Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


lordalbert 07-05-2009 14:42

lancio una piccola proposta:
Tutte queste informazioni che si stanno raccogliendo, sono davvero utili. Soprattutto il primo post, è fatto davvero bene!
Il problema è che sono informazioni difficili da trovare in rete, quindi la mia idea era quella di riunire varie informazioni in un luogo facilmente consultabile e rintracciabile in rete. In modo da aiutare a diffondere l'informazione.
In pratica, l'idea sarebbe quella di ampliare la pagina di wikipedia inserendo le informazioni che sono già state scritte qui. In modo da dare il nostro piccolo contributo, nel riunire le informazioni in un luogo forse più accessibile, e favorire l'informazione.
L'idea nasce dal fatto che, secondo me, sarebbe utile avere un unico posto dove cercare una qualsiasi informazione. Invece di perdere le ore in google a far passare mille siti, molti dei quali sono assai superficiali e non trattano bene l'argomento, sperando prima o poi di trovare un sito/forum in cui ci sono informazioni serie. Se tutti facessero così, la ricerca sarebbe molto più veloce, e le informazioni a disposizione, maggiori.

Poi non so se il creatore del primo post è contrario, magari anche per problema di licenza, o che ne so... la mia è solo una proposta, parliamone :)

marchigiano 07-05-2009 14:43

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27368863)
Edirol R-09, ma anche molte altre cose: macchina fotografica, flash, lampade da testa, etc...

che macchina fotografica? con 2 o 4 batt?

thorndyke 07-05-2009 15:02

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27375715)
che macchina fotografica? con 2 o 4 batt?

la S3 IS, monta 4 batterie

Debian-LoriX 07-05-2009 17:17

Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

lordalbert 07-05-2009 18:36

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27377981)
Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

A quanti mA ricarica le pile?

CarloR1t 07-05-2009 19:22

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27368979)
qd mi ha proposto di aspettare 10 giorni per avere un certo 1900, che dice essere la versione aggiornata dall'808, che mi dite ? Ne sapete qualcosa ?

edit:
mi sta dicendo che non ha il supporto usb, non ha il refresh e carica le batterie in coppia :|, ma costa di meno, come fa un modello sostituivo a essere così inferiore :\.

Non vedo come può essere la versione aggiornata a meno che SPK (o Fujicell Extreme) hanno deciso di non produrre (ritargare) più l'808 offrendo solo il modello 600...
Avevo già annunciato che c'erano stati problemi con l'Italia, probabilmente qualcuno alle poste con le mani lunghe.

CarloR1t 07-05-2009 19:51

Quote:

Originariamente inviato da the_duke (Messaggio 27372644)
Visto che questo thread è frequentato da persone davvero esperte, mi permetto di rivolgere una domanda che riguarda sempre le batterie, ma forse è leggermente OT.

Ho ricevuto in regalo un paio di giorni fa il mio primo pc portatile (per la cronaca un HP dv6).
Di questo farò un uso in ambito prevalentemente casalingo, quindi con la presa di corrente sempre a portata di mano, ma ogni tanto mi servirà anche in versione "mobile", quindi con l'utilizzo della batteria.

Quali sono i consigli per mantenere il più efficiente possibile la batteria?
Nel corso del tempo sulle batterie dei portatili ho sentito di tutto: che quando è collegato l'alimentatore conviene staccare la batteria, che è meglio caricare la batteria e poi lavorare senza alimentazione fissa fino a quando la batteria si scarica completamente (o quasi), ...

Lo so, è una domanda banale, ma quando ci sono pareri differenti non si sa a chi dar retta...

Grazie mille!

Una domanda ciclica nella sezione notebook... :)

Il solo danno per le batterie al litio lasciate inserite è il calore o l'eccessiva scarica, non è consigliabile scendere sotto il 20%.

Non hanno bisogno di condizionamento fisico con cariche e scariche complete che ne aumentano solo l'usura. Il motivo per cui sembrano aumentare capacità dopo qualche ciclo completo è solo perchè grazie allo smart chip il notebook può fare una stima più precisa della durata prima di segnalare che la batteria è scarica.

Quando le celle al litio sono cariche il circuito di ricarica le stacca, non sopportano sovraccarichi e non possono essere mantentute in carica di mantenumento come le nimh e nicd altrimenti si danneggiano o esplodono addirittura (avrai sentito casi dei portatili Dell e altri con batterie difettose qualche tempo fa).

Nel caso di mancato utilizzo per lungo periodo, per es. le batterie nuove in magazzino, vengono precaricate al 40% di carica. L'autoscarica è minima.

In conclusione se non hai un portatile che è un forno vicino al vano batteria lasciala pure inserita.

Se vuoi saperne di più... ;)
www.batteryuniversity.com

Debian-LoriX 07-05-2009 19:53

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27379078)
A quanti mA ricarica le pile?

Alimentato da rete 220V, carica fissa di 1A ad impulsi (ciò significa che in media carica circa a 780mA); considera che è un caricatore economico, non ha certo tutte le funzioni avanzate del La Crosse o del Maha, però ha davvero un eccellente rapporto qualità/prezzo, per uno come me che le pile stilo le utilizza nei tanti telecomandi di casa e nel flash della fotocamera, è davvero impagabile!
:sofico:

Grazie ancora Carlooo!
:ave:

marchigiano 07-05-2009 19:57

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27376036)
la S3 IS, monta 4 batterie

be come vedi non hai nessuna applicazione critica, le fotocamere 4AA sono molto più tolleranti di quelle 2AA, i flash poi sono capaci di premere bene qualsiasi batteria (al massimo si allungano i tempi di ricarica), i registratori mp3 idem, il tuo per es. dichiara un assorbimento di appena 360mA e sicuramente riesce a funzionare anche con tensioni particolarmente basse

se ci aggiungiamo il fatto che hai un buon caricatore con, forse, le ni-mh più robuste attualmente in vendita, ecco perchè non hai problemi


Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX;27377981
potenza massima rilevata: [B
8.5 W[/b]
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

ottimo davvero, è molto efficiente, forse anche perchè ha un solo canale condiviso (una sorta di common rail :) ). dai speriamo che i pezzi difettosi siano finiti, poi cavoli... solo in italia? gli altri che corrente usano?


Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27379078)
A quanti mA ricarica le pile?

impulsi da 1000 e 800 di media, come scritto anche nel primo post

per le ni-zn, se la tua fotocamera funziona bene con le litio, senza surriscaldamenti, funziona bene anche con le ni-zn.

per mettere tutto si wikipedia per me non c'è problema ma alcune foto e grafici non sono fatti da me bisognerebbe chiedere il permesso ai proprietari. inoltre aggiorno il post frequentemente perchè magari mi accorgo di qualche errore e non so se su wiki posso aggiornare ogni 2 giorni ;) altrimenti per me si portrebbe mettere anche su qualche pagina web, ho pure uno spazio che mi da infostrada, senza pubblicità, solo che non so fare la pagina web e sopratutto non saprei aggiornarla :fagiano:

x revo: la crv3 è una batteria al litio non ricaricabile da 3V e circa 3200mAh, in pratica dentro ci trovi due litio AA tipo quelle della energizer

te hai la ricaricabile che sarebbe una rcrv3 che dovrebbe contenere 2 li-ion 14500 in parallelo, la tensione massima quindi è 4.2V e la capacità massimo massimo 1400mAh (1800 è fake ovviamente)

se la fotocamera non ha problemi a reggere 4.2V la batteria è sicuramente migliore di qualsiasi ni-mh, tra l'altro puoi lasciarla dentro la fotocamera per mesi che l'autoscarica è minima, ma puoi anche ricaricarla quando vuoi per non correre rischi di rimanere a piedi

il caricatore se è fatto bene allunga i tempi di carica se ci metti una batteria più capiente

x duke: come scritto anche tra le faq nel primo post, puoi tenere la batteria dentro il note quanto vuoi, l'importante è che rimanga fredda. in questo modo sei coperto in caso di blackout. se non ti frega, puoi tenerla fuori dal note ma mai scarica a zero perchè rischi che ti si blocca, lasciaci dentro un 30-40% di carica. in questo modo ti dura un po di più in effetti, ma alla fine, quello che rovina davvero le batterie è la presenza di un elemento difettoso, nei note ci sono 3-6-8 celle... ci sono più probabilità di incontrarne una difettosa, questa ovviamente penalizza tutte le altre. se per dire le migliori potrebbero durare 500 cicli, la peggiore 100, ti ritrovi dopo 100 cariche con l'intera batteria inutilizzabile e questo fa girare i maroni in effetti... con quello che costano. cambiare gli elementi è difficilissimo perchè di solito le batterie sono saldate bisogna sfasciare la plastica...

CarloR1t 07-05-2009 20:08

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27380167)
Alimentato da rete 220V, carica fissa di 1A ad impulsi (ciò significa che in media carica circa a 780mA); considera che è un caricatore economico, non ha certo tutte le funzioni avanzate del La Crosse o del Maha, però ha davvero un eccellente rapporto qualità/prezzo, per uno come me che le pile stilo le utilizza nei tanti telecomandi di casa e nel flash della fotocamera, è davvero impagabile!
:sofico:

Grazie ancora Carlooo!
:ave:

Per cosa? :)

Mi dispiace per chi l'ha preso guasto ma nessuno ha lamentele da fare sulla sostituzione?

Altrimenti si può prendere se non si ha fretta, al limite lo si rispedisce e cambia con un 600 che è altrettanto buono se a uno non serve caricare in auto.

lordalbert 07-05-2009 21:31

ok, ecco che mi avete messo un'altro dubbio :D
Avevo pensato di lasciar perdere l'uniross 15 minute perchè usa correnti troppo forti, sconsigliate dai produttori di pile.. è vero che anche se si accorcia la vita, come qualcuno dice, "basta buttarle e comprarne nuove" :D ma più durano meglio è, altrimenti si va di alkaline ogni volta eheh
Avevo un mezzo pensiero per il la crosse, però il costo è un po' più alto, e quindi ero indeciso...
Ora questo, non so dove lo comprate voi, ma io l'ho trovato su ebay a 19€ spedizioni incluse dall'inghilterra.
Sembra quindi interessante.. e mi ha messo in dubbio... meglio quello, o spendere 30€ in più per un la crosse? :D (il maha, come consigliato, costerebbe 40€ in più, e sarebbe troppo)
alla fine se eneloop consiglia tra 1000 e 2000mA, 740 è inferiore. Però mi sa che nei fini pratici la differenza è impercettibile...
Bah..

marchigiano 07-05-2009 22:30

non ti fissare sui particolari, 750-800mA vanno più che bene, thorn le carica con una fase iniziale a 6000 eppure ancora gli durano...

ho iniziato un test su una duracell 2650, appena tirata fuori dal blister 0.9V... scarica in pratica :muro: gli ho fatto un breakin col caricatore da modellismo, 200mA per 3900mAh totali, la tensione è arrivata a 1.500V e non c'è stato il -dV, quindi un caricatore a -dV a 200mA l'avrebbe bruciata alla prima ricarica, a riconferma che una carica così lenta non provoca il -dV

tra 24h la scarico a 200mA

IL brillo 08-05-2009 06:08

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 27377981)
Ho appena finito di caricare 4AA con l'SCH808F, collegato al misuratore di corrente. Ecco i consumi:

potenza massima rilevata: 8.5 W
potenza minima rilevata: 3 W
potenza in trickle charge finale: 0.5W

Che dire, pensavo peggio e invece... è pure eco-compatibile
:D

Inoltre, da quando ho rimosso lo sportellino superiore, la ventilazione è migliorata moltissimo: ora, a fine carica, le pile sono più fredde di prima.

In conclusione, mi spiace molto per i modelli guasti, ma il mio 808 si è rivelato decisamente un OTTIMO acquisto!
:sofico:

maledetto così mi metti ancora più dubbi :D, ero praticamente deciso per il 600 :D

thorndyke 08-05-2009 10:26

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27380206)
be come vedi non hai nessuna applicazione critica, le fotocamere 4AA sono molto più tolleranti di quelle 2AA, i flash poi sono capaci di premere bene qualsiasi batteria (al massimo si allungano i tempi di ricarica), i registratori mp3 idem

Mah... considerando che le uso in tutti gli oggetti che ci sono in casa (anche quelli il cui manuale indica espressamente di usare solo alkaline), se dici che non ho nessuna applicazione critica significa che quasi tutte le persone non ne hanno una. In ogni caso il vicino ha la canon che funziona con due AA ha comprato il caricabatterie che gli ho consigliato e va tutto bene, senza considerare gli altri che lo usano avendolo comprato dal ng di fotografia (vabbè ma lì lo usano quasi esclusivamente per i flash).

Quote:

se ci aggiungiamo il fatto che hai un buon caricatore con, forse, le ni-mh più robuste attualmente in vendita, ecco perchè non hai problemi
In effetti quello che gli ho consigliato è di prendere un caricabatterie buono e le ibride, così non avrà i problemi che hanno gli altri.

lordalbert 08-05-2009 10:54

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27382143)
non ti fissare sui particolari, 750-800mA vanno più che bene, thorn le carica con una fase iniziale a 6000 eppure ancora gli durano...

ho iniziato un test su una duracell 2650, appena tirata fuori dal blister 0.9V... scarica in pratica :muro: gli ho fatto un breakin col caricatore da modellismo, 200mA per 3900mAh totali, la tensione è arrivata a 1.500V e non c'è stato il -dV, quindi un caricatore a -dV a 200mA l'avrebbe bruciata alla prima ricarica, a riconferma che una carica così lenta non provoca il -dV

tra 24h la scarico a 200mA

Ma tu come fai a sapere i volt? Li misuri quando la pila è in funzione? Perchè se io la misuro con il tester, anche le batterie scariche (scaricate con la funzione di scarica) misurano 1.4V... ma magari perchè sono "a riposo"..

lordalbert 08-05-2009 11:01

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 27385761)
In effetti quello che gli ho consigliato è di prendere un caricabatterie buono e le ibride, così non avrà i problemi che hanno gli altri.

Da qualche parte del web, dove elencavano le ibride in commercio, c'erano le mie CycleEnergy Sony e tra parentesi (produced by sanyo) o qualcosa del genere. Quindi mi sa che sono soltanto ribrandizzate, ma sono uguali se non simili. Visto che le ho trovate all'ipercoop sotto casa, mi prendo sempre quelle da ora in poi.
Ora la indecisione sta sul caricabatterie. Ne vorrei uno buono.. che faccia durare il più possibile le pile. Ho letto da parecchie parti che è sconsigliato (pure su libri di elettronica) di ricaricare ad una corrente maggiore di 1C.. praticamente tutti quelli che caricano in meno di un'ora, e hanno una corrente maggiore di quella che la batteria fornisce durante la scarica. Siccome quella del uniross è parecchio superiore, ogni tanto mi vengono dei dubbi... lo so che secondo le vostre esperienze fa durare tanto le pile... ma magari, per esempio, durano fino a 200cicli di carica (che non sono pochi, visto che io cmq le utilizzo poco le pile), e magari con un caricabatterie più "soft" durano 300-400 cicli, quasi il doppio (sono solo supposizioni le mie).
In tal caso si fanno durare di più le pile, e si ha pure un risparmio sulle ricaricabili :D

thorndyke 08-05-2009 12:18

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27386269)
ma magari, per esempio, durano fino a 200cicli di carica (che non sono pochi, visto che io cmq le utilizzo poco le pile), e magari con un caricabatterie più "soft" durano 300-400 cicli, quasi il doppio (sono solo supposizioni le mie)

Non succede così... inoltre l'uniross carica con molta corrente quando la batteria non è del tutto carica e puo' sopportare bene cariche veloci. E non sottovalutare la comodità di ricaricarle velocemente.

marchigiano 08-05-2009 14:10

Quote:

Originariamente inviato da lordalbert (Messaggio 27386164)
Ma tu come fai a sapere i volt? Li misuri quando la pila è in funzione? Perchè se io la misuro con il tester, anche le batterie scariche (scaricate con la funzione di scarica) misurano 1.4V... ma magari perchè sono "a riposo"..

il caricatore da modellismo ha il voltmetro in tempo reale con precisione al millivolt da zero a 40v circa... funge sia durante la carica che la scarica. misurare la tensione a vuoto serve praticamente a niente

Quote:

Originariamente inviato da IL brillo (Messaggio 27383545)
maledetto così mi metti ancora più dubbi :D, ero praticamente deciso per il 600 :D

tra 808 e 600 non avrei dubbi... 808 ;)

per l'uniross, non è un vero 15 minuti, la prima fase dura poco (penso 10 minuti?) e la seconda fase sui 30 minuti (se non ricordo bene correggetemi), la prima fase è praticamente 3C per le eneloop ma la seconda 1C circa, poi magari ha un deltaV tarato molto sensibile e stacca quando la batteria è al 97% e questo fa bene per prolungare i cicli. quindi come caricatore non è agressivo come altri da 15 minuti

probabilmente la fase a 3C dura poco con le eneloop perchè queste salgono abbastanza presto di voltaggio, lui pensa a una alta resistenza interna e passa alla fase a 1C salvandola dallo stress. peccato che non trovo in giro analisi per questo caricatore altrimenti lo metterei nel primo post

IL brillo 08-05-2009 14:18

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 27389176)
il caricatore da modellismo ha il voltmetro in tempo reale con precisione al millivolt da zero a 40v circa... funge sia durante la carica che la scarica. misurare la tensione a vuoto serve praticamente a niente



tra 808 e 600 non avrei dubbi... 808 ;)

per l'uniross, non è un vero 15 minuti, la prima fase dura poco (penso 10 minuti?) e la seconda fase sui 30 minuti (se non ricordo bene correggetemi), la prima fase è praticamente 3C per le eneloop ma la seconda 1C circa, poi magari ha un deltaV tarato molto sensibile e stacca quando la batteria è al 97% e questo fa bene per prolungare i cicli. quindi come caricatore non è agressivo come altri da 15 minuti

probabilmente la fase a 3C dura poco con le eneloop perchè queste salgono abbastanza presto di voltaggio, lui pensa a una alta resistenza interna e passa alla fase a 1C salvandola dallo stress. peccato che non trovo in giro analisi per questo caricatore altrimenti lo metterei nel primo post

va beh rischio, vi farò sapere se lo devo far sostituire :D

revo 08-05-2009 14:24

ragazzi mi capiata una cosa molto strana:

se uso la crv3 ricaricabile da 1800mha 3v posso usare la macchina digitale per tantissimo tempo;

se uso la crv3 sempre ricaricabile da 1350mha 3v la macchina m si spegne dp 10 secondi e dopo qualche accensione m esce subito l icona della batteria scarica.

cm è possibile?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 22:37.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.