View Single Post
Old 05-07-2010, 13:28   #6
Micene.1
Senior Member
 
L'Avatar di Micene.1
 
Iscritto dal: Mar 2005
Città: Roma
Messaggi: 10297
Quote:
Originariamente inviato da maxLT Guarda i messaggi
ciao a tutti,
vi espongo il mio problema:

a casa abbiamo 2 contatori ENEL, uno intestato a mio padre....e l'altro, relativo al piano terra, intestato alla mia defunta nonna.
Nonna scompare nel 2001...e non abbiamo mai fatto richiesta di cambio intestatario, ma sempre pagato regolarmente le bollette ( che vengono pagate tramite conto corrente di mio padre ).

Ora, ci arriva una lettera dell' ENEL, dove, tramite controlli all'Agenzia Delle Entrate...il codice fiscale associato al numero cliente di quel contratto, risulta inesistente ( nonna è morta ), e quindi ci invitano a regolarizzare l'intestazione del contratto.

Ok, controllo sul sito ENEL o ProntoEnel....e faccio una simulazione:
modificando l'intestazione, vado a spendere 85 euro, oppure se addebito su conto corrente, 69 euro.

Praticamente mi dicono di andare sul sito ProntoEnel, andare sul Servizio Elettrico e cliccare sulla funzione Attiva Contratto.

Ma, faccio qualche errore io, oppure è normale che un semplice passaggio di intestazione, costi così tanto.....il contratto lo intesterei a me...che sono il nipote.

Ma anche facendo la simulazione, e usando mio padre...che ha all'attivo un contratto, con l'aggiunta del secondo...sempre quella cifra andrei a spendere.

Da quello che mi scrivono però non posso nemmeno lasciare le cose così, entro 30 giorni dall'arrivo della lettera:

"ove non vengano effettuate le operazioni sopra citate entro il suddetto termine di 30 giorni o comunque, in assenza di comunicazioni da parte dell'utilizzatore della fornitura, dovremo attivarci, con ogni iniziativa necessaria per la regolarizzazione del contratto."

Ieri ho provato a chiamare il numero verde, ma sulla lettera lo danno attivo solo fino alle 14, il sabato...anche se la procedura automatica andava avanti e mi metteva in attesa di parlare con un operatore...ci ho sperato per 20 minuti, poi ho chiuso.

Riprovo a chiamarli lunedì.

Mi pare assurdo che comunque, pur pagando regolarmente le bollette ogni 2 mesi, facendo un semplice cambio nominativo e inserendo un nuovo codice fiscale....tocca sborsare 85 euro!
allora la prestazione di voltura semplice addebita al cliente i soli oneri amministrativi pari a 27€ quindi mi sembra strano che ti arrivi la cifra a 80

per alcune volture (mortis-causa, incorporazioni societarie etc.) è possibile richiedere la voltura senza spesa che appunto ti dà la possibilita di volturare la fornitura senza pagare niente
Micene.1 è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso