View Single Post
Old 06-09-2013, 13:57   #776
jined
Senior Member
 
L'Avatar di jined
 
Iscritto dal: Jun 2004
Città: Roma
Messaggi: 4642
Quote:
Originariamente inviato da waveloom Guarda i messaggi
Ci sono utenti su Anandtech che hanno riportato dati corrotti su Samsung 840 lasciati spenti 2 mesi.
Si infatti avevo letto anche io e anche su Tomshardware, sui dischi TLC la data retention è sostanzialmente molto più bassa, di 2 o 3 mesi.

Quote:
Originariamente inviato da Mr. Reznor Guarda i messaggi
Con questa mia domanda sottolineerò la mia confusione, ma: quanto quotato qui sopra significa che la vita media di un SSD è di 1 anno?

Avevo letto svariati decenni...

Grazie a tutti

No, significa che non puoi lasciarli spenti in un cassetto per parecchi mesi, quando li vai a ri-accendere, potrebbero esserci dati corrotti, e quindi, semplicemente da riformattare il disco per renderlo di nuovo operativo.

Per chi accende il PC tutti i giorni o tutte le settimane, è un problema inesistente.

Di fatto, questo problema rende gli SSD inutilizzabili come unità di backup a lungo termine, tipo i nastri di ferrite, per intenderci...certo, in un prossimo futuro, chi è abituato a lasciare pc dismessi in magazzini per anni, potrebbe avere qualche sorpresa.

Quote:
Originariamente inviato da Tennic Guarda i messaggi
Nel pezzo che hai quotato infatti dice "a fine vita utile esse debbano avere una retention di almeno 12 mesi"... Ecco, a fine vita utile... Quindi, quando hai esaurito tutti i cicli di scrittura, i dati devono (dovrebbero) rimanere per 12 mesi... Il fatto è che tutti i cicli di scrittura li esaurisci dopo 15 anni nella peggiore ipotesi, o anche 100 anni, a seconda dell'uso
Il fatto che non sia disponibile una stima precisa, ne sulla data retention, ne sui cicli di scrittura effettivi di ogni unità, rendono comunque un SSD completamente inaffidabile per il discorso del data retention, e si rende comunque necessaria l'accortezza di accenderli ogni tanto, speciè con le unita da 1tb o 2tb che arriveranno a brevissimo a prezzi aggressivi e li renderanno quindi ideali per lo storage ad alta velocità.

p.s. l'impatto termico ha la sua rilevanza. Unità stoccate in posti molto caldi hanno una data retention sostanzialmente inferiore.

Ultima modifica di jined : 06-09-2013 alle 14:09.
jined è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso