View Single Post
Old 12-06-2012, 21:34   #11
maumau138
Senior Member
 
L'Avatar di maumau138
 
Iscritto dal: Nov 2007
Messaggi: 1915
Quote:
Originariamente inviato da Spectrum7glr Guarda i messaggi
nello specifico caso la situazione differente rispetto al "ti chiedo dei soldi (royalties)".

Per spiegare in parole semplici quello che da altre parti viene pi diffusamente elaborato qui abbiamo degli standard che sono diventati tali dietro l'impegno di Motorola a concedere a chiunque di poterli utilizzare (dietro pagamento di royalties ovviamente)...in pratica a suo tempo Motorola aveva accettato di concedere dietro pagamento di royalties l'utilizzo di brevetti e su questa promessa questi brevetti sono diventati parte di standard che poi sono stati accettati dall'industria (che GIA' paga royalties). Adesso Motorola vorrebbe cambiare le carte in tavola e dire "no, non voglio i vostri soldi, voglio che voi smettiate di vendere il prodotto X negli USA". In pratica prima ha beneficiato del fatto che un suo brevetto fosse integrato in standard internazionali e poi (quando ormai l'industria ha accettato lo standard) ha deciso che i soldi non gli interessano pi e che non vuole che Tizio (in questo caso MS) importi X negli USA.

Insomma situazione diversa da quella che vede MS chiedere a Motorola di versargli delle royalties: in quest'ultimo caso infatti Motorola si rifiuta di pagare le royalties per l'utilizzo di brevetti che di per s non sono intergati in nessuno standard riconosciuto mentre nel caso in discussione c' la situazione opposta e cio Motorola non vuole pi le royalties (fair and resoanable in gergo in quanto concesse secondo schemi che hanno permesso al brevetto di essere integrato in uno standard) e vuole bloccare l'importazione di un prodotto che ne fa uso.

In altri termini gli standard non avrebbero integrato il brevetto di Motorola se Motorola a suo tempo non si fosse impegnata a concederne l'utilizzo dietro pagamento di royalties (evidentemente "fair and reasonable" in quanto di tutta evidenza che anche motorola avrebbe avuto da gudagnare dalla circostanza che questi brevetti fossero inclusi in standard ad ampia diffusione) e adesso Motorola pretende di levare le "fondamenta" da uno standard per uno specifico produttore.
Non si mossa solo Activision sulla specifica querelle comunque ed per altro solo l'ultima in ordine di tempo ad aver voluto dire la propria sul blocco delle importazioni che Motorola vorrebbe imporre nel caso di speci: prima di Activision sulla stessa questione si sono mosse IBM, Cisco, Intel,HP,Nokia, la Federal Trade Commission e da ultimo AT&T...il punto che tutte queste aziende( pi la FTC) contestano che se si comincia a fare la guerra anche sui brevetti per i quali c' stato un accordo preventivo affinch le royalties fossero "reasonable, and non-discriminatory" (RAND in gergo) non si finisce pi (ad esempio Dio solo sa quante cose di questo tipo sono in mano ad MS ed IBM)...
Ma anche no, se MS avesse un accordo per le royalties allora non ci sarebbe storia. In questo caso Motorola asserisce che MS abbia usato i suoi brevetti senza pagare niente, cosa ben diversa. La richiesta di stop alla commercializzazione inoltre un passo quasi obbligato nelle guerre di brevetti, ed solamente un passo intermedio nel processo il cui fine scucire un botto di soldi (e ottenere il riconoscimento delle royalties) all'avversario.
__________________
Tutto quello che scrivo da intendersi IMHO
maumau138  offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 
1