Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Hardware Upgrade > News

Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione
Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione
Abbiamo testato l'ultimo smartphone di punta del colosso giapponese. La serie Xperia 1 arrivata alla terza generazione non stravolge rispetto al passato ma migliora alcuni importanti aspetti. Scopriamoli nella recensione completa.
Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming
Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming
Dopo anni di attesa e di infiniti posticipi, l'attesissimo titolo di Tim Schafer è finalmente disponibile. Ed è stato accolto a braccia aperte dalla community dei giocatori con una valutazione "Estremamente positiva" su Steam
Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior smartwatch per gli Android! La recensione
Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior smartwatch per gli Android! La recensione
Il mondo degli smartwatch è capitanato dagli Apple Watch che non mollano la presa del primo posto nelle vendite. Samsung però sa il fatto suo e il nuovo Galaxy Watch4 si conferma ancora la migliore alternativa al watch di Apple. Ecco il motivo nella nostra recensione. 
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 22-07-2021, 20:39   #81
Mars95
Member
 
L'Avatar di Mars95
 
Iscritto dal: Nov 2019
Messaggi: 141
Quote:
Originariamente inviato da Tedturb0 Guarda i messaggi
Almeno su aliexpress sai che tutti i prodotti sono cinesi, qualita' bassa prezzo basso e nn ti devi neppure preoccupare.
In realtà su aliexpress se sai cosa stai cercando trovi lo stesso identico prodotto che viene comprato da brand famosi e rimarchiato ma venduto direttamente dal produttore cinese alla metà del prezzo.
Attenzione non un prodotto simile di qualità più bassa ma lo stesso identico.
Alcuni brand cinesi nel loro settore stanno diventando conosciuti tanto quanto quelli blasonati.
Mars95 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 20:46   #82
canislupus
Senior Member
 
L'Avatar di canislupus
 
Iscritto dal: Aug 2002
Messaggi: 13650
Quote:
Originariamente inviato da Piedone1113 Guarda i messaggi
Questo non è vero per i ricambi auto:
La maggiorparte ( forse il 90%) sono montati su più modelli e varianti dello stesso gruppo.
La maggiorparte dei pezzi poi sono forniti da terzisti ( fiat o volkswagen, come pure mercedes e bmw) e quando fanno gli ordini li fanno per tot pezzi non solo per la produzione, ma anche per la capacità di rifornire il parco macchine.
Va da se che una scatola del cambio è rara trovarla disponibile ( e magari la spostano da monaco a milano ), ma i normali pezzi soggetti a usura all'azienda costa tanto quanto quello montato ( se il packing è interno), altrimenti poco di più.
Un costo non indifferente è però la gestione del magazzino centrale e la logistica per inviare alle sede periferiche, e quello non puoi farne a meno.
Quindi mi stai dicendo la scatola del cambio (ovviamente prodotta per più marchi... questo lo sapevo persino io che sono ignorante come una zappa) prodotta in X milioni di esemplari da montare SUBITO in un'auto commercializzata per la vendita ha il medesimo costo di una fatta per il magazzino?
Il costo industriale sarà lo stesso ovviamente, ma il rischio di lasciarla in magazzino per anni (e lo stoccaggio costa) o di non averne a sufficienza e quindi doverle produrre quasi su richiesta, pensi che non esista?
Questi fattori vengono SEMPRE inseriti nella parte di ricambio quando si stabilisce il prezzo.
Poi ovvio c'è anche il costo di spedizione, ma quello lo puoi facilmente recuperare laddove organizzi bene la logistica.


Quote:
Originariamente inviato da Svelgen Guarda i messaggi
E ti dirò…. Non solo fai bene e fai un favore anche alle aziende Italiane che li producono, ma salvaguardi anche la salute dei tuoi figli se consideri che molta plastica, viene riciclata in modo non corretto ed é quindi tossica. E indovina dove viene spedita? Viene spedita proprio in Cina per produrre altra plastica che poi torna nuovamente da noi…
Che poi, le ditte Italiane e che producono plastica per alimenti oppure giocattoli ci sono e sono anche serie, con tutte le certificazioni del caso. Recentemente mi é capitato tra le mani un portalimoni in plastica prodotto da una nota Azienda Italiana.
Presentava una sorta di corrosione sul fondo. Ho inviato una loro una mail, mi hanno risposto che in rari casi, sopratutto se non viene lavato accuratamente, L’ Acido citrico contenuto nel limone può corrodere il contenitore.
Mi hanno chiesto l’indirizzo completo e mi hanno inviato a loro spese un prodotto sostitutivo.
Secondo te, se mi serve nuovamente qualcosa per la casa la prendo dai cinesi oppure nuovamente dalla stessa azienda che si é dimostrata attenta con il cliente?
Per questo sottolineo che IO, nel 99% dei casi prediligo il prodotto Italiano venduto in Italia. Se poi parliamo di cucina e roba che ti metti in bocca, non c’è neppure da discuterne.
Anche le aziende italiane o tedesche o francesi o usa producono in buona parte in Cina, ma il punto è l'assistenza post-vendita (come hai evidenziato tu) e la cura nella scelta dei materiali.
Se compro un giocattolo della Fischer-Price sono SICURO che non verranno usate plastiche tossiche, non verranno usate vernici tossiche, le parti saranno assemblate bene e ci saranno delle campagne di richiamo quando qualcosa ha un difetto di progettazione.
Queste cose con le cineserie te li puoi dimenticare perchè hanno un costo enorme.
Non ne parliamo quando si tratta di qualcosa che deve contenere cibi o serve per cucinare.
Ma stiamo scherzando?
Io in media spendo ALMENO 30-40 euro per una singola padella (così ci rendiamo conto dei prezzi).
Sai quante volte ho sentito persone dirmi: "Io ne spendo 10 e ne prendo 3... tu sei un co....ne".
Bravo continua ad usare quelle che sicuramente ti fanno benissimo e magari dopo un anno le devi buttare perchè quel simpatico rivestimento antiaderente è sparito... chissà dove sarà andato a finire....


Quote:
Originariamente inviato da Piedone1113 Guarda i messaggi
Molti prodotti cinesi sono marchiati dalla fabbrica dalla fabbrica che realmente li produce, e spesso sono identici a quelli di marca ( delocalizzazione della produzione).
Per alcuni il test qualitativo va a farsi benedire, per altri basta un piccolo difetto estetico o di colore da farli scartare.
Altri invece usano materia prima scadente ( mi vengono in mente alcuni gruppi elettrogeni da poco identici agli honda ma che durano un decimo, ma puoi sostituire i pezzi con gli originali honda dato che hanno usato gli stessi stampi.
Mi è capitato pure di trovare un portatile ( core duo2) che la scocca in cartone pressato e che si è aperto ( dopo essersi preventivamente gonviato) a causa dell'umidità.
Ma forse mi sono spiegato male io.
Per me il Made in Italy (anche se è una vergogna questa cosa) non significa per forza di cose che lo abbiano fatto in Italia (anche se sarei disposto anche a pagare il doppio... 10 volte magari no... )
Però se compro qualcosa che si fregia di questa dicitura PRETENDO il controllo qualità che hai detto tu: il prodotto deve uscire PERFETTO, rispettare tutti gli standard più rigidi di sicurezza e via discorrendo.
Poi anche da noi ogni tanto si scoprono truffe o schifezze spacciate per oro.
Ma l'eccezione non diventa una regola, per fortuna.

Quote:
Originariamente inviato da Tedturb0 Guarda i messaggi
Beh io sono (in ordine sparso) consapevole che
- amazon costa piu della concorrenza, in media. A volte anche molto di piu. A volte, su pochi prodotti, di meno.
- amazon offre un servizio migliore della concorrenza (pagamento, spedizione, resi, eccetera)
- amazon non fa nulla (e sospetto incoraggi) contro prodotti scadenti, contraffatti, e spesso ingannevoli. Conosco persone che si sono costruite da poco il loro "amazon shop" facendo magazzino di prodotti cinesi con loro marchio direttamente presso amazon, ottenendo il famigerato "venduto da pippo e spedito da amazon". Prodotti che inquinano inevitabilmente le ricerche. La notizia in questione, tanto per dire, si scontra con quella di qualche giorno fa che l'app anti recensioni false e' stata fatta togliere dall'app store. Quella di oggi probabilmente e' stata rilasciata per tentare di recuperare l'immagine.
- la maggioranza degli italiani mi ha rotto il *bip*, e so che cerchera' di fregarmi.
- il made in italy e' finito da un pezzo. elettrodomestici, automobili, caldaie, eccetera. i prodotti decenti sono rimasti pochi, e bisogna cercarli bene. A memoria direi pelletteria (ma appunto bisogna cercarla, perche i pippo di cui sopra sono molto agguerriti, con le loro pubblicita' ingannevoli. Scrivo pippo ma potrei scrivere Gennaro, e ci siamo capiti), macchine agricole, un po' di ferramenta, qualche scarpa (anche se ormai spesso sono fatte all'est ero pure loro, ma cmq meglio una Scarpa made in Romania che una Salomon made in cina, anche e soprattutto come durata), farmaceutici, integratori (qualcuno mi diceva che Enervit e(ra) al top), e qualcos'altro.
- il made in germany tiene, di piu. perche' la qualita' e' piu alta e c'e' chi e' disposto a pagare per la qualita'. Non tutti i marchi tedeschi (o austriaci, o svizzeri) producono tutto in germania, ma su questo sono comunque abbastanza trasparenti. Come scrivi tu stesso, un coltello da cucina lo prenderei Wusthof o Victorinox piuttosto di qualche marca italiana. Lo paghi 100€ ma sai di avere un prodotto di alta qualita' che durera'. Sul Wusthof starei attento a verificarne l'origine. Per automobili, caldaie, etc non serve neppure parlarne.
- sul made in france sono poco ferrato (o per meglio dire, sulla delocalizzazione dello stesso al solito est ero), ma la mia esperienza e' comunque che e' un prodotto di qualita' superiore a quello italiano, in media.
- Per spagna, portogallo, CZ, polonia, estonia e via discorrendo ormai vale lo stesso discorso del punto precedente
- il made in japan e' a volte il top, spesso (sopra) a livello dei tedeschi, qualche volta sotto. I prezzi tuttavia sono ormai fuori portata tanto da rendere il made in germany piu conveniente.
- il made in USA e' variabile. c'e' il top e ci sono aborti indicibili. Ha di buono che e' relativamente facile trovarne delle review, e quindi capire se ne vale la pena.
- Nella mia esperienza i cinesi sono (diventati) estremamente deceptive. ultimamente pubblicizzano in maniera molto aggressiva prodotti progettati e realizzati male. In altre parole: un prodotto cinese dal prezzo alto sarebbe un terno al lotto. Esattamente come la miriade di cellulari venduti a prezzi apple e sfasciatisi in 2 anni. Nel frattempo saranno anche migliorati (forse?), ma cio non toglie che abbiano preteso qualita' e prezzi superiori a quanto fornito.
- il punto di cui sopra non vale ovviamente per prodotti made in cina (o vietnam o sarcaxxo) di multinazionali straniere. penso ad apple, milwaukee, makita eccetera. Anche se e' interessante trovare le comparative del makita made in japan e makita made in cina.

Per questo evito amazon, evito il made in cina cinese (dal 2000, tempi, per molti, non sospetti) ove possibile (per molti prodotti, soprattutto elettronica di nicchia, ormai non ci sono alternative), sto attento sul made in italy, e preferisco origini da cui posso aspettarmi le minori sorprese.
D'altra parte, come recita una nota frase di Franklin, molto poco conosciuta o seguita in italia, the bitterness of poor quality remains long after the sweetness of a low price is forgotten.
Amazon non è economico, sfatiamo questo mito.
E' pieno di chincaglierie e prodotti il cui valore reale è prossimo allo zero.
Cose che ti farebbero ribrezzo comprare in un negozietto cinese (alla fine risulterò pure razzista.... ) perchè non ti sentiresti tranquillo sulla qualità.
Però... l'attenzione al cliente è pazzesca.
Ho preso un prodotto per la smart home...
un prodotto cinese anche se dicono sia pensato negli USA (lo faranno le marmotte che confezionano la cioccolata ).
Non mi faceva impazzire per alcuni aspetti estetici (in realtà anche il sw ha qualche problema, ma vabbè...), procedura di reso, ho anche scritto il motivo (lo faccio sempre) e 2 minuti dopo potevo mandarlo indietro con buono o riaccredito.
Due settimane o poco più fa, ho preso un prodotto per la casa su un noto sito italiano... lo provo... non vale assolutamente nulla... lo posso restituire, ma devo pagare 8 euro di spedizione (non è prevista la riconsegna al negozio... dove l'ho ritirato per inciso).
Sarebbe antieconomico... adesso sta in un angolo a fare polvere.
Ecco la grandissima differenza.
Su alcune cose non ho una convenienza particolare a prenderlo su Amazon, ma lo stesso prodotto sarebbe folle prenderlo in un negozio nel quale dovresti discutere per far valere qualsiasi diritto (anche se in realtà non sarebbe previsto il diritto di reso... non essendo un acquisto a distanza).
__________________
Se non ti rispondo... sei nella mia IgnoreList...
Non sei una brutta persona, non mi interessa il tuo pensiero...
canislupus è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 21:16   #83
piwi
Senior Member
 
L'Avatar di piwi
 
Iscritto dal: Feb 2002
Messaggi: 1287
Io non sono particolarmente attento ai marchi, ma mi sembra evidente quali tra i prodotti venduti su Amazon sono più o meno di qualità, e quali recensioni sono più o meno fasulle. Generalmente, evito il più economico, a meno che mi serva per necessità occasionali. Come in molti avete rilevato, esistono poi prodotti di brand sconosciuti che più o meno il loro lavoro lo fanno. Esempio, ho un paio di mouse wireless pagati sette euro, sono un po' cigolanti, ma funzionano da anni. Mi sembra che ultimamente siano i prodotti con brand noto a soffrire. Un esempio. Sono abituato da molti anni a comprare scarpe "usa-e-getta" per l'estate, le prendo con i saldi di luglio, le uso quotidianamente per la bella stagione, e poi le ritiro fuori ad inizio estate successiva, alla quale giungono inevitabilmente logorate o bucate, ma con le cuciture integre. Faccio questa scelta perchè, stando al paesello, è inevitabile abbandonare il suolo comodo per fare due passi in erba, su sassi, etc.; compro sempre scarpe della stessa marca, nello stesso negozio. Fine anno scorso, "botta di vita". Scelgo un prodotto di noto brand, pagandole il doppio del solito, circa quaranta euro. Bene, neppure due mesi di uso, tutte scollate ai lati, non riparabili neppure con la colla Artiglio. Le utilizzo solo per trafficare nell'orto.
__________________
PC1 i7-7700K|Asus Prime Z270P|24GiB RAM|Radeon Rx570 8GiB|Samsung 860 PRO 256GiB|HD Ironwolf 4TiB,2X(Raid-0)|Bluray LG|DVB-T Asus PE6300H|Dell U2413|Windows 10 LTSC 2019|PC2 i7-3770|Asus P8H77M-LE|16GiB RAM|Nvidia GTX690 4GiB|Sandisk 120 GiB|HD WD-Red 4TiB,2X(Raid-0)|DVD LG|DVB-S Cinergy S2|Hannspree XmS Boston|Windows 10 LTSC 2019
piwi è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 21:32   #84
Therinai
Senior Member
 
L'Avatar di Therinai
 
Iscritto dal: Jun 2004
Città: Corte del Re Cremisi
Messaggi: 15633
Discorso made in italy: facciamo attenzione.
Sono un fanatico del "pentolame", ho comprato non so quante pentole, padelle, teglie, pirofile eccetera. Ne sorge un esempio lampante: il pentolame della famosa "Pentole Agnelli".
Io ho comprato pentolame di qualsiasi marchio, ovviamente anche roba cinese e italiana.
Ma non ho solo comprato, mi sono anche informato e ho anche provato sui fornelli questa roba.
La mia conclusione è che non si riesce a capire la roba da dove arrivi, ad eccezione di ciò che è esplicitamente made in china.
Pentole agnelli è un esempio lampante, dicevo, perché è riconosciuto come uno dei simboli del made in italy, si da per scontato che i suoi prodotti lo siano, che siano sempre eccellenti, ma nella realtà non è così.
Curiosamente marchiano come made in italy pentole e padelle di acciaio e alluminio, ma sugli altri prodotti, quindi altri materiali o i soliti alluminio e acciaio ma rivestiti con strati antiaderenti, il marchio made in italy a volte c'è e a volte no, e questo dettaglio non è specificato da nessuna parte prima dell'acquisto.
Il costo, a quanto pare, non è influenzato dalla presenza del marchio made in italy, ciò che non ce l'ha costa un botta lo stesso, anzi può costare più dei prodotti made in italy.
Qualità? Quasi sempre sì, ma può mancare anche sui prodotti marchiati come made in italy, come essere particolarmente rilevabile sui prodotti senza questo fregio.
Prezzo giustificato dalla qualità? Assolutamente no.
E qui vi invito a fare un riflessione: come si fa a dire "all'italiano medio" di comprare la pentola agnelli made in italy quando il modello base, tipo pentola alta di alluminio da 3mm, 24cm di diametro, costa al momento circa 40€? (ho guardato in questo momento la quotazione, visto che oscillano in base ai periodi, altra cosa molto cusiosa...)
Ma che cazzo ci hanno fatto co sto tegame di alluminio? L'anno forgiato a mano??? Ma a parte questo dettaglio/sarcastico, ma vi pare che una famiglia media che campa di 1 stipendio, magari 2 si spera, e ha mutuo da pagare e figli da crescere possa spendere 40€ per una fottuta pentola?
E sulla pentola "grezza" ancora ancora si può chiudere un occhio, perché durerà in eterno o quasi.
Ma il padellame antiaderente "made in italy" lo avete visto? Io sì, e vi assicuro che è identico a quello cinese che costa la metà, se non un terzo.
Con la grossa discriminante che una padella antiaderente non dura certo in eterno, anche trattandola bene può campare 3 anni, poi cominci a mangiare pure il rivestimento.
Una padella antiaderente da 24cm di diametro di pentole agnelli costa tra i 40 e i 60€... ma come faccio a consigliare sta roba a questi prezzi a una normale famiglia? O a una persona singola?
Ripeto che io questa roba la compro perché sono un fanatico fuori di testa, ma a una persona normale che mi chiede un parere gli consiglio i brand italiani che vendono roba made in china. Come diceva qualcun'altor prima c'è una differenza tra il brand cinese che vende roba cinese e il brand italiano che vende roba cinese. Per esempio, banalmente, bialetti/aeternum: è tutta roba cinese, ma siccome la compagnia ci tiene al brand sta attenta a cosa compra dalla cina, e vede prodotti made in china con ottima qualità prezzo.
Moneta/Alluflon stesso discorso.
Poi se frugate senza neanche troppo impegno trovate la stessa padella vendutra da marchio cinese... a prezzo molto simile al brand italiano
__________________
MB Asus Prime B550M-A wifi CPU Ryzen 3600 RAM Corsair Vengeance 2X8gb 3600 Mhz Heatsink Corsair H80i GT SK Video Zotac 3060ti OC Video LG 27GN88A + Valve Index HDD Seagate 1tb; Silicon Power NVMe 1TB Gen3 P34A80 PSU EVGA Supernova G3 650W CONNESSIONE FTTH 1000 Mbps
THREAD DARK SOULS 2 - Thread: Sekiro S.D.T. | Scambio 3060ti con scheda superiore

Ultima modifica di Therinai : 22-07-2021 alle 21:42.
Therinai è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 21:46   #85
Tedturb0
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2000
Città: BO[h]
Messaggi: 4378
Quote:
Originariamente inviato da Therinai Guarda i messaggi
Discorso made in italy: facciamo attenzione.
Sono un fanatico del "pentolame", ho comprato non so quante pentole, padelle, teglie, pirofile eccetera. Ne sorge un esempio lampante: il pentolame della famosa "Pentole Agnelli".
Io ho comprato pentolame qualsiasi marchio, ovviamente anche roba cinese e italiana.
Ma non ho solo comprato, mi sono anche informato e ho anche provato sui fornelli questa roba.
La mia conclusione è che non si riesce a capire la roba da dove arrivi, ad eccezione di ciò che è esplicitamente made in china.
Pentole agnelli è un esempio lampante, dicevo, perché è riconosciuto come uno dei simboli del made in italy, si da per scontato che i suoi prodotti lo siano, che siano sempre eccellenti, ma nella realtà non è così.
Curiosamente marchiano come made in italy pentole e padelle di acciaio e alluminio, ma sugli altri prodotti, quindi altri materiali o i soliti alluminio e acciaio ma rivestiti con strati antiaderenti, il marchio made in italy a volte c'è e a volte no, e questo dettaglio non è specificato da nessuna parte prima dell'acquisto.
Il costo, a quanto pare, non è influenzato dalla presenza del marchio made in italy, ciò che non ce l'ha costa un botta lo stesso, anzi può costare più dei prodotti made in italy.
Qualità? Quasi sempre sì, ma può mancare anche sui prodotti marchiati come made in italy, come essere particolarmente rilevabile sui prodotti senza questo fregio.
Prezzo giustificato dalla qualità? Assolutamente no.
E qui vi invito a fare un riflessione: come si fa a dire "all'italiano medio" di comprare la pentola agnelli made in italy quando il modello base, tipo pentola alta di alluminio da 3mm, 24cm di diametro, costa al momento circa 40€? (ho guardato in questo momento la quotazione, visto che oscillano in base ai periodi, altra cosa molto cusiosa...)
Ma che cazzo ci hanno fatto co sto tegame di alluminio? L'anno forgiato a mano??? Ma a parte questo dettaglio/sarcastico, ma vi pare che una famiglia media che campa di 1 stipendio, magari 2 si spera, e ha mutuo da pagare e figli da crescere possa spendere 40€ per una fottuta pentola?
E sulla pentola "grezza" ancora ancora si può chiudere un occhio, perché durerà in eterno o quasi.
Ma il padellame antiaderente "made in italy" lo avete visto? Io sì, e vi assicuro che è identico a quello cinese che costa la metà, se non un terzo.
Con la grossa discriminante che una padella antiaderente non dura certo in eterno, anche trattandola bene può campare 3 anni, poi cominci a mangiare pure il rivestimento.
Una padella antiaderente da 24cm di diametro di pentole agnelli costa tra i 40 e i 60€... ma come faccio a consigliare sta roba a questi prezzi a una normale famiglia? O a una persona singola?
Ripeto che io questa roba la compro perché sono un fanatico fuori di testa, ma a una persona normale che mi chiede un parere gli consiglio i brand italiani che vendono roba made in china. Come diceva qualcun'altor prima c'è una differenza tra il brand cinese che vende roba cinese e il brand italiano che vende roba cinese. Per esempio, banalmente, bialetti/aeternum: è tutta roba cinese, ma siccome la compagnia ci tiene al brand sta attenta a cosa compra dalla cina, e vede prodotti made in china con ottima qualità prezzo.
Moneta/Alluflon stesso discorso.
Poi se frugate senza neanche troppo impegno trovate la stessa padella vendutra da marchio cinese... a prezzo molto simile al brand italiano
Sulle pentole mi sono guardato bene dal citare il made in italy perche da qualche anno a questa parte il trend e' profondo rosso. Ormai si sono spostati tutti in cina. anche marchi blasonati come aeternum (bialetti, quindi puoi immaginare), lagostina eccetera.
Probabilmente qualcosa si fa ancora in italia, ma comunque non mi aspetterei qualita' stratosferica. In particolare sull'antiaderente per il quale non credo che in italia si sia sviluppata bene la tecnologia post teflon (in casa ho ancora una moneta in teflon in perfette condizioni, per dire)
Invece ho una padella antiaderente tefal made in france stampato sul metallo sotto, presa nel 2016, con cui ho praticamente zappato, e non ha un graffio. La mia conclusione e' che siano prodotte automaticamente e che riescano a tenere i prezzi competitivi (sulle 60€) anche producendo in francia.
Credo che anche le fiskars made in finland non siano niente male.
Se avessi preso una aeternum cinese sono quasi certo che avrei trovato trincee da prima guerra mondiale dopo un paio d'anni.
Adesso stavo cercando una piccola casseruola inox lucidato da 14cm non cinese e sto facendo molta fatica. Ho trovato (forse) una WMF ma e' con manico da aggiungere.. Mi sarebbe piaciuta con i due manici classici in acciaio, ma ormai niente.
Neppure Mepra produce piu niente sotto ai 20cm su quelle linee li..

Ultima modifica di Tedturb0 : 22-07-2021 alle 21:55.
Tedturb0 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 21:47   #86
nickname88
Senior Member
 
L'Avatar di nickname88
 
Iscritto dal: Apr 2016
Messaggi: 15480
Tutti gli shops dovrebbero per legge essere spurgati da tutti i prodotti da brands di nazionalità cinese ( huawei, Lenovo e xiaomi compresi )
__________________
..........

Ultima modifica di nickname88 : 22-07-2021 alle 21:54.
nickname88 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 21:51   #87
canislupus
Senior Member
 
L'Avatar di canislupus
 
Iscritto dal: Aug 2002
Messaggi: 13650
Quote:
Originariamente inviato da Therinai Guarda i messaggi
Discorso made in italy: facciamo attenzione.
Sono un fanatico del "pentolame", ho comprato non so quante pentole, padelle, teglie, pirofile eccetera. Ne sorge un esempio lampante: il pentolame della famosa "Pentole Agnelli".
Io ho comprato pentolame qualsiasi marchio, ovviamente anche roba cinese e italiana.
Ma non ho solo comprato, mi sono anche informato e ho anche provato sui fornelli questa roba.
La mia conclusione è che non si riesce a capire la roba da dove arrivi, ad eccezione di ciò che è esplicitamente made in china.
Pentole agnelli è un esempio lampante, dicevo, perché è riconosciuto come uno dei simboli del made in italy, si da per scontato che i suoi prodotti lo siano, che siano sempre eccellenti, ma nella realtà non è così.
Curiosamente marchiano come made in italy pentole e padelle di acciaio e alluminio, ma sugli altri prodotti, quindi altri materiali o i soliti alluminio e acciaio ma rivestiti con strati antiaderenti, il marchio made in italy a volte c'è e a volte no, e questo dettaglio non è specificato da nessuna parte prima dell'acquisto.
Il costo, a quanto pare, non è influenzato dalla presenza del marchio made in italy, ciò che non ce l'ha costa un botta lo stesso, anzi può costare più dei prodotti made in italy.
Qualità? Quasi sempre sì, ma può mancare anche sui prodotti marchiati come made in italy, come essere particolarmente rilevabile sui prodotti senza questo fregio.
Prezzo giustificato dalla qualità? Assolutamente no.
E qui vi invito a fare un riflessione: come si fa a dire "all'italiano medio" di comprare la pentola agnelli made in italy quando il modello base, tipo pentola alta di alluminio da 3mm, 24cm di diametro, costa al momento circa 40€? (ho guardato in questo momento la quotazione, visto che oscillano in base ai periodi, altra cosa molto cusiosa...)
Ma che cazzo ci hanno fatto co sto tegame di alluminio? L'anno forgiato a mano??? Ma a parte questo dettaglio/sarcastico, ma vi pare che una famiglia media che campa di 1 stipendio, magari 2 si spera, e ha mutuo da pagare e figli da crescere possa spendere 40€ per una fottuta pentola?
E sulla pentola "grezza" ancora ancora si può chiudere un occhio, perché durerà in eterno o quasi.
Ma il padellame antiaderente "made in italy" lo avete visto? Io sì, e vi assicuro che è identico a quello cinese che costa la metà, se non un terzo.
Con la grossa discriminante che una padella antiaderente non dura certo in eterno, anche trattandola bene può campare 3 anni, poi cominci a mangiare pure il rivestimento.
Una padella antiaderente da 24cm di diametro di pentole agnelli costa tra i 40 e i 60€... ma come faccio a consigliare sta roba a questi prezzi a una normale famiglia? O a una persona singola?
Ripeto che io questa roba la compro perché sono un fanatico fuori di testa, ma a una persona normale che mi chiede un parere gli consiglio i brand italiani che vendono roba made in china. Come diceva qualcun'altor prima c'è una differenza tra il brand cinese che vende roba cinese e il brand italiano che vende roba cinese. Per esempio, banalmente, bialetti/aeternum: è tutta roba cinese, ma siccome la compagnia ci tiene al brand sta attenta a cosa compra dalla cina, e vede prodotti made in china con ottima qualità prezzo.
Moneta/Alluflon stesso discorso.
Poi se frugate senza neanche troppo impegno trovate la stessa padella vendutra da marchio cinese... a prezzo molto simile al brand italiano
Guarda... hai trovato un altro maniaco...
Non dico che tratto le pentole come figli, ma poco ci manca
Come hai giustamente ben detto il VERO MADE IN ITALY spesso è solo un'utopia.
Purtroppo c'è anche da dire che laddove non siamo massacrati dai costi di produzione dovuti dal personale (che sicuramente costerà molto di più di quello cinese), ci pensano le materie prime.
Come ho già scritto sarei felicissimo di poter comprare un prodotto interamente italiano anche due o tre volte il prezzo cinese.
Ahimè questo non è facile da attuare perchè non c'è una trasparenza assoluta.
Comprendo che una famiglia media italiana non possa spesso spendere grandi cifre, però senza essere io considerato ricco, posso dirti che in realtà è possibile e fattibile... tutto sta a decidere la scala di priorità.
Conosco tante persone che tutti i weekend vanno al ristorante, però dentro casa hanno pentolame che era presente ai tempi della 1 guerra mondiale.
Magari non puoi comprarti Le Creuset (hanno prezzi folli... anche io lì passo... ), però qualcuna decente si potrà anche comprare... anche rimanendo su delle onestissime Bialetti.
Non dureranno in eterno, ma pur sempre meglio di quelle che dopo pochi mesi vedo il fondo... e parlo di quello a contatto con i bruciatori (sono tradizionale... ancora non riesco ad accettare il vetro-ceramica).
__________________
Se non ti rispondo... sei nella mia IgnoreList...
Non sei una brutta persona, non mi interessa il tuo pensiero...
canislupus è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 22:10   #88
Takuya
Senior Member
 
L'Avatar di Takuya
 
Iscritto dal: Dec 2008
Messaggi: 477
Quote:
Originariamente inviato da Svelgen Guarda i messaggi
E certo....
Intanto io mi guardo attorno, e vedo sempre più gente che si fa la tinta e la messa in piega dai Cinesi, entra nel Bar Cinese, cerca il negozio appena aperto dove vendono tutta roba di scarsa qualità e Cinese, va su Amazon e prende il prodotto da 1€ spedito convinto di aver fatto l'affare della vita.
Il mio non è uno Slogan, ma proprio un invito se mai non te ne fossi accorto.
Io prima faccio mangiare i miei connazionali, che sono stati duramente colpiti da questa pandemia e che, guarda un po il caso, arriva giusto giusto dalla Cina (a pensare male spesso ci si azzecca). Poi dopo, se mi avanza qualcosa, penso anche agli altri.
Ti rendi conto che stai suggerendo di boicottare negozi su base etnica?
Passi il negoIo con cianfrusaglie cinesi (importate da ditte italianissime), che hai contro i bar e i parrucchieri cinesi se usano prodotti italiani e sono in regola con i requisiti professionali?
Takuya è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 22:25   #89
Therinai
Senior Member
 
L'Avatar di Therinai
 
Iscritto dal: Jun 2004
Città: Corte del Re Cremisi
Messaggi: 15633
Quote:
Originariamente inviato da Tedturb0 Guarda i messaggi
Sulle pentole mi sono guardato bene dal citare il made in italy perche da qualche anno a questa parte il trend e' profondo rosso. Ormai si sono spostati tutti in cina. anche marchi blasonati come aeternum (bialetti, quindi puoi immaginare), lagostina eccetera.
Probabilmente qualcosa si fa ancora in italia, ma comunque non mi aspetterei qualita' stratosferica. In particolare sull'antiaderente per il quale non credo che in italia si sia sviluppata bene la tecnologia post teflon (in casa ho ancora una moneta in teflon in perfette condizioni, per dire)
Invece ho una padella antiaderente tefal made in france stampato sul metallo sotto, presa nel 2016, con cui ho praticamente zappato, e non ha un graffio. La mia conclusione e' che siano prodotte automaticamente e che riescano a tenere i prezzi competitivi (sulle 60€) anche producendo in francia.
Credo che anche le fiskars made in finland non siano niente male.
Se avessi preso una aeternum cinese sono quasi certo che avrei trovato trincee da prima guerra mondiale dopo un paio d'anni.
Adesso stavo cercando una piccola casseruola inox lucidato da 14cm non cinese e sto facendo molta fatica. Ho trovato (forse) una WMF ma e' con manico da aggiungere.. Mi sarebbe piaciuta con i due manici classici in acciaio, ma ormai niente.
Neppure Mepra produce piu niente sotto ai 20cm su quelle linee li..
Su aeternum ti confermo che la durata, verosimilmente, utilizzando la padella antiaderente una volta alla settimana nel migliore dei modi, e lavandola nel migliore dei modi, insomma che la durata potrebbe essere intorno ai 3 anni, ma come dicevo nel mio primo post è un riscontro che ho avuto un po' da tutti i marchi, suppongo sia un po' un limite del materiale antiaderente.
I prodotti aeternum per la cronaca li conosco bene perché col cavolo che lascio usare il pentolame antiaderente più costoso a certi animali selvaggi che armeggiano con la cucina di casa
PEr quanto riguarda il tegame da 14cm, un po' in segno di sfida (poi eventualmente ti spiego perché), provo a rilanciare questa, è ovale e in ghisa, ma non sapendo cosa ci vuoi fare ci provo, è parzialmente compatibile con la tua richiesta (ed è in offerta), ho la versione da 24cm e ti confermo che non ha il marchio made in italy, ne nessun'altra indicazione di provenienza... uno su amazon dice made in turchia ma non trovo fonti al riguardo.
Se no sempre di PA c'è questa, non ho questo modello o uno analogo, uno nelle recensioni dice made in vietnam... ma anche in questo caso trovo la fonte non attendibile, PA o scrive made in italy o non scrive niente, quindi non capisco da dove possa avere tratto questa informazione.
Per la cronaca una volta ho provato a contattare PA per avere maggiori informazioni riguardo la provenienza di un determinato tegame e non mi hanno risposto nonostantei solleciti.

Quote:
Originariamente inviato da canislupus Guarda i messaggi
Guarda... hai trovato un altro maniaco...
Non dico che tratto le pentole come figli, ma poco ci manca
Come hai giustamente ben detto il VERO MADE IN ITALY spesso è solo un'utopia.
Purtroppo c'è anche da dire che laddove non siamo massacrati dai costi di produzione dovuti dal personale (che sicuramente costerà molto di più di quello cinese), ci pensano le materie prime.
Come ho già scritto sarei felicissimo di poter comprare un prodotto interamente italiano anche due o tre volte il prezzo cinese.
Ahimè questo non è facile da attuare perchè non c'è una trasparenza assoluta.
Comprendo che una famiglia media italiana non possa spesso spendere grandi cifre, però senza essere io considerato ricco, posso dirti che in realtà è possibile e fattibile... tutto sta a decidere la scala di priorità.
Conosco tante persone che tutti i weekend vanno al ristorante, però dentro casa hanno pentolame che era presente ai tempi della 1 guerra mondiale.
Magari non puoi comprarti Le Creuset (hanno prezzi folli... anche io lì passo... ), però qualcuna decente si potrà anche comprare... anche rimanendo su delle onestissime Bialetti.
Non dureranno in eterno, ma pur sempre meglio di quelle che dopo pochi mesi vedo il fondo... e parlo di quello a contatto con i bruciatori (sono tradizionale... ancora non riesco ad accettare il vetro-ceramica).
Priorità, parole sante caro mio. Anche io vivo di uno stipendio, mica sono il nipote di mister pentole agnelli Semplicemente non vado mai al ristorante (se non per occasioni speciali, per "l'altrui piacere", ma tipo 2 volte all'anno) e ogni tanto mi regalo un nuovo "ferro"... con gli anni ho riempito qualsiasi spazio in cucina, ormai la regalo della roba perché non so più dove metterla
Le Creuset sono fuori come un balcone, semplicemente roba sovrapprezzata per chi ha soldi da buttare. Poi sinceramente alcune cose sono molto belle da vedere, ma prezzi che vanno oltre ogni logica.
__________________
MB Asus Prime B550M-A wifi CPU Ryzen 3600 RAM Corsair Vengeance 2X8gb 3600 Mhz Heatsink Corsair H80i GT SK Video Zotac 3060ti OC Video LG 27GN88A + Valve Index HDD Seagate 1tb; Silicon Power NVMe 1TB Gen3 P34A80 PSU EVGA Supernova G3 650W CONNESSIONE FTTH 1000 Mbps
THREAD DARK SOULS 2 - Thread: Sekiro S.D.T. | Scambio 3060ti con scheda superiore
Therinai è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 22:59   #90
[K]iT[o]
Senior Member
 
Iscritto dal: Jul 2002
Messaggi: 5153
Catalogare la qualità dei prodotti in base alla provenienza geografica è, scusatemi ma non lo dico in modo offensivo, ignorante.
Esistono produzioni di altissima qualità, e bassissima qualità, praticamente ovunque. Non è mai detto che un prodotto italiano sia necessariamente migliore di uno cinese.
Detto questo è ovvio che su Amazon ed in generale su qualsiasi store online è possibile trovare un sacco di roba di dubbia qualità e persino utilità, ma le recensioni sono lì proprio per combattere questo problema, e se usate con attenzione funzionano.
Le recensioni false ci sono ma non sono assolutamente la maggioranza, e sono attivamente combattute con piogge di ban sistematici, inutile buttare tutto in caciara col solito "fa tutto schifo e non funziona niente".

Un piccolo consiglio se proprio avete difficoltà con l'utilizzo dei feedbacks: oltre a quelle positive o comunque in prima pagina, balzate a quelle negative, se trovate dettagli specifici e ben descritti capirete gli eventuali difetti dell'articolo, sempre però ricordando che tra questi vi saranno anche clienti insoddisfatti per il semplice motivo che non hanno capito come si usa o a cosa serve (per la serie "a noi i manuali non servono").
__________________
-=- 5900x . X570 Aorus Elite . 32GB 3600MHz C16 . RTX2070 XC Ultra . nvme 1TB -=-
[K]iT[o] è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 23:23   #91
Tedturb0
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2000
Città: BO[h]
Messaggi: 4378
Quote:
Originariamente inviato da Therinai Guarda i messaggi
Su aeternum ti confermo che la durata, verosimilmente, utilizzando la padella antiaderente una volta alla settimana nel migliore dei modi, e lavandola nel migliore dei modi, insomma che la durata potrebbe essere intorno ai 3 anni, ma come dicevo nel mio primo post è un riscontro che ho avuto un po' da tutti i marchi, suppongo sia un po' un limite del materiale antiaderente.
I prodotti aeternum per la cronaca li conosco bene perché col cavolo che lascio usare il pentolame antiaderente più costoso a certi animali selvaggi che armeggiano con la cucina di casa
PEr quanto riguarda il tegame da 14cm, un po' in segno di sfida (poi eventualmente ti spiego perché), provo a rilanciare questa, è ovale e in ghisa, ma non sapendo cosa ci vuoi fare ci provo, è parzialmente compatibile con la tua richiesta (ed è in offerta), ho la versione da 24cm e ti confermo che non ha il marchio made in italy, ne nessun'altra indicazione di provenienza... uno su amazon dice made in turchia ma non trovo fonti al riguardo.
Se no sempre di PA c'è questa, non ho questo modello o uno analogo, uno nelle recensioni dice made in vietnam... ma anche in questo caso trovo la fonte non attendibile, PA o scrive made in italy o non scrive niente, quindi non capisco da dove possa avere tratto questa informazione.
Per la cronaca una volta ho provato a contattare PA per avere maggiori informazioni riguardo la provenienza di un determinato tegame e non mi hanno risposto nonostantei solleciti.
Sto cercando la cugina di questa

https://imgur.com/a/Lcwp6iy

se non la trovo uguale penso che andro su una mepra con manico singolo e piu lungo.

In ghisa prenderei creuset, ma non mi interessa, cercavo inox.
Uso vario: sughi, riso, bollire roba eccetera. Insomma un po di tutto in formato mini, per quando serve poca roba. E' molto pratica.

Ps la korkmaz in foto ho cercato e pare nn la vendano piu' (fu in effetti presa in una svendita) e vedo anche che non e' 14 ma 16

Ultima modifica di Tedturb0 : 22-07-2021 alle 23:27.
Tedturb0 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 23:37   #92
canislupus
Senior Member
 
L'Avatar di canislupus
 
Iscritto dal: Aug 2002
Messaggi: 13650
Quote:
Originariamente inviato da [K]iT[o] Guarda i messaggi
Catalogare la qualità dei prodotti in base alla provenienza geografica è, scusatemi ma non lo dico in modo offensivo, ignorante.
Esistono produzioni di altissima qualità, e bassissima qualità, praticamente ovunque. Non è mai detto che un prodotto italiano sia necessariamente migliore di uno cinese.
Detto questo è ovvio che su Amazon ed in generale su qualsiasi store online è possibile trovare un sacco di roba di dubbia qualità e persino utilità, ma le recensioni sono lì proprio per combattere questo problema, e se usate con attenzione funzionano.
Le recensioni false ci sono ma non sono assolutamente la maggioranza, e sono attivamente combattute con piogge di ban sistematici, inutile buttare tutto in caciara col solito "fa tutto schifo e non funziona niente".

Un piccolo consiglio se proprio avete difficoltà con l'utilizzo dei feedbacks: oltre a quelle positive o comunque in prima pagina, balzate a quelle negative, se trovate dettagli specifici e ben descritti capirete gli eventuali difetti dell'articolo, sempre però ricordando che tra questi vi saranno anche clienti insoddisfatti per il semplice motivo che non hanno capito come si usa o a cosa serve (per la serie "a noi i manuali non servono").
Non si tratta di essere ignoranti (che poi non sarebbe un dramma... semmai è non voler imparare), se così fosse non dovremmo acquistare più NULLA prodotto in Cina.
Invece i dubbi forti (e spesso a ragion veduta) nascono quando ti imbatti in prodotti cinesi venduti da società cinesi.
Non hai molte informazioni su alcune delle tematiche che ho già trattato (materiali, certificazioni di sicurezza, test di qualità, etc).
Per quale ragione ci si dovrebbe fidare a scatola chiusa?
Per non essere tacciati di una sorta di razzismo?
Ho da porti una semplicissima domanda:
"Perchè viene usato il marchio CE che può essere confuso con quello europeo, ma in realtà è China Export?"
Quante volte si sente parlare di milioni di articoli a basso costo che sono stati sequestrati perchè rappresentavano un rischio per la salute pubblica (e da genitore mi sale una rabbia nel vedere che spesso si tratta di giocattoli... ma che gente di m...a esiste a questo mondo? mettere a rischio la vita dei bambini per un guadagno di qualche euro).
Ecco le mie ragioni per cui non posso sentirmi tranquillo nel comprare qualcosa che non viene sottoposto a rigidi controlli che sono la BASE delle economie occidentali e che nessuna società seria (e famosa) penserebbe mai di evitare.
Per tua info ho comprato nella mia vita sia prodotti Huawei che Xiaomi... quindi la mia non è una preclusione mentale, ma non sento l'obbligo di accettare tutto in nome del politically correct.
__________________
Se non ti rispondo... sei nella mia IgnoreList...
Non sei una brutta persona, non mi interessa il tuo pensiero...
canislupus è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 23:44   #93
Tedturb0
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2000
Città: BO[h]
Messaggi: 4378
Quote:
Originariamente inviato da canislupus Guarda i messaggi
Per tua info ho comprato nella mia vita sia prodotti Huawei che Xiaomi... quindi la mia non è una preclusione mentale, ma non sento l'obbligo di accettare tutto in nome del politically correct.
E hai fatto male.
Soldi buttati.
Per il resto, ovviamente non posso che concordare. E' giusto, e anche facile, discriminare la produzione su base geografica quando si tratta di un regime che viola praticamente qualsiasi regola violabile per ottenere vantaggi competitivi, e a cui la cosa viene consentita dall'egemone per il semplice fatto che loro sono dentro fino al collo, avendo il capitalismo americano spostato la totalita' della produzione la' (Binden, WTO, hello?).
Se compri un prodotto di qualita' made in germany sai che stai pagando tanto, ma sai che stai acquistando qualcosa progettato e costruito dal produttore nel modo migliore possibile.
Se compri un prodotto cinese, e' un terno al lotto nel migliore dei casi.
Con l'eta' ho incominciato ad apprezzare le assicurazioni.
Tedturb0 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 22-07-2021, 23:50   #94
Therinai
Senior Member
 
L'Avatar di Therinai
 
Iscritto dal: Jun 2004
Città: Corte del Re Cremisi
Messaggi: 15633
Quote:
Originariamente inviato da Tedturb0 Guarda i messaggi
Sto cercando la cugina di questa

https://imgur.com/a/Lcwp6iy

se non la trovo uguale penso che andro su una mepra con manico singolo e piu lungo.

In ghisa prenderei creuset, ma non mi interessa, cercavo inox.
Uso vario: sughi, riso, bollire roba eccetera. Insomma un po di tutto in formato mini, per quando serve poca roba. E' molto pratica.

Ps la korkmaz in foto ho cercato e pare nn la vendano piu' (fu in effetti presa in una svendita) e vedo anche che non e' 14 ma 16
Quella 14cm a doppio manico non la trovi più perché è un formato non funzionale... da quel che ricordo una volta si trovavano perché andavano di moda le batterie di pentole, dove ti vendevano il set da di tegami da 10 a 30 cm o giù di lì, tutti uguali per questioni stilistiche, anche se in realtà non aveva alcuna utilità avere il doppio manico su diametri inferiori ai 20 cm (almeno per i tegami bassi come quello mostrato in foto).
Non a caso ora i formati piccoli "stand alone" (quindi pezzi singoli, non set o batterie) da 10 o 14cm di diametro li trovi, ma solo a manico singolo... sono talmente piccoli e leggeri che farli con 2 manici corti non ha senso, anzi è scomodo perché il manico lungo è una leva che permette di sollevarlo facilmente con una mano anche senza forza, con il manico corto se non sei forzuto devi necessariamente usarne due, tra l'altro il manico corto, essendo estremamente vicino al corpo caldo del tegame, ti costringe ad usare una protezione per non scottarti le nocche delle dita.
Comunque per curiosità ho cercato e una cosa a caso è uscita fuori, pure con coperchio.
__________________
MB Asus Prime B550M-A wifi CPU Ryzen 3600 RAM Corsair Vengeance 2X8gb 3600 Mhz Heatsink Corsair H80i GT SK Video Zotac 3060ti OC Video LG 27GN88A + Valve Index HDD Seagate 1tb; Silicon Power NVMe 1TB Gen3 P34A80 PSU EVGA Supernova G3 650W CONNESSIONE FTTH 1000 Mbps
THREAD DARK SOULS 2 - Thread: Sekiro S.D.T. | Scambio 3060ti con scheda superiore
Therinai è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 00:22   #95
Therinai
Senior Member
 
L'Avatar di Therinai
 
Iscritto dal: Jun 2004
Città: Corte del Re Cremisi
Messaggi: 15633
Comunque a proposito di recensioni fake (per la cronaca sarebbe l'oggetto di questa notizia e discussione ), a parte le recensioni fake vere e proprie (quindi società che si inventa le recensioni per vendere prodotti di infima qualità), trovo allarmante la quantità di recensioni in cui il voto è determinato da due fattori che non c'entrano niente con la qualità e le caratteristiche del prodotto:
1) tempi di spedizione: ovviamente fa parte del servizio amazon, ma nel momento che vado a recensire un prodotto che c'entra la spedizione amazon con le sue qualità e caratteristiche?
2) dimensioni del prodotto: come dicevo sono fissato col pentolame, e c'è una sorta di bug specifico per questa categoria, ovvero le dimensioni. Se andate a leggere le recensioni di un qualsiasi tegame disponibile anche in dimensioni ridotte (per esempio 10 o 14 cm), troverete recensioni estremamente negative (1 stella) di persone che si lamentano delle dimensioni troppo ridotte per poter cucinare qualcosa... ma io dico, quando selezioni un tegame o una padella c'è in evidenza un comodo selettore di dimensioni disponibili, spesso va da dimensioni molto piccole (tipo 14 cm) a oggettivamente grandi (28 o 30 cm), dimensioni che tra l'altro sono relegate a quanto mette a disposizione il produttore.... insomma dico: ma perché influenzare il rating di un prodotto se c'è gente svampita che non sa neanche che esitono le misure del pentolame? Visto che le recensioni vengono vagliate, e proprio in questa discussione più d'uno ha testimoniato che possono essere non pubblicate, perché amazon pubblica queste dimostrazioni di analfabetismo funzionale? Ben inteso che no nsarà la cosa più urgente del mondo, anzi mi fanno un po' sorridere che no nfa male, ma dopo la lotta alle recensioni completamente illegali ci metterei quella alle recensioni degli scappati di casa dei tegami e delle padelle. Ma si può comprare una pentola da 14 cm (disponibile anche nel "comodo" formato da 28cm, per esempio) per poi lamentarsi che è troppo piccola? Ma sta gente ha mai provato a comprare un paio di scarpe?
__________________
MB Asus Prime B550M-A wifi CPU Ryzen 3600 RAM Corsair Vengeance 2X8gb 3600 Mhz Heatsink Corsair H80i GT SK Video Zotac 3060ti OC Video LG 27GN88A + Valve Index HDD Seagate 1tb; Silicon Power NVMe 1TB Gen3 P34A80 PSU EVGA Supernova G3 650W CONNESSIONE FTTH 1000 Mbps
THREAD DARK SOULS 2 - Thread: Sekiro S.D.T. | Scambio 3060ti con scheda superiore
Therinai è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 07:14   #96
gd350turbo
Senior Member
 
L'Avatar di gd350turbo
 
Iscritto dal: Feb 2003
Città: Mo<->Bo
Messaggi: 35627
Quote:
Originariamente inviato da Svelgen Guarda i messaggi
Quindi che ci fai ancora qua?
Levati dalle palle visto che, ripeto, manco ti ho chiamato in causa…
Ti piacerebbe così dopo puoi trollare indisturbato !

Ultima modifica di gd350turbo : 23-07-2021 alle 07:24.
gd350turbo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 07:22   #97
Svelgen
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2020
Messaggi: 2416
Quote:
Originariamente inviato da gd350turbo Guarda i messaggi
Levati dalle palle lo dici a tua moglie !
No, lo dico a te perché sei tu che hai iniziato con questo flame.
Ripeto: non ti ho minimamente chiamato in causa, ma ti sei arrogato il diritto, come al solito, di mettermi in mezzo nelle tue polemiche assieme ad altri che poi ti hanno dato man forte.
Non mi conosci, non sai che lavoro faccio, dove lo svolgo prevalentemente, dove uso il telefono che ho acquistato, con quale SIM lo uso, quindi stai a cuccia e ignorami. Non è difficile dai...
__________________
Le Dolomiti: The Grand Tour. 150KM, 4354MT D+ Gardena, Pordoi, Sella, Giau, Falzarego

Ultima modifica di Svelgen : 23-07-2021 alle 07:53. Motivo: aggiunto il quote originario..
Svelgen è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 07:24   #98
gd350turbo
Senior Member
 
L'Avatar di gd350turbo
 
Iscritto dal: Feb 2003
Città: Mo<->Bo
Messaggi: 35627
Quote:
Originariamente inviato da Svelgen Guarda i messaggi
.
gd350turbo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 07:25   #99
chaosblade
Senior Member
 
Iscritto dal: Jan 2007
Messaggi: 1036
Sulle inserzioni online dovrebbe diventare obbligatorio indicare il paese di produzione
chaosblade è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 23-07-2021, 07:41   #100
Svelgen
Senior Member
 
Iscritto dal: Feb 2020
Messaggi: 2416
Quote:
Originariamente inviato da canislupus Guarda i messaggi
Ma forse mi sono spiegato male io.
Per me il Made in Italy (anche se è una vergogna questa cosa) non significa per forza di cose che lo abbiano fatto in Italia (anche se sarei disposto anche a pagare il doppio... 10 volte magari no... )
Però se compro qualcosa che si fregia di questa dicitura PRETENDO il controllo qualità che hai detto tu: il prodotto deve uscire PERFETTO, rispettare tutti gli standard più rigidi di sicurezza e via discorrendo.
Poi anche da noi ogni tanto si scoprono truffe o schifezze spacciate per oro.
Ma l'eccezione non diventa una regola, per fortuna.

No no...un momento!
Mady in Italy ha una nomenclatura ben chiara e precisa e non ossono esserci fraintendimenti.
Quando c'è scritto, significa che il prodotto è interamente progettato e costruito in Italia.
Se compro una calzatura da trekking della S.C.A.R.P.A, so con certezza che è prodotta a Treviso. Poi ok, anche loro hanno stabilimenti in Romania ma se c'è scritto Made in Italy, quella calzatura è uscita dallo stabilimento di Treviso e non da quello in Romania. E sono anche disposto a pagarla di più, perché posso permettermelo e perché chi lavora per produrla vive nel mio paese, prende uno stipendio, ha un mutuo e famiglie da mantenere.
E la stessa cosa vale per molti altri prodotti plastici in commercio tra cui i giocattoli. In Italia c'è un'azienda che produce giocattoli in plastica dal 1967.


Quote:
Originariamente inviato da fonte azienda
"Si passa poi alla progettazione e realizzazione dello stampo, ai test di qualità e alla certificazione del prodotto da parte dell'ISTITUTO DI SICUREZZA DEL GIOCATTOLO. La produzione in serie a mezzo di presse automatiche utilizza materie prime di qualità.
Questo è il vero MADE IN ITALY, fatto con passione per la ricerca e voglia di crescere, espressione di una filosofia aziendale che trova una costante conferma nella nostra presenza nei mercati mondiali."
Sono quelli che vedi spesso in spiaggia e che tutti i bambini usano. Non è difficile trovarli in vendita nei supermercati. Il problema è che quasi nessuno prende in mano il giocattolo, lo gira e guarda chi lo ha prodotto.
Tutti guardano solo a spendere il meno possibile.


Quote:
Originariamente inviato da chaosblade Guarda i messaggi
Sulle inserzioni online dovrebbe diventare obbligatorio indicare il paese di produzione
Dovrebbe essere obbligatorio ovunque questo tipo di informazione.
E possibilmente non scritta in Braille, ma a caratteri che vede chiunque!
__________________
Le Dolomiti: The Grand Tour. 150KM, 4354MT D+ Gardena, Pordoi, Sella, Giau, Falzarego

Ultima modifica di Svelgen : 23-07-2021 alle 07:48.
Svelgen è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top giustificano il prezzo? La recensione Sony Xperia 1 III: display e fotocamera al top g...
Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming Psychonauts 2: la psicologia incontra il gaming
Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior smartwatch per gli Android! La recensione Samsung Galaxy Watch4: è lui il miglior s...
Un viaggio in Tesla dal nord alla Sicilia, senza Supercharger e spendendo 50 euro Un viaggio in Tesla dal nord alla Sicilia, senza...
Ghost of Tsushima: Director's Cut, le meraviglie di Iki su PS5 - Recensione Ghost of Tsushima: Director's Cut, le meraviglie...
Dahua, telecamere di sicurezza Full-Colo...
Surface Go 3 ufficiale: nuovi processori...
Microsoft Surface Laptop Studio è...
Microsoft annuncia Surface Duo 2: ecco l...
iPhone 13 Pro: ecco l'UNBOXING! E il con...
Intel, le CPU Xeon Sapphire Rapids nei s...
Salesforce (a emissioni zero) presenta l...
Nuovo Surface Pro 8 ufficiale con displa...
Alla guida di DS 3 Crossback E-Tense: se...
Overwatch 2: il produttore esecutivo las...
Nutanix punta tutto sul multicloud ibrid...
Windows 11, meno spazio su disco utilizz...
Hongguang Mini EV: l'auto elettrica comp...
Arriva in Italia la piccola soundbar LG ...
ASUS ROG Zephyrus S17 in Italia con pote...
NTLite
Google Chrome Portable
Iperius Backup
Opera Portable
Opera 79
Radeon Software Adrenalin 21.9.2 beta
Chromium
iTunes 12
PassMark BurnInTest Windows Edition
OCCT
Driver NVIDIA GeForce 472.12 WHQL
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Standard
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 06:09.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www3v
1