Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


Debian-LoriX 05-02-2009 10:19

Quote:

Originariamente inviato da +Benito+ (Messaggio 26159563)
E non ho mai controllato i voltaggi di scarica, nè controllato le coppie, nè l'esatto tempo di ricarica, nè la temperatura (a volte sono belle calde) nè niente.
Insomma, bellissima teoria, all'atto pratico non mi ci ritrovo proprio per niente.

Sarà che in passato, da ignorante, ho buttato via tante di quelle batterie che ora tento di rimediare, visti anche i soldi che non bastano mai, di questi tempi poi...
:cry:

burundz 05-02-2009 10:52

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26159122)
Ma la prima fase di 2/3 di carica rispetta i 15 minuti come il vecchio modello?

Sono stato molto attento a cronometrare la durata fase per fase, la prima è durata appena 5 minuti! La seconda 50, infine la terza (ventola ancora in movimento fino al suo totale spegnimento) 5 minuti. Per le prove con le Hybrio ci vorrà ancora un po' di tempo.

darkalex 05-02-2009 23:12

si ragazzi le ricaricabili sono buonissime, io ne ho 2 paia di queste batterie di marca beghelli e sul mio joypad per la xbox 360 vanno che una meravijia.. le ho pagate 4,90 eur

+Benito+ 06-02-2009 12:55

Quote:

Originariamente inviato da darkalex (Messaggio 26174797)
si ragazzi le ricaricabili sono buonissime, io ne ho 2 paia di queste batterie di marca beghelli e sul mio joypad per la xbox 360 vanno che una meravijia.. le ho pagate 4,90 eur

e vabbè il pad va anche con le zinco carbone...

burundz 06-02-2009 13:18

Le Hybrio vanno caricate prima dell'uso? So che dovrebbero essere in parte già cariche, mi chiedevo però se fosse consigliato comunque dar loro "una botta".

thorndyke 06-02-2009 13:56

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26180585)
Le Hybrio vanno caricate prima dell'uso?

si, non sono caricate al 100%

burundz 06-02-2009 14:45

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26181294)
si, non sono caricate al 100%

Anche se sono cariche al 50/60 per cento? Ho paura dell'effetto memoria, anche se in realtà non dovrebbero soffrirne.

thorndyke 06-02-2009 14:49

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26182225)
Anche se sono cariche al 50/60 per cento? Ho paura dell'effetto memoria

si, ricaricale! non c'è l'effetto memoria.

burundz 06-02-2009 15:20

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26182296)
si, ricaricale!

Ok, denghiu.

CarloR1t 06-02-2009 16:23

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26180585)
Le Hybrio vanno caricate prima dell'uso? So che dovrebbero essere in parte già cariche, mi chiedevo però se fosse consigliato comunque dar loro "una botta".

No, il bello è anche che sono pronte come pile alcaline, è per questo si chiamano ibride. Anche fossero non pienamente cariche non importa, il divario di autonomia con le nimh normali è comunque notevole e non ti piantano facilmente se non le hai ricaricate il giorno prima, a meno di usarle in apparecchi usati in modo talmente intensivo da svuotarle in giornata.

Se tuttavia si ricaricano le ibride da nuove bisogna usare un caricatore con delta v, altrimenti verrebbero sottoposte a una sovraccarica inutile per quasi tutto il tempo di ricarica, essendo praticamente cariche non vedo il motivo di farlo...

thorndyke 06-02-2009 16:32

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26183838)
No, il bello è anche che sono pronte come pile alcaline

Insomma... quelle che ho provato io saranno state a circa il 50%, inoltre mi sembra di ricordare che le ibride non vengono caricate al 100% ma solo al 75% quando vengono confezionate. Quindi mi sembra la cosa migliore ricaricarle.

CarloR1t 06-02-2009 16:42

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26183973)
Insomma... quelle che ho provato io saranno state a circa il 50%, inoltre mi sembra di ricordare che le ibride non vengono caricate al 100% ma solo al 75% quando vengono confezionate. Quindi mi sembra la cosa migliore ricaricarle.

Dipende da quanto stavano in magazzino e anche dall'uso, finora le ho sempre trovate minimo a 2/3 o 4/5 di carica, poi se le hanno in magazzino da un anno e più può darsi. Se ne fai un uso intensivo in giornata servono ben cariche ma non so lui per che cos'altro le usa, visto che ha il 15min con delta, se le ricarica male non fa...

susetto 06-02-2009 17:47

da MW, un paio di giorni fa ho preso 4 batterie AAA 800mAh Panasonic infinium (12,99€)
tutte e 4 le batterie indicavano 1,30-1,31V
la capacità residua dovrebbe esser quindi intorno al 80%
messe sotto test (200/100mA), hanno fatto segnare valori compresi tra 782 e 792mAh
[edit] con la funzione test, le batterie vengono prima caricate; poi scaricate e misurato la capacità e quindi ricaricate

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 26010608)
...
le batterie prova a testarle a 500mA le AAA e 1000mA le AA

sulle La Crosse AAA 700mAh, ho provato il refresh a 500/250mA
le 4 batterie hanno fatto da 3 a 5 cicli ciascuna
nelle fasi finali di carica, le batterie scaldavano abbastanza ed i valori ottenuti sono peggiorati

- quella che con refresh 200/100mAh indicava 449mAh è arrivata a 441mAh (-1,8%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 460mAh è arrivata a 445mAh (-3,2%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 482mAh è arrivata a 470mAh (-2,5%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 495mAh è arrivata a 483mAh (-2,4%)

burundz 06-02-2009 18:09

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26184130)
Se ne fai un uso intensivo in giornata servono ben cariche ma non so lui per che cos'altro le usa

Tastiera/mouse wireless (e apparecchio "Chi è").

Debian-LoriX 06-02-2009 19:48

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26185474)
Tastiera/mouse wireless (e apparecchio "Chi è").

ecco appunto, come ha detto Carlo non occorre ricaricarle (le prove che ha fatto Susetto sono ben esaustive, 790mAh contro gli 800 nominali!), specie per apparecchi come quelli, a basso assorbimento di energia.

CarloR1t 06-02-2009 21:06

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26185474)
Tastiera/mouse wireless (e apparecchio "Chi è").

Idem per me!

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26186779)
ecco appunto, come ha detto Carlo non occorre ricaricarle (le prove che ha fatto Susetto sono ben esaustive, 790mAh contro gli 800 nominali!), specie per apparecchi come quelli, a basso assorbimento di energia.

Ripensandoci a quello che ho detto (il saggio ammette di sbagliare :O :D ) farei distinguo tra apparecchi a medio consumo e basso o bassissimo consumo.
Gli ultimi due hanno la tendenza a drenare di più le batterie facendo scendere molto la tensione alla fine, che se non fossero bilanciate quella meno carica potrebbe rovinarsi, quando non rischiano di rovinarsi entrambe se l'apparecchio segnala scarico quando è troppo tardi o non segnala niente.
Quindi una bella caricata che pareggia le celle è utile.
Va anche detto che le ibride misurate col tester, anche da blister, sono molto equilibrate, ai centesimi di volt, salvo elementi difettosi ovviamente.

La precauzione migliore con apparecchi a bassisimo consumo è di ricaricare le batterie prima che si esauriscano troppo, intanto durano abbastanza anche per mesi, in un mouse per es. si tenga conto di quanto durano la prima volta e la volta dopo si faccia 2/3 o 3/4 del tempo per stare sicuri. Nel caso di svegliette e orologi (per es. in cui una AA mi è durava da un anno) si può ricaricare ogni 6 mesi approfittando del cambio d'ora legale o solare.

Dopo aver visto a mi manda raitre del televisiore che ha dato fuoco a una casa di notte rinnovo il consiglio che vale anche per i caricatori di non lasciarli accesi soli o di notte in camere con tappezzeria, tende o altro che possa propagare l'incendio, ma di usarli solo in cucina o in bagno dove ci sono solo piastrelle e intonaco.
Sarebbe anche giusto avere uno o due piccoli estintori in casa, per qualunque evenienza, sperando di non usarli mai.

Debian-LoriX 07-02-2009 14:40

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26187634)
Sarebbe anche giusto avere uno o due piccoli estintori in casa, per qualunque evenienza, sperando di non usarli mai.

La cosa migliore è, come hai scritto tu, la prevenzione: infatti, in caso di utilizzo di un comune estintore in un'abitazione domestica (polvere, schiuma) il rischio è quello di fare più danni irreparabili che altro. A quel punto, forse, è meglio un estintore al CO2 oppure ad halon.

+Benito+ 07-02-2009 18:28

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26195089)
La cosa migliore è, come hai scritto tu, la prevenzione: infatti, in caso di utilizzo di un comune estintore in un'abitazione domestica (polvere, schiuma) il rischio è quello di fare più danni irreparabili che altro. A quel punto, forse, è meglio un estintore al CO2 oppure ad halon.

Per le apparecchiature elettriche senza dubbio l'estintore a CO2 è la soluzione migliore.

Debian-LoriX 10-02-2009 19:26

Primi risultati sulle ibride
 
Dopo diversi mesi di test sulle ibride, posso riportare la mia esperienza:

2 pile AAA Uniross Hybrio da 800 mAh, utilizzate in un cordless Panasonic con display a colori, tempo di utilizzo effettivo molto scarso (1 telefonata a settimana), in standby 24/7:

Durata con pile AA nimh tradizionali: meno di una settimana
Durata con pile Hybrio: oltre due settimane!!!

:sofico:

susetto 10-02-2009 20:33

ieri, da OBI ho trovato le Varta AAA 800mAh Ready 2 Use e la confezione da 4 batterie costava 9,95€

misurandole col tester, tutte hanno fatto segnare 1,32V
le ho messe sotto test; con corrente di 200mA hanno impiegato dai 40 ai 42 minuti per completare la carica
quando sono uscito dal negozio, le batterie avevano quindi una carica di circa 80-85%

con scarica a 100mA, hanno fatto segnare valori compresi tra 720 e 748mAh

nicola1985 11-02-2009 08:50

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26195089)
La cosa migliore è, come hai scritto tu, la prevenzione: infatti, in caso di utilizzo di un comune estintore in un'abitazione domestica (polvere, schiuma) il rischio è quello di fare più danni irreparabili che altro. A quel punto, forse, è meglio un estintore al CO2 oppure ad halon.

halon non si vendono più da tempo ormai...
Quote:

Originariamente inviato da +Benito+ (Messaggio 26198237)
Per le apparecchiature elettriche senza dubbio l'estintore a CO2 è la soluzione migliore.

CO2 spegne bene solo quando si riesce a saturare l'ambiente...
imho gli estintori a polveri chimiche sono più indicati...

Debian-LoriX 11-02-2009 09:36

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26246185)
halon non si vendono più da tempo ormai...

si, lo so, però vedrai che qualcuno in giro c'è ancora
:D

Quote:

imho gli estintori a polveri chimiche sono più indicati...
d'accordo, cmq non hai letto il senso del mio msg, la cosa migliore è la prevenzione: mai visto ciò che rimane dopo l'utilizzo di un estintore a polvere, che si insinua dappertutto costringendoti a buttare ogni cosa?
:cry:

CarloR1t 11-02-2009 13:53

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26246813)
si, lo so, però vedrai che qualcuno in giro c'è ancora
:D



d'accordo, cmq non hai letto il senso del mio msg, la cosa migliore è la prevenzione: mai visto ciò che rimane dopo l'utilizzo di un estintore a polvere, che si insinua dappertutto costringendoti a buttare ogni cosa?
:cry:

Avevo quel dubbio infatti, ma pensavo si potesse pulire tutto dopo anche se ci vuole pazienza. Dopotutto in caso di incendio il rischio è già grave, sempre meglio la polvere che lasciare avanzare le fiamme che certamente fanno più danno agli oggetti che non il fatto di essere ricoperti di polvere. Diverso è per le persone se avvolte dalle fiamme vanno spente con delle coperte, non bisogna usare estintori o si fa più danno alle ferite che non le ustioni stesse, così ho letto su un sito.

La co2 non agisce per soffocamento dell'intero ambiente (che sarebbe pericoloso specie nei piccoli vani) ma soffoca le fiamme alla base e le spegne con la bassa temperatura di -70°C. La co2 mi è più simpatica... :D
http://www.youtube.com/watch?v=dRHBmOSbEtM

L'halon penso sia vietato anche venderlo per via dei protocolli contro i cfc anche se di fronte al rischio incendio non sarei così intollerante per le bombole residue che comunque si spera di non dover usare mai.

Non me ne intendo, bisogna chiedere a qualche esperto del settore, però sarebbe una discussione molto utile da aprire al riguardo, se non ce n'è già una.

+Benito+ 11-02-2009 18:40

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26246185)
halon non si vendono più da tempo ormai...

CO2 spegne bene solo quando si riesce a saturare l'ambiente...
imho gli estintori a polveri chimiche sono più indicati...

Vanno entrambi usati con cognizione di causa, un polvere usato da un incompetente intossica solo i presenti e riempie di fumo la stanza creando panico. Quoto che l'halon non si usa più.

marchigiano 11-02-2009 20:38

a chi era interessato alle ni-zn:

ho contattato pure la powergenix ma niente, fanno finta di niente, tra poco torno alla carica con ritz camera

trovo assurdo annunciare su decine e decine di siti web un nuovo prodotto e a distanza di 3 mesi ancora nessuno sa niente...

CarloR1t 11-02-2009 22:38

Speriamo che arrivino...

Intanto segnalo che quality d.... offre ibride di marca Extreme.
Sono targate 2200mAh (come le alcava allinone) ma in realtà sono da 2000-2100 come tutte le altre.

nicola1985 12-02-2009 09:39

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26251223)
La co2 non agisce per soffocamento dell'intero ambiente (che sarebbe pericoloso specie nei piccoli vani) ma soffoca le fiamme alla base e le spegne con la bassa temperatura di -70°C. La co2 mi è più simpatica... :D
http://www.youtube.com/watch?v=dRHBmOSbEtM
.

La CO2 agisce per soffacamento dell'intero ambiente(infatti nelle industrie con impianti di estinzione automatici,sprinkler, a Co2 prima della scarica c'è un segnale acustico della durata di un minuto che avverte le persone ancora presenti di lasciare l'impianto.)

agisce,inoltre,sul pelo libero della fiamma,facendola distaccare(e quindi impedendo la piroscissione dell'elemento ossia la formazione di vapori combustibili).

la sua azione di raffreddamendo rallenta la formazione di radicali liberi che rallenta la propagazione delle fiamme.

per quanto concerne l'halon(ne esistono di vari tipi) sono le migliori sostanze estinguenti ma non sono più permesse a causa dei protocolli sul cfc.esistono tuttavia agenti estinguenti alternativi all’halon e gas inerti come sostituti all'halon.

per quanto riguarda le polveri io ho tenuto a precisare chimiche.
sono polveri usate negli estintori:
fosfato di ammonio,bicarbonato di ammonio o di sodio,fosfato di ammonio,...
queste sostanze ad elevata temperatura tendono a legare con gli oggetti e quindi dopo l'incendio lo devi buttare.ma sempre meglio buttare qualcosa che vederti l'intera casa bruciata.

buona giornata a tutti!

Dom77 12-02-2009 10:50

piccolo ot...
 
visto che siete esperti di batterie...non è di quelle di cui parlate qui, ma magari qualcuno mi sa dire....

una batteria di uno scooter (credo sia a 6 o 12 V:confused:, dimensioni circa 10x5x8 cm) la si può "rianimare" cambiando l'acqua che ha nelle celle e ricaricandola?

l'ho scarica da...3 anni...:p :doh:

S1GG0 12-02-2009 12:40

dom77, non c'è solo acqua nelle batterie (al piombo?) ma un elettrolita.

devi mettere una soluzione di acqua e acido solforico che si trova in vendita per le batterie nuove e poi sperare che gli elementi non siano cortocircuitati., in teoria dopo alcune ore dal "cambio elettrolita" la batteria potrebbe resuscitare.

ps il liquido che c'è dentro e' altamente inquinante e corrosivo, va smaltito in appositi siti.
il liquido di ricambio e' altamente corrosivo.


io cambierei la batteria.

+Benito+ 12-02-2009 12:52

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26262398)
La CO2 agisce per soffacamento dell'intero ambiente(infatti nelle industrie con impianti di estinzione automatici,sprinkler, a Co2 prima della scarica c'è un segnale acustico della durata di un minuto che avverte le persone ancora presenti di lasciare l'impianto.)

agisce,inoltre,sul pelo libero della fiamma,facendola distaccare(e quindi impedendo la piroscissione dell'elemento ossia la formazione di vapori combustibili).

la sua azione di raffreddamendo rallenta la formazione di radicali liberi che rallenta la propagazione delle fiamme.

per quanto concerne l'halon(ne esistono di vari tipi) sono le migliori sostanze estinguenti ma non sono più permesse a causa dei protocolli sul cfc.esistono tuttavia agenti estinguenti alternativi all’halon e gas inerti come sostituti all'halon.

per quanto riguarda le polveri io ho tenuto a precisare chimiche.
sono polveri usate negli estintori:
fosfato di ammonio,bicarbonato di ammonio o di sodio,fosfato di ammonio,...
queste sostanze ad elevata temperatura tendono a legare con gli oggetti e quindi dopo l'incendio lo devi buttare.ma sempre meglio buttare qualcosa che vederti l'intera casa bruciata.

buona giornata a tutti!


Tu parli di impianti di spegnimento a CO2, che funzionano a saturazione, e sono usati solitamente solo dove non è possibile usare acqua, polveri o schiuma a causa della necessaria salvaguardia del materiale presente nei locali (nel mio campo si usano, raramente, solo per i locali contenenti archivi cartelle cliniche, radiografie o altri dati di questo tipo)
In quel caso è necessaria la saturazione dell'ambiente data la tipologia di impianto automatico.
L'estintore funziona con lo stesso principio, agendo però localmente dove viene puntato, non è necessario saturare l'ambiente essendo l'attrezzo in mano ad un operatore che ne può concentrare l'azione dove richiesto.
Chiaro che un CO2 usato a random non fa assolutamente nulla.

marchigiano 12-02-2009 13:07

Quote:

Originariamente inviato da Dom77 (Messaggio 26263410)
visto che siete esperti di batterie...non è di quelle di cui parlate qui, ma magari qualcuno mi sa dire....

una batteria di uno scooter (credo sia a 6 o 12 V:confused:, dimensioni circa 10x5x8 cm) la si può "rianimare" cambiando l'acqua che ha nelle celle e ricaricandola?

l'ho scarica da...3 anni...:p :doh:

conviene prenderne una nuova, costa 20 euro forse meno... sono le stesse dei gruppi di continuità

anche se ti si riprende un po considera che rischi sempre di ritrovarti a piedi se va in corto, oppure potrebbe anche danneggiare l'impianto elettrico

nicola1985 12-02-2009 13:33

Quote:

Originariamente inviato da +Benito+ (Messaggio 26265216)
Tu parli di impianti di spegnimento a CO2, che funzionano a saturazione, e sono usati solitamente solo dove non è possibile usare acqua, polveri o schiuma a causa della necessaria salvaguardia del materiale presente nei locali (nel mio campo si usano, raramente, solo per i locali contenenti archivi cartelle cliniche, radiografie o altri dati di questo tipo)
In quel caso è necessaria la saturazione dell'ambiente data la tipologia di impianto automatico.
L'estintore funziona con lo stesso principio, agendo però localmente dove viene puntato, non è necessario saturare l'ambiente essendo l'attrezzo in mano ad un operatore che ne può concentrare l'azione dove richiesto.
Chiaro che un CO2 usato a random non fa assolutamente nulla.

infatti ho scritto che agisce in tre modi...:)

tweester 12-02-2009 15:55

Quote:

Originariamente inviato da Dom77 (Messaggio 26263410)
visto che siete esperti di batterie...non è di quelle di cui parlate qui, ma magari qualcuno mi sa dire....

una batteria di uno scooter (credo sia a 6 o 12 V:confused:, dimensioni circa 10x5x8 cm) la si può "rianimare" cambiando l'acqua che ha nelle celle e ricaricandola?

l'ho scarica da...3 anni...:p :doh:

Io ci hoi provato una volta, senza risultato comunque. Già è tanto lasciarla scarica per 3-4 mesi ( è per quello che spesso queste batterie sono garantite 6 mesi) non credo che dopo un fermo di 3 anni si possa resuscitare.

zufaron 12-02-2009 16:47

Scusate ma 2 uniross da 2100 ibride a 3,50 euro sn a un prezzo buono vero? Ne ho prese solo 8 ma mi sa che domani vado a comprarne altre 8..voi che dite?

CarloR1t 12-02-2009 17:31

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26262398)
La CO2 agisce per soffacamento dell'intero ambiente(infatti nelle industrie con impianti di estinzione automatici,sprinkler, a Co2 prima della scarica c'è un segnale acustico della durata di un minuto che avverte le persone ancora presenti di lasciare l'impianto.)

agisce,inoltre,sul pelo libero della fiamma,facendola distaccare(e quindi impedendo la piroscissione dell'elemento ossia la formazione di vapori combustibili).

la sua azione di raffreddamendo rallenta la formazione di radicali liberi che rallenta la propagazione delle fiamme.

Pensavo agli estintori co2 in bombole, non impianti. Poi su stoffe o liquidi infiammabili non so quanto sia diversamente efficace, ci sono estintori che vanno meglio per diversi tipi di sostanze in combustione.
Quote:


per quanto concerne l'halon(ne esistono di vari tipi) sono le migliori sostanze estinguenti ma non sono più permesse a causa dei protocolli sul cfc.esistono tuttavia agenti estinguenti alternativi all’halon e gas inerti come sostituti all'halon.

per quanto riguarda le polveri io ho tenuto a precisare chimiche.
sono polveri usate negli estintori:
fosfato di ammonio,bicarbonato di ammonio o di sodio,fosfato di ammonio,...
queste sostanze ad elevata temperatura tendono a legare con gli oggetti e quindi dopo l'incendio lo devi buttare.ma sempre meglio buttare qualcosa che vederti l'intera casa bruciata.

buona giornata a tutti!
Ci sono polveri inerti o fanno tutte così? Per salvare anche gli oggetti preziosi (non solo in senso venale) e non solo la casa.

nicola1985 12-02-2009 18:03

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26262398)
per quanto concerne l'halon(ne esistono di vari tipi) sono le migliori sostanze estinguenti (spengono istantaneamente ogni tipo di fuoco)ma non sono più permesse a causa dei protocolli sul cfc.
esistono tuttavia agenti estinguenti alternativi all’halon e gas inerti che vanno bene per i fuochi di ogni classe tranne quelli di classe D(metalli come il litio,alluminio,...)

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26269784)
Ci sono polveri inerti o fanno tutte così? Per salvare anche gli oggetti preziosi (non solo in senso venale) e non solo la casa.

non ci sono polveri inerti tuttavia puoi scegliere un'estintore con un'agente estinguente diverso...te l'ho evidenziato...

penso che siamo OT però

CarloR1t 12-02-2009 18:12

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 26270316)
non ci sono polveri inerti tuttavia puoi scegliere un'estintore con un'agente estinguente diverso...te l'ho evidenziato...

penso che siamo OT però

beh quando la conversazione langue un piccolo ot, specie se salvavita, non fa male. Thanks for the info... ;)

nicola1985 12-02-2009 18:27

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26270449)
beh quando la conversazione langue un piccolo ot, specie se salvavita, non fa male. Thanks for the info... ;)

non preoccuparti tu di info a me me ne hai date tante...

tweester 14-02-2009 18:51

Guardate cosa ho trovato su un forum di bici elettriche a proposito di batterie ibride.....

http://www.jobike.it/Public/data/Gio...9_081201-b.jpg

+Benito+ 15-02-2009 19:13

..è una battuta? :eek:


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 01:13.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.