Torna indietro   Hardware Upgrade Forum > Componenti Hardware > Schede audio, altoparlanti, software e codec audio

Samsung Galaxy S21, S21+ S21 Ultra: eccoli nella nostra video anteprima!
Samsung Galaxy S21, S21+ S21 Ultra: eccoli nella nostra video anteprima!
Siamo riusciti ad andare al quartier generale di Milano dove Samsung ci ha permesso di mettere le mani su tutte e tre le versioni dei nuovi smartphone Galaxy S21, S21+ e S21 Ultra. Tre diverse versioni proprio come tre erano gli smartphone lo scorso anno con la serie Galaxy S20. Ecco come sono fatti.
ASUS ZenBook Duo UX482: due schermi e tanta autonomia
ASUS ZenBook Duo UX482: due schermi e tanta autonomia
La nuova gamma di notebook ASUS per il 2021 vede il ritorno di modelli con due schermi, capaci di offrire un livello di produttività ancora più elevato dello standard. ZenBook Duo UX482 abbina uno schermo da 14 pollici Full HD al nuovo ScreenPad +, tutto su piattaforma Intel EVO con processore Core i7 Tiger Lake. Tanta potenza, dimensioni contenute e autonomia con batteria da vendere
Sony FE 35mm F1.4 GMaster, grande risoluzione e sfocato eccellente. La recensione
Sony FE 35mm F1.4 GMaster, grande risoluzione e sfocato eccellente. La recensione
Sony introduce per le sue mirrorless full frame un 35mm della famiglia GMaster, che si distingue per l'elevatissimo potere risolvente e l'eccellente resa dello sfocato.
Tutti gli articoli Tutte le news

Vai al Forum
Rispondi
 
Strumenti
Old 15-04-2002, 11:09   #1
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
E' utile usare schede costose sul PC ?

Cari Horobi e Spregn
visto che il tema langue vorrei lanciare questo "sottofilone" (spesso molto discusso):

- E' opportuno spendere una cifra elevata per una scheda audio con ingressi analogici su un PC con lo scopo di fare HDD recording? -

Do la mia risposta:

NO

La motivo:

Il PC è un ambiente particolarmente ostile per gli ingressi analogici . Ci sono dentro troppi rumori. Per cui anche una scheda "di valore" avrebbe il rischio di vedere rovinate le sue prestazioni dai rumori indotti. E questo è ancora più vero quando si va a campionare a 24 bit. Ci rendiamo conto di dove si trova il bit meno significativo??? Penso non sia facile proteggerlo dai rumori neanche in una scatola separata che andrà costruita con particolare attenzione e con gli stadi di alimentazione o in un'altra scatola ancora o in una sezione potentemente schermata.
I rumori indotti sono inoltre una variabile "impazzita" dipendendo anche da fattori empirici come "la posizione della scheda" dentro il PC.

Risultato se si vogliono fare le cose in modo serio occorre convertire il segnale (da analogico in digitale) fuori dal PC e quindi inserirlo nel PC. Se alla fine si produce un CD non ci sarà il problema di come "tirarlo" fuori dal PC.


Che ne pensate?
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 11:33   #2
fabry74
Senior Member
 
L'Avatar di fabry74
 
Iscritto dal: Feb 2000
Città: Milano
Messaggi: 1173
il tuo discorso in linea teorica non fa' una grinza....

nel lato pratico passare da una Sb live! (30 euro) ad una DMX 6 fire (230 euro) ti fa' cambiare proprio tutto !!!

1) se campioni a 24 bit puoi registrare senza stare troppo a guardare quanto e' grande il segnale da registrare.
2) cmq 24 bit e' meglio di 16... non c'e' solo il rumore ma anche l'ALIASING !!!
3) io ho un Athlon 1400, il massimo di calore da dissipare... una ventola da 5000 giri, una geffo 4 MX con ventola, eppure tutti sti disturbi NELLA registrazione non gli sento....
fabry74 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 18:16   #3
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
per Fabry 74

Stiamo parlando di sistemi dove i disturbi sone oltre la fascia dell'udibilità. Mentre nel PC i disturbi analogici sono all'ordine del giorno. Pensa solo all'alimentatore switching!

Già i normali 16 bit richiedono sistemi Hi-Fi di fascia alta (tutto schermato, percorsi segnale appositamente studiati, spesso amplificazione in classe "A" pura) per sentire i disturbi e CD di qualità che oggi non esistono quasi più. Ti basta dire che tutta l'informazione di un CD pop di oggi sta benissimo in 12 bit.

Quindi puoi capire che per apprezzare i 24bit l'orecchio e un PC possono non bastare.

Facciamo qualche esempio:

1 - tu parli del volume di registrazione. Bene supponiamo di prenderci ben 12 db di margine: è una cosa esagerata anche per un operatore di registrazione maldestro. Avrai bruciato 2 bit dei 16. Te ne rimangono 14 . Più che sufficienti per fare un CD migliore di quelli in circolazione; più di quello che un buon microfono (diciamo da mezzo milione ti può dare in HD live recording); molto di più di quello che ti può dare un disco in vinile o, peggio, una vecchia cassetta.

2 - i 24 bit sono utili sicuramente per elaborare. Se uno deve applicare più volte di seguito filtri audio particolarmente complessi un po' di distorsione potrebbe arrivare ai bit udibili. Ma per questo tutti i programmi (Sound forge, Wavelab) lavorano già (internamente) da un pezzo a 24 bit e qualcuno anche a 32 (che poi non servono).


La differenza che tu senti con la scheda non la metto in dubbio ma può essere dovuta a mille effetti. Ad esempio al carico in uscita sulla presa line dell'amplificatore che usi. Per esempio la Terratech potrebbe avere un'impedenza d'uscita più bassa e pilotare meglio un amplificatore non particolarmente ben progettato.
Potresti anche essere quel caso fortunato (NON DICO QUANTO SEGUE IN SENSO IRONICO!) in cui la scheda è finita nell'unico punto del tuo PC dove i disturbi elettromagnetici, diciamo, si compensano. Poi lo stereo che hai messo ad amplificare è una cosa galattica (Mark Levinson o simile) e le casse sono da migliaia di euro. Tu sei giovane ed hai un orecchio perfetto.
Bene in questo caso forse qualche differenza si può sentire; ma non mi dire che un ascoltatore comune con un amplificatore e casse da poce centinaia di euro sente la differenza.
Vuol dire che c'era una scheda audio guasta!

A quel punto ecco il contrasto: per sentire i benefici di 24 bit ci vuole un impianto da migliaia (tante) di euro. Per poi infilare e sfilare il segnale analogico da un PC!!!: ORRORE!
Chi spende tanto ed è capace di apprezzare non seguirà questa strada.


Fra non molto vedrai che usciranno schede a 32 bit (qualcuno si ricorda i bit degli scanner?).
Spero vivamente che non ci sarà di nuovo qualcuno che dice che suonano meglio.
L'industria corre a mille miglia, più delle nostre necessità e ci vuole convincere che abbiamo bisogno di cose che in realtà sono inutili e servono solo a loro per vendere.

Vi ricordate, per rimanere nel campo Hi-Fi, i piattelli stabilizzatori da mettere sopra i CD per sentire meglio? costavano anche 100 euro.
Vi ricordate i cavi speciali da "nababbi" per collegare i componenti Hi-Fi?
Qualcuno si ricorda l'evoluzione dei CD Player dai primi a 14 bit della Philips a quelli di oggi con 20 bit (o forse di più non sono più aggiornato) ? Ebbene tutta questa evoluzione ha provocato delle differenze appena udibili ed inferiori a quelle che si erano avute in una generazione di testine dei vecchi giradischi.

Ma produttori e riviste non potevano certo dirci che suonano più meno tutti uguali o che le differenze erano minime ed apprezzabili solo fra prodotti distanti "generazioni" di produzione.

Secondo me il taglio giusto per audio su PC deve essere 100-150 Euro. Chi vuole e può spendere molto di più, chi ha un orecchio da campione ed un impianto stereo da Sceicco DEVE relegare il PC alla parte puramente digitale e lasciare le conversioni A/D e D/A "lontane" dal PC in "scatole" progettate per lo scopo.

Solo a titolo di esempio sappiamo tutti che l'alimentazione tipo switching è completamente bandita dalle apparecchiature Hi-Fi proprio per i disturbi di cui è irrimediabilmente portatrice.

Saluti
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 18:18   #4
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
per Fabry 74

Scusa solo un aggiunta importante.

La SB Live che tu citi è un caso a se essendo, forse la scheda più frusciante che ha fatto la Creative.

Per la fascia bassa io ho usato una normale SB128 o il chipset5800 che sta nelle schede madre.

Prova e vedrai che risultati, per veramente poche lire.
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 19:53   #5
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
Re: E' utile usare schede costose sul PC ?

Quote:
Originariamente inviato da pippocalo
[b]Cari Horobi e Spregn
visto che il tema langue vorrei lanciare questo "sottofilone" (spesso molto discusso):

- E' opportuno spendere una cifra elevata per una scheda audio con ingressi analogici su un PC con lo scopo di fare HDD recording? -

Do la mia risposta:

NO

La motivo:

Il PC è un ambiente particolarmente ostile per gli ingressi analogici . Ci sono dentro troppi rumori. Per cui anche una scheda "di valore" avrebbe il rischio di vedere rovinate le sue prestazioni dai rumori indotti. E questo è ancora più vero quando si va a campionare a 24 bit. Ci rendiamo conto di dove si trova il bit meno significativo??? Penso non sia facile proteggerlo dai rumori neanche in una scatola separata che andrà costruita con particolare attenzione e con gli stadi di alimentazione o in un'altra scatola ancora o in una sezione potentemente schermata.
I rumori indotti sono inoltre una variabile "impazzita" dipendendo anche da fattori empirici come "la posizione della scheda" dentro il PC.

Risultato se si vogliono fare le cose in modo serio occorre convertire il segnale (da analogico in digitale) fuori dal PC e quindi inserirlo nel PC. Se alla fine si produce un CD non ci sarà il problema di come "tirarlo" fuori dal PC.


Che ne pensate?
ma nn ne avevamomo già ampiamente discusso di questo annoso problema.............................
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 20:00   #6
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
Quote:
Originariamente inviato da fabry74
[b]


2) cmq 24 bit e' meglio di 16... non c'e' solo il rumore ma anche l'ALIASING !!!
l'aliasing è un fenomeno ke riguarda la frequenza di campionamento
ciaooooooooooooo
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 15-04-2002, 20:37   #7
spregn
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2001
Città: rovigo
Messaggi: 2010
x PippoCalo..

toglimi una curiosità , hai percasi un impianto Hi-Hend dà oltre 50.000€..???
o lavori nel campo audio..??

l'avevo chiesto più volte però nn mi hai mai dato risposta...:o

ciaoo..
spregn è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 00:30   #8
fabry74
Senior Member
 
L'Avatar di fabry74
 
Iscritto dal: Feb 2000
Città: Milano
Messaggi: 1173
riguardo all'aliasing, mi ricordo che sia la differenza tra un segnale continuo e l'approssimazione della sua rappresentazione digitale.
("sistemi" in 3 superiore...)

poco importa che lo conti sull asse X (la frequenza di campionamento) o quella Y ( il numero di "livelli", 65536 per 16bit)
il difetto e' li' a guardarti....

x pippocalo

non sono d'accordo mi spiace, i disturbi non mi sembrano cosi' marcati.

certo potrei fare tutto con una SB128...

sai nel 94 ho speso una follia (600.000 lire) per l' AWE32 solo per fare midi, adesso ho speso molto meno per la Terratec avendo:

bassa latenza (6 ms)
driver ASIO e GSIF
24 bit 96 Khz

come spiegato prima se campioni a 24 bit hai + livelli quindi il suono sara' migliore, che poi non si senta ne dibattevo mesi fa' qua' sul forum, ma visto il prezzo mi tengo i 24 bit e non ci perdo tempo....

per i rumori e' ovvio che le mie registrazioni saranno sempre difettate dal rumore del PC, ma la qualita' di tutto il resto aumenta con la terratec....

Ho fatto molte canzoni della mia band con la Live! e l'ultimo dei miei problemi e' il rumore delle interferenze....

per la sb128.... prova ad usare cubase in realtime....

ad esempio oggi per dare un po' di atmosfera al mio chitarrista lo facevo suonare con un po' di delay in insert in REALTIME, io col basso avevo un po' di compressore giusto per eserci sempre....

con la live (e con la sb128) questo cose NON LE PUOI FARE !!! perche' la latenza e' di almeno 23 ms....


poco importa se il segnale rumore dei miei demo e' 40db... la qualita' rimane !

ma poi scusa tu guardi solo il mero S/N rumore calcolato dal numero di bit.... mah

rispondimi piuttosto sull aliasing che gia' ho tirato fuori....

" Avrai bruciato 2 bit dei 16. Te ne rimangono 14 . "

mah... hai mai sentito una canzone a 14 bit ????
fabry74 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 01:28   #9
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
sè voglimo parlare di aliasing dobbiamo partire da lontano ovvero dalla frequenza di campionamento.
la frequenza di campionamento e i bit impiegati nella conversione a/d sono parametri fondamentali per giudicare la qualità della conversione.
detto questo potrei in'oltre dire ke il teorema del campionamento definisce con esattezza la relazione ke intercorre fra frequenza di campionamento e larghezza di banda del segnale da campionare.

tale teorema (teorema di shannon)dice ke la frequenza minima di campionamento del segnale analogico deve essere almeno del doppio della massima frequenza contenuta nello spettro del segnale stesso
quindi potremmo dire ke per riprodurre fedelmente(o quasi) la periodicita di un seganale sinusoidale con un movimento di un ciclo per secondo dovremmo settare la frequenza di campionamento ad'almeno 2 cicli per secondo.

Il teorema del campionamento va quindi letto in questo modo: se si ha un segnale limitato in banda basta campionare ad una frequenza almeno doppia della banda del segnale
ecco perchè la frequenza di campionamento usata nei dispositivi
commerciali è di 44.1 khz che corrisponde a poco più del doppio della banda audio udibile dall'orekio umano(20 hz -20 khz) Campionare ad una frequenza ad esempio 10 volte superiore a 44.1 KHz corrisponde a aumentare di 10 volte almeno il costo delle apparecchiature, ad aumentare di 10 volte la memoria necessaria per la memorizzazione, a diminuire di 10 volte la capacità di memorizzazione dei nastri e dischi, senza ottenere
praticamente alcun beneficio viceversa campionare ad una frequenza inferiore di 10 volte a 44.1 KHz significa poter ricostruire fedelmente solo i segnali compresi nella banda 0 a 2.2
KHz, ovvero metà della frequenza di campionamento.
tutte le componenti a frequenza superiore verranno riprodotte in modo errato, ovvero come componenti a frequenza sempre compresa fra O e 2.2 KHz.
Questo fenomeno viene detto Aliasillg ovvero alterazione.
Se produciamo un suono digitale e ne modifichiamo la frequenza da 0 fino alla metà della
frequenza di campionamento, riprodurremo il suono senza alterazione, se
superianlo tale limite, il suono viene ribaltatò all'indietro in modo speculare
mentre la frequenza digitale aumenta, la frequenza analogica in uscita diminuisce
fino a raggiungere il valore O oltre il quale il suono si ribaltà di nuovo per risalire
in frequenza.
Il suono è, in poche parole, imprigionato all'interno della banda compresa
fra 0 e metà della frequenza di campionamento.
Per evitare il fenomeno dell'Aliasillg, si filtrano dal segnale d'ingresso
le componenti armoniche superiori alla metà della frequenza di campionamento.

scusatemi sè mi sono dilungato ma tutta questa pappardella devo conoscerla come le mie tasche,la prof. pretende il totale apprendimento delle cose da lei spiegate altrimenti sono cazzi da cagare!!!!!
ciaooooooooooo
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 01:31   #10
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
ki mi spiga il motivo per il quale la mia risposta è cosi mal disposta
ciaooooooooooo
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 12:24   #11
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
Qualche risposta

Non so se si era già parlato ma almeno è stato aperto il tema.

1 - per Spregn
Ho un impianto da 2000 euro ma possiedo amici, con regolare fissazione, che hanno impianti galattici. Inutile dire le discussioni che ci sono sugli aspetti di principio.
Al PC ho attaccato un impiantino da 200 euro; di più non si merita.


2 - per Fabry
tu non senti i disturbi del PC, o almeno non ti sembrano così marcati. Bene io sono con te. Ma proprio questo dimostra che se non sentiamo tali disturbi......vuol dire che le nostre orecchie, come dicono gli amici fissati, sono foderate di...... Quindi inutile spendere.

3 - Non entro nel merito di quello che "fisicamente" la SB non può fare. Avete ragione. Se serve Cubase con latenze basse è un'esigenza specifica e non la discuto.
Io parlavo del semplice HD recording di un segnale wav analogico in ingresso, niente di più.

4 - per Fabry
In accordo anche sul fatto che una Terratech non costa un'enormità e a quel punto 24 bit (anche se non è sicuro che servono) non fanno male. Il discorso cambia quando si va su schede professionali.
Ne ho viste addirittura con ingressi "bilanciati" e poi infilate dentro un PC...!!?? parliamo di schede da oltre 700 euro.
Nella mia critica mi riferisco più a queste ( e non perchè sono di qualità scadente ma perchè sono sprecate) che alla terratech che invece fa una concorrenza "onesta" allo strapotere Creative con prodotti validi a prezzi tali che si può ignorare tutto quanto ho detto.

5 - per Fabry
Le canzoni che sentiamo tutti i giorni con i CD moderni sono giusto a 12 bit. Ovvero la loro dinamica usa questi bit.
Poi se li guardi con un qualunque programma tipo Wavelab scopri che sono pure clippati (onda segata sullo 0 db) in più punti

6 - sull'aliasing niente da dire. Siete stati chiarissimi. Purtroppo i fissati sostengono che 44,1Khz del CD attuale non bastano più.
Oggi i nuovi standard vanno oltre sia come bit sia come frequenza di campionamento. Di sicuro serve per vendere facendoci buttare via tutto il parco attuale.
E questo mentre, ripeto ancora, la qualità dei CD (tradizionali) peggiora ogni giorno ed è molto lontana dallo sfruttare tutte le capacità acustiche dell'attuale sistema 16bit 44,1 Khz.
Mah!
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 15:26   #12
spregn
Senior Member
 
Iscritto dal: Mar 2001
Città: rovigo
Messaggi: 2010
ho diviso le due discussioni , visto che parlavamo di cose diverse...
il titolo è giusto con la partenza di PippoCalo..
spregn è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 16:43   #13
merlin
Senior Member
 
L'Avatar di merlin
 
Iscritto dal: Sep 1999
Città: Pavia
Messaggi: 395
scusate, ma non è proprio a questo scopo che, molte schede professionali, sono dotate di box esterni (vedi Motu, Creamware, Midiman) che eseguono direttamente la conversione A/D e inviano alla scheda un segnale già digitalizzato?? Oppure è solo un fattore di comodità....molte di queste connessioni (tra box e scheda) sono di tipo firewire, quindi il segnale che arriva alla scheda deve per forza essere già di tipo digitale. Inoltre ho notato che la maggior parte dei suddetti box hanno l'alimentatore esterno, cosa mooooolto scomoda dal lato pratico, ma che dovrebbe eliminare completamente il discorso dei disturbi fatto da pippocalo.....inoltre penso che una scheda "professionale" degna di questo nome abbia una discreta schermatura.

Sul fatto che registrare a 24 bit serva a poco e a nulla se non si hanno apparecchiature megagalattiche (microfoni a condensatore, amplificazione bilanciata ecc....) sono abbastanza d'accordo, ma la comodità dei 24 bit non è data tanto dalla qualità in se, ma dalla migliore risposta alle successive elaborazione che la traccia subisce, e quindi a una minore distorsione...

Sul fatto che il pc attualmente non sia ancora lo strumento ideale per fare hd recording sono d'accordo, ma d'altra parte:

1) il mac costa troppo per uno che non lo fa strettamente di professione

2) Le capacità di memorizzazione e di elaborazione di hw dedicato sono cmq quasi sempre inferiori a quelle offerte da un pc...

3) con le dovute accortezze non è che i risultati siano poi così malvagi (state parlando con uno che, ancora completo "ignorante" dei segreti dell'hd recording, facendo uso solo del suo orecchio e del suo buon gusto ha prodotto un cd con la SB Live! Platinum, che molti musicisti esperti non sono riusciti a distinguere da uno prodotto in studio! )

In ogni caso penso che in questa discussione ci sia un malinteso di fondo....io sinceramente non mi sento di definire hd recording il semplice ripping di tracce audio su hd (tipo creare mp3, digitalizzare vecchi vinili ecc...)
L'hd recording è un'altra cosa...e cmq è molto diverso gestire l'acquisizione di un suono in tempo reale (tipo una chitarra suonata in quel momento) rispetto a passare in digitale un vinile e poi attuttirne il disturbo....sono due tipi di problemi completamente diversi!

Ciao!
merlin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 16:49   #14
merlin
Senior Member
 
L'Avatar di merlin
 
Iscritto dal: Sep 1999
Città: Pavia
Messaggi: 395
inoltre vorrei aggiungere, riguardo alla storia dei fissati dell'audio, una mia personalissima opinione...

personalmente non ritengo di avere un orecchio incredibilmente capace, ma, specialmente in alcuni brani di musica classica (orchestra specialmente) si sente eccome la differenza fra un cd e un vinile per quanto riguarda la "profondità" e la "pienezza" del suono!!
Infatti anche se il cd comprende tutte le frequenze udibili dall'orecchio umano, si deve tener conto che anche le frequenza non udibili interferiscono con quelle udibili modificandone la forma d'onda...ma se queste non vengono riprodotte.....

ciao!
merlin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 19:17   #15
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
Per Merlin

Caro Merlin la discussione con te è molto interessante dici cose tutte sensate e ben supportate; solo su alcune mi permetto di ribattere.

1 - E' verissimo. Se una scheda ha un box separato con tanto di alimentatore autonomo è il primo passo per un HD recording serio e professionale sul quale vale la pena di spendere.
In parte, come dici tu, bisogna correggere il tiro di quanto ho detto.
Io sono contro le schede All-in one dentro il PC convertitori A/D compresi

2 -per i 24 bit; sono necessari per l'elaborazione onde evitare che l'errore nei calcoli "risalga" verso bit più udibili. Ma questo c'è già nei programmi e non serve nella scheda.
C'è da dire che, come per gli scanner, fra un po' tutte le schede saranno così e quindi... certo male non fanno casomai, esattamente come i 48 bit degli scanner, non serviranno a niente.

3 - correggo ancora il tiro. IL pc è l'ideale per fare HD Recording ma gli devono arrivare solo segnali digitali. Mi sono espresso male e sono stato frainteso. Ripeto sono contro le schede con i convertitori a bordo le quali sono anche molto costose.

4 - non la dovevi dire. Sei riuscito a fare una cosa quasi perfetta con la Live!!! ma allora mi vuoi dare ragione??

Spero che il malinteso a cui fai giustamente riferimento sia risolto.
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 16-04-2002, 19:27   #16
merlin
Senior Member
 
L'Avatar di merlin
 
Iscritto dal: Sep 1999
Città: Pavia
Messaggi: 395
ok, ci siamo capiti allora cmq:

1) Da quel che so, ormai tutte le schede di fascia alta, perfino la Audigy!!!, dispongono di suddetti box esterni o di serie o come optionals (se ne saranno accorti, speriamo!)

2) Per quanto riguarda il fatto dei 24 bit, volevo farti una domanda...ma sei sicuro che anche se il programma di elaborazione elabora a 24 (o 32) bit una traccia che in realtà è a 16 bit non si comprometta l'effeto desiderato? (non so se mi sono spiegato bene)

3 e 4) Beh...dire che il pc sia l'ideale per fare hd recording mi sembra un po' esagerato...da quel che ho visto di persona e di recente il mac è ancora decisamente superiore in quanto a software, stabilità, professionalità e qualità, ma il pc ultimamente ha fatto grossi passi avanti...il che non vuol dire però che la mia registrazione fatta con la Live! Faccia testo, per due motivi:

a) Se avessi avuto la mia attuale DELTA 44 Omni I/O, c'avrei messo, se non altro un quinto del tempo.....

b) La qualità sarebbe indubbiamente superiore, anche se molti non se ne accorgerebbero (il che però non vuol dire che non vada ricercata!!!)

c) Molte delle comunque evidenti pecche che ci sono nel mio demo non ci sarebbero...

a proposito...se sei interessato ti faccio avere dei nostri mp3!!

Cmq fa sempre piacere parlare in maniera così rilassata e con persone competenti (altro che la sezione processori... )

ciao!
merlin è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 01:55   #17
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
per merlin

ma la tua attuale sk audio è composta da sti cosetti?



quanto hai speso in tutto?
come ti funge?
ciaoooooooo
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 10:43   #18
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
E' vero Merlin

Si è una gran cosa poter parlare rilassati scambiandosi impressioni e, probabilmente, fornendo informazioni utili a chi legge.
Anch'io qualche volta ho partecipato alla sezione processori ma ho quasi desistito perchè vedo una spasmodica ricerca della rissa e questo non mi piace.

Siamo perfettamente in accordo e possiamo insieme mettere al bando solo le schede audio, molto costose, che continuano a mantenere l'All in One dentro il PC.

Sulla storia del MAC sono ancora d'accordo con te. E' un altro pianeta e per i professionisti penso sia insostituibile. Il PC però dal lato sua ha la forza di un mercato enorme anche se necessità di un tuning ed un attenzione che il professionista non si può permettere.

Sulla questione dei 24 bit quello che avviene usando schede a 16 è la seguente cosa. Il brano viene ovviamente acquisito con 16 bit. Poi prima di essere passato ai filtri e quindi agli algoritmi di calcolo vengono aggiunti 8 (o 16 bit nel caso dei 32) per favorire le operazioni che i filtri compiono. In questo modo gli errori finiscono in una zona che viene poi eliminata prima del risultato finale, che ovviamente è sempre a 16 bit.

Naturalmente quando si parte da un brano acquisito a 24 e tutte le operazioni si fanno nel regno dei 24 bit fino alla fine, cioè poco prima della produzione del CD standard, i risultati sono ancora migliori. Questo perchè non ci sono i passaggi intermedi da 16 a 24, e viceversa, che avvengono con il primo metodo descritto.

Questo indubbio vantaggio teorico ha un senso solo se tutte le sorgenti sono di primissimo ordine e nessun componente della catena introduce disturbi, in caso contrario penso sia solo uno spreco di potenza di calcolo e di spazio in bit occupato.

Rendiamoci conto che con 16 bit si hanno già 96 db teorici e che sono pochissime le apparecchiature analogiche in grado di sfruttarli.
Certo se la tecnologia continua così, come abbiamo detto, useremo tutti i 24 bit perchè costeranno uguale e poi spariranno i 16 bit; sarà più comodo ma ti assicuro che i vantaggi reali per la maggioranza degli utenti (escludendo il professionismo di fascia alta) non ci saranno.

Ho citato l'esempio degli scanner a colori perchè lì è avvenuta una cosa simile ma ancora più evidente. Oggi dentro uno scanner anche economico ci sono convertitori per dare una profondità di 48 bit di colore. Purtroppo i sensori (CCD o quanto altro) non hanno avuto lo stesso sviluppo e non sono quindi in grado di sfruttare questa profondità.
Un discorso parallelo vale per l'audio.

In pratica quindi useremo più bit, avremo bisogno di più spazio, consumeremo più potenza di calcolo ma senza la sicurezza di un reale vantaggio udibile. Saremo solo più "tranquilli" a livello tecnologico.
Putroppo questa strada serve ai produttori per vendere schede nuove, HD più capienti e processori più potenti. E' un andazzo che non riguarda solo l'audio. Io ricordo che dieci anni fa (o forse più) scrivevo una lettera con un Intel 8086 e con 128 Kb di ram e alla fine avevo occupato qualche Kb di un floppy. Oggi ci vuole un Pentium, 128 Mb e alla fine non te la cavi con meno di 30 Kb; forse è più facile scrivere la lettera, ma la lettera è sempre la stessa.

Non dico che bisogna andare contro lo sviluppo tecnologico ma cercare di non corrergli dietro quando non è realmente utile e, trovandosi magari nella fase iniziale, costa anche cifre esorbitanti. Alla fine quando diventa uno standard e costa uguale lo accetteremo come è avvenuto già per gli scanner e per i word-processor.


Poi se vogliamo dare consigli ai vari lettori e tirare le somme precisiamo che è sempre importante sapere cosa si vuole fare e quanto si è disposti a spendere.

1 - se l'applicazione è solo quella di passare in digitale quello che abbiamo nella nostra raccolta di famiglia sotto forma analogica allora torno sulla mia idea di una scheda di basso costo anche se selezionata fra quelle con un buon S/N ed una bassa distorsione. Ad esempio la vecchia SB 128 raggiunge la sufficienza piena e costa (a patto di trovarla) poche vecchie lire.

2 - se ci sono applicazioni professionali (tipo Cubase e simili) allora lascio la scelta agli esperti non avendo confidenza (anche se so cosa sono) con cose come "i tempi di latenza".

3 - se le applicazioni di registrazione sono più evolute (come registrazioni dal vivo e pre-produzione di CD) allora si può graduare la scelta.
Una Terratech o simile per la fascia intermedia. Offre buone prestazioni, è vero che si tratta di una All-in-One ma costa poco più di una Live Creative.
Se possedete un mini studio di registrazione, avete microfoni di alto livello, riversate materiale da registratori Dat e simili allora si può spendere, ma evitiamo in questo caso l'All-in-One. Il convertirote A/D deve essere esterno con alimentatore separato.

3 - se infine i giochi e "trucchi" vari sono una parte importante delle vostre applicazioni allora la nuova Creative Audigy può essere un buon compromesso.

Spero di non aver tediato nessuno con la lunghezza della risposta.

Saluti
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 11:28   #19
aunktintaun
Senior Member
 
L'Avatar di aunktintaun
 
Iscritto dal: Feb 2001
Città: sassari
Messaggi: 1525
vedo ke la discussione si fà interessante............
per pippocalo
cosa ne pensi delle nove apparekkiature hi-fi tipo super audio cd e dvd audio ke fungono a 24bit e 96khz?
ciaoooooooooooooo
__________________
VENDO IBANEZ SA 36FM COME NUOVA PREZZO INTERESSANTE
VENDUTA!!!
aunktintaun è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
Old 17-04-2002, 12:00   #20
pippocalo
Senior Member
 
L'Avatar di pippocalo
 
Iscritto dal: Oct 2001
Città: Roma
Messaggi: 1849
Ecco appunto

L'impostazione del discorso è la stessa delle schede.

Perchè ci vogliono vendere due sistemi nuovi (per di più diversi ed in competizione fra di loro, per cui non si sà se ne sopravviverà uno o tutti e due e comunque sono problemi GRAVI per la disponibilità dei "contenuti") se quello attuale non solo non è stato tutto sfruttato ma viene usato sempre peggio?

Ovvero come amante della tecnologia sono molto interessato sia al sistema esoterico rappresentato dal super audio CD sia dalla forza bruta dei tanti bit che il supporto DVD consente.
Tuttavia, poi, vista la mia età, rifletto: ma ci faccio qualcosa o spendo solo i miei soldi?

Oggi i CD che si trovano in commercio, salvo eccezioni sempre più rare, sono incisi male, anzi malissimo.
Ovvero sono distorti (o meglio clippati) e non sfruttano affatto la dinamica disponibile.
E' gia problematico dimostrare che le nuove tecnologie diano dei reali e tangibili miglioramenti udibili; figuriamoci poi con questo materiale di input !!??

Ovvero vorrei evitare che all'inizio per invogliarci, come successo con i CD, ci propinano a prezzi "stellari" dei CD da sogno (che però suonerebbero altrettanto bene anche sul vecchio 16 bit) e poi col tempo ci lasciano in mano ai discografici?.

Oggi per trovare qualità mi tocca cercare fra gli amici qualche vecchio CD "Telarc" degli anni 80.

Poi, sinceramente, io mi affeziono alle cose; ero affezionato ai miei LP e con grossa fatica me ne sono distaccato perchè il CD offriva troppi vantaggi. Non me la sento di rimettere tutta la mia collezione in discussione a soli 15 anni di distanza; e questa volta per dei vantaggi che a livello udibile sono sicuramente un ordine di grandezza inferiore a quella che c'è stata dall'LP al CD tradizionale.

Poi voglio essere provocatorio (prescindendo dalla qualità dei contenuti sw):
perchè qualcuno si preoccupa per aumentare i bit necessari per un CD (oDVD) musicale mentre sul fronte opposto si sviluppano dei compressori sempre più efficienti e che oggi (non lo dico io ma le prove fatte con metodi tipo "doppio cieco" in ambiente scientifico) a 320 Kbit sono indistinguibili dal CD originale?

Qual'è la strada giusta l'aumento incondizionato dei bit o la ricerca di sistemi che li usino in modo più efficiente?
pippocalo è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 Rispondi


Samsung Galaxy S21, S21+ S21 Ultra: eccoli nella nostra video anteprima! Samsung Galaxy S21, S21+ S21 Ultra: eccoli nella...
ASUS ZenBook Duo UX482: due schermi e tanta autonomia ASUS ZenBook Duo UX482: due schermi e tanta auto...
Sony FE 35mm F1.4 GMaster, grande risoluzione e sfocato eccellente. La recensione Sony FE 35mm F1.4 GMaster, grande risoluzione e ...
Motorola moto g 5G: vincente per l’autonomia incredibile! La recensione Motorola moto g 5G: vincente per l’autonomia inc...
Elgato 4K60 Pro: come registrare gameplay di qualità su PS5 e Xbox Series X Elgato 4K60 Pro: come registrare gameplay di qua...
Audi, BMW, Ford: lo smartphone sar&agrav...
Toyota: negli USA multa da 180 milioni d...
Avira fa il punto sulle minacce informat...
Le novità di S-Mart per il 2021, ...
WhatsApp e privacy: non più 8 febbraio, ...
Amazon, weekend di sconti pazzi: Echo Do...
Valve: anche il Source Engine 2 ricever&...
GeForce RTX 3080 Ti 'congelata' da Nvidi...
Castel Del Monte diventa un museo 3D gra...
Volkswagen: vendite di auto elettriche c...
Notebook senza cornici? Samsung mette la...
Nuovi monitor MSI della serie PRO MP271 ...
E' il momento giusto per comprare uno sm...
MacBook Pro del futuro: via la TouchBar ...
Amazfit Bip U Pro arriva in Italia! Ecco...
BurnAware Premium
BurnAware Free
K-Lite Codec Pack Update
K-Lite Mega Codec Pack
K-Lite Codec Pack Full
IObit Uninstaller
IObit Smart Defrag
Opera Portable
3DMark
Opera 73
Prime95
CCleaner Portable
CCleaner Standard
Advanced SystemCare
IrfanView
Tutti gli articoli Tutte le news Tutti i download

Strumenti

Regole
Non Puoi aprire nuove discussioni
Non Puoi rispondere ai messaggi
Non Puoi allegare file
Non Puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è On
Le Faccine sono On
Il codice [IMG] è On
Il codice HTML è Off
Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 12:34.


Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Served by www2v