Discussione: Medicina o fisica..
View Single Post
Old 05-07-2010, 12:35   #27
blackbit
Senior Member
 
Iscritto dal: Aug 2006
Città: Reggio Calabria
Messaggi: 1771
Medicina o Fisica... stesso dubbio che sta logorando anche me.


1) Medicina
PRO
- Se riesci in questa carriera, farai quotidianamente qualcosa per il tuo prossimo, aiuterai i tuoi simili ad alleviare le sofferenze del corpo e passerai la tua vita con il fine unico (e la grande soddisfazione) di migliorare quella degli altri.

- Sebbene non sia affatto cosa automatica e scontata che un medico diventi ricco, difficilmente la situazione economica sarà un pensiero.

- Presentandoti come 'medico', la gente ha le idee chiare su 'chi sei e cosa fai'.



CONTRO
- Scarsi fondi per la ricerca pubblica
- Sempre meno fondi per la sanità

- Probabilmente non passerai il test d'ingresso. Devi avere un piano B
- Anche se arrivi a iscriverti, non è detto che sia questa la tua passione: potrebbe essere semplicemente voglia di una carriera più lucrativa e più 'umana'. Magari vuoi solo renderti utile al tuo prossimo ma ciò non richiede necessariamente studiare medicina nè significa automaticamente che sei portato per farlo.

- La specialistica è pagata 1600\1800 euro, ma non è automatico riuscire a entrarci.

- E' un' 'impegno di vita', la tua professione verrà sempre prima della tua vita privata. Sei un medico sempre, anche quando sei in vacanza e anche mentre stai facendo l'amore con tua moglie (o almeno questo è quello che ci si aspetta da te).
- Nessuno ti applaudirà le mani quando salverai la vita alla gente, perchè diventerà 'il tuo lavoro'. Al contrario, rischierai guai seri quando ti capiterà di commettere degli errori.
- E' uno dei lavori soggetti a sindrome da burn-out
- Se non ti distingui, non diventi ricco
- Per finire sui mass media devi aver fatto qualcosa di veramente eclatante, in bene o in male

- Potresti passare molte ore senza poter dormire




2) Fisica
PRO
- Se riesci in questa carriera, avrai con te un bagaglio di conoscenze e una flessibilità mentale invidiabili, che potrai sfruttare praticamente in qualunque settore. E' una formazione poliedrica come poche e per lavorare subito a volte c'è da adattarsi, ragion per cui probabilmente non finirai a spaccare atomi nei sincrotroni come sognavi, ma mi viene seriamente difficile pensare che tu possa fare la fame, considerando la vasta quantità di conoscenze trasversali e di abilità multi-uso che acquisirai.

- Gli iscritti a fisica sono in genere gente molto, molto appassionata. Molto probabilmente incontrerai le persone più interessanti, più acute e più stravaganti, che mai potrai incontrare in facoltà più 'mondane'.
Probabilmente saranno le stesse persone con cui legherai per tutta la vita o con cui condividerai le tue ricerche

- Se arrivi a iscriverti nonostante il futuro di un laureato in fisica che tutti dipingono come grigio, probabilmente l'hai fatto perchè la tua passione supera tutto il resto: il successo diventa un'evenienza probabile.

- Non hai un contatto diretto con la sofferenza umana, ma il tuo lavoro sarà comunque finalizzato a migliorare la nostra esistenza, non sul piano corporeo ma su quello della conoscenza (e al giorno d'oggi conoscenza = tecnologia = vita. E' questo che ci ha distinti dagli animali).

- A meno che non distruggi il pianeta per sbaglio, i tuoi errori non incidono sulla vita di altre persone.

- Se farai delle pubblicazioni, il tuo nome sarà in giro per internet. Probabilmente avrai amicizie disclocate un pò in tutto il mondo con cui forse formerai dei gruppi di ricerca.

- Puoi specializzarti in 'Fisica Medica', che non mi azzardo a definire 'compromesso' ma probabilmente potrebbe darti la soddisfazione di Fisica con quel 'di più' che cerchi in Medicina.

CONTRO
- Scarsi fondi per la ricerca pubblica
- Presentandoti come 'fisico', la gente comune difficilmente avrà un'idea chiara di ciò che fai nella vita.
- A quanto pare il 'prestigio' della facoltà in cui si studia conta, ed è molto probabile che le facoltà più nominate tu non le abbia vicino casa.
(Io personalmente sarei costretto a studiarla a Messina, in un'ateneo che sicuramente non spicca per fama, il che mi disgusta un pò)
- Non sarai il prossimo Einstein e non è detto che riuscirai a scoprire qualcosa di interessante in tutta la tua vita, quindi dovrai essere guidato da un genuino piacere nel 'fare fisica' anche col presupposto che non necessariamente cambierai il mondo.
- Se non ti distingui, non diventi ricco

- Potresti passare molte ore senza VOLER dormire

______________

In nessuno dei due casi, se sei pendolare, vedo umanamente spazio per qualsiasi lavoro part-time.

A dispetto di ciò che può sembrare, in realtà mi sembra un pò troppo speculativo dire 'con medicina diventi ricco, con fisica fai la fame'.
Sebbene vi sia un fondo di verità, è una frase che secondo me è un pò troppo enfatizzata ed è diventato ormai un luogo comune.

In entrambi i casi, se non hai una passione tale che studieresti per pura curiosità anche nel tempo libero, credo che rischieresti di fare una vita molto deprimente.



Prenditi di coraggio e fà ciò che ti seduce. Non so se sia meglio

- essere un giorno in difficoltà e pensare 'ma perchè non ho fatto fisica a questo punto'
- essere un giorno in difficoltà e pensare 'bè, almeno ho provato a inseguire il mio sogno'

------
Piccolo PS:
La tua indecisione tra medicina e fiscia mi fa venire il dubbio che tu sia interessato alla ricerca (a cui si tende ad associare Fisica) piuttosto che al contatto col paziente (a cui si tende ad associare Medicina).

In tal caso, perchè non considerare anche
- Biotecnologie
- Bioinformatica
- Biofisica

Spero di non averti aumentato troppo i dubbi.

Auguri in ogni caso per la scelta che farai, perchè in entrambi i casi darai un'apporto utile alla nostra specie

Ultima modifica di blackbit : 05-07-2010 alle 14:15.
blackbit è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso