View Single Post
Old 02-03-2012, 15:12   #2576
ezio
Senior Member
 
L'Avatar di ezio
 
Iscritto dal: Apr 2001
Città: Giovinazzo(BA) ...bella città, riso patat e cozz a volontà!
Messaggi: 26470
Quote:
Originariamente inviato da supeuser Guarda i messaggi
molto interessante... ti va di scrivere 2 parole su come funziona un vhd? e' una partizione fisica? sorry ma non ne so nulla...
NB: vedi anche edit a fine post.

Ecco intanto una guida rapida in italiano dall'ottimo sysadmin.it: http://blogs.sysadmin.it/redrain/arc...ot-da-vhd.aspx

Non è niente di particolare, si tratta appunto di creare sull'installazione esistente di Win7 un disco virtuale tramite il comando diskpart, con la sua relativa partizione primaria virtuale.
Durante la scelta della partizione per l'installazione di Windows 8 è possibile aprire il prompt dei comandi con Shift+F10 per avviare nuovamente diskpart e caricare il disco virtuale creato da Windows 7, installandoci sopra il nuovo OS.

Il vantaggio di questa procedura è quello di virtualizzare unicamente il disco di destinazione e non l'hardware: Windows 8 funziona come se fosse installato su una partizione reale del disco e utilizza tutte le risorse hardware reali del sistema, senza l'uso di macchine virtuali o driver di periferica generici.
In più viene salvaguardato il boot manager di Windows 7: cancellando il file vhd ed eliminando la voce relativa a Win8 da msconfig su Windows 7 si elimina ogni riferimento all'installazione di Windows 8.

Se avete già installato Windows 7, questa imho è la procedura ideale per sfruttare e testare a fondo il nuovo sistema operativo senza incasinare nulla e senza gli eventuali problemi di compatibilità derivanti dall'uso di una VM

EDIT 20/09/2012: I file vhd non supportano il trim per SSD e altre funzioni, ora invece implementate nel nuovo formato VHDX:
Quote:
Support for virtual hard disk storage capacity of up to 64 TB.
Protection against data corruption during power failures by logging updates to the VHDX metadata structures.
Improved alignment of the virtual hard disk format to work well on large sector disks.
The VHDX format also provides the following features:
Larger block sizes for dynamic and differencing disks, which allows these disks to attune to the needs of the workload.
A 4-KB logical sector virtual disk that allows for increased performance when used by applications and workloads that are designed for 4-KB sectors.
The ability to store custom metadata about the file that the user might want to record, such as operating system version or patches applied.
Efficiency in representing data (also known as “trim”), which results in smaller file size and allows the underlying physical storage device to reclaim unused space. (Trim requires physical disks directly attached to a virtual machine or SCSI disks, and trim-compatible hardware.)
VHDX che è possibile creare con Hyper-V, Windows Server 2012 o Windows 8.

Per creare il vhdx potete seguire i passaggi della guida di sysadmin effettuandoli tutti direttamente durante il setup di Win8 (vedi screen a seguire), aprendo il prompt con SHIFT+F10 durante la scelta della partizione su cui installare l'OS e sostituendo l'estensione .vhd con vhdx nel primo comando (create vdisk...).
Fate solo attenzione alla lettera della partizione reale in cui create il file vhdx, solitamente non corrisponde a quella visualizzata in Risorse del Computer in Windows (aiutatevi come da screen con il comando diskpart list volume)

Ultima modifica di ezio : 20-09-2012 alle 23:42.
ezio è offline