View Single Post
Old 22-01-2019, 14:52   #4
magic72it
Junior Member
 
Iscritto dal: Mar 2011
Messaggi: 2
@ Paganetor: Le case automobilistiche (in cartello con le lobby del petrolio e sindacati) fanno talmente bene il loro lavoro che nonostante trucchino spudoratamente sulle emissioni perchè altrimenti ci venderebbero dei "polmoni" continuano a fare profitti (loro e tutta la filiera) puntando su marketing ed obsolescenza programmata di meccanica ed elettronica, che costringe noi consumatori a cadere nelle trappole delle officine e ricambisti "ufficiali" che ci spennano per "rettificare la centralina" (= 3 click del mouse), cambiare le sonde catalitiche (da loro truccate in partenza) mentre continuiamo a mantenere alta la domanda di petrolio pagando accise spropositate ed ingiustificate e mentre continuiamo a respirare il veleno prodotto.

Senza voler partire per la tangente con discussioni di principio, il paragone corretto a livello economico non è quindi tra il prezzo di acquisto di una Model 3 e di una petrolmobile a ga$olio, ma tra il TCO (costo totale di gestione) delle due soluzioni visto in 5 anni di utilizzo con percorrenza media, inserendo dentro però per l'elettrica anche i risparmi sulla manutenzione ordinaria e straordinaria (il motore elettrico è testato per durare 1 milione di miglia ad esempio), bolli e parcheggi blu gratuiti, accesso ZTL libero, il tempo risparmiato per i rifornimenti (considerata la ricarica a casa di notte come per un cellulare) e magari anche qualcosa come minor costo ambientale.

In certe situazioni (es. casa / ufficio con impianto FV e range giornaliero di 100/150 km) la soluzione Macchina EV + Impianto FV casalingo per ricarica oggi è già possibile e molto conveniente rispetto alla soluzione ICE, conti alla mano, anche senza accumulo. Se Tesla rendesse disponibile il V2G (Vehicle to Grid) per usare la batteria della macchina come accumulo "smart" e magari partisse con noleggio e finanziamenti/leasing penso che la sua soluzione sarebbe molto più appetibile.

Il problema che hanno semmai è sui ricambi e la riparabilità post garanzia che pare che in molti casi sia problematica e lenta ed infine, qui da noi, pochi Superchargers che sono la vera carta vincente che hanno negli USA.

Ma ci arriveremo, ormai l'ICE ha i giorni contati, già oggi acquistare secondo me ha poco senso vista la probabile svalutazione enorme nella rivendita tra 5 anni quando la soluzione EV sarà diffusa e ancora più conveniente.
magic72it è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso
 
1