View Single Post
Old 21-11-2019, 19:59   #300
tallines
Senior Member
 
L'Avatar di tallines
 
Iscritto dal: Feb 2009
Messaggi: 49904
Windows 10 SpotLight Images

On Screen

Dobbiaco, Italy




A dir poco stupenda questa immagine, ormai invernale........di una localitÓ Italiana, abbastanza nota .

L' immagine non Ŕ ancora stata pubblicata in Windows 10 SpotLight Images, quindi questa Ŕ un p˛, un' anteprima

Le lingue a cui si riferisce la Descrizione in alto a sinistra sono chiaramente l' Italiano e anche il Tedesco per questo posto .




Dobbiaco, Italia



Dobbiaco

Dobbiaco (Toblach in tedesco originale ) Ŕ un comune italiano della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige; Ŕ un "comune delle Tre Cime", assieme ai comuni di Sesto e San Candido.

Fino al termine della prima guerra mondiale le autoritÓ militari italiane si riferivano al paese con il nome di Toblacco

Dobbiaco si trova a 1 256 m sopra il livello del mare, in val Pusteria, la cosiddetta "valle verde", protetto a sud dalle pareti rocciose delle Dolomiti (Cima Nove, Monte Serla) mentre dall'altro lato troviamo la catena delle Alpi dei Tauri occidentali (Cornetto di Confine, Corno di Fana) e delle Alpi Carniche, le quali vanno a formare la sella di Dobbiaco.

Il comune di Dobbiaco si trova in Alta Val Pusteria e si estende da 1.182 m a 3.146 m s.l.m.

Considerato la “Porta delle Dolomiti”, Dobbiaco confina con il Parco Naturale Tre Cime nelle Dolomiti di Sesto e Fanes-Senes-Braies e sul suo territorio si trovano due laghi di notevole bellezza, il Lago di Dobbiaco ed il Lago di Landro.

Oltre a Dobbiaco Vecchia e Dobbiaco Nuova, il comune comprende anche le localitÓ di Santa Maria, San Silvestro e la Valle San Silvestro.

Dobbiaco Ŕ anche detta la "porta sulle Dolomiti" (Tor zu den Dolomiten).



Origini del nome

Il toponimo Ŕ attestato nell'827, in un documento della chiesa vescovile di Frisinga, come in vico Duplago, in seguito germanizzato in Douplach (993) e successivamente in Toblach (1020).

Il nome potrebbe essere preromano e la sua etimologia non Ŕ conosciuta con sicurezza, in quanto da una parte viene esclusa una derivazione dalla radice *tob- ("burrone"), e dall'altra si afferma che il suffisso (-acu, -ago, in ted. -ach) possa essere di derivazione pretedesca.

Una tesi ha affermato l'origine del nome "Dobbiaco", da Duplagum, ovvero "due-acque", in quanto nelle vicinanze del paese si trovano sia i due laghi (il lago di Dobbiaco ed il lago di Landro), che le sorgenti di due importanti fiumi (la Drava e la Rienza);

la seconda parte del toponimo in lingua tedesca infatti si pu˛ ricondurre a Bach che in italiano significa torrente.

Il Lago di Dobbiaco e le montagne offrono un meraviglioso spettacolo naturale.




Lago di Dobbiaco, Italia


Lago di Dobbiaco

Il lago di Dobbiaco (Toblacher See in tedesco) Ŕ un piccolo lago alpino, di origine franosa, situato in val Pusteria a 1.176 m s.l.m. nel comune di Dobbiaco, a circa 106 km da Bolzano.

Il lago si trova a sud dell'omonimo paese.

La Rienza Ŕ il suo immissario ed emissario.

La profonditÓ del lago Ŕ di 3,5 metri .

Il lago si trova esattamente al confine tra due parchi naturali:

- il parco naturale Tre Cime

- e il parco naturale Fanes - Sennes e Braies.

Il bacino ha un volume stimato in 286.000 metri cubi e un perimetro di circa 4,5 chilometri.

Il lago di Dobbiaco rappresenta uno dei pochi esempi di marcita (una zona umida) esistenti nella regione alpina.

╚ sconsigliato immergersi nelle acque gelide del lago, anche nella stagione estiva, ma Ŕ possibile effettuare dei giri in barca o pedal˛.

Nelle stagioni fredde, quando il lago Ŕ completamente ghiacciato, Ŕ possibile praticare il curling > click, o semplicemente passeggiare sul ghiaccio.

Nelle prossimitÓ del lago si trova anche un campeggio, oltre che alcuni ristoranti.

Nel lago Ŕ possibile pescare previo acquisto della licenza in loco.

GiÓ nel XVII secolo il topografo Marx Sittich von Wolkenstein ne lodava la pescositÓ.

Tra le specie che si trovano nel lago si ricorda il pesce scazzone e alcuni tipi di trota.

Attorno al lago Ŕ stato costruito un percorso naturalistico nella primavera del 2000.

Lungo il tragitto, che percorre l'intero perimetro del lago, sono allestite undici diverse tabelle informative sulla flora, fauna e geomorfologia della zona nei pressi del lago.

Ultima modifica di tallines : 21-11-2019 alle 20:04.
tallines Ŕ offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso