View Single Post
Old 20-07-2008, 17:51   #691
CarloR1t
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2000
Città: MI
Messaggi: 9820
Quote:
Originariamente inviato da marchigiano Guarda i messaggi
ok ho messo il tuo link, grazie della disponibilità

l'unica cosa, quando suggerisci gli adattatori delle stilo, dovresti dovresti evidenziare che:

una D alcalina ha circa 18ah di capacità, una D ni-mh circa 10ah, usando una stilo da 2Ah il calo di autonomia sarà notevole

stesso discorso per le C alcaline (8Ah) e ni-mh (5Ah)
Hai ragione che non ho evidenziato la cosa, anche se ne abbiamo parlato qui con tweester. Sulle ricaricabili è comunque scritta la capacità mentre le alcaline sarebbero off topic, la discussione è sulle ricaricabili e presumibilmente evitando l'uso delle pile usa e getta ogni qualvolta se ne possa fare a meno, ma è giusto considerarle come paragone e per quando possono servire.

Se con le nuove nimh ibride si riesce comunque a garantire sempre sufficiente autonomia e comodità d'uso, anche se non paragonabile in assoluto alle pile torcia, direi che è già sufficiente, vedi la mia radio che va avanti ben 2 mesi con 4 stilo in adattatori C, invece di 4 mezza torcia alcaline che durano 5 o 6 mesi ma si buttano sempre.

Anche fosse poniamo uno superstereotv portatile coi torcioni che durasse una sola settimana è pur sempre un'autonomia apprezzabile visto che le comuni nimh stilo tradizionali, anche le migliori da 2600, non farebbero altrettanta strada, rischiando di restare a secco sul più bello obbligando a ricaricarle in continuazione o a portarsi dietro pacchi di ricambio. Che è poi la ragione principale per cui le ricaricabili non si sono mai diffuse in massa al posto delle usa e getta.

Non abbiamo fatto altri test, oltre al mio, con adattatori torcia in apparecchi che consumano molto, per valutare la loro praticità d'uso, anche perchè gli adattatori finora non li abbiamo trovati nei negozi (solo online e non tutti son disposti a spendere più di spedizione che per gli adattatori) salvo chi ha preso il caricatore La Crosse che ne ha qualcuno in dotazione. Ma prima o poi dovrebbe arrivare anche da noi la nuova linea Hybrio che comprende anche kit con 2 stilo + 2 adattatori, C o D, che aiuterebbe a diffondere questa possibilità d'uso.

Per tutte queste ragioni la mia informazione sugli adattatori C e D (per non parlare di quelli più rari da 4,5V) è solo indicativa di questa possibilità d'uso delle stilo ricaricabili per risparmiare sulle pile più grandi usa e getta. In caso di frequente consumo di pile grandi gli adattatori sono una scelta molto valida e pratica. Fino a quanto durino in vari apparecchi l'ho necessariamente tralasciato in attesa di altre esperienze...

Ricordo inoltre a tutti che se da una parte è vero che ci sono pile C e D nimh che sfruttano il massimo della loro taglia (es. D Annsmann da 10Ah) queste sono tuttavia rare, costose, pesanti, ingombranti e lente da ricaricare (almeno in caricatori per C/D da supermarket non professionali) e quindi converranno solo per applicazioni particolari rispetto a usare adattatori C e D con dentro delle pile nimh ibride ben più leggere e rapide da caricare coi normali caricatori stilo compatti.

Inoltre la maggioranza delle pile C nimh in vendita (anche di marca, Uniross ecc.) non vanno oltre i 2500mAh, le più diffuse C sono in pratica già loro delle stilo in un contenitore-adattatore sigillato, infatti come unico pregio sono leggere! E non essendo neanche di tipo a bassa autoscarica non convengono e durano meno delle ibride in adattatori C.

Non mi sembra siano necessarie altre avvertenze riguardanti le prestazioni per evitare delusioni nell'uso di adattatori C e D, che hanno solo vantaggi nella maggioranza dei casi pratici. Anche dando per sottinteso che nel caso di rimpiazzo delle pile torcia alcaline usa e getta il vantaggio delle ibride stilo AA non sta nel competere nella durata assoluta, ma basta che abbiano sufficiente durata per essere comode da usare, oltre salvaguardare l'ambiente.

Vedrò di sintetizzare questo post con le tue precisazioni e avvertenze, o meglio linkarlo per non intasare anche i nostri post riassuntivi che sono già abbastanza lunghi. Il problema di precisare di tutto di più è che poi la pappardella non la legge nessuno!
Quote:
l'adattatore D con 2-3-4 stilo in parallelo è ideale per bruciarle, specie se ni-mh, infatti durante la scarica, specie con batterie un po giù di corda, è facile che una abbia un calo di tensione che va a influire sulle altre in parallelo che in pratica si scaricano per tentare di ricaricare la più debole, più devono alimentare l'apparecchio, in pratica la più robusta è sottoposta a un carico di lavoro esagerato che la porterà a una morte precoce. ancora peggio se si provano a caricarle in parallelo, al 90% già alla prima ricarica una batteria verrà bruciata
Avevamo considerato che le ibride sono meno soggette a cariche sbilanciate rispetto ad elementi in parallelo, non scaricandosi da sole nel tempo e nell'uso. La corrente di ricarica che avverrebbe tra più pile lievemente sbilanciate in parallelo non mi pare tale da sovraccaricare a tal punto la pila più carica a tal punto da danneggiarsi. Se inoltre la pila più carica cala maggiormente mentre le altre salgono (o si scaricano meno) tenderebbero a parificarsi in equilibrio come vasi comunicanti.

Francamente la mia segnalazione di questi adattatori multipli è una pura curiosità, altrettanto eccezionale del comperare torcioni ricaricabili da 10A, sia per il costo di raddoppiare o quadruplicare le stilo, sia per la poca praticità d'uso dovuta al peso e necessità di caricatori stilo in batteria. Ovviamente non vanno ricaricate in parallelo, almeno non oltre a quanto fanno già i caricatori in coppie. Anzi sarebbe d'obbligo più che mai in caso di utilizzo di adattatori multipli, un caricamento ottimale delle singole pile con delta v.

Quote:
l'adattatore per la 4.5V di solito va usato su lampade portatili a incandescenza, le lampade tendono a scaricare a zero le batterie, usare 3 ni-mh in serie vuol dire vederle morire presto se non si è più che attenti a ricaricarle ben prima che la luce si affievolisca
C'è il rischio, anche perchè presumibilmente si usano in apparecchi vecchi non elettronici moderni con segnalazione delle pile scariche, ma il problema non è diverso da pile ricaricabili da 9v, che contengono più elementi in serie, usati anche su apparecchi che le scaricano a zero, orologi, telecomandi, piccoli antifurto, ecc...
Almeno con un adattatore 4,5v le pile stilo si possono sempre togliere e ricaricare, anche al meglio con delta v.
Basta stimare approssimativamente la durata la prima volta in un certo apparecchio, controllando per es. la loro tensione una volta al mese con un tester per pile, e ricaricarle sempre prima che siano scariche, sotto 0,9v, intanto con le ibride dovrebbe esserci sempre una buona durata.
__________________
✌️☮️🇺🇦❤️🇷🇺 ☮️✌️
Videoproiettore Epson TW5350, Darbee DVP-5000S, Himedia Q5 Pro, Sony BDP-S6700 BD3D, Fuji FinePix REAL 3D W3, LG Otimus 3D Max, 3D TV Samsung 40UED8000, 3D Tablet. Forum AVM: Videoproiezione, Blu-ray 3D

Ultima modifica di CarloR1t : 20-07-2008 alle 18:10.
CarloR1t è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso