Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Networking e sicurezza > Internet e provider

Aorus 17G XB, l'approccio di Gigabyte al mondo dei notebook gaming
Aorus 17G XB, l'approccio di Gigabyte al mondo dei notebook gaming
Abbiamo avuto l'opportunità di provare l'Aorus 17G XB di Gigabyte, un prodotto che non arriverà in Italia ma che incarna l'approccio dell'azienda taiwanese al settore dei portatili da gioco. Si tratta di un notebook interessante, forte di una CPU Core i7-10875H, una GPU RTX 2070 Super Max-Q e 16 GB di RAM. Non esente da pecche, è comunque un prodotto indubbiamente in grado di soddisfare il gamer più esigente.
Ryzen 9 3900XT, Ryzen 7 3800XT e Ryzen 5 3600XT: aspettando Zen 3
Ryzen 9 3900XT, Ryzen 7 3800XT e Ryzen 5 3600XT: aspettando Zen 3
A un anno esatto dal debutto dei Ryzen 3000, AMD rinnova la gamma con i modelli Ryzen 9 3900XT, Ryzen 7 3800XT e Ryzen 5 3600XT. Si tratta di CPU basate sulle stesse fondamenta dei Ryzen 3000, con 100 o 200 MHz in più di clock di boost. In questo modo aumentano, leggermente, le prestazioni con i carichi single-thread. Si tratta di una novità che non sconvolge il mercato e che fa da preambolo all'arrivo dei Ryzen 4000 nell'ultima parte dell'anno.
Hasselblad X1D II 50C, medio formato agile ed elegante – la recensione
Hasselblad X1D II 50C, medio formato agile ed elegante – la recensione
Hasselblad ha creato, con la X1D II 50C, uno splendido oggetto di design che, guarda caso, produce anche immagini di grandissima qualità. È snella, e può facilmente uscire dallo studio, ma i contesti dinamici non le sono congeniali. 
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 11-02-2018, 17:37   #61
openboot
Member
 
Iscritto dal: Jan 2018
Messaggi: 150
thread errato

Ultima modifica di openboot : 09-07-2018 alle 10:00. Motivo: edit
openboot è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 18:46   #62
RobyBob
Bannato
 
Iscritto dal: Jun 2014
Messaggi: 268
https://www.hwupgrade.it/forum/showp...6&postcount=88

Ultima modifica di RobyBob : 27-02-2018 alle 08:50.
RobyBob è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 19:34   #63
RobyBob
Bannato
 
Iscritto dal: Jun 2014
Messaggi: 268
Nasce l’alleanza per la libertà di scelta

https://www.corrierecomunicazioni.it...iberta-scelta/

Speriamo serva a qualcosa.... e che non sia l'ennesita trovata all'italiana, ovvero UCAS (Ufficio Complicazione Affari Semplici)
RobyBob è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 20:03   #64
tarun
Senior Member
 
Iscritto dal: Jun 2002
Città: Santena
Messaggi: 736
Gli ISP devono comunicare i dati di autenticazione in chiaro come già avviene per gli APN dei cellulari e rispettare gli standard di tlc
e non mi vengano a dire che il voip è un servizio speciale, è un servizio come un altro e deve rispettare uno standard idem per le xdsl.
La Tim inoltre giustifica il prezzo esorbitante dei sui apparati in vendita con un servizio "garanzia" e "assistenza"...
Mi lascino scegliere quale servizio di assistenza pagare.
Ma è una presa per il C....O perchè non si tratta di un canone di affitto dove in caso di guasto ti viene cambiato al volo ma devi spedirlo o portarlo te nei centri autorizzati ed intanto stai senza internet e fonia.
Ciliegina sulla torta questi apparati il cui prezzo viene indicato come clausola nei contratti è molto alto fino a 250€ poi opportunamente scontato a seconda dell offerta; ma guai a voi se disdite anzitempo il contratto con l isp , il modem allora ve lo fanno pagare per intero e dopo se non siete pratici potete pure buttarlo nel cesso tanto funziona solo con quell'operatore.
se poi siete cosi sadici da voler tornare da mamma Troia sappiate che non esiste un contratto senza vendita abbinata
Ultimo ma sicuramente l'aspetto piu delicato e anche il piu trascurato Gli ISP avendo un controllo diretto del router possono avere accesso alla nostra lan, certo credo che non succederà mai, inoltre io non ho segreti scottanti e quindi sono relativamente tranquillo.
Ma se degli hacker trovassero il modo di aggiornare il firmware dei nostri router simulando la telegestione degli isp .. magari con la complicita di qualche dipendente interno? direte che sono un po paranoico, magari solo per avere dati utili ad un indagine di mercato da rivendere......
Mi pare che in Germania abbiano avuto un problema di attacco hacker diffuso molto simile utilizzando la fragilità dei router di un isp.
Se L'ISP vuol vendere i sui apparati ben venga ci mancherebbe ma lasci a chi non lo vuole la libertà di scelta e ne scorpori il prezzo da fantomatici servizi di assistenza.
tarun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 20:08   #65
tarun
Senior Member
 
Iscritto dal: Jun 2002
Città: Santena
Messaggi: 736
Quote:
Originariamente inviato da RobyBob Guarda i messaggi
Gli ISP devono dichiarare pubblicamente ed esplicitamente quali marche e modelli di modem/router in commercio (EU) sono compatibili con la propria rete.
Gli ISP devono anche fornire le caratteristiche della propria rete ai vari costruttori di modem/router affinchè anch'essi possano dichiarare pubblicamente le medesime compatibilità.
e sufficiente che rispettino gli standard di telecomunicazione e devono essere puniti nel caso sviluppino firmware adhock per svantagiare la libera impresa.
vedi problema firmware dslam nokia( ALCATEL LUCENT) 200MB con AVMFRITZ 7590
tarun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 20:13   #66
attackment
Senior Member
 
L'Avatar di attackment
 
Iscritto dal: Mar 2005
Città: Backnang
Messaggi: 4494
in Germania è da un bel pezzo che il router è libero :
__________________
bah.... no comment
attackment è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 21:11   #67
openboot
Member
 
Iscritto dal: Jan 2018
Messaggi: 150
edit

Ultima modifica di openboot : 09-07-2018 alle 10:00.
openboot è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 21:18   #68
animalenotturno
Senior Member
 
L'Avatar di animalenotturno
 
Iscritto dal: Jun 2008
Città: Siena
Messaggi: 2584
è inaccettabile che le compagnie usino i modem per vincolare i clienti per 4 anni, oltretutto certe somme sono fuori mercato se consideriamo la qualità dei prodotti venduti. E' una battaglia più che giusta
__________________
animalenotturno è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 21:19   #69
openboot
Member
 
Iscritto dal: Jan 2018
Messaggi: 150
edit

Ultima modifica di openboot : 09-07-2018 alle 10:00.
openboot è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 22:02   #70
openboot
Member
 
Iscritto dal: Jan 2018
Messaggi: 150
Quote:
Originariamente inviato da animalenotturno Guarda i messaggi
è inaccettabile che le compagnie usino i modem per vincolare i clienti per 4 anni, oltretutto certe somme sono fuori mercato se consideriamo la qualità dei prodotti venduti. E' una battaglia più che giusta
Finalmente c'è qualcuno che affronta l'argomento della pluriannualità dei contratti. Proprio una delle prime cose che ho notato alla prima lettura dell'Allegato B.
Discussione molto più complessa di come sembra a prima vista. Il primo collegamento che rilevo è quello con l'obsolescenza programmata dei router. Ripassando la storia dei modem/router "obbligatori", facendo leva sull'obsolescenza rapida dei controller WIFI inclusi nei vari modelli di apparati i geni dell' ISP sono riusciti a ribaltare il rapporto con la clientela che inizialmente prevedeva la gratuità dell'oggetto compensata con setup bloccato e soppressione di quasi tutte le funzioni port forwarding, DMZ, advanced routing, VLAN, syslog e soprattutto fonia in Voip, (nel senso che c'era e dovevi per forza tenertelo come era) seguita poi dal WOWFI e dall'offerta di router WIFI "apparentemente" gratuiti e consegnati a domicilio che funzionavano poco e male, fino ad oggi che il router è uno e solo quello, lo devi pagare a rate e poi te lo devi tenere, mentre le limitazioni di personalizzazione e configurazione rimangono quasi tutte. E il bello è che tale ISP è una delle poche che assegna a tutti un indirizzo IP pubblico non nattato e molto spesso statico e tutto gratuito. Peccato che senza un altro router, scelto e comprato dal cliente e messo nella celeberrima "cascata", te ne puoi fare ben poco (sempre se non metti un PC acceso giorno e notte a fare il "terminale") -edit: sono in commercio i PC miniaturizzati MintBox2 con l'ultima distro linux Mint. Guardate il prezzo.
E così invece di pianificare l'obsolescenza di un solo apparecchio te ne trovi due, se non tre, di uno dei quali non sai neanche l'ombra di un dato di specifica.
E quando decide, per la libera concorrenza di mercato, di cambiare operatore l'unica cosa che il cliente vorrebbe fare di questo ultimo apparato è darglielo dentro alla compagnia. Ma allora dove sta la convenienza nei contratti pluriennali?

Altra cosa legata alla pluriannualità: l'ubicazione del modem-router dentro gli alloggi.
Nei documenti qui discussi si può notare che si definisce la posizione dell'interfaccia per le reti mobili come variabile, mentre quella per le reti internet residenziali cablate sono fissate.
Fissate si, ma perchè intoccabili?
Vi sembra coerente o un parossismo che siano in vigore incentivi alla ristrutturazione e contratti vincolanti di 4 o piu anni per gli impianti di telecomunicazioni? Come si fa a pianificare?

Ultimo aspetto sui periodi lunghi: il cambio di tecnologia delle linee di infrastruttura dette "ultimo miglio".
Da me ho contato circa 13 anni quelli che sono passati prima di rivedere qualcuno che si occupasse dei cavi di fibra ottica. E questo a tutti i livelli: per 13 anni non si è mosso nessuno nè per la linea in strada, nè per quella di condominio, nè per la "borchia" dentro l'alloggio. Ogni iniziativa era solo del cliente finale per ogni problema. Non c'è stata cura di quello che veniva realizzato oppure si curava nei primi due anni dall'esecuzione dell'opera e poi tutto all'abbandono. Addirittura per un decennio si cercava solo di "bloccare" ogni rimostranza o critica da parte della clientela. Un decennio della vita di una persona non si può condizionare, è inaccettabile. Se poi uno decidesse banalmente di dipingere le pareti o cambiare i mobili? Potrebbe essere una violazione dei contratti telefonici? I costi della manutenzione straordinaria sono a suo carico?

Ultima modifica di openboot : 09-07-2018 alle 10:14. Motivo: edit
openboot è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 11-02-2018, 22:44   #71
hockey
Bannato
 
Iscritto dal: Aug 2008
Città: Vittima del digital divide
Messaggi: 1262
openboot la tua battaglia è ammirevole ma cazzo siamo in italia, la ggggente non vuole che gli tocchino la casa per la borchia della fibbbra, la stessa ggggente che vuole pagare a tutti i costi con le monetine al bar "perché delle bbbbanche non mi fido" e compagnia bella, e tu vuoi parlare di DMZ e port forwarding?
Ci trattano da analfabeti perché SIAMO analfabeti.
hockey è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 09:25   #72
fra55
Senior Member
 
L'Avatar di fra55
 
Iscritto dal: Jan 2003
Messaggi: 2300
Scusate voi come rispondete all'allegato B?
Compilate un word che inviate tramite PEC?
__________________
"E' una bella prigione,il mondo "
fra55 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 14:26   #73
RobyBob
Bannato
 
Iscritto dal: Jun 2014
Messaggi: 268
Quote:
Originariamente inviato da fra55 Guarda i messaggi
Scusate voi come rispondete all'allegato B?
Compilate un word che inviate tramite PEC?
Credo convenga inserire domande e risposte all'interno della PEC, senza allegare nulla....
Almeno questo è quello che farò io.....

Se proprio vuoi inserire un file sarebbe meglio un PDF/A (non modificabile) che però teoricamente andrebbe anche firmato digitalmente....
Io non ho la firma digitale, quindi come accennato inserirò domande e risposte direttamente nella PEC facendo riferimento ai documenti AGCOM

Userò la bozza di risposte postata l'altro giorno qui... salvo integrazioni o correzioni a seguito delle varie discussioni/proposte che verranno fatte in questo thread

Ultima modifica di RobyBob : 12-02-2018 alle 14:28.
RobyBob è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 14:49   #74
fra55
Senior Member
 
L'Avatar di fra55
 
Iscritto dal: Jan 2003
Messaggi: 2300
Quote:
Originariamente inviato da RobyBob Guarda i messaggi
Credo convenga inserire domande e risposte all'interno della PEC, senza allegare nulla....
Almeno questo è quello che farò io.....

Se proprio vuoi inserire un file sarebbe meglio un PDF/A (non modificabile) che però teoricamente andrebbe anche firmato digitalmente....
Io non ho la firma digitale, quindi come accennato inserirò domande e risposte direttamente nella PEC facendo riferimento ai documenti AGCOM

Userò la bozza di risposte postata l'altro giorno qui... salvo integrazioni o correzioni a seguito delle varie discussioni/proposte che verranno fatte in questo thread
Ok grazie del chiarimento
__________________
"E' una bella prigione,il mondo "
fra55 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 15:41   #75
openboot
Member
 
Iscritto dal: Jan 2018
Messaggi: 150
Quote:
Originariamente inviato da RobyBob Guarda i messaggi
Credo convenga inserire domande e risposte all'interno della PEC, senza allegare nulla....

Se proprio vuoi inserire un file sarebbe meglio un PDF/A (non modificabile) che però teoricamente andrebbe anche firmato digitalmente....
Niente allegati e niente firme digitali. Se AGCOM a Roma o comunque in "centrale" lavora come i vari CO.RE.COM. allora non solo non leggono gli allegati ma non sono in grado di aprire i PDF firmati digitalmente.

Ultima modifica di openboot : 09-07-2018 alle 10:01.
openboot è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 16:28   #76
fra55
Senior Member
 
L'Avatar di fra55
 
Iscritto dal: Jan 2003
Messaggi: 2300
Quote:
Originariamente inviato da openboot Guarda i messaggi
Niente allegati e niente firme digitali. Se AGCOM a Roma o comunque in "centrale" lavora come i vari CO.RE.COM. allora non solo non leggono gli allegati ma non sono in grado di aprire i PDF firmati digitalmente.

Di certo la miglior cosa sarebbe riuscire a conoscere il formato di invio che utilizzano i rappresentanti delle "grosse" organizzazioni, per evitare che per la sorpresa del numero esorbitante di partecipanti pensino di limitare il lavoro cestinando tutte le nostre risposte con una banale regola.
Chi ha un amico avvocato può tentare di farsi dare la dritta.
Proverei a scrivere direttamente ad AGCOM, rispondono in tempi brevi alle mail.
__________________
"E' una bella prigione,il mondo "
fra55 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 12-02-2018, 17:13   #77
tarun
Senior Member
 
Iscritto dal: Jun 2002
Città: Santena
Messaggi: 736
IL pdf è la cosa migliore ma niente documenti firmati digitalmente perchà tanto ci passiamo come utilizzatori finali mica cerchiamo di farci passare per provider .
L'agcom risponde anche alle semplici mail ma per questa consulta ha richiesto la pec e quindi non saprei.
Gia me li vedo ad organizzare tutte le risposte pervenute.
forse e meglio rispondere punto per punto cosi loro riescono a organizzare meglio le risposte

Ultima modifica di tarun : 12-02-2018 alle 17:15. Motivo: integrazione
tarun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-02-2018, 07:59   #78
fra55
Senior Member
 
L'Avatar di fra55
 
Iscritto dal: Jan 2003
Messaggi: 2300
Quote:
Originariamente inviato da tarun Guarda i messaggi
IL pdf è la cosa migliore ma niente documenti firmati digitalmente perchà tanto ci passiamo come utilizzatori finali mica cerchiamo di farci passare per provider .
L'agcom risponde anche alle semplici mail ma per questa consulta ha richiesto la pec e quindi non saprei.
Gia me li vedo ad organizzare tutte le risposte pervenute.
forse e meglio rispondere punto per punto cosi loro riescono a organizzare meglio le risposte
No intendevo, chiedere chiarimenti via mail riguardo alla modalità di risposta.
__________________
"E' una bella prigione,il mondo "
fra55 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-02-2018, 10:35   #79
davi92
Senior Member
 
Iscritto dal: Jun 2017
Città: Catania
Messaggi: 418
Quote:
Originariamente inviato da openboot Guarda i messaggi
Finalmente c'è qualcuno che affronta l'argomento della pluriannualità dei contratti. Proprio una delle prime cose che ho notato alla prima lettura dell'Allegato B.
Discussione molto più complessa di come sembra a prima vista. Il primo collegamento che rilevo è quello con l'obsolescenza programmata dei router. Facendo la storia dei contratti Fastweb, facendo leva sull'obsolescenza rapida dei controller WIFI inclusi nei vari modelli di apparati sono riusciti a ribaltare il rapporto con la clientela che inizialmente prevedeva la gratuità dell'oggetto compensata con setup bloccato e soppressione di quasi tutte le funzioni port forwarding, DMZ, advanced routing, VLAN, syslog e soprattutto fonia in Voip, (nel senso che c'era e dovevi per forza tenertelo come era) seguita poi dal WOWFI e dall'offerta di router WIFI sedicenti gratuiti che funzionavano poco e male, fino ad oggi che il router è uno e solo quello, lo devi pagare a rate e poi te lo devi tenere, mentre le limitazioni di personalizzazione e configurazione rimangono quasi tutte. E il bello è che Fastweb è una dele poche compagnie che assegna a tutti un indirizzo IP pubblico non nattato e molto spesso statico e tutto gratuito. Peccato che senza un altro router, scelto e comprato dal cliente e messo nella celeberrima "cascata", te ne puoi fare ben poco (sempre se non metti un PC acceso giorno e notte a fare il "terminale").
E così invece di pianificare l'obsolescenza di un solo apparecchio te ne trovi due, se non tre, di uno dei quali non sai neanche l'ombra di un dato di specifica.
E quando decide, per la libera concorrenza di mercato, di cambiare operatore l'unica cosa che il cliente vorrebbe fare di questo ultimo apparato è darglielo dentro alla compagnia "sui denti". Ma allora dove sta la convenienza nei contratti pluriennali?

Altra cosa legata alla pluriannualità: l'ubicazione del modem-router dentro gli alloggi.
Nei documenti qui discussi si può notare che si definisce la posizione dell'interfaccia per le reti mobili come variabile, mentre quella per le reti internet residenziali cablate sono fissate.
Fissate si, ma perchè intoccabili?
Vi sembra coerente o un parossismo che siano in vigore incentivi alla ristrutturazione e contratti vincolanti di 4 o piu anni per gli impianti di telecomunicazioni?
Tra l'altro esiste un decreto concorrenza che impone il vincolo massimo sia per le offerte che per i dispositivi massimo di 24 mesi.

http://www.dday.it/redazione/24280/o...no-lo-rispetta

Quindi attualmente tutti i contratti sono fuori legge, è il modem viene semplicemente usato come vincolo/penale.
davi92 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 13-02-2018, 12:07   #80
RobyBob
Bannato
 
Iscritto dal: Jun 2014
Messaggi: 268
Quote:
Originariamente inviato da davi92 Guarda i messaggi
Tra l'altro esiste un decreto concorrenza che impone il vincolo massimo sia per le offerte che per i dispositivi massimo di 24 mesi.

http://www.dday.it/redazione/24280/o...no-lo-rispetta

Quindi attualmente tutti i contratti sono fuori legge, è il modem viene semplicemente usato come vincolo/penale.
Interessante.... mi era sfuggita....
Grazie ! Ho aggiornato la risposta alla D12 inserendo anche questo particolare

https://www.hwupgrade.it/forum/showt...2836939&page=2

Invito tutti a segnalare integrazioni/correzioni alla bozza di risposte di cui sopra
che ognuno sarà poi libero di inviare ad AGCOM via PEC (con un semplice copia/incolla)

PEC AGCOM: agcom@cert.agcom.it
CC: dsd.regolamentazione@agcom.it (AGCOM chiede di anticipare la PEC anche a questo indirizzo)

Oggetto: "Consultazione pubblica concernente possibili misure per la libera scelta di apparecchiature terminali”

Inserire nella PEC anche i propri dati: nome, cognome, indirizzo, codice fiscale
e di seguito incollare Damande e risposte

Ultima modifica di RobyBob : 13-02-2018 alle 12:25.
RobyBob è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Aorus 17G XB, l'approccio di Gigabyte al mondo dei notebook gaming Aorus 17G XB, l'approccio di Gigabyte al mondo d...
Ryzen 9 3900XT, Ryzen 7 3800XT e Ryzen 5 3600XT: aspettando Zen 3 Ryzen 9 3900XT, Ryzen 7 3800XT e Ryzen 5 3600XT:...
Hasselblad X1D II 50C, medio formato agile ed elegante – la recensione Hasselblad X1D II 50C, medio formato agile ed el...
HUAWEI P40 Pro+: costa tanto ma fa foto incredibili. La recensione HUAWEI P40 Pro+: costa tanto ma fa foto incredib...
Samsung Galaxy Book S: l'always connected PC ha ARM e connettività LTE Samsung Galaxy Book S: l'always connected PC ha ...
NVIDIA vale più di Intel, almeno ...
Microsoft Teams: la modalità Toge...
Fujitsu, la nuova normalità dopo ...
Il virtual desktop secondo NVIDIA
Apple supporterà Thunderbolt con ...
Pentium e Celeron 'Gemini Lake', Intel h...
Le offerte Amazon di oggi: sconti su iPh...
Gigabyte, nuovi BIOS per piattaforme AMD...
4box annuncia la presa shuko con caricat...
Windows 10 May 2020 Update ancora blocca...
Garmin sfrutta il sole per espandere le ...
100GB di Internet e tutto illimitato a s...
Mafia: Definitive Edition non più previs...
Alexa, Siri e Google Assistant attivati ...
Intel annuncia Thunderbolt 4: oltre lo s...
Opera Portable
Opera 69
Process Lasso
Dropbox
NOD32
SmartFTP
Skype
BurnAware Free
ICQ
3DMark
GeForce Experience
Chromium
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
K-Lite Codec Pack Update
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 13:06.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v