View Single Post
Old 01-09-2006, 18:00   #17
Dave3D
Senior Member
 
L'Avatar di Dave3D
 
Iscritto dal: May 2000
Città: Padova
Messaggi: 437
Quote:
Originariamente inviato da mark41176
è impossibile dare giudizi obiettivi, le situazioni non sono affato uguali per tutti...... un mio carissimo amico si è laureato in ingegneria elettrica nel novembre del 2005 e dopo aver fatto l'esame di Stato (ke però all'estero non ha validità) si è trasferito ad aprile di quest'anno a Toronto con la sua ragazza canadese che viveva qui in Italia da 5-6 anni.... da premettere che lui si è laureato a 26 anni (vecchio ordinamento) e che sono andati a vivere a casa della ragazza (quindi nessun problema di affitto)...... ebbene non sto qui a dirvi i problemi inimmaginabili per la ricerca del lavoro...... lì non concepiscono come uno possa laurearsi senza aver avuto mai esperienze lavorative durante gli anni universitari perchè da noi c'è un'altra concezione... prima si studia per laurearsi e poi si comincia a lavorare, mentre lì l'università è organizzata in modo tale da permettere che lo studente durante il periodo di studio abbia delle ore da dedicare al lavoro part-time che secondo loro è parte integrante di una buona formazione!

per farla breve... la mancanza di esperienze lavorative, l'età (ora ha 27 anni e per loro è già tardi!!!) e soprattutto il fatto di non avere la cittadinanza canadese hanno fatto si che questo mio amico (che cmq lo ritengo molto intelligente ed ha sempre avuto un grande spirito d'iniziativa) dopo quasi un anno dalla laurea sia ancora senza occupazione!!
tutto ciò lo spinge a prendere in considerazione di accettare un posto come operatore telefonico (con orari assurdi di notte e nel weekend!!) o addirittura di sposarsi per ottenere la cittadinanza canadese.... altrimenti a novembre deve tornare obbligatoriamente in Italia!!!

....lui lì è come un extracomunitario da noi in Europa, i datori di lavoro si scoraggiano perchè per regolarizzarlo ci vogliono tanti soldi e devono giustificare che per poterlo mettere assumere nessun altro con la cittadinanza canadese può svolgere quel lavoro in quel determinato momento!!! accidenti non l'avrei mai immaginato questo atteggiamento nazionalistico che scoraggia in pratica l'immigrazione, un paese come il Canada.... non l'avrei mai pensato!

P.S. L'Eldorado non lo si trova più da nessuna parte, non è più l'America, la Germania o l'Inghilterra.... piuttosto vanno prese in seria considerazione la Cina e l'India.... e poi cmq tutto è rapportato ai costi di vita, chiaro che se guadagno 10000 e ne devo spendere 5000 è come guadagnare 2000 e spendere 1000 se resto nello stesso ambiente..... cosa diversa invece è guadagnare 10000 (spendendo 5000) ma poi tornare dove si spende 1000.... non so se ho reso l'idea....... ma non avrebbe senso! ...che faccio, vado a Londra a lavorare e poi torno in Italia a vivere? nooo...


Devo trasferirmi a Toronto allora

Porca pupazza e a me che qui in Italia ogni volta che guardano il mio C.V. mi dicono sempre: "come mai lei si è laureato così tardi?"... e io penso [li mortacci tua ho lavorato nel frattempo, non hai mica letto? Ho fatto un casino di esperienze sul campo ancora prima di finire e non ti va bene? Tacci e ritacci tua]. In realtà loro stanno pensando "caxxo, non possiamo metterlo più in apprendistato e risparmiare sul costo del lavoro"...

Io sto pensando di trasferirmi in Scozia/Irlanda per fine anno e continuare la mia attività di consulenza marketing lì dopo aver "sguatterato" per qualche mese allo scopo mantenimento/apprendimento lingua alla perfezione (anche se me la cavo bene con l'inglese, cmq, però so che per posti manageriali deve essere prossimo alla perfezione, com'è giusto che sia). Inghilterra ormai mi sembra troppo satura, tutti vogliono andar lì...

Voi che dite?
__________________
"Once you realize what a joke everything is, being the Comedian is the only thing that makes sense."
Dave3D è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso