View Single Post
Old 30-07-2011, 00:36   #17
Bhibu
Bannato
 
Iscritto dal: Jun 2011
Messaggi: 483
Quote:
Originariamente inviato da moklev Guarda i messaggi
La Hasselblad che usarono nello sbarco lunare del 1969 non aveva nessuna copertina termica, nessun lubrificante speciale e "nessun firmware" apposito. E scattava benissimo.

A dimostrazione che dentro gli studi cinematografici della CIA la tropicalizzazione estrema non serve...

Sulla luna hanno usato anche le Nikon F3 e non avevano copertine, ma erano macchine analogiche quindi non c'era alcuna elettronica che potesse subire danni da radiazioni. Non so come facevano a sopportare sia le Nikon che le Hassy le bassissime temperature dell'ombra lunare e le caldissime delle zone in luce, il caldo e il freddo di certo non spaventano una meccanica come F3 che ha dimostrato sulla terra di sopportare temperature veramente estreme, perchè la pellicola a -120° non sta molto bene e il semplice avanzamento potrebbe mandarla in frantumi, è molto molto delicata quando è sotto i -20°C. Però suppongo che il segreto fosse tutto nel fatto che nel vuoto si disperde poco calore e rimanevano calde per abbastanza tempo, tanto le missioni duravano poche ore.

Le Nikon F3 nasa e le Hassy ora sono sulla luna, hanno riportato a terra solo i rullini per problemi di peso. In alcune missioni shuttle molte nikon sono state abbandonate, ma nella stazione orbitante hanno sia D2xs che D3s e una 40ina di lenti nikon varie e le usano sempre, che io sappia non vengono sostituite, avevo letto la notizia di quando avevano portato le nuove D3s da aggiungere al corredo della stazione internazionale, la copertina la usano solo ovviamente in esterna per evitare più che altro il surriscaldamento perchè il calore arriva dall'irraggiamento solare ma il freddo non è che assenza di calore e quindi non arriva da nessuna parte, chiaramente stando nel vuoto una macchina senza copertina disperde per irraggiamente il suo calore ma molto lentamente quindi non ci sono particolari problemi di freddo, è il caldo il vero problema, poi ci sono una serie infinita di radiazioni, i raggi x non fanno danni (e lo spazio ne è pieno) ma ci sono altre decine di tipi di radiazioni e sicuramente non fanno bene alle reflex di qualsiasi marca siano, e tantomeno fanno bene alle persone!

Cmq posso immaginare perchè hanno scelto Nikon, e i motivi che mi vengono in mente sono 2, il primo è che Nikon da SEMPRE si distingue per l'affidabilità dei suoi prodotti (ed è proprio così che è riuscita a sbarcare oltre i confini giapponesi e a far cambiare l'opinione publica mondiale sulle marche giapponesi... leggetevi un po' di storia) e il secondo motivo è altrettanto semplice, Nikon avrà certamente stipulato degli accordi commerciali con Nasa per questioni di immagine, sicuramente le macchine gle le regalavano e probabilmente gle le regalano tutt'ora, è publicità.

Però bisogna ammettere che funzionano bene ste Nikon nello spazio!

Cmq in nasa non sono molto intelligenti, perchè se lo fossero non avrebbero lasciato le F3 e le hassy sulla luna, le avrebbero portate sulla terra, tenute in cassaforte per una 30ina di anni e poi vendute a prezzi spropositati, un pezzo di storia come la macchina usata nella prima missione lunare o la lente Angenieux della telecamera usata per il filmato varrebbero tanto quanto il sacro gral!

Ultima modifica di Bhibu : 30-07-2011 alle 00:40.
Bhibu è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 
1