprecati.
Chiaramente se non si propongono delle alternative e non si fa capire quali possono essere le conseguenze si andrà sempre a sbattere contro un muro.

Ma se si comincia a far capire al titolare che in una condizione del genere non si può garantire nemmeno un backup, con il rischio concreto di perdere TUTTA la posta senza alcuna possibilità di ripristino... beh allora di fronte all'inevitabile vedrai che anche il più cocciuto "sciùr Brambilla" scenderà a più miti consigli, l'ho vissuto io stesso in prima persona.
__________________
https://tasslehoff.burrfoot.it | Cloud? Enough is enough! | SPID… grazie ma no grazie
"Arguing that you don't care about the right to privacy because you have nothing to hide is no different than saying you don't care about free speech because you have nothing to say."
Tasslehoff è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Le tecnologie edge server di Lenovo sono il motore della scuderia Ducati Le tecnologie edge server di Lenovo sono il moto...
Acer Predator Triton 500, Core i7-9750H e RTX 2070 Max-Q per giocare alla grande Acer Predator Triton 500, Core i7-9750H e RTX 20...
HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideale per le PMI HPE Aruba Instant On AP15, un access point ideal...
Resident Evil 3 provato con 10 schede video Resident Evil 3 provato con 10 schede video
HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza Google ora si può usare bene. Recensione HUAWEI P40 Pro: il re dei 'cameraphone'. Senza G...
Asus porta la memoria GDDR6 delle Radeon...
Processori x86 cinesi, come vanno? Un ra...
Hearthstone: nuova espansione Ceneri del...
Dragon ha concluso l'ultimo volo: &egrav...
Windows 10 si avvia con 192 MB di RAM, l...
Energie rinnovabili: produzione in cresc...
Prossimo lo stop della produzione delle ...
Più di 350.000 server Microsoft E...
AIDA64 snocciola i nomi in codice dei pr...
OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro, tutte le spec...
Genesis presenta la tastiera Thor 420: m...
Con Uber e Lyft aumentano gli incidenti:...
AMD, nuovi driver per i chipset delle pi...
Da Fotodiox un adattatore Canon EF ad at...
I consigli di Trend Micro per studenti e...
Spybot Search & Destroy
OCCT
NTLite
BurnAware Premium
BurnAware Free
Avira Free Antivirus
Chromium
AIDA64 Extreme Edition
Firefox 75
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
K-Lite Codec Pack Basic
Firefox 74
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:40.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www1v