Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


marchigiano 06-05-2009 21:18

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367052)
Però per "scaricate a zero" vi riferite proprio a zero, oppure un voltaggio a 0.9 o cmq fino a quando la macchina fotografica non funziona più con quelle pile?

intendo 0.9V con correnti basse, sui 100-200mA

la carica veloce va bene ma senza esagerare, se la sanyo consiglia 1000-2000mA, 1000 non è per niente lenta, 6500 è un po altina... a meno che il caricatore non la usi per i primissimi minuti per poi passare alla corrente più "umana"

thorndyke 06-05-2009 21:39

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367052)
Peccato forse che quell'uniross non ha la funzione di scarica

No, non ha la funzione di scarica, ma come ti è stato detto non serve a nulla! Anzi si, serve a sprecare cicli di carica se fatta spesso e ad accorciare la vita delle batterie.

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27367264)
6500 è un po altina... a meno che il caricatore non la usi per i primissimi minuti per poi passare alla corrente più "umana"

infatti quell'uniross si comporta esattamente così: dopo i primi minuti diminuisce la corrente di carica proprio per caricarle nel minor tempo possibile senza rovinarle.

lordalbert 06-05-2009 21:55

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27367505)
No, non ha la funzione di scarica, ma come ti è stato detto non serve a nulla! Anzi si, serve a sprecare cicli di carica se fatta spesso e ad accorciare la vita delle batterie.

in teoria, da quel che sto capendo, è meglio conservare le pile scariche. Quindi potrebbe servire per portarla a 0.9v prima di metterle via per alcuni mesi.
Però vabbè, non è fondamentale...
Credo di aver più o meno capito.. adesso rifletto se prendere quel uniross (probabilmente prenderò quello) o spendere un po' di più per la cross 900.

Ah, ultimo dubbio... il lacross per misurare la capacità della pila, fa una scarica, una ricarica completa e una scarica... giusto? In tal caso perdi un ciclo, per una cosa forse non tanto utile da sapere... (alla fine me ne accorgo quando non tiene più la carica). E in tal caso non mi servirebbe.

Ma se io volessi costruire un circuito di scarica? Prendo un portapila (singolo), lo collego ad una resistenza (il valore da decidere) e fino a quando non arriva a 0.9 la lascio collegata. In questo modo posso prendermi un uniross e scaricare le pile quando magari sono mezze cariche, o al max solo quando devo conservarle per lungo tempo. Dite che è una cavolata? :D

IL brillo 06-05-2009 22:03

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367763)
in teoria, da quel che sto capendo, è meglio conservare le pile scariche. Quindi potrebbe servire per portarla a 0.9v prima di metterle via per alcuni mesi.
Però vabbè, non è fondamentale...
Credo di aver più o meno capito.. adesso rifletto se prendere quel uniross (probabilmente prenderò quello) o spendere un po' di più per la cross 900.

Ah, ultimo dubbio... il lacross per misurare la capacità della pila, fa una scarica, una ricarica completa e una scarica... giusto? In tal caso perdi un ciclo, per una cosa forse non tanto utile da sapere... (alla fine me ne accorgo quando non tiene più la carica). E in tal caso non mi servirebbe.

Ma se io volessi costruire un circuito di scarica? Prendo un portapila (singolo), lo collego ad una resistenza (il valore da decidere) e fino a quando non arriva a 0.9 la lascio collegata. In questo modo posso prendermi un uniross e scaricare le pile quando magari sono mezze cariche, o al max solo quando devo conservarle per lungo tempo. Dite che è una cavolata? :D

ti hanno già spiegato che la scarica è un'operazione inutile, perciò perchè ti dovresti costruire un marchingegno simile ?

lordalbert 06-05-2009 22:09

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27367872)
ti hanno già spiegato che la scarica è un'operazione inutile, perciò perchè ti dovresti costruire un marchingegno simile ?

perchè ho letto nel primo post che è meglio conservare le pile, se inutilizzate per alcuni mesi, scariche. Perchè se le conservi cariche, i cristalli possono aumentare di dimensione e poi avere un voltaggio inferiore. In pratica ti durano di meno.
Se non è così smentite, e correggete le faq del primo post ;) (ma in teoria, in generale, non sarebbe male citare pure le fonti)
Già pensavo di farlo per testare le vecchie pile se sono ancora valide. Mettendo una resistenza, e misurando con un tester se il voltaggio rimane costante sui 1.2v per alcuni minuti. Questa idea l'avevo letta in un post di CarloR1T qualche pagina indietro.

thorndyke 06-05-2009 22:22

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27367763)
è meglio conservare le pile scariche

Non credo sia una buona idea. Specialmente le ibride sono comode perchè le lasci cariche e quando ti servono le usi. Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato). Secondo me ti fai troppi problemi. Cioè va bene chi ci perde tempo per hobby, ma se le vuoi usare da "utilizzatore" le carichi e basta senza complicarti la vita o fare misure, cicli di carica/scarica etc... almeno io la penso così.

lordalbert 06-05-2009 22:29

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368167)
Non credo sia una buona idea. Specialmente le ibride sono comode perchè le lasci cariche e quando ti servono le usi. Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato). Secondo me ti fai troppi problemi. Cioè va bene chi ci perde tempo per hobby, ma se le vuoi usare da "utilizzatore" le carichi e basta senza complicarti la vita o fare misure, cicli di carica/scarica etc... almeno io la penso così.

eh si, hai ragione :) Mi faccio troppi problemi :D
Più che altro, visto che alla fine non mi costa nulla, mi interessavo appunto per evitare di rovinare le pile e farle durare di più.
E poi alla fine mi sto facendo un po' di cultura sulle pile ricaricabili :D E non mi dispiace, sono argomenti interessanti.. anche se purtroppo ci sono un sacco di voci discordanti sul web, poco chiare, e nessun documento ufficiale.

marchigiano 06-05-2009 23:13

i documenti ufficiali sono i pdf che (difficilmente) si trovano sui siti dei produttori

molta altra roba c'è su battery university e nei manuali dei caricabatterie da modellismo

scaricare a zero la batteria può servire se deve stare ferma oltre 6 mesi, con le ibride anche 1-2 anni, che le compri a fare per tenerle ferme così a lungo? ;)

scaricare a zero aiuta anche col voltage depression, nel tuo caso potrebbe essere particolarmente utile

50 euro per il lacrosse sono troppi, ti ci fai il maha o addirittura puoi passare alle ni-zn (prendi caricatore e batterie direttamente su ritzcamera)

per i cicli di vita, ovviamente diventando schiavo delle batterie si può allungare la loro vita, poi dipende quanto uno vuole sacrificare un po di cicli per avere delle comodità

se le eneloop in condizioni ideali dopo 1000 cicli hanno ancora l'80% di capacità, caricandole con l'energizer 15 minuti (che è ben più veloce e quindi stressante del'uniross) dopo 100-150 cicli sono praticamente da buttare (vedi test nelle faq)

poi uno può scegliersi la giusta via di mezzo tra comodità e durata

marchigiano 06-05-2009 23:16

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368167)
Io le ricarico ogni sei mesi quando cambia l'ora solare/legale anche se non sono scariche e non ho mai avuto problemi (le ho da quando sono state immesse sul mercato)

be ma mica stanno ferme... sono in un orologio che le scarica, inoltre il consumo di un orologio è così basso che non ti accorgeresti del voltage depression neanche se i cristalli diventano grossi come dei swarowski :D quando le tiri fuori dall'orologio dalle a lordalbert vediamo quanti scatti ci fa. ti ricordo che lui ha preso delle sony ibride nuove ferme da mesi nel blister, erano precaricate ma il voltage depression gli ha fatto spegnere la fotocamera dopo 4 scatti...

cuorisità: dove le usi le altre eneloop? in un registratore portatile se ricordo bene? potresti dirmi il modello?

thorndyke 06-05-2009 23:25

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27368797)
be ma mica stanno ferme... sono in un orologio che le scarica, inoltre il consumo di un orologio è così basso che non ti accorgeresti del voltage depression neanche se i cristalli diventano grossi come dei swarowski

ne approfitto per caricare anche le altre che stanno ferme, ad esempio le AAA di un lettore mp3 che uso molto di rado

Quote:

dove le usi le altre eneloop? in un registratore portatile se ricordo bene? potresti dirmi il modello?
Edirol R-09, ma anche molte altre cose: macchina fotografica, flash, lampade da testa, etc...

IL brillo 06-05-2009 23:41

qd mi ha proposto di aspettare 10 giorni per avere un certo 1900, che dice essere la versione aggiornata dall'808, che mi dite ? Ne sapete qualcosa ?

edit:
mi sta dicendo che non ha il supporto usb, non ha il refresh e carica le batterie in coppia :|, ma costa di meno, come fa un modello sostituivo a essere così inferiore :\.

Debian-LoriX 07-05-2009 10:14

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27368979)
mi sta dicendo che non ha il supporto usb, non ha il refresh e carica le batterie in coppia :|, ma costa di meno, come fa un modello sostituivo a essere così inferiore :\.

Se le cose stanno così, lascia perdere QD e compra direttamente il La Crosse 700 (oppure il 900, vedi tu)
;)

IL brillo 07-05-2009 10:46

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27371434)
Se le cose stanno così, lascia perdere QD e compra direttamente il La Crosse 700 (oppure il 900, vedi tu)
;)

si beh per la verità io non volevo spendere così tanto, e non mi interessavano le funzioni in più del lacrosse, ovvio se lo avessi le utilizzerei, ma il 600f più 8 hybrio spedito mi veniva intorno ai 30 euro, il 700 viene 30 euro solo lui senza spedizione :\. Mi interessava semplicemente un caricatore con 4 canali separati , non ho particolari necessità di velocità, e con i vari controlli di carica, per cui ero indeciso tra l'808 e il simil magnex, e in ultima analisi l'uniross da 15 minuti. Visti i problemi dell'808 mi ero direzionato verso il magnex, solo che component non mi risponde più alle email, in più il prezzo sarebbe superiore (più che altro per le batterie, dovrei prendere le eneloop al posto delle hybrio) , per cui ho ripiegato sul 600f. L'uniross non l'ho preso seriamente in considerazione sempre per il prezzo, costa il doppio rispetto agli altri, non potrei approfittare del 3x2 visto che me ne serve solo uno :D, e poi perchè il sito di mymemory è sempre poco chiaro, a parte il problema della spedizione che sembra essere risolto, ad esempio 4 hybrio aaa le hanno a 6,99 spedite (£6.99 DELIVERED, come da sito) ma se le aggiungo al carrello e aggiungo altri prodotti restano comunque 6,99, come è sto fatto ? pago per ogni prodotto la spedizione :D ? Senza considerare che non le hanno attualmente disponibili.
edit: ho letto adesso in alto che la spedizione è gratuita in tutto il mondo, ho capito bene ? Vale anche per l'Italia questo ? Me lo domando visto che ogni volta i problemi ci sono solo per l'Italia :D.

lordalbert 07-05-2009 10:48

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27368777)
50 euro per il lacrosse sono troppi, ti ci fai il maha o addirittura puoi passare alle ni-zn (prendi caricatore e batterie direttamente su ritzcamera)

Ci ho pensato anche io alle ni-zn. Qualcuno mi aveva detto di aspettare perchè non si hanno ancora test sulla loro durata.. ad ogni modo, ho guardato sul libretto della mia macchina, e c'è scritto di utilizzare solo alkaline e ni-mh. Di evitare anche le ni-cd o al magnese, perchè scaldano di più e il calore prodotto potrebbe danneggiare la macchina fotografica. Non so se è una precauzione inutile, però magari le ni-zn potrebbero provocare problemi..

Quote:

poi uno può scegliersi la giusta via di mezzo tra comodità e durata
ok, allora da quello che ho capito, nè troppo lento nè troppo veloce, una via di mezzo :)
Le eneloop consigliano tra 1000mA e 2000mA, quindi rispetto i "consigli" del costruttore, credo sia la cosa migliore. Adesso cerco informazioni sulle sony... se non le trovo, cmq rimango sui 1000mA che credo possano essere una buona scelta

Ma il voltage depression è quello che si verifica quando le si lascia inutilizzate per parecchio tempo quando sono cariche? Lo so che le si compra per utilizzare, ma se non mi capita di utilizzare la macchina fotografica per un po', o cmq compro più pile di scorta che poi non uso.. :D
e quindi, anche se me le dimentico cariche e non le uso per un po' e si verifica un calo di voltaggio... è un processo reversibile con una completa scarica, giusto?
Ok, finalmente inizio a capirci qualcosa :D

thorndyke 07-05-2009 11:27

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27371865)
L'uniross non l'ho preso seriamente in considerazione sempre per il prezzo, costa il doppio rispetto agli altri, non potrei approfittare del 3x2 visto che me ne serve solo uno

viene 20.99sterline (quasi 24euro al cambio di oggi), il 3x2 puoi farlo con tutti i prodotti facenti parte della promozione 3x2 ed il meno caro è gratis (il peso totale dell'ordine deve essere <2kg)


Quote:

e poi perchè il sito di mymemory è sempre poco chiaro...
basta conoscere un minimo di inglese... la spedizione è gratuita anche per l'Italia basta che il totale dell'ordine sia <2kg

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27371880)
Ci ho pensato anche io alle ni-zn

lascia perdere che rovini la macchina

Quote:

quindi, anche se me le dimentico cariche e non le uso per un po' e si verifica un calo di voltaggio... è un processo reversibile con una completa scarica, giusto?
Se non le usi un po' si scaricano, ma basta ricaricarle e vanno bene. Tutti questi problemi che leggi sono ingigantiti, io non ho mai riscontrato cose del genere. Ad esempio: ho un pacco batterie che sono di emergenza per la macchina fotografica quindi sono usate raramente, se devo partire per un viaggio carico sia quelle presenti di solito nella macchina fotografica sia quelle di riserva anche se non sono scariche. Di recente le ho usate perchè con le batterie in macchina ci ho fatto sui 600scatti e poi circa 300 (senza scaricarle del tutto) con quelle di riserva che erano ferme da qualche mese. Tornato a casa ho ricaricato il tutto (anche quelle mezze cariche) e le continuo ad usare così senza perderci tempo, quando diminuiscono di prestazioni si buttano, ma fino ad ora nessun problema.

the_duke 07-05-2009 11:35

Visto che questo thread è frequentato da persone davvero esperte, mi permetto di rivolgere una domanda che riguarda sempre le batterie, ma forse è leggermente OT.

Ho ricevuto in regalo un paio di giorni fa il mio primo pc portatile (per la cronaca un HP dv6).
Di questo farò un uso in ambito prevalentemente casalingo, quindi con la presa di corrente sempre a portata di mano, ma ogni tanto mi servirà anche in versione "mobile", quindi con l'utilizzo della batteria.

Quali sono i consigli per mantenere il più efficiente possibile la batteria?
Nel corso del tempo sulle batterie dei portatili ho sentito di tutto: che quando è collegato l'alimentatore conviene staccare la batteria, che è meglio caricare la batteria e poi lavorare senza alimentazione fissa fino a quando la batteria si scarica completamente (o quasi), ...

Lo so, è una domanda banale, ma quando ci sono pareri differenti non si sa a chi dar retta...

Grazie mille!

Debian-LoriX 07-05-2009 11:41

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27371865)
Vale anche per l'Italia questo ? Me lo domando visto che ogni volta i problemi ci sono solo per l'Italia :D.

Un sospettuccio mi assale: ho verificato ora ed anche QD, come molti altri negozi britannici, ha RIMOSSO l'Italia dai paesi verso i quali effettua spedizioni; addirittura alcuni indicano in grassetto rosso "WE DON'T SHIP TO ITALY"
:muro:

O è colpa di diversi 'compatrioti' che non si sono comportati troppo bene nei confronti confronti dei britannici (truffe o altro), oppure si è sparsa la voce da noi in qualche 'piano alto' che ormai parecchi internauti italici scavalcano i loro grassi canali di vendita italiani in favore di quelli inglesi che, già BEN più economici, sono resi ancora più appetibili grazie al cambio £/€ ormai divenuto paritario...
:doh:

Per il resto Brillo, condivido pienamente la tua ipotesi, che poi alla fine è anche la mia!
:sofico:

revo 07-05-2009 12:11

ragazzi ma è vero che per le macchine digitali le migliori batterie sono le CRV3?

sto usando sia quelle che le normali stilo ricaricabili e, seppur queste ultime siano superiori in termini di mha, durano mooolto di meno delle CRV3 ( ricaricabili anch esse )
come mai?

posseggo 2 batterie RCRV3 una da 1800mha e l altra da 1350mha, entrambe a 3 volt:
volevo sapere...

1) ho un caricatore che carica una CRV3 da 1350mha in circa 2 ore e si blocca qnd la batteria è completamente carica.
con questo tipo di carica la batteria si rovina?

2) Le CRV3 si scaricano se lasciate nella macchina per qualche giorno?(non utilizzando la macchina ovviamente)

IL brillo 07-05-2009 12:37

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27372509)
viene 20.99sterline (quasi 24euro al cambio di oggi), il 3x2 puoi farlo con tutti i prodotti facenti parte della promozione 3x2 ed il meno caro è gratis (il peso totale dell'ordine deve essere <2kg)




basta conoscere un minimo di inglese... la spedizione è gratuita anche per l'Italia basta che il totale dell'ordine sia <2kg


lascia perdere che rovini la macchina


Se non le usi un po' si scaricano, ma basta ricaricarle e vanno bene. Tutti questi problemi che leggi sono ingigantiti, io non ho mai riscontrato cose del genere. Ad esempio: ho un pacco batterie che sono di emergenza per la macchina fotografica quindi sono usate raramente, se devo partire per un viaggio carico sia quelle presenti di solito nella macchina fotografica sia quelle di riserva anche se non sono scariche. Di recente le ho usate perchè con le batterie in macchina ci ho fatto sui 600scatti e poi circa 300 (senza scaricarle del tutto) con quelle di riserva che erano ferme da qualche mese. Tornato a casa ho ricaricato il tutto (anche quelle mezze cariche) e le continuo ad usare così senza perderci tempo, quando diminuiscono di prestazioni si buttano, ma fino ad ora nessun problema.

si grazie per il chiarimento, ho mandato mail per avere informazioni sulla disponibilità delle aaa, vediamo che mi risponde.

thorndyke 07-05-2009 13:08

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27373642)
ho mandato mail per avere informazioni sulla disponibilità delle aaa, vediamo che mi risponde.

Non sono disponibili al momento, e non sanno una data certa per la nuova fornitura (almeno quando ho chiesto io).

lordalbert 07-05-2009 14:42

lancio una piccola proposta:
Tutte queste informazioni che si stanno raccogliendo, sono davvero utili. Soprattutto il primo post, è fatto davvero bene!
Il problema è che sono informazioni difficili da trovare in rete, quindi la mia idea era quella di riunire varie informazioni in un luogo facilmente consultabile e rintracciabile in rete. In modo da aiutare a diffondere l'informazione.
In pratica, l'idea sarebbe quella di ampliare la pagina di wikipedia inserendo le informazioni che sono già state scritte qui. In modo da dare il nostro piccolo contributo, nel riunire le informazioni in un luogo forse più accessibile, e favorire l'informazione.
L'idea nasce dal fatto che, secondo me, sarebbe utile avere un unico posto dove cercare una qualsiasi informazione. Invece di perdere le ore in google a far passare mille siti, molti dei quali sono assai superficiali e non trattano bene l'argomento, sperando prima o poi di trovare un sito/forum in cui ci sono informazioni serie. Se tutti facessero così, la ricerca sarebbe molto più veloce, e le informazioni a disposizione, maggiori.

Poi non so se il creatore del primo post è contrario, magari anche per problema di licenza, o che ne so... la mia è solo una proposta, parliamone :)

marchigiano 07-05-2009 14:43

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368863)
Edirol R-09, ma anche molte altre cose: macchina fotografica, flash, lampade da testa, etc...

che macchina fotografica? con 2 o 4 batt?

thorndyke 07-05-2009 15:02

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27375715)
che macchina fotografica? con 2 o 4 batt?

la S3 IS, monta 4 batterie

Debian-LoriX 07-05-2009 17:17

Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

lordalbert 07-05-2009 18:36

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27377981)
Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

A quanti mA ricarica le pile?

CarloR1t 07-05-2009 19:22

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27368979)
qd mi ha proposto di aspettare 10 giorni per avere un certo 1900, che dice essere la versione aggiornata dall'808, che mi dite ? Ne sapete qualcosa ?

edit:
mi sta dicendo che non ha il supporto usb, non ha il refresh e carica le batterie in coppia :|, ma costa di meno, come fa un modello sostituivo a essere così inferiore :\.

Non vedo come può essere la versione aggiornata a meno che SPK (o Fujicell Extreme) hanno deciso di non produrre (ritargare) più l'808 offrendo solo il modello 600...
Avevo già annunciato che c'erano stati problemi con l'Italia, probabilmente qualcuno alle poste con le mani lunghe.

CarloR1t 07-05-2009 19:51

Quote:

Originariamente inviato da the_duke (Messaggio 27372644)
Visto che questo thread è frequentato da persone davvero esperte, mi permetto di rivolgere una domanda che riguarda sempre le batterie, ma forse è leggermente OT.

Ho ricevuto in regalo un paio di giorni fa il mio primo pc portatile (per la cronaca un HP dv6).
Di questo farò un uso in ambito prevalentemente casalingo, quindi con la presa di corrente sempre a portata di mano, ma ogni tanto mi servirà anche in versione "mobile", quindi con l'utilizzo della batteria.

Quali sono i consigli per mantenere il più efficiente possibile la batteria?
Nel corso del tempo sulle batterie dei portatili ho sentito di tutto: che quando è collegato l'alimentatore conviene staccare la batteria, che è meglio caricare la batteria e poi lavorare senza alimentazione fissa fino a quando la batteria si scarica completamente (o quasi), ...

Lo so, è una domanda banale, ma quando ci sono pareri differenti non si sa a chi dar retta...

Grazie mille!

Una domanda ciclica nella sezione notebook... :)

Il solo danno per le batterie al litio lasciate inserite è il calore o l'eccessiva scarica, non è consigliabile scendere sotto il 20%.

Non hanno bisogno di condizionamento fisico con cariche e scariche complete che ne aumentano solo l'usura. Il motivo per cui sembrano aumentare capacità dopo qualche ciclo completo è solo perchè grazie allo smart chip il notebook può fare una stima più precisa della durata prima di segnalare che la batteria è scarica.

Quando le celle al litio sono cariche il circuito di ricarica le stacca, non sopportano sovraccarichi e non possono essere mantentute in carica di mantenumento come le nimh e nicd altrimenti si danneggiano o esplodono addirittura (avrai sentito casi dei portatili Dell e altri con batterie difettose qualche tempo fa).

Nel caso di mancato utilizzo per lungo periodo, per es. le batterie nuove in magazzino, vengono precaricate al 40% di carica. L'autoscarica è minima.

In conclusione se non hai un portatile che è un forno vicino al vano batteria lasciala pure inserita.

Se vuoi saperne di più... ;)
www.batteryuniversity.com

Debian-LoriX 07-05-2009 19:53

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27379078)
A quanti mA ricarica le pile?

Alimentato da rete 220V, carica fissa di 1A ad impulsi (ciò significa che in media carica circa a 780mA); considera che è un caricatore economico, non ha certo tutte le funzioni avanzate del La Crosse o del Maha, però ha davvero un eccellente rapporto qualità/prezzo, per uno come me che le pile stilo le utilizza nei tanti telecomandi di casa e nel flash della fotocamera, è davvero impagabile!
:sofico:

Grazie ancora Carlooo!
:ave:

marchigiano 07-05-2009 19:57

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27376036)
la S3 IS, monta 4 batterie

be come vedi non hai nessuna applicazione critica, le fotocamere 4AA sono molto più tolleranti di quelle 2AA, i flash poi sono capaci di premere bene qualsiasi batteria (al massimo si allungano i tempi di ricarica), i registratori mp3 idem, il tuo per es. dichiara un assorbimento di appena 360mA e sicuramente riesce a funzionare anche con tensioni particolarmente basse

se ci aggiungiamo il fatto che hai un buon caricatore con, forse, le ni-mh più robuste attualmente in vendita, ecco perchè non hai problemi


Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX;27377981
potenza massima rilevata: [B
8.5 W[/b]
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

ottimo davvero, è molto efficiente, forse anche perchè ha un solo canale condiviso (una sorta di common rail :) ). dai speriamo che i pezzi difettosi siano finiti, poi cavoli... solo in italia? gli altri che corrente usano?


Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27379078)
A quanti mA ricarica le pile?

impulsi da 1000 e 800 di media, come scritto anche nel primo post

per le ni-zn, se la tua fotocamera funziona bene con le litio, senza surriscaldamenti, funziona bene anche con le ni-zn.

per mettere tutto si wikipedia per me non c'è problema ma alcune foto e grafici non sono fatti da me bisognerebbe chiedere il permesso ai proprietari. inoltre aggiorno il post frequentemente perchè magari mi accorgo di qualche errore e non so se su wiki posso aggiornare ogni 2 giorni ;) altrimenti per me si portrebbe mettere anche su qualche pagina web, ho pure uno spazio che mi da infostrada, senza pubblicità, solo che non so fare la pagina web e sopratutto non saprei aggiornarla :fagiano:

x revo: la crv3 è una batteria al litio non ricaricabile da 3V e circa 3200mAh, in pratica dentro ci trovi due litio AA tipo quelle della energizer

te hai la ricaricabile che sarebbe una rcrv3 che dovrebbe contenere 2 li-ion 14500 in parallelo, la tensione massima quindi è 4.2V e la capacità massimo massimo 1400mAh (1800 è fake ovviamente)

se la fotocamera non ha problemi a reggere 4.2V la batteria è sicuramente migliore di qualsiasi ni-mh, tra l'altro puoi lasciarla dentro la fotocamera per mesi che l'autoscarica è minima, ma puoi anche ricaricarla quando vuoi per non correre rischi di rimanere a piedi

il caricatore se è fatto bene allunga i tempi di carica se ci metti una batteria più capiente

x duke: come scritto anche tra le faq nel primo post, puoi tenere la batteria dentro il note quanto vuoi, l'importante è che rimanga fredda. in questo modo sei coperto in caso di blackout. se non ti frega, puoi tenerla fuori dal note ma mai scarica a zero perchè rischi che ti si blocca, lasciaci dentro un 30-40% di carica. in questo modo ti dura un po di più in effetti, ma alla fine, quello che rovina davvero le batterie è la presenza di un elemento difettoso, nei note ci sono 3-6-8 celle... ci sono più probabilità di incontrarne una difettosa, questa ovviamente penalizza tutte le altre. se per dire le migliori potrebbero durare 500 cicli, la peggiore 100, ti ritrovi dopo 100 cariche con l'intera batteria inutilizzabile e questo fa girare i maroni in effetti... con quello che costano. cambiare gli elementi è difficilissimo perchè di solito le batterie sono saldate bisogna sfasciare la plastica...

CarloR1t 07-05-2009 20:08

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27380167)
Alimentato da rete 220V, carica fissa di 1A ad impulsi (ciò significa che in media carica circa a 780mA); considera che è un caricatore economico, non ha certo tutte le funzioni avanzate del La Crosse o del Maha, però ha davvero un eccellente rapporto qualità/prezzo, per uno come me che le pile stilo le utilizza nei tanti telecomandi di casa e nel flash della fotocamera, è davvero impagabile!
:sofico:

Grazie ancora Carlooo!
:ave:

Per cosa? :)

Mi dispiace per chi l'ha preso guasto ma nessuno ha lamentele da fare sulla sostituzione?

Altrimenti si può prendere se non si ha fretta, al limite lo si rispedisce e cambia con un 600 che è altrettanto buono se a uno non serve caricare in auto.

lordalbert 07-05-2009 21:31

ok, ecco che mi avete messo un'altro dubbio :D
Avevo pensato di lasciar perdere l'uniross 15 minute perchè usa correnti troppo forti, sconsigliate dai produttori di pile.. è vero che anche se si accorcia la vita, come qualcuno dice, "basta buttarle e comprarne nuove" :D ma più durano meglio è, altrimenti si va di alkaline ogni volta eheh
Avevo un mezzo pensiero per il la crosse, però il costo è un po' più alto, e quindi ero indeciso...
Ora questo, non so dove lo comprate voi, ma io l'ho trovato su ebay a 19€ spedizioni incluse dall'inghilterra.
Sembra quindi interessante.. e mi ha messo in dubbio... meglio quello, o spendere 30€ in più per un la crosse? :D (il maha, come consigliato, costerebbe 40€ in più, e sarebbe troppo)
alla fine se eneloop consiglia tra 1000 e 2000mA, 740 è inferiore. Però mi sa che nei fini pratici la differenza è impercettibile...
Bah..

marchigiano 07-05-2009 22:30

non ti fissare sui particolari, 750-800mA vanno più che bene, thorn le carica con una fase iniziale a 6000 eppure ancora gli durano...

ho iniziato un test su una duracell 2650, appena tirata fuori dal blister 0.9V... scarica in pratica :muro: gli ho fatto un breakin col caricatore da modellismo, 200mA per 3900mAh totali, la tensione è arrivata a 1.500V e non c'è stato il -dV, quindi un caricatore a -dV a 200mA l'avrebbe bruciata alla prima ricarica, a riconferma che una carica così lenta non provoca il -dV

tra 24h la scarico a 200mA

IL brillo 08-05-2009 06:08

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27377981)
Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

maledetto così mi metti ancora più dubbi :D, ero praticamente deciso per il 600 :D

thorndyke 08-05-2009 10:26

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27380206)
be come vedi non hai nessuna applicazione critica, le fotocamere 4AA sono molto più tolleranti di quelle 2AA, i flash poi sono capaci di premere bene qualsiasi batteria (al massimo si allungano i tempi di ricarica), i registratori mp3 idem

Mah... considerando che le uso in tutti gli oggetti che ci sono in casa (anche quelli il cui manuale indica espressamente di usare solo alkaline), se dici che non ho nessuna applicazione critica significa che quasi tutte le persone non ne hanno una. In ogni caso il vicino ha la canon che funziona con due AA ha comprato il caricabatterie che gli ho consigliato e va tutto bene, senza considerare gli altri che lo usano avendolo comprato dal ng di fotografia (vabbè ma lì lo usano quasi esclusivamente per i flash).

Quote:

se ci aggiungiamo il fatto che hai un buon caricatore con, forse, le ni-mh più robuste attualmente in vendita, ecco perchè non hai problemi
In effetti quello che gli ho consigliato è di prendere un caricabatterie buono e le ibride, così non avrà i problemi che hanno gli altri.

lordalbert 08-05-2009 10:54

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27382143)
non ti fissare sui particolari, 750-800mA vanno più che bene, thorn le carica con una fase iniziale a 6000 eppure ancora gli durano...

ho iniziato un test su una duracell 2650, appena tirata fuori dal blister 0.9V... scarica in pratica :muro: gli ho fatto un breakin col caricatore da modellismo, 200mA per 3900mAh totali, la tensione è arrivata a 1.500V e non c'è stato il -dV, quindi un caricatore a -dV a 200mA l'avrebbe bruciata alla prima ricarica, a riconferma che una carica così lenta non provoca il -dV

tra 24h la scarico a 200mA

Ma tu come fai a sapere i volt? Li misuri quando la pila è in funzione? Perchè se io la misuro con il tester, anche le batterie scariche (scaricate con la funzione di scarica) misurano 1.4V... ma magari perchè sono "a riposo"..

lordalbert 08-05-2009 11:01

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27385761)
In effetti quello che gli ho consigliato è di prendere un caricabatterie buono e le ibride, così non avrà i problemi che hanno gli altri.

Da qualche parte del web, dove elencavano le ibride in commercio, c'erano le mie CycleEnergy Sony e tra parentesi (produced by sanyo) o qualcosa del genere. Quindi mi sa che sono soltanto ribrandizzate, ma sono uguali se non simili. Visto che le ho trovate all'ipercoop sotto casa, mi prendo sempre quelle da ora in poi.
Ora la indecisione sta sul caricabatterie. Ne vorrei uno buono.. che faccia durare il più possibile le pile. Ho letto da parecchie parti che è sconsigliato (pure su libri di elettronica) di ricaricare ad una corrente maggiore di 1C.. praticamente tutti quelli che caricano in meno di un'ora, e hanno una corrente maggiore di quella che la batteria fornisce durante la scarica. Siccome quella del uniross è parecchio superiore, ogni tanto mi vengono dei dubbi... lo so che secondo le vostre esperienze fa durare tanto le pile... ma magari, per esempio, durano fino a 200cicli di carica (che non sono pochi, visto che io cmq le utilizzo poco le pile), e magari con un caricabatterie più "soft" durano 300-400 cicli, quasi il doppio (sono solo supposizioni le mie).
In tal caso si fanno durare di più le pile, e si ha pure un risparmio sulle ricaricabili :D

thorndyke 08-05-2009 12:18

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27386269)
ma magari, per esempio, durano fino a 200cicli di carica (che non sono pochi, visto che io cmq le utilizzo poco le pile), e magari con un caricabatterie più "soft" durano 300-400 cicli, quasi il doppio (sono solo supposizioni le mie)

Non succede così... inoltre l'uniross carica con molta corrente quando la batteria non è del tutto carica e puo' sopportare bene cariche veloci. E non sottovalutare la comodità di ricaricarle velocemente.

marchigiano 08-05-2009 14:10

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27386164)
Ma tu come fai a sapere i volt? Li misuri quando la pila è in funzione? Perchè se io la misuro con il tester, anche le batterie scariche (scaricate con la funzione di scarica) misurano 1.4V... ma magari perchè sono "a riposo"..

il caricatore da modellismo ha il voltmetro in tempo reale con precisione al millivolt da zero a 40v circa... funge sia durante la carica che la scarica. misurare la tensione a vuoto serve praticamente a niente

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27383545)
maledetto così mi metti ancora più dubbi :D, ero praticamente deciso per il 600 :D

tra 808 e 600 non avrei dubbi... 808 ;)

per l'uniross, non è un vero 15 minuti, la prima fase dura poco (penso 10 minuti?) e la seconda fase sui 30 minuti (se non ricordo bene correggetemi), la prima fase è praticamente 3C per le eneloop ma la seconda 1C circa, poi magari ha un deltaV tarato molto sensibile e stacca quando la batteria è al 97% e questo fa bene per prolungare i cicli. quindi come caricatore non è agressivo come altri da 15 minuti

probabilmente la fase a 3C dura poco con le eneloop perchè queste salgono abbastanza presto di voltaggio, lui pensa a una alta resistenza interna e passa alla fase a 1C salvandola dallo stress. peccato che non trovo in giro analisi per questo caricatore altrimenti lo metterei nel primo post

IL brillo 08-05-2009 14:18

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27389176)
il caricatore da modellismo ha il voltmetro in tempo reale con precisione al millivolt da zero a 40v circa... funge sia durante la carica che la scarica. misurare la tensione a vuoto serve praticamente a niente



tra 808 e 600 non avrei dubbi... 808 ;)

per l'uniross, non è un vero 15 minuti, la prima fase dura poco (penso 10 minuti?) e la seconda fase sui 30 minuti (se non ricordo bene correggetemi), la prima fase è praticamente 3C per le eneloop ma la seconda 1C circa, poi magari ha un deltaV tarato molto sensibile e stacca quando la batteria è al 97% e questo fa bene per prolungare i cicli. quindi come caricatore non è agressivo come altri da 15 minuti

probabilmente la fase a 3C dura poco con le eneloop perchè queste salgono abbastanza presto di voltaggio, lui pensa a una alta resistenza interna e passa alla fase a 1C salvandola dallo stress. peccato che non trovo in giro analisi per questo caricatore altrimenti lo metterei nel primo post

va beh rischio, vi farò sapere se lo devo far sostituire :D

revo 08-05-2009 14:24

ragazzi mi capiata una cosa molto strana:

se uso la crv3 ricaricabile da 1800mha 3v posso usare la macchina digitale per tantissimo tempo;

se uso la crv3 sempre ricaricabile da 1350mha 3v la macchina m si spegne dp 10 secondi e dopo qualche accensione m esce subito l icona della batteria scarica.

cm è possibile?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 14:34.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.