View Single Post
Old 13-09-2020, 14:27   #475
tallines
Senior Member
 
L'Avatar di tallines
 
Iscritto dal: Feb 2009
Messaggi: 46095
Windows 10 SpotLight Images

On Screen

Verona, Italia

Published



Incredibile!! Che tempismo!!!

Lo stesso giorno che mi è apparsa l' Immagine On Screen sopra......il 12 Settembre 2020, as yesterday

Windows 10 SpotLight Images ha pensato di pubblicare la stessa immagine

la Descrizione è Dettagliata, nel senso che ci dice che l' Arena Di Verona, si trova in Piazza Bra




Verona Arena Roman amphitheatre at dusk time, Piazza Bra in Verona, Italy


I Tags per questa immagine pubblicata in Windows 10 SpotLight Images, il 12 Settembre 2020 sono:

Tags: amphitheatre, ancient, architecture, dusk, heritage, history, illumination, Italy, landmark, outdoors, sky, sunset, town

https://windows10spotlight.com/image...5fbfb6db5911ec




Verona Arena Roman amphitheatre at dusk time, Piazza Bra in Verona, Italy




Ricordo, come già detto che Verona, fa parte del Patrimonio dell' Unesco, dal 30 Novembre 2000 .


- Verona – Unesco - UNESCO beni culturali

- City of Verona - UNESCO World Heritage Centre



Windows 10 SpotLight Images

Dolomites,

Belluno district,

Veneto,

Italy


Sempre il 12 Settembre 2020, Windows 10 SpotLight Images, ha pubblicato un' altra immagine dell' Italia .

Siamo sempre in Veneto, però a Belluno, nelle Dolomiti





Croda da Lago e Lastoi de Formin mountains, Dolomites, Belluno district, Veneto, Italy


Croda da Lago


La Croda da Lago è un massiccio montuoso delle Dolomiti Ampezzane nelle Dolomiti, a sud di Cortina d'Ampezzo e a ovest di San Vito di Cadore,

la cui vetta più alta si erge per 2.715 m s.l.m.

Fa parte del più ampio gruppo montuoso Croda da Lago - Cernera.

La Croda da Lago è posta all'estremo lato meridionale della Conca ampezzana, che chiude a sud insieme ai Lastoi de Formìn, al Becco di Mezzodì e alle Rocchette.

Si sviluppa come frastagliata cresta con andamento prevalente sud-nord;

ad ovest poggia sulle aspre bancate dei Lastoi de Formìn,

ad Est digrada con una gradinata rocciosa sopra l'alpeggio di Federa.

Il nome si riferisce al laghetto Fedèra (o da Lago) che sorge ai piedi del versante est, a quota 2.038 m. Sulle sue sponde si affaccia il Rifugio Gianni Palmieri.

Sulla Croda da Lago sono state disperse le ceneri di Dino Buzzati




Croda da Lago e Lastoi de Formin mountains, Dolomites, Belluno district, Veneto, Italy


I Tags per questa immagine, pubblicata il 12 Settembre 2020, in Windows 10 SpotLight Images, sono:

Tags: clouds, day, forest, Italy, landscape, mountain range, mountains, nature, outdoors, sky, snow, winter

https://windows10spotlight.com/image...06a6667d0b989c



Lastoni di Formin

I Lastoni di Formin o, secondo la dizione ladina, Lastoi de Formin sono un gruppo montuoso dolomitico facente parte del gruppo Croda da Lago - Cernera

e posto al confine tra San Vito di Cadore e Cortina d'Ampezzo.

Sono più propriamente compresi nel sottogruppo della Croda da Lago e raggiungono la quota massima di 2.657 m (IGM).

Il nome Lastoi, secondo la locale parlata ladina, viene spesso impropriamente italianizzato in Lastoni o Lastroni.

Il toponimo si riferisce al vasto altopiano, declinante verso Nord, che guarda la Croda da Lago ed è caratterizzato da terrazzamenti e lastronate rocciose ricoperti di ghiaie e detriti ed intervallati da brevi salti e fessurazioni.

Detto tavolato presenta la maggiore elevazione (a volte indicata come Cima o Punta dei Lastoi, 2.657 m) verso Sud-Ovest, dove sovrasta Forcella Giau (2.370 m), mentre si salda ad Est con la Cima Ambrizzola (2.715 m) mediante la Forcella Rossa (dei Lastoi, 2.462 m).

Sulla Val Costeana, ad Ovest, e verso Mondeval, a Sud, precipita bruscamente con ampie e verticali pareti rocciose particolarmente gradite agli arrampicatori per il loro breve accesso e le numerose vie di roccia di stampo sia classico che moderno.

I diversi torrioni del massiccio hanno denominazioni di origine alpinistica; tra questi spicca per individualità lo Spiz de Mondeval (2.604 m), possente prua rocciosa che segna il termine a Sud-Est dei Lastoi sopra l'alpe omonima.



La leggenda di Merisana

La leggenda narra che da queste parti, il giorno delle nozze di Merisana, la regina dei Lastoi, con Rèj de Raiés (re dei raggi), il sovrano dei piani dell'Antelao,

dai fiori e fronde loro donati dai sudditi nacque il larice.

Le giovani foglie che germogliano in primavera sui larici altro non sono che il velo di sposa di Merisana che, posato dalla regina sui rami secchi dell'albero, lo fa rifiorire in primavera

Ultima modifica di tallines : 13-09-2020 alle 14:33.
tallines è online   Rispondi citando il messaggio o parte di esso