Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


Drest 16-08-2007 04:54

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 18286196)
Non li fabbrico io i blister coi caricatori + pile ibride che chiedevi, :D ci sono solo da 8 o 16 ore questo passa il convento, altrimenti come spiegavo conviene un buon caricatore indipendente e più rapido che ricarica le pile singolarmente, come il magnex da 5 ore, anche se di solito hanno in abbinamento qualche pila normale anche loro.

hai qualche shop per il magnex DC4LCD?

ne ho trovati due che però non mi convincono...indirizzi e nomi diversi, ma stessa persona dietro :mbe:

bongo74 16-08-2007 07:58

Ho trovato all'iper per 10euro un caicabatt che fornisce 120mah (carica tutto fino alle mezzetorce) con 3 funzioni

1) scarica, in cui si accende una piccola lampadina bianca (x ilconsumo?)

2) carica

3) Test ...che test eseguira'?


pero' con 120mah x una 2200-2600 ci mette, secondo manuale 20-22ore, che fa rallenta?

tweester 16-08-2007 10:46

Per interpretare il dato da me postato un po di pagine fa riporto quanto scritto a suo tempo:

Ecco il risultato interessante.
Circa 6 mesi fa ho acquistato un set si sanyo eneloop al solo scopo di testare se era vera la storia dell'autoscarica. All'epoca le ho comprate e lasciate li in attesa senza mai toccarle (mai caricate). La capacità dichiarata minima è 750mA, quella di targa 800mA.
Ho scaricato le batterie a 0,5A e nelle pile erano presenti 580mA.

Tutto sommato, non sapendo quando sono state prodotte + sei mesi del mio fermo direi che non sono male. Qualcuno più abile di me nelle percentuali può ricavare la perdita di carica.


Mi pare che dopo 6 mesi assorbire 0.5A da delle batterie da 0.8A non sia come usarle nei telecomandi....vuol dire che hanno dato questi 500 mA per più di un ora e che avrebbero fatto funzionare l'apparecchio su cui montate per il 70% del tempo di una pila appena caricata e sicuramente di più di una alcalina nuova.

CarloR1t 16-08-2007 20:26

x Drest, il magnex o aspetti settembre per l'opinione di qualcuno che l'ha già preso da quei negozi o si rischia, la cifra non è tanta e chi frega di solito non dà nemmeno le generalità, o le stesse per più siti, cmq puoi segnalare i link o dire i nomi dei negozi a scopo di verifica? ce ne sono altri di caricatori più o meno buoni all'inizio del thread.

x bongo74, dovresti segnarti la marca e il modello, poco fa qualcuno ha preso un varta niente male che costa poco e che ricarica anche le torcia.

x tweester sono d'accordo. :D

x Nemesi, mi è venuto in mente che a parte essere già difettose quelle aaa potrebbero anche essere batterie anonime ritargate come hybrio, che sono le ibride più diffuse e pubblicizzate almeno da noi, oggi clonano tutto e si trovano falsi anche nei normali negozi, non mi stupirebbe che ci sia un giro di queste pile o altre di marca. Su ebay girano enormi 'pacchi' di decine di pile, non so come vanno e magari sono decenti, ma non sono certo confezioni formato famiglia, sono chiaramente per chi le rivende ma potrebbero essere prese anche da chi le potrebbe ritargare. Segnalate casi di pile che piantano troppo presto al ritorno dalle vacanze e dove le avete prese.

Oggi per es. mi è venuto in mente che ho anche 4 stilo da 2600 marca brondi, prese molto tempo fa insieme al loro caricatore da 250ma in un supermarket. 2 le avevo messe dentro un rasoio portatile braun, che normalmente uso poco 1-2 volte alla settimana per pochi minuti, ma il motorino è bello vispo ancora oggi dopo circa 2-3 mesi dall'ultima carica, fatta in 15min!

Altra cosa, se uno ha comprato delle batterie difettose, che piantano troppo presto, c'è una garanzia? Come ci si può far valere in tal caso per un rimborso, si può portarle indietro in negozio e farsele cambiare o chiamare il produttore?

tweester 16-08-2007 21:34

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 18295355)
....omissis...
Altra cosa, se uno ha comprato delle batterie difettose, che piantano troppo presto, c'è una garanzia? Come ci si può far valere in tal caso per un rimborso, si può portarle indietro in negozio e farsele cambiare o chiamare il produttore?

Questa è una cosa che mi piacerebbe approfondire....le batterie dovrebbero avere una garanzia di 2 anni
come tutto il resto delle cose......ma come avvalersene ?

Potrebbe benissimo capitare che un commesso in giornata buona ce le sostituisce senza problemi come pure qualcuno che ci fa il terzo grado...sono convinto comunque che se riporti indietro una pila la prima cosa che ti chiedono sarà se hai usato il caricatore della stessa marca....poi come va a finire è tutto da vedere, magari se torni a cambiarle entro una decina di giorni te le cambiano senza storie ma dopo un anno....mmmmmmmm

CarloR1t 16-08-2007 21:51

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 18295912)
Questa è una cosa che mi piacerebbe approfondire....le batterie dovrebbero avere una garanzia di 2 anni
come tutto il resto delle cose......ma come avvalersene ?

Potrebbe benissimo capitare che un commesso in giornata buona ce le sostituisce senza problemi come pure qualcuno che ci fa il terzo grado...sono convinto comunque che se riporti indietro una pila la prima cosa che ti chiedono sarà se hai usato il caricatore della stessa marca....poi come va a finire è tutto da vedere, magari se torni a cambiarle entro una decina di giorni te le cambiano senza storie ma dopo un anno....mmmmmmmm

Non credo, comunque non pensavo neanche a 1 anno o 2, basta ricordare che le batterie per notebook (e penso anche per cellulari, ecc.) che sono al litio con smartchip utilizzabili solo col loro prodotto associato, quindi gestite al meglio per forza, e molto più costose, sono garantite massimo 6 mesi, se non 3.

Il problema è duplice secondo me: garanzia contro i difetti all'origine e garanzia sulle caratteristiche di durata promesse.

Per il primo punto e per le comuni pile secondo me basterebbe 1-2 mesi, giusto il tempo per accorgersi se sono difettose, subito o entro una decina di cariche, anche se non tutti le sfruttano, chi più chi meno, ma sarebbe una minima garanzia. Se reggono questo tempo in teoria dovrebbero essere valide e durare molto di più.

Quanto invece alla garanzia per le famose 500-1000 ricariche promesse per le ni-mh la faccenda è più grossa :sofico: e certamente direbbero che non le abbiamo gestite correttamente, solo qualche associazione di consumatori potrebbe indagare con dei test oggettivi se è vero o falso, e infine o fanno correggere la pubblicità ingannevole (senza demonizzare le ricaricabili per la loro utilità economica e ambientale) oppure se solo una parte non rispetta le caratteristiche, pretendere migliori garanzie. Ma quest'ultima mi sembra una favola da quanto avete detto finora sulle ni-mh...

AleLinuxBSD 17-08-2007 08:39

Temo che la garanzia sulle pile, tranne nel caso di quelle al litio quando ci sono i richiami delle stesse case produttrici, sia piuttosto teorica, mi pare vengano paragonati a consumabili.
Beh se qualcuno riesce a farsele cambiare faccia un fischio e, soprattutto, c'è l'ho faccia sapere. ;)

Il Varta in questione sarebbe il Cube Charge pagato 15 euro al supermercato.
Però al momento ho fatto una sola ricarica.
Dopo diverse ricariche ti potrei dire se è buono come dice sulla carta, ammesso che i problemi non siano dovuti a pile difettose che, come scritto nel libretto di istruzioni, trattandosi di un caricatore veloce vanno evitate.
A differenza di modelli più professionali, dove è possibile regolare carica e scarica, qui bisogna soltanto infilare le pile negli appositi vani ed attendere, però per il prezzo/caratteristiche mi pare buono.
Se altri sono interessati e fanno più ricariche di me ci riportassero le loro esperienze sarebbe cosa gradita. :rolleyes:

Ciao Ale :)

Drest 17-08-2007 14:56

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 18295355)
x Drest, il magnex o aspetti settembre per l'opinione di qualcuno che l'ha già preso da quei negozi o si rischia, la cifra non è tanta e chi frega di solito non dà nemmeno le generalità, o le stesse per più siti, cmq puoi segnalare i link o dire i nomi dei negozi a scopo di verifica? ce ne sono altri di caricatori più o meno buoni all'inizio del thread.

http://www.shoppingtecno.com/index.p...age=contact_us
http://www.venditahardwarepc.com/ind...age=contact_us

come vedi i siti usano lo stesso software e sono praticamente identici...
la cosa mi puzza non poco (comunque ho controllato, quella partita IVA esiste.)

[Douglas] 19-08-2007 21:50

Quote:

Originariamente inviato da Drest (Messaggio 18287734)
hai qualche shop per il magnex DC4LCD?

ne ho trovati due che però non mi convincono...indirizzi e nomi diversi, ma stessa persona dietro :mbe:

Uhm... ma prenderlo direttamente online dalla stessa Magnex? :read:

http://www.magnex-shop.it/product_in...5ab3e15591d147

Oggi ho passato un paio d'ore a cercare di farmi una cultura in tema di caricabatterie per ricaricabili e credo che alla riapertura andrò a prenderlo di persona (abitando a Rho): ma visto che hanno un sito di e-commerce credo che l'url ti possa essere utile...

Cips, D.

[Douglas] 19-08-2007 21:55

Dimenticavo di chiedere una cosa fondamentale che non ho ancora capito bene...

Il datasheet del caricabatterie Magnex riporta i seguenti dati:

...
- Tempi di carica: 4xAA 2100/2500 mA circa 4/6 h, 4xAAA 900mA circa 3 h
- Corrente di carica max: AA 2000+/- 200mA
...


Ma questo vuol dire che non è adatto a caricare batterie a 2650mA (che ho acquistato oggi)? La cosa che non mi torna è che la corrente di carica max viene data per 2000/2200mA, ma poi nell'esempio dei tempi di ricarica riportano una batteria da 2500mA... mah...

E pensare che oggi - prima di fare ricerche e informarmi nel dettaglio - mi sono preso un caricabatterie universale (supporta tutti i formati) Duracell CEF11 Multi Charger che poi ho scoperto caricare e fermarsi automaticamente con timer dopo 7 ore di carica: peccato che sia tarato per le 2200mA e io abbia preso le 2650mA (che ancora non esistevano evidentemente): domani lo riporto e mi prendo il Magnex... che tra l'altro costa uguale: 23 euro... :|

AleLinuxBSD 20-08-2007 07:30

Penso che stai facendo un po' di confusione, bisogna tenere conto solo se il caricabatterie ha un tempo max di ricarica e poi si stacca ed in funzione della corrente di carica max supportata puoi fare i conti per vedere quanto impiega a caricare le tue pile.

Spero di non avere detto una caz...ta ma mi sembrerebbe strano che siano prodotti caricabatterie che si limitino a caricare solo pile fino ad un certo livello.:mbe:

Ciao Ale :)

Nota:
Es. quando carica a 200 mA ci sta un certo numero di ore, se invece ricarica tipo a 300 mA ci sta molto meno, sarebbe in quel senso non relativamente alla capacità max della pila.

[Douglas] 20-08-2007 10:28

Quote:

Originariamente inviato da AleLinuxBSD (Messaggio 18324983)
Penso che stai facendo un po' di confusione

Non lo escluderei affatto, considerando che fino a ieri mattina pensavo che un caricabatterie valesse l'altro... :)

Spero di non avere detto una caz...ta ma mi sembrerebbe strano che siano prodotti caricabatterie che si limitino a caricare solo pile fino ad un certo livello.:mbe:[/quote]

Eh, per non saper nè leggere nè scrivere il dubbio che mi viene leggendo le specifiche descritte a questo indirizzo:

http://www.magnex.it/prodotti/accessori/dc4lcd.htm

è proprio questo...

Io leggo:

Corrente di carica max: AA 2000+/- 200mA

quindi capisco che con un errore del 10% quel caricabatterie carica una batteria tra i 1800mA e i 2200mA. Il fatto che alleghino al pacchetto 4 pile da 2100mA non fa altro che insospettirmi di più...

La domanda è dunque: cosa rappresenta quel limite max? Se il caricatore si ferma a 2200mA e poi qualche sistema "di sicurezza" inibisce la carica per non far esplodere tutto, allora non mi va bene: se invece di metterci 5 ore per caricare una 2000mA ce ne mette 7.5 per caricare una 3000mA, allora mi va bene...

Tra l'altro nell'esempio scrivono:

Tempi di carica: 4xAA 2100/2500 mA circa 4/6

quindi pare che supporti (in teoria) anche le pile oltre i 2100 (come le 2500 citate...)

Qualcuno ha comprato e provato il suddetto modello? Esperienze dirette?

Spero servirà a qualcosa sto microprocessore 12 bit per la misurazione della carica :)

[Douglas] 20-08-2007 10:43

Mi sa che cmq hanno le idee molto poco chiare anche loro... :)

Sul sito di ecommerce della stessa Magnex, all'indirizzo:

http://www.magnex-shop.it/product_in...c7af5a939d7741

nelle specifiche dello stesso prodotto si legge:

Tempi di carica: AA 2100/2500 mA circa 4/6 h, AAA 900mA circa 3 h
Corrente di carica max: mA 450+/- 50mA


Bah! :)

tweester 20-08-2007 13:36

Siccome quel caricatore ha un processore a 12 bit come indicato potrebbe anche essere che l'interpretazione di quella dicitura di cui parlate (Corrente di carica max: AA 2000+/- 200mA) voglia significare che la modalità di carica che utilizza è quella a FASI. Inizia con una bassa corrente per 10 minuti, passa a 1800 - 2200 mA di carica nella fase centrale poi termina con una corrente di 450 mA per non scaldare troppo le pile.

Se fosse così sarebbe l'optimum per le batterie, ma i valori sono un po difficili da regolare in base alla capacità delle pile...ma se c'è un processore...

Se invece è come credo, ovvero che il generatore di corrente costante interno genera 2000 mA poi c'è un distributore che divide a rotazione i 2000mA alle pile allora avremo circa 500mA per ognuna....con il problema che le batterie verrebbero sottoposte a una carica a impulsi, cosa che ho sentito sempre come da evitare con le NIMH.

Ma per sapere con certezza occorrerebbe averlo in mano.....

Zendarhu 27-08-2007 21:11

ma che bel 3ad!!!
stavo impazzendo anche io fino a qualche giorno fa per capire come funzionano esattamente questi dannati caricabatterie e batterie ricaricabili! :muro:
poi ho capito la storia del delta peak...che mi ha "rivelato la via" da seguire :D
e ieri mi sono spolpato tutte le 17 pagine di questo 3ad :Prrr: e mi si sono chiarti molti altri dubbi!
provenendo da un caricatore stupido di quelli a tempo (8 e stacco chi è carico bene chi no s'attacca!) non capivo cosa doveva avere il CB ideale...poi mi sono stati segnalati i prodotti La Crosse e Uniross..infatti avevo fatto ricerche su ricerche per trovare qualcosa da queste parti ma nada...poi finalmente trovo qualcosa su internet e becco questa discussione..insomma non prendo + il caricatore uniross da 15 minuti :) ma credo che prenderò il magnex che costa anche pochissimo :D :D
ma dell'Uniross che ricarica in 1 ora che ne dite? troppo "aggressivo" ?

http://www.uniross.com/consumer_html...C103153&type=2

però ho 2 domande:
1) come faccio a controllare lo stato di carica di una batteria? cioè per sapere se è carica al 75% o al 100%? ho uno di quei cosetti che mettendo la batteria indicano se è "good-weak-replace" ma mi sa che non sono tanto attendibili...qual'è il metodo più "efficace"?

2)se un caricatore tipo quello che ho indicato dice: Charging Current: 2500mA for 2 AA e io ho una batteria da più di 2500...la carica fino a capire quando è completamente carica o a 2500 si ferma per "raggiungimento del limite"? su ebay avevo preso delle AA da 3500 ma nessuno parla di capacità superiori ai 2700 e sta cosa mi inquieta (non + di tanto perchè in ogni caso avevo preso anche il caricabatterie di quelli "in gamba" con canali indipendenti e controllo di carica della batteria) però..vorei capire che razza di batterie ho :)

ehi è fermo al 20 agosto..su su forza con le risposte!! :))

CarloR1t 27-08-2007 21:28

Se il caricabatteria non ha sensori per il delta v le ricarica fino allo scadere del timer, se è troppo corto non le ricarica bene. Se sei orientato al magnex che dovrebbe avere un ottimo controllo sulle pile facci sapere come va.

L'uniross da 1 ora non l'ho preso perchè non ha il raffreddamento, ho preferito quello da 15 che ha la ventilazione pensando che sia più curato, lavorando in condizioni più critiche. E poi la carica viene già quasi in un ora perchè come avrai letto sopra in realtà i 15min sono riferiti a 2/3 della carica per le pile da 2300 in dotazione. Anche se, superata questa fase segnalata dai led, le istruzioni dicono che si possono già togliere le singole pile, in realtà per terminare la carica, che avviene più lentamentre, occorre almeno altrettanto tempo. Poi ancora da istruzioni bisognerebbe aspettare che la ventola si spenga e le pile abbiano raggiunto una bassa temperatura, prima di essere usate. In pratica passa quasi un ora con pile da 2500.
Quello da 1 ora non lo so com'è ma in pratica ce ne vorranno almeno un paio.

Il magnex credo sia più corretto e un buon compromesso tra rapidità e stress, soprattutto se compri pile ibride (hybrio, eneloop ecc.) non è salutare usare caricatori più rapidi.

[Douglas] 27-08-2007 22:08

Io alla fine ho fatto un po' di shopping (spero sia tutto valido... quando mi arriva vi faccio sapere come vanno le prestazioni).

Ecco cosa ho preso:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...m=300143350846

(il caricabatterie dovrebbe essere identico al magnex come modello, ma rimarchiato: e c'erano dentro anche 4 batterie da 2700 invece delle 2000-2100 Magnex... sperem in ben :)). Lo stesso caricabatterie era anche disponibile con 4 batterie Sanyo Eneloop (che non si scaricano nel tempo), ma a 2000mA

Poi ho preso:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...m=300095592350

(alla fine stavo cercandone uno universale per tutti i tipi di caricabatterie, ma poi ho visto che quelli per le AA/AAA sono in assoluto i più evoluti e quindi ho preso questo a parte per le 9V, che sono le altre uniche che mi servono).

Dato che per gli altri tipi di batteria ho preso questi (che trovo davvero geniali!!!):

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...tem=5870980270
http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...tem=5870980262

e così anche i giocattoli di mio figlio sono a posto!!! :)

E per finire, per fare ordine tra le 20-24 pile che ho mi sono preso (come "gadget") questi:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...tem=7529455851
http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...tem=5798147683

Il tutto dovrebbe arrivare verso la fine della settimana: qualche gg per fare qualche test e poi vi faccio sapere qualche impressione!!!

Cips!

CarloR1t 27-08-2007 22:25

Hai visto se gli adattatori C stanno nei vani batteria dove vuoi usarli? perchè le stilo sono leggermente più lunghe delle C vere, un paio di mm, se il vano ha un po' di spazio in lunghezza, con grosse molle, e non più di 2 pile di fila, ci stanno quasi certamente, altrimenti potrebbero esserci problemi per es. con 4 C di fila in certi apparecchi. Ma non credo sia il caso dei giocattoli, di solito sono alcune radio che ne hanno 4 di fila che non stanno.

Interessante l'accoppiata del clone magnex+eneloop, sperando sia di buona qualità, tienici informati. ;)

[Douglas] 27-08-2007 22:31

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 18426357)
Hai visto se gli adattatori C stanno nei vani batteria dove vuoi usarli? perchè le stilo sono leggermente più lunghe delle C vere, un paio di mm, se il vano ha un po' di spazio in lunghezza, con grosse molle, e non più di 2 pile di fila, ci stanno quasi certamente, altrimenti potrebbero esserci problemi per es. con 4 C di fila in certi apparecchi. Ma non credo sia il caso dei giocattoli, di solito sono alcune radio che ne hanno 4 di fila che non stanno.

Onestamente non ci ho mai nemmeno pensato a un problema del genere...
Ho iniziato a "farmi una cultura" su caricabatterie & co solo da una decina di gg (facendo di necessità virtù) e anche quegli adattatori per batterie C e D era la prima volta che li vedevo (trovandoli assolutamente geniali).
Non mi è venuto in mente che ci potessero essere differenze di dimensioni.

In ogni caso trattandosi di giocattoli per bambini non credo (spero) ci saranno probs: vi faccio sapere...

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 18426357)
Interessante l'accoppiata del clone magnex+eneloop, sperando sia di buona qualità, tienici informati. ;)

Esteticamente è identico a quello della Magnex (che tra l'altro non produce NULLA e si limita anche lei a rimarchiare tutto): spero siano effettivamente lo stesso prodotto (il prezzo è cmq pressocchè identico, quindi non credo siano di fascia molto diversa).

In ogni caso tempo di farli arrivare e di provarli e vi aggiorno :)

daedin89 28-08-2007 21:36

per chi fosse interessato su ebay si trovano le eneloop anche in italia ora!!!

tweester 29-08-2007 07:39

E anche le panasonic 2600 hanno fatto la loro figuraccia.....
Ieri stavo facendo un po di foto e si presenta ad un tratto il segnale di batterie scariche, non era molto che le avevo caricate. Continuo a varie riprese a fotografare (una ventina di foto anche con flash) e il segnale sparisce. Appena a casa scarico le batterie ad una ad una ed ecco la sorpresa: bat 1: 350 mA residui, bat 2: 720 mA residui, bat 3: 1139 mA residui, bat 4: 1220mA residui. Il pacco era stato caricato una settimana fa con carica lenta (400mA- circa 7 ore) e non aveva denotato alcuna anomalia, picco ben effettuato e bassa temperatura.

Di seguito per trovare anomalie provo a caricarle singolarmente con 1,8A di carica, bat 1, presi 2408 mA: bat 2, presi 2200 mA: bat, presi 2550 mA: bat 4, presi 2530 mA.

In sostanza si rilevano grosse differenze di capacità gia dopo 10-12 cicli di utilizzo (le avevo testate nuove ed erano tutte fra i 2350 e 2400), ma soprattutto se il comportamento dopo una settimana dal caricamento (e utilizzo sporadico) è questo c'è solo una spiegazione, 1 elemento ha una alta autoscarica, 1 un po meno, 2 elementi sono nella norma.

La mia opinione di cessosità sulle Nimh aumenta giorno dopo giorno...
perse per perse ora proverò una cosa molto sconsigliata per le nimh, la carica reflex (impulsi regolari di cortocircuito durante la carica), che con le nicd funziona (recupero fino 20% di capacità), con le nimh vedremo...

salvodel 29-08-2007 22:29

Salve a tutti
poiche ero interessato all'acquisto di un caricabatterie per la mia nuova digitale ho iniziato a leggere queta discussione. Ieri però in casa mi sono ritrovato una caricabbaterie della Duracell comprato un anno fa senza farmi tante menate sulla qualità e sulle prestazioni delle batterie incluse. LA mia domanda è: come faccia a capire qual'è la capacità max che riesce a ricaricare? Nella confezione erano incluse 4 pile sempre della Duracell(ovvio) da 1800mAh. Se compro quelle da 2500 mAh gli la fa o gne la fa?
Il modello CEF14KTNEU per pile NiMH.
Grazie a tutti.

tweester 30-08-2007 10:31

Dalle indicazioni pare che la capacità massima supportata sia di 2300 mA,

http://www.rs-components.it/cgi-bin/...0&cacheID=itie

dovrebbe caricare anche le 2500...provale, se quando ha finito sono fredde vuol dire che non riesce a caricarle, le inserisci di nuovo, tanto ha il detect di full charge.....se stacca dopo sole 1-2 ore capisci anche se è veramente intelligente o ha solo il timer.

salvodel 30-08-2007 10:41

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 18461816)
Dalle indicazioni pare che la capacità massima supportata sia di 2300 mA,

http://www.rs-components.it/cgi-bin/...0&cacheID=itie

dovrebbe caricare anche le 2500...provale, se quando ha finito sono fredde vuol dire che non riesce a caricarle, le inserisci di nuovo, tanto ha il detect di full charge.....se stacca dopo sole 1-2 ore capisci anche se è veramente intelligente o ha solo il timer.


Grazie per le info. Un ultima cosa: mica rischio di rovinare le pile?
Ciao

tweester 30-08-2007 10:48

Non credo proprio....le nimh si rovinano da sole non a causa dei caricabattertie come il tuo. Prendi 4 pile da 2500, le inserisci e attendi la fine carica che nel tuo caso dovrebbe andare sulle 9 ore ed oltre. Se stacca e sono fredde vuol dire che c'è un timer, le togli e rimetti e vedi che succede..... se invece dopo sono tiepide o caldine sei a posto.

tweester 30-08-2007 10:53

Alla ricerca del tuo caricatore mi sono imbattuto nel sito duracell-direct

http://www.duracelldirect.it/index.h...FQvolAodgD8uRA

a parte che non sapevo facessero batterie ricaricabili al litio per moltissime macchine fotografiche, ho visto che garantiscono le stilo nimh per 3 anni.....mi piacerebbe proprio vedere come funziona sta garanzia...

Drest 30-08-2007 13:09

Quote:

Originariamente inviato da [Douglas] (Messaggio 18323027)
Uhm... ma prenderlo direttamente online dalla stessa Magnex? :read:

http://www.magnex-shop.it/product_in...5ab3e15591d147

Oggi ho passato un paio d'ore a cercare di farmi una cultura in tema di caricabatterie per ricaricabili e credo che alla riapertura andrò a prenderlo di persona (abitando a Rho): ma visto che hanno un sito di e-commerce credo che l'url ti possa essere utile...

Cips, D.

dalla magnex mi costa qualcosa come 33 euro...
da quel tizio viene sui 20 :s

[Douglas] 30-08-2007 13:13

Quote:

Originariamente inviato da Drest (Messaggio 18464731)
dalla magnex mi costa qualcosa come 33 euro...
da quel tizio viene sui 20 :s

30 di listino, 23 + SS se lo compri nel loro negozio online (se abiti in zona e lo vai addirittura a ritirare a mano non spendi nemmeno nulla di SS).

Ecco qui:

http://www.magnex-shop.it/product_in...578aef4ff31337

Cips, D.

f12004 31-08-2007 12:01

Ragazzi se volete delle signor batterie che vanno comunque associate ad un ottimo caricabatterie!!

andate su ANSMANN!!!

sono delle pile e dei caricabatterie senza rivali!

vi ricordo, se potete, di prendere dei caricabatterie che caricano le pile SINGOLARMENTE e non a coppie di 2 (come la maggior parte fa) e vedrete che le vostre pile dureranno una vita e renderanno molto ma molto di più delle normali pile.

La carica singola controllata da chip perrmette di capire quanto è carica la pila , se scaricarla come caricarla insomma vedrete la differenza.

salvodel 31-08-2007 13:26

Quote:

Originariamente inviato da f12004 (Messaggio 18479483)
Ragazzi se volete delle signor batterie che vanno comunque associate ad un ottimo caricabatterie!!

andate su ANSMANN!!!

sono delle pile e dei caricabatterie senza rivali!

vi ricordo, se potete, di prendere dei caricabatterie che caricano le pile SINGOLARMENTE e non a coppie di 2 (come la maggior parte fa) e vedrete che le vostre pile dureranno una vita e renderanno molto ma molto di più delle normali pile.

La carica singola controllata da chip permette di capire quanto è carica la pila , se scaricarla come caricarla insomma vedrete la differenza.

Immagino che lo riesca a trovare solo on-line?Quanto costa...o meglio a che prezzo conviene comprarlo?
Un ultima cosa: come faccio a capire se il caricabatterie fa la carica a coppie, se ha il chip, se va a tempo, ecc. Molto spesso le informazioni sono incomplete e poco chiare. Vale veramente la pena spendere il doppio o è meglio ogni anno cambiare le pile e metterle casomai nel telecomandano.:fagiano:
Grazie

AleLinuxBSD 01-09-2007 18:31

salvodel per avere maggiori informazioni sui caricabatterie spesso bisogna rivolgersi ai siti dei produttori.
Vale la pena spendere il doppio, ecc.?
Spesso è molto più del doppio, poi certo dipende dall'uso che ne facciamo, per il mio uso, non vale la pena dato che il maggior costo non sarebbe recuperato in tempi brevi.

In ogni modo, venendo a noi, oggi mi si sono scaricate le pile caricate con il caricatore lento, vado a sostituirle con quelle che avevo mezzo usato ricaricate con il caricatore veloce ed erano totalmente inutilizzabili (per la fotocamera).
Stessa marca (pile coop) capacità di 2450 per le pile ricaricate lente, 2400 per quelle ricaricate veloci (che tra l'altro riconosco perché una è leggermente sciupata).
Domanda, una ricarica veloce comporta un'accelerazione del fenomeno dell'autoscarica delle pile?:confused:

Ciao Ale :)

AleLinuxBSD 02-09-2007 06:57

Altra domanda, sul mio caricatore lento (da 14 ore) ho messo due pile (dato che non accetta l'inserimento di una sola pila), in quello veloce se metto due pile (comunque accetta pure l'inserimento di pile singole) impiega la metà del tempo (cioè circa 2 ore e mezzo).
Il caricatore lento l'ho messo ieri sera verso le 21:20 e sta ancora caricando!
Io pensavo che in 7 ore doveva averle caricate invece va a finire che me ne sta sempre 14 ore.
:muro:
Pure altri caricatori lenti fanno così?
Cioè impiegano lo stesso tempo sia quando hanno 2 pile che 4? :stordita:
Va a finire che userò sempre quello veloce che con 4 pile impiega 5 ore.

Ciao Ale

tweester 02-09-2007 07:32

Se il comportamento del veloce è quello descritto vuol dire che esiste un solo caricatore interno che viene distribuito/indirizzato a seconda di quante sono le celle presenti, è un modo per utilizzare un solo micro invece che uno per ogni pila con lo svantaggio di ridurre i tempi in proporzione.

AleLinuxBSD 02-09-2007 08:34

Grazie del chiarimento. :)

Ciao Ale :)

Nota:
Intanto mi sto rosicando il fegato, ho messo in carica pure altre 4 pile, stavolta con il caricatore veloce (quindi almeno 5 ore di attesa) perché quello lento sta ancora facendo i comodi con quelle due (maledetto!:muro:). :mad:
Mi sa che adotterò la strategia di ricaricare sempre almeno un pacco di batterie il giorno prima (sia che siano cariche sia che non lo siano) nel caso di eventi importanti oppure ogni 2 settimane negli altri casi, così me ne frego dell'autoscarica ed ho sempre un pacco pronto.

AleLinuxBSD 02-09-2007 09:08

Altra domandina, nel corso della discussione in questo immenso topic, è risultato che nella pratica, il consumo delle pile delle fotocamere avviene in modo diverso, però il tutto funziona finché la fotocamera ha l'energia sufficiente.
Mettendo pile di capacità diversa si può incorrere problemi sulla fotocamera?
Nel mio caso la differenza sarebbe minima, 2400-2450.
Nel caricatore veloce però ho l'autoscarica, nel foglietto c'è scritto che mi basta premere un pulsante.

Ciao Ale :)

Nota:
Forse da 15 minuti quel cavolo di caricatore ha finito di caricare.
Finalmente!

tweester 02-09-2007 09:29

Incuriosito sono appena andato ad aprire il mio caricatore varta, un comune 4 celle comprato 2-3 anni fa. Ha un classico timer e nessun circuito intelligente. Anche quello GBC che presi 5-6 anni fa ha un timer.
Anche io quando so che userò la macchina carico almeno 2 se non 3 set di pile il giorno prima, ormai non mi fido più per niente di ste pile, anche se il parco-pile ormai è composto anche da 5 serie di eneloop/hybrio, quindi sono un po più tranquillo, ogni tanto io continuo i miei test ed effettivamente queste nuove non si scaricano.

Per la tua ultima domanda direi che non c'è problema a usare capacità diverse anche se di elevato valore....come ho descritto poco indietro per le mie panasonic avrai letto che mi sono ritrovato con il pacco batterie con una diversità di capacità che arrivava quasi a 1000mA fra una pila e l'altra e la macchina funzionava....succederà solo che la prima pila che scarica farà diventare inutilizzabile la macchina segnalando batteria scarica....a quel punto è bene togliere subito il set di pile e poi scaricarle individualmente poichè ci saranno sicuramente valori diversi fra le celle e scaricarle assieme sarebbe controindicato.
Nel tuo caso specifico 2400-2450 mA sono assolutamente compatibili anche se di marche diverse... sono anche convinto che alla fine i produttori di pile veri e propri siano ben pochi, mentre sono tanti i rimarchiatori...

CarloR1t 02-09-2007 17:24

Un test che mi sembra significativo con le hybrio.

Esattamente 5 settimane fa ho messo due nuove hybrio AA 2100mah in un vecchio cordless, erano pile nuove con carica di fabbrica mai caricate prima da me, quindi la loro capacità non doveva essere al massimo secondo quanto tempo erano state in negozio.
Il telefono sta spento di notte e in standby tutti i giorni per circa 12-13 ore con varie telefonate anche lunghe.
Solo oggi dopo 5 settimane esatte ha segnalato scarico durante una telefonata con 2 beep. La seconda telefonata già non segnalava niente quindi erano appena sulla soglia. Cmq il pomeriggio le ho messe in carica per 8 ore. Direi che non è male come tenuta. Prima avevo provato con 2 pile nimh normali Brondi da 2600mah, dopo una carica rapida completa, sperando che andassero bene per l'uso, ma già dopo 10-15 giorni mi segnalava scarico, circa la stessa durata delle nicd da 700mah originali del telefono che ora non tengono più.
Insomma Hybrio forever. Caricate lentamente e con pacco di scorta a disposizione, di qualunque marca ma d'ora in avanti per me solo ibride e nient'altro. Tuttavia le poche nimh normali che ho vanno ancora bene per qualche ricarica rapida di emergenza, e per non fare lo stesso con le ibride che (molto probabilmente) si rovinerebbero.

Interprimoamore 02-09-2007 18:06

Ho acquistato un caricabatterie(sbs-power box A360/A361/A362) per pile AA/AAA/9V,nella confezione ci sono anche 4 stilo AA/2000mah al NI-MH.le ho messe tutte e 4 a caricare ma è più di un giorno che stanno caricando e i 2 led sono ancora rossi.dovrebbero diventare verdi quando e terninato il ciclo di carica,come dicono le istruzioni.qualcuno sa in merito??

CarloR1t 02-09-2007 18:37

Ma le pile sono del tipo BiReady (minh ibride) o nimh normali?
http://www.sbs-power.it/productslist...ica%20Batterie

Cmq non so dirti o le istruzioni sono sbagliate, anche il mio caricatore uniross delle hybrio x300 che sto provando per la prima volta dice che i led dovrebbero lampeggiare durante la carica, invece a me stanno fissi, boh, succede anche ad altri?

yaris 20-09-2007 17:35

3 Allegato(i)
chiedo un consiglio tra questi caricabatteria:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 11:25.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.