View Single Post
Old 25-06-2009, 13:28   #5
CarloR1t
Senior Member
 
Iscritto dal: Dec 2000
Città: MI
Messaggi: 9820
Quote:
Originariamente inviato da marcus58 Guarda i messaggi
Apro questo thread dedicato sperando di fare cosa gradita e sopratutto snellire altri thread troppo generici.

Ho acquistato da pochi giorni questo analizzatore/caricabatterie presso un rivenditore/distributore inglese. Servizio eccellente ! Pacco partito con UPS alle 16 e arrivato alle 12 del giorno successivo (sembra una barzelletta, ma è vero !). Pagato con carta di credito. Prezzo equo (ne ho ordinati 2 perchè si risparmiava quasi il 20%).

Decido di fare un primo test scegliendo ...... le pile sbagliate !Avevo una bilancia elettronica in disuso quando mi sono accorto che all'interno c'erano ancora 6 NiMH AA da 2450 mAh (acquistate su eBay anni fà ...). Erano praticamente "morte", ma la rianimazione a suon di piccoli impulsi di corrente ha fatto sì che l'analizzatore le riconoscesse. Ho iniziato un ciclo cosidetto di "break-in" selezionando una capacità "presunta" di 2440 mAh, come consigliato sul manuale che effettua in sequenza: 1) carica di 16 ore a 0,1C - 2) pausa di 1 ora - 3) scarica a 0,2C - 4) pausa di 1 ora - 5) carica a 0,1C per 16 ore.
Quindi sono ben 34 ore + una scarica !
Ho iniziato il ciclo di sera e l'ho seguito ad intervalli per un paio d'ore. Tutto regolare, batterie appena tiepide. Vado a dormire a la mattina dopo ancora tutto sembra normale. Dopo circa 14 ore (non posso essere molto preciso), mia moglie mi chiama allarmata dicendo che sente "friggere" il caricabatterie; corro a vedere e noto che l'elemento NiMH più a destra "fuma" e "frigge"; stacco immediatamente l'alimentazione, ma incautamente resto nelle vicinanze; subito dopo esplode la batteria e per un pelo ho rischiato danni seri perchè un pezzo della pila mi ha colpito come un proiettile il pollice della mano destra procurandomi una ferita dolorosissima e un gonfiore sedato dall'immediata applicazione di ghiaccio !Ovviamente tutta la zona circostante era piena di polvere nera e le pulizie sono durate un paio d'ore ...
A mente fredda ho pensato che al massimo potevo evitare di ferirmi, ma l'esplosione ormai era inevitabile. Mi chiedo, ma non dovebbe avere una protezione termica questo benedetto C9000 ? In effetti nella sede di ciascun elemento c'è una linguetta metallica che sembra debba assolvere a questa funzione, ma perchè non è intervenuta ?
Spero di non dovermi trovare nuovamente in una situazione del genere, ma resto comunque perplesso.

Il C9000 non ha subito danni di sorta.
Commenti ?
appunto perchè non l'ha impedito?
Se la pila friggeva era caldissima. Funzionano o no queste protezioni termiche?

Ed è andata ancora bene, ma non devono succedere queste cose, se la protezione termica dichiarata non funziona o ha una soglia troppo alta ci sarebbe da chiedere un risarcimento, potevi perdere un occhio o mandare a fuoco la casa.

EDIT ovviamente se la batteria era completamente fuori norma e capace di esplodere a temperature non eccessive sotto la soglia di pericolo delle pile normali il discorso cambia. Come se uno mettesse un petardo nei contatti, non è colpa del caricatore...
__________________
✌️☮️🇺🇦❤️🇷🇺 ☮️✌️
Videoproiettore Epson TW5350, Darbee DVP-5000S, Himedia Q5 Pro, Sony BDP-S6700 BD3D, Fuji FinePix REAL 3D W3, LG Otimus 3D Max, 3D TV Samsung 40UED8000, 3D Tablet. Forum AVM: Videoproiezione, Blu-ray 3D

Ultima modifica di CarloR1t : 25-06-2009 alle 19:52.
CarloR1t è offline   Rispondi citando il messaggio o parte di esso