Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


zufaron 28-01-2009 08:46

Allora il caricabbatterie che uso di più è della gbc credo pagato 20 mila lire 7 o 8 anni fa, cmq io quasi sempre scarico completamente le pile (a volte le scarico anche con il caricabbateria) e le lascio a caricare sempre di più di quanto dovrebbero (poi a volte le lascio una o due ore in più altre volte anche di più), così facendo non ho avuto grossi problemi con le pile nimh, ora provero' le ibride che consigliate (anche se ormai ho comprato 8 nimh da 2200 di marca sconosciuta). Grazie davvero per tutti i consigli, siete stati gentilissimi.

Debian-LoriX 28-01-2009 20:16

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26022789)
ha 4 canali di carica indipendenti da massimo 6.5A, ma variano la corrente di carica in base a quella assorbibile dalla batteria grazie al controllo sia termico che di voltaggio, non puoi trovare di meglio specialmente a quel prezzo.

Sinceramente SEI mAh mi sembrano un po' troppi, i caricatori più 'seri' limitano la corrente al massimo ad 1.5, 1.8 (già ero preoccupato io per il mio spk808 che usa 1 mAh...): qui ci sono tantissime persone molto più esperte di me, che potranno sicuramente smentirmi.

La cosa strana sono però i risultati che citi; sarebbe veramente interessante a questo punto sottoporre le Eneloop che carichi a 6mAh da 5 anni...

Ecco cosa raccomanda il sito ufficiale www.eneloop.info/home/q-a.html:

Quote:

Q12 - Can I use a "Quick Charger" to charge an eneloop battery?
Though it is possible to charge an eneloop battery in a "Quick Charger", it is not recommended. We recommend charging eneloop batteries in a NiMh charger that is 2 HOURS OR MORE. Charging eneloop batteries in a "Quick Charger" can reduce the overall life of the battery. It is strongly recommended to use eneloop, Sanyo or Sanyo NiMh battery chargers. We only warrant eneloop if used with an eneloop, Sanyo or Sanyo NiMh battery charger.
Presumendo che le oltre 2 ore di carica siano riferite ad una batteria AA, ritorniamo ai soliti 1 o 1.5 mAh.

Saluti.

thorndyke 28-01-2009 20:57

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26057813)
i caricatori più 'seri' limitano la corrente al massimo ad 1.5, 1.8...

veramente interessante a questo punto sottoporre le Eneloop che carichi a 6mAh da 5 anni...

Ecco cosa raccomanda il sito ufficiale www.eneloop.info/home/q-a.html

Precisazione, le uso da poco + di 2anni, cioè da quando sono uscite sul mercato. Non so in base a cosa definisci un caricatore + "serio", questo per me va benissimo.
Se ti riferisci al punto 12 e 13 della faq eneloop mi sanno troppo di trovata commerciale per vendere i loro caricabatterie, e mi fido + della mia esperienza e delle faq del sito di greenbatteries.
Parlando in generale ci sono alcuni "quick charger" che erogano 1A costanti senza badare al controllo di temperatura o altro, ecco quelli potrebbero fare molti danni (non so se è il tuo caso).

CarloR1t 28-01-2009 22:09

L'spk 808 scalda molto meno dell'uniross da 15min (che ho) malgrado la ventilazione forzata. Quindi non credo che il primo possa far mai danni per motivi termici a meno di qualche guasto. Cmq potete avere ragione entrambi nel senso che le raccomandazioni per le correnti più basse sono relative alla massima durata nel tempo dei 500 cicli alla massima capacità e minima autoscarica sia per pile AA che AAA. Poi non vuol dire che alcune, soprattuto AA, non reggano un certo numero di cicli con una buona capacità e autoscarica. Certo che se potessi farei un test approfondito a quelle pile per vedere se le ibride sono così robuste.

zufaron 29-01-2009 09:00

guardate io ho 6 varta da 1400 nimh caricate da 5 anni con il primo caricabbatteria della gbc che mi hanno venduto che ancora fanno il loro sporco dovere!! Alla fine dipende anche da come riescono le pile secondo me.

Debian-LoriX 29-01-2009 09:19

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26058467)
Se ti riferisci al punto 12 e 13 della faq eneloop mi sanno troppo di trovata commerciale per vendere i loro caricabatterie

Ma per favore, quale trovata commerciale! Guarda che parliamo delle SANYO Eneloop e non del tubo Tucker !
:rotfl:

Infatti se osservi il lato di una AA Eneloop, è indicato chiaramente che il massimo corrente di carica rapida è di 2000 mA.

Ovvio che tu sei libero di utilizzare tutto ciò che meglio credi, cerca però di non consigliare vivacemente ad altri, meno esperti, di comprare quel tuo carichino da 6,5A.

Saluti.

thorndyke 29-01-2009 14:24

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26062657)
se osservi il lato di una AA Eneloop, è indicato chiaramente che il massimo corrente di carica rapida è di 2000 mA.

Hai le idee un po' confuse, nelle eneloop non c'è indicata la corrente di carica, ma la capacità tipica e la minima (almeno le mie sono così).
Nelle faq che hai linkato consigliano esclusivamente i loro caricabatterie. Questa, per me, è una mossa commerciale, e cio' e' ben diverso dal citare i tubi tucker, se non hai colto la differenza mi spiace per te...
In ogni caso se non sei in grado di valutare la bonta' di un caricabatterie potresti pure evitare di scrivere fesserie o chiamarlo "carichino"...

@CarloR1 se anche tu hai lo sprint da 15minuti perchè non racconti la tua esperienza?

Debian-LoriX 29-01-2009 15:55

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26067889)
Hai le idee un po' confuse, nelle eneloop non c'è indicata la corrente di carica, ma la capacità tipica e la minima (almeno le mie sono così).

Hai ragione, ho scritto ricordando a memoria, la corrente di carica massima l'avevo letta su un datasheet linkato dal venditore da cui le ho comprate
:)

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?...m=120350816803

Quote:

Nelle faq che hai linkato consigliano esclusivamente i loro caricabatterie.
Dal sito Eneloop.info:

"It is strongly recommended to use eneloop, Sanyo or Sanyo NiMh battery chargers. Most NiMh rechargeable battery chargers may be used to charge eneloop, however we only warranty eneloop if used with an eneloop, Sanyo or Sanyo NiMh battery charger."

il che NON significa che CONSIGLIANO ESCLUSIVAMENTE i loro carichini!
:D

CarloR1t 29-01-2009 19:14

Bboni, non facciamo flame per delle pile... :O :D

Ricordo che anche l'utente Pablo che postava tempo fa (cercherò i suoi post) dichiarava un'esperienza positiva col suo beghelli da 15minuti, che poi sono più di mezzora come spiego oltre. Però se ricordo bene parlava di decine di ricariche (forse 50) che aveva fatto alle ibride, non centinaia. Inoltre segnalava il dubbio di una (o più non ricordo) pile AAA che si erano guastate, esprimendo il dubbio che la corrente fosse troppo elevata per quel formato, anche se con le AAA il caricatore imposta automaticamente una corrente molto inferiore a quella delle AA.

Purtroppo non ho esperienza con le ibride nel mio uniross da 15min, però ho ricaricato una decina o più volte delle ottime brondi da 2600 e delle uniross da 2300 che finora per quel che posso valutare in modo approssimativo non hanno problemi.

I dilemmi che rimangono sono:

1) Resistenza a centinaia di ricariche.
2) Mantenimento della bassa autoscarica nelle ibride.

Mi pare che nessuno qui abbia esperienza per dire in un senso o nell'altro, va tutto sulla fiducia di quanto dichiara thorndyke, che non vedo perchè dovrebbe raccontarci balle. Al limite ha avuto fortuna, non so. Come detto ci sarebbe da testare più accuratamente l'autoscarica su tutte le eneloop da lui ricaricate centinaia di volte per vedere se hanno subito qualche deterioramento.

In ogni caso si può usare un caricatore da 15 min almeno per decine di ricariche, ottenendo un notevole risparmio economico ed ecologico rispetto a usare pile usa e getta. I modellisti usano spesso caricatori ultrarapidi sul campo (anche se più con le nicd che sono più robuste).

Perchè dunque non si è parlato poco dei caricatore ultrarapidi? Perchè con le ibide non servono granchè in molti casi. La carica rapida aveva un senso perchè con le nimh tradizionali non sapevi mai quanto avrebbero retto se era già state usate giorni prima, anche poco, e allora si aveva l'abitudine di dare una caricata tutte le volte prima di usarle, che ovviamente più rapida è, più è comoda da fare.

Ma con le ibride se uno non fa un uso più che intensivo scaricandole in giornata ma le usa in apparecchi che durano settimane o mesi si caricano senza noia anche in 12 ore. Quindi un buon compromesso sono i caricatori con delta v da 500-1000mA che ricaricano singolarmente le AA da 2000mAh in 2-5 ore.

Sotto i 500mA c'è difficoltà a rilevare il picco delta V, mentre sopra 1A non è necessario andare come tempi e forse non è prudente per la massima durata di 500-1000 cicli, almeno stando alle raccomandazioni sulla carta.

Inoltre i caricatori più rapidi sono molto ingombranti e pesanti con il loro alimentatore, mi trovo benissimo con l'808 e il suo cavetto radio senza altri ciondoli, ma queste sono finezze. ;)

Quindi avete ragione entrambi, non c'è motivo di scannarsi. :D

L'uniross sprint da 15min non è un baracchino, questo lo posso confermare, è molto buono come controlli di sicurezza.
La ricarica come per tutti gli ultrarapidi avviene in 3 fasi, prima alla massima corrente fino circa a 2/3 della capacità (a questo si riferisce i 15min con le 2300mAh in dotazione) poi commuta a una tensione più bassa simile ai caricatori rapidi più comuni (e solo a questo punto le pile si possono già togliere se uno ha fretta, anche se non è consigliabile) fino al completamento con delta v. Alla fine le pile sono abbastanza calde ma non molto devo dire, difficile a dito, grazie alla ventilazione. E' consigliato lasciare le pile inserite un altro quarto d'ora sotto la carica di mantenimento finchè si raffreddano del tutto, quindi in pratica si arriva anche a 45 minuti di tempo. Insomma è ultrarapido fino a un certo punto, più che altro carica in modo più intelligente, massimizzando la corrente in base a quanto una pila può reggere ai diversi stadi di carica, più alta quando la pila è scarica e più bassa per il completamento.

Ne abbiamo parlato all'inizio e a metà di questa discussione e dell'altra sui caricatori per chi vuole approfondire.

Le cose peggiori da evitare sono la sovraccarica prolungata come nei caricatori senza delta v, e l'eccessiva scarica nell'uso.
Poi se uno sta attento ai tempi e non ha fretta può anche preferire un caricatore lento.
Chi invece è più interessato a gestire vari set di pile può prendere un la crosse per misurare le minime differenze di capacità tra le varie batterie e creare set più bilanciati ed escludere pile guaste.

Debian-LoriX 29-01-2009 20:11

Che dire Carlo, PLATEAU!
:ave:

Quote:

... mi trovo benissimo con l'808 e il suo cavetto radio senza altri ciondoli, ma queste sono finezze.
Io, a dir la verità, l'ho aperto ed ho rimosso lo sportellino azzurro, mooolto meglio! Però ora lo tengo in una custodia morbida (con cerniera) di un tester rotto, ben al riparo dalla polvere.
:cool:

Saluti! :)

S1GG0 29-01-2009 22:39

una domanda sull SPK 808 e 600, hanno la funzione di scarica?
per i due e' necessario l'adattatore dall UK o si sostituisce la spina-cavo alimentazione?
se ho bel capito l808 ha il tasformatore interno, quindi si trova un cavo diverso, mentre il 600 ha un alimentatore-spina, quindi adattatore, non potendo sostituire la spina(se comprati i UK per esempio)

CarloR1t 29-01-2009 22:56

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26073102)
Che dire Carlo, PLATEAU!
:ave:



Io, a dir la verità, l'ho aperto ed ho rimosso lo sportellino azzurro, mooolto meglio! Però ora lo tengo in una custodia morbida (con cerniera) di un tester rotto, ben al riparo dalla polvere.
:cool:

Saluti! :)

Un difetto minore di questo modello è lo sportellino è che non sta sollevato a metà ma solo tutto aperto, e così si vede poco il display. Non che sia importante ma avrebbero potuto mettere una tacca sulle cerniere per stare sollevato a metà.
Ho appiccicato 2 pezzettini di nastro adesivo per elettricisti dentro ai braccini azzurri delle cerniere, in questo modo lo spessore del nastro sui bracci che rientrano nelle fessure preme sul corpo del caricatore quando si abbassa lo sportellino, che sta aperto nella posizione voluta. ;)

Quote:

Originariamente inviato da S1GG0 (Messaggio 26074936)
una domanda sull SPK 808 e 600, hanno la funzione di scarica?
per i due e' necessario l'adattatore dall UK o si sostituisce la spina-cavo alimentazione?
se ho bel capito l808 ha il tasformatore interno, quindi si trova un cavo diverso, mentre il 600 ha un alimentatore-spina, quindi adattatore, non potendo sostituire la spina(se comprati i UK per esempio)

Si ma l'utilità non è molta, nell'uso normale non occcorre scaricare prima le pile, anche dati i tempi piuttosto lunghi di molte ore se la pila è ancora carica (almeno con l'808) e con un numero di pile dispari la corrente di scarica è la metà di un numero di pile pari (140 o 280mA circa). Cmq se serve la funzione esiste.

La scarica e la ricarica infatti avvengono come 2 fasi separate per tutte le pile, ossia solo quando l'ultima pila si è scarica inizia la ricarica per tutte le pile. Non è come il la crosse che permette di scaricare o ricaricare ciascuna pila in modo del tutto indipendente, oltre a misurarne la capacità.

Per il cavo hai detto giusto, con l'808 puoi cambiare il cavetto standard con uno con spina italiana, oppure anche cambiare la spina uk al cavetto in dotazione (ma è un po' cortino) senza neanche tagliare il cavo essendo avvitata non fusa con il cavo.
Con il 600 serve un adattatore UK-IT (oppure una presa come quella descritta nel mio post in fondo...)
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...postcount=1098

S1GG0 29-01-2009 23:15

la funzione di scarica normalmente non serve, ma non sempre posso avere le pile scariche, per esempio quelle che uso "di scorta" nella macchina fotografica... e penso che anche se non sempre di tanto in tanto una scarica completa non faccia male.

si il la crosse e' più completo in quel senso, ma anche un po più caro, almeno ad oggi. (mi sembra un 2 a 1...)

devo ponderare l'acquisto ...

notte

Debian-LoriX 30-01-2009 13:54

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26075115)
Non che sia importante ma avrebbero potuto mettere una tacca sulle cerniere per stare sollevato a metà.

'sti cinesi...
:mc:

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26075115)
Ho appiccicato 2 pezzettini di nastro adesivo per elettricisti dentro ai braccini azzurri delle cerniere, in questo modo lo spessore del nastro sui bracci che rientrano nelle fessure preme sul corpo del caricatore quando si abbassa lo sportellino, che sta aperto nella posizione voluta. ;)

Lo sapevo che anche tu in qualche modo avresti risolto il problema!
:D

L'importante comunque è che si tratta davvero di un OTTIMO apparecchio, sono soddisfattissimooo!!!
:cool:

Quote:

Originariamente inviato da S1GG0 (Messaggio 26075308)
si il la crosse e' più completo in quel senso, ma anche un po più caro, almeno ad oggi. (mi sembra un 2 a 1...)

Ciao S1GG0!
Se ti posso consigliare, o stai su uno di quelli come il mio e di Carlo (l'808, il Magnex o altri simili) oppure punti direttamente al Maha, che si trova praticamente allo stesso prezzo del Lacrosse ma è migliore.

Ciaooo! :)

S1GG0 30-01-2009 14:51

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 26082051)
Ciao S1GG0!
Se ti posso consigliare, o stai su uno di quelli come il mio e di Carlo (l'808, il Magnex o altri simili) oppure punti direttamente al Maha, che si trova praticamente allo stesso prezzo del Lacrosse ma è migliore.

Ciaooo! :)

se trovassi dove comprarlo al prezzo del lacrosse in europa potrebbe essere,
ma sono rimasto gia scottato dalla dogana...

se qualcuno ha un posto

thorndyke 30-01-2009 16:31

Quote:

Originariamente inviato da S1GG0 (Messaggio 26075308)
penso che anche se non sempre di tanto in tanto una scarica completa non faccia male

Da quanto ne so non serve a nulla, non hanno l'effetto memoria...
Anzi, le batterie sopportano solo un certo numero di ricariche complete prima di deteriorarsi, scaricandole nel caricabatterie tu ne sprechi parte della carica. Infatti due cariche al 50% valgono quanto una completa.

mino79 30-01-2009 17:34

scusate, leggero OT: ma ordinando materiale dalla Gran Bretagna ci sono dazi doganali?

thorndyke 30-01-2009 17:41

Quote:

Originariamente inviato da mino79 (Messaggio 26085568)
dalla Gran Bretagna ci sono dazi doganali?

ovviamente no, fa parte della CEE !

S1GG0 30-01-2009 17:44

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26084663)
Da quanto ne so non serve a nulla, non hanno l'effetto memoria...
Anzi, le batterie sopportano solo un certo numero di ricariche complete prima di deteriorarsi, scaricandole nel caricabatterie tu ne sprechi parte della carica. Infatti due cariche al 50% valgono quanto una completa.

da quel che ho capito io, le batterie sopportano un certo numeri di ricariche, complete o parziali che siano.

l'effetto memoria non e' molto marcato, ma una rigeneratina aumenta un po la capacità e la vita; o almeno è quello che ho capito io, e non sono attrezzato per i test del caso.

@mino79 dall UK non ci sono dazi.

thorndyke 30-01-2009 17:56

Quote:

Originariamente inviato da S1GG0 (Messaggio 26085726)
da quel che ho capito io, le batterie sopportano un certo numeri di ricariche, complete o parziali che siano.

Do NiMH batteries have memory effect?

Technically, NiMH batteries do not have a "memory effect", but strictly speaking neither do NiCds. However NiMH batteries can experience voltage depletion, also called voltage depression, similar to that of NiCd batteries, but the effect is normally less noticeable. To completely eliminate the possibility of NiMH batteries suffering any voltage depletion effect manufacturers recommend an OCCASIONAL, complete discharge of NiMH batteries followed by a full recharge. NiMH batteries can also be damaged by overcharge and improper storage (see the NiCd section immediately above this one). Most users of NiMH batteries don't have to be concerned with this voltage depletion effect. But if you use a device say a flashlight, radio, or digital camera for only a short time every day and then charge the batteries every night, you will need to let the NiMH (or NiCd) batteries run down occasionally.


--
How many times can a rechargeable battery be recharged?

I normally answer that question by simply saying "hundreds". The reason I can't be more precise is because this is a more complex question to answer than it might seem. The number of times a battery can be recharged depends on how the battery is used. An analogy that is sometimes used is to compare a rechargeable battery to a loaf of bread. Suppose someone asked, how many slices can be cut from a loaf of unsliced bread? The answer, of course, depends on how thick or thin the bread is sliced. If the slices are very thin it can be cut into more slices. The same is true for recharging a battery. Every time a rechargeable battery goes through a charge and discharge cycle it loses a tiny bit of capacity.

If the battery is completely discharged before it is recharged, that takes a bigger "slice" of the battery's capacity, if it is only partially discharged a before recharging, it uses up a smaller "slice". A NiMH battery can be charged and discharged hundreds of times, but whether that means 200 times or 800 times has a lot to do with how big of a "slice" you take each time.

---
Regolati di conseguenza.

S1GG0 30-01-2009 18:01

e' quell "occasional" che mi tormenta.... e non ho trovato nessuna %

la seconda parte devo riguardarla bene... mi devo essere perso nell'inglese...

a più tardi

CarloR1t 30-01-2009 18:37

www.batteryuniversity.com ;)

duke68 31-01-2009 10:49

Ciao,

spero possiate scusarmi se faccio una domanda che, probabilmente, è già stata posta altre volte; attraverso il cerca del forum non sono riuscito ad avere una certezza e quindi chiedo direttamente a qualche buon anima un consiglio:

ho un caricatore varta 57053 http://www.varta-consumer.co.il/cont...consumer.co.il con le sua 4 AA da 2000mAh. Sono più che soddisfatto del prodotto al punto che avrei bisogno di ulteriori batterie che, purtroppo, non riesco più a trovare in nessun centro commerciale.
Quale alternativa valida potrei avere mantenendo sempre i circa 15 minuti di carica, la durata nel tempo e i cicli di ricarica delle batterie originali varta?

grazie! :)

Debian-LoriX 31-01-2009 13:54

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26086385)

ohhh, finalmente un sito SERIO e imparziale!
:cool:

CarloR1t 31-01-2009 16:50

Quote:

Originariamente inviato da duke68 (Messaggio 26091892)
Ciao,

spero possiate scusarmi se faccio una domanda che, probabilmente, è già stata posta altre volte; attraverso il cerca del forum non sono riuscito ad avere una certezza e quindi chiedo direttamente a qualche buon anima un consiglio:

ho un caricatore varta 57053 http://www.varta-consumer.co.il/cont...consumer.co.il con le sua 4 AA da 2000mAh. Sono più che soddisfatto del prodotto al punto che avrei bisogno di ulteriori batterie che, purtroppo, non riesco più a trovare in nessun centro commerciale.
Quale alternativa valida potrei avere mantenendo sempre i circa 15 minuti di carica, la durata nel tempo e i cicli di ricarica delle batterie originali varta?

grazie! :)

Se si tratta di quel tipo di caricabatterie che le carica in 15 minuti comunicando con un chip incorporato in ogni batteria (non ricordo il produttore originale di questa tecnologia, ma solo che veniva ritargato da altre marche, forse Varta, avevo un link una volta, cercherò...) in tal caso puoi usare solo le Varta 15 minuti. Se ne usi altre è quasi certo che le danneggerai se non fanno il botto data la corrente superiore. Gli altri caricatori da '15min' come spiegato nel mio post sopra usano più fasi di carica, usando la massima corrente solo nella prima fase fino al raggiungimento dei 2/3 della capacità, poi diminuiscono la corrente arrivando anche a 30-45 minuti, il tuo invece dovrebbe caricarle in 15 minuti reali o poco più grazie al chip di controllo interno a ogni batteria AA e AAA con una corrente più elevata (7A) per un tempo più lungo. Le istruzioni parlano di qualche chip controllo nelle tue batterie? Con avvertenze se puoi usare o no altre batterie spiegando in tal caso se l'apparecchio imposta automaticamente un ciclo di carica convenzionale più lungo con pile sprovviste di chip?
Vedi nel primo post di marchigiano se per caso ne parla, non era una tecnologia molto diffusa ma dovresti trovare quel tipo di batterie all'estero, magari sotto altri marchi oltre a Varta. Il fatto che non si trovano facilmente da noi non mi stupisce visto quante cose ben più ordinarie mancano.

EDIT la tecnologia è Rayovac I-C3 (In-Cell Charge Control) con chip di controllo incorporato in batterie NiMH speciali, ritargato Varta, che è un marchio consumer di Rayovac.
http://www.rayovac.com/technical/wp_ic3.htm
http://www.largoconsumo.info/fixed/l...Articolo=28977
http://en.wikipedia.org/wiki/Rayovac
http://en.wikipedia.org/wiki/I-C3

Ne avevamo accennato in passato, da questo post in poi...
http://www.hwupgrade.it/forum/showth...&postcount=171

Quindi si possono usare solo NIMH compatibili Rayovac/Varta I-C3 15min
(a meno che il caricatore sappia riconoscere le batterie sprovviste di chip e impostare un carica standard più lenta, vedi istruzioni...)

cipo691 01-02-2009 10:38

Ciao a tutti...;)
Probabilmente per la mia assoluta ignoranza in materia ho sempre acquistato batterie ricaricabili che non servivano a nulla...
Sono stufo perchè sul mouse mi durano 1/2 giorni...
Potreste consigliarmi batterie buone, che mantengono la carica (visto che le utilizzerei anche sul mouse del portatile)?
Come caricabatterie uso uno acquistato l'anno scorso al LIDL dite che va bene oppure devo cambiarlo?
Dove potrei acquistare il tutto?
Ringrazio anticipatamente...

marcus58 01-02-2009 13:51

Quote:

Originariamente inviato da cipo691 (Messaggio 26103185)
Ciao a tutti...;)
Probabilmente per la mia assoluta ignoranza in materia ho sempre acquistato batterie ricaricabili che non servivano a nulla...
Sono stufo perchè sul mouse mi durano 1/2 giorni...
Potreste consigliarmi batterie buone, che mantengono la carica (visto che le utilizzerei anche sul mouse del portatile)?
Come caricabatterie uso uno acquistato l'anno scorso al LIDL dite che va bene oppure devo cambiarlo?
Dove potrei acquistare il tutto?
Ringrazio anticipatamente...

Compra delle VARTA "Ready4use" da 2100mAh: blister da 2 = 3,50 Euro (circa).

Riguardo al caricabatterie dovresti darci qualche dato tecnico in più. Meglio uno con i canali separati e, possibilmente, le funzioni "refresh" e "selezione della corrente di carica". temo che quello della LIDL non abbia tali caratteristiche.

cipo691 01-02-2009 16:50

Quote:

Originariamente inviato da marcus58 (Messaggio 26106252)
Compra delle VARTA "Ready4use" da 2100mAh: blister da 2 = 3,50 Euro (circa).

Riguardo al caricabatterie dovresti darci qualche dato tecnico in più. Meglio uno con i canali separati e, possibilmente, le funzioni "refresh" e "selezione della corrente di carica". temo che quello della LIDL non abbia tali caratteristiche.

Qualche pagina indietro consigliavano anche le sanyo eneloop, panasonic infinium, uniross hybrio che differenze ci sono con le VARTA "Ready4use"?

Per quanto riguarda il caricabatterie, effettivamente non ha le caratteristiche da te menzionate....quale mi consigliate?

CarloR1t 01-02-2009 18:04

Quote:

Originariamente inviato da cipo691 (Messaggio 26103185)
Ciao a tutti...;)
Probabilmente per la mia assoluta ignoranza in materia ho sempre acquistato batterie ricaricabili che non servivano a nulla...
Sono stufo perchè sul mouse mi durano 1/2 giorni...
Potreste consigliarmi batterie buone, che mantengono la carica (visto che le utilizzerei anche sul mouse del portatile)?
Come caricabatterie uso uno acquistato l'anno scorso al LIDL dite che va bene oppure devo cambiarlo?
Dove potrei acquistare il tutto?
Ringrazio anticipatamente...

Quote:

Originariamente inviato da cipo691 (Messaggio 26108945)
Qualche pagina indietro consigliavano anche le sanyo eneloop, panasonic infinium, uniross hybrio che differenze ci sono con le VARTA "Ready4use"?

Per quanto riguarda il caricabatterie, effettivamente non ha le caratteristiche da te menzionate....quale mi consigliate?

Le pile nimh citate si chiamano ibride o low self discharge, non si scaricano da sole e sono vendute precaricate e durano anche mesi in un mouse. Trovi tutte le informazioni e le marche nella mia firma... ;)
Dato che non è facile trovarle prendi quelle che trovi della mia lista, sono tutte di pari qualità e per l'uso che ne fai nettamente superiori rispetto alle altre malgrado la capacità di 'soli' 2000-2100mAh, che però mantengono nel tempo mentre le altre la perdono.

Come caricatore provvisoriamente puoi usare quello che hai, ma calcola bene i tempi in base alla corrente che eroga e caricale solo quando sono scariche.
Dato che durano molto a lungo in un mouse non soffrirai anche se la carica è lenta per quelle poche volte che ricarichi all'anno.

Come caricabatterie i migliori che si trovano da noi sono i La Crosse 700/900 (30-50€) con fuzioni di carica, scarica e misura della capacità indipendenti per ogni pila.

Anche i più rapidi ventilati (tipo uniross da 15min consigliato in precedenza) sono buoni se hanno un controllo di carica per singola pila, ma sono più ingombranti e pesanti per via del trasformatore e comodi solo se uno fa un uso estremo quasi giornaliero di ricarica delle pile.

Un buon compromesso sono caricatori SCH 600F e 808F che abbiamo trovato in inghilterra da un negozio ebay, quality discounts, che vende anche le uniross hybrio a buon prezzo. Questi caricatori vengono ritargati fujicell o extreme, ma si riconoscono dalla forma. Questo il produttore originale:
http://www.spowerking.com/products.asp

In generale va bene qualunque caricabatterie che ha controllo di carica delta v per ogni singola pila, anche se per le ibride potrebbe andare bene anche uno a coppie essendo pile che si mantengono molto bilanciate. Come per le ibride il problema dei caricabatterie con delta singolo è solo trovarli...

marcus58 01-02-2009 18:23

Quote:

Originariamente inviato da cipo691 (Messaggio 26108945)
Qualche pagina indietro consigliavano anche le sanyo eneloop, panasonic infinium, uniross hybrio che differenze ci sono con le VARTA "Ready4use"?

Per quanto riguarda il caricabatterie, effettivamente non ha le caratteristiche da te menzionate....quale mi consigliate?

Le VARTA sono le più economiche che ho comprato e praticamente hanno le stesse prestazioni delle altre. Le stilo a meno di 1,75 euro/cad penso sia difficile trovarle. Le Uniross le trovi anche a 9-10 euro la confezione da 4. Le Panasonic le ho trovate a prezzi esorbitanti (a Napoli) mentre le Sanyo penso che costino di più per il "nome" che hanno ;)

Per il caricabatterie ne sceglierei almeno uno con i 4 canali indipendenti (non quelli dove si caricano le pile a 2+2). Se ne trovano anche a 14-15 euro.

thorndyke 02-02-2009 18:23

Quote:

Originariamente inviato da marcus58 (Messaggio 26110159)
le Sanyo penso che costino di più per il "nome" che hanno

le sanyo eneloop nella mia città vengono 12euro il pacco da 4AA, ed a parità di prezzo sonoquelle che consiglio rispetto alle altre ibride, infatti vengono vendute con un porta batterie molto comodo, ed il loro involucro e' piu' resistente.

realista 02-02-2009 18:45

salve raga..... ho visto il sito mymemory.co.uk è davvero fantastico avere spedizioni free. sentite... voi conoscete qualche altro sito con spedizioni gratuite?io per ora ho solo comprato da dealextreme. sapete se esiste un thread a prposito' senno l oapro io.. un thread dove elencare TUTTI i siti con spedizioni free in tutto il mondo(o cmq in ita) :sofico:

Debian-LoriX 02-02-2009 19:38

Oggi sono andato a spulciarmi buona parte di questo lunghissimo thread, riporto un messaggio molto esplicativo sulla corrente di ricarica, a cura del nostro mentore Tweester:

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 20327703)
Siccome non mi sono mai annotato la res. interna delle ibride poichè ho fatto un solo test di scarica con loro e mi ero concentrato sulla capacità residua dopo un tot dall'acquisto ho provveduto immediatamente: mi hanno dato valori intorno ai 150 milliohm, quindi leggermente migliore delle tradizionali.
La resist. interna non influisce comunque sulla autoscarica, è un dato che fa capire in genere quale è la massima corrente erogabile e quantifica le perdite della pila stessa.

Ad esempio una pila con 150 di res. int. che eroga 1A perde internamente:
0.15 ohm x 1A = 0.15 V che moltiplicati per 1A danno una perdita di 0.15W mentre ne vengono erogati 1.2W ....

se supponiamo invece di prelevare 500mA avremo:
0.15 ohm x 0.5A = 0.075 V che moltiplicati per 0.5A danno una perdita di 0.0375W mentre ne vengono erogati 0.6W

Come si nota dai 2 esempi raddoppiando la potenza richiesta quadruplicano le perdite. Quindi avere una bassa res. int. non può essere che un gran bene, sia in scarica che in carica.

A titolo di esempio una carica di 5000mA produce una perdita di:
0.15ohm x 5A = 0.75V x 5A = 3.75W che per una pila da dissipare non sono una paglia !!!!

Quindi, per l'spk808 che ha carica fissa a 1A, se non vado errato calcolo:

0,15 ohm * 1A = 0,15V * 1A = 0,15W di calore da dissipare

La cosa strana è che a fine carica le pile, al tatto, risultano molto meno calde con l'808, rispetto al mio vecchio carichino GP a 180mA fissi!
:confused:

burundz 03-02-2009 16:06

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 25939759)
Se dovete comprare caricabatterie ve ne segnalo uno ottimo che viene praticamente regalato in un sito UK.
Cercate con google il sito mymemory.co.uk

Ed all'interno del sito cercate:
Uniross 15 Minute LCD Charger + 4 x 2300mAh Batteries

L'ho acquistato esattamente il giorno stesso di questo tuo post, mi è arrivato oggi. L'ho provato con le 4 batterie AA in dotazione, per la carica completa ci ha messo circa un'oretta. Ho preso anche delle Hybrio, proverò anche quelle.

susetto 04-02-2009 19:51

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 26010608)
...
le batterie prova a testarle a 500mA le AAA e 1000mA le AA

sulle La Crosse AA 2000mAh, ho provato il refresh a 500/250mA
le 4 batterie hanno fatto 4 cicli ciascuna migliorando

- quella che con refresh 200/100mAh indicava 1276mAh è arrivata a 1545mAh (+ 21%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 1527mAh è arrivata a 1614mAh (+ 5,7%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 1536mAh è arrivata a 1617mAh (+ 5,3%)
- quella che con refresh 200/100mAh indicava 1602mAh è arrivata a 1726mAh (+ 7,7%)

- - - - - - - -

col collega, abbiamo fatto un veloce test di confronto Triton - La Crosse RS900 V35
abbiamo usato una batteria AA La Crosse da 2600mAh facendo 2 test ciascuno a 500/250mA
in scarica, il Triton ha fatto segnare un 2240mAh ed un 2350mAh
l'RS900, ha fatto segnare un 2470mAh ed un 2590mAh

l'RS900 V35, indica circa un 10% in più rispetto al Triton

p.s.
nonostante le raccomandazioni, il mio collega ha fatto i test in garage ad una temperatura di 8-10 gradi (causa bimbi piccoli per casa)
i miei test sono stati fatti in casa a circa 20 gradi

CarloR1t 04-02-2009 20:42

Quote:

Originariamente inviato da burundz (Messaggio 26138195)
L'ho acquistato esattamente il giorno stesso di questo tuo post, mi è arrivato oggi. L'ho provato con le 4 batterie AA in dotazione, per la carica completa ci ha messo circa un'oretta. Ho preso anche delle Hybrio, proverò anche quelle.

1 ora mi sembra troppo per le 2300, anche considerando le varie fasi fino allo spegnimento della ventola (a meno che il nuovo modello sia più generoso con la durata di raffreddamento). Può darsi che le pile in dotazione sono rimaste ferme a lungo e non essendo ibride non erano in piena forma e le ha ricaricate con la corrente più bassa della fase 2. Dicci con le hybrio come va.

thorndyke 04-02-2009 21:37

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 26157712)
a meno che il nuovo modello sia più generoso con la durata di raffreddamento

si, ho notato che la versione lcd è un po' + soft nel caricarle rispetto a quella a farfalla, in ogni caso mi sembra molto pure a me 1h...

marchigiano 04-02-2009 21:56

Quote:

Originariamente inviato da susetto (Messaggio 26156937)
col collega, abbiamo fatto un veloce test di confronto Triton - La Crosse RS900 V35
abbiamo usato una batteria AA La Crosse da 2600mAh facendo 2 test ciascuno a 500/250mA
in scarica, il Triton ha fatto segnare un 2240mAh ed un 2350mAh
l'RS900, ha fatto segnare un 2470mAh ed un 2590mAh

l'RS900 V35, indica circa un 10% in più rispetto al Triton

te hai usato la funzione test? il tuo amico ha lasciato raffreddare le batterie prima della scarica?

CarloR1t 04-02-2009 22:27

Quote:

Originariamente inviato da thorndyke (Messaggio 26158536)
si, ho notato che la versione lcd è un po' + soft nel caricarle rispetto a quella a farfalla, in ogni caso mi sembra molto pure a me 1h...

Ma la prima fase di 2/3 di carica rispetta i 15 minuti come il vecchio modello? Perchè è la fase che richiede più prudenza, se si conclude nello stesso tempo non avrebbe senso rallentare di molto la fase successiva che è simile a quella di molti caricatori rapidi, a meno che temono che con pile difettose non venga rilevato il delta v rischiando di saltare per aria...

+Benito+ 04-02-2009 23:04

Mi sono appena letto tutta la relazione, complimenti, molto bella.
Il parere dopo aver letto tutti i numeri e le osservazioni è che per quel che costano e per quel che la gente normale le usa, anche trattate con i piedi delle normalissime nimh come le energizer vanno bene, tanto anche se durano un paio di centinaia di cicli (e sono TANTI!) all' 85% della capacità a pari tensione minima nessuno se ne lamenta, al contrario delle ni.cd che sebbene siano tanto vantate le ho sempre trovate pessime, con capacità ridicola e adatte, al contrario della teoria, per utilizzi in applicazioni poco esose di potenza che le sfruttassero anche a basso voltaggio, in modo da sfruttarle "bene". Se poi ci sono applicazioni ad hoc in cui queste batterie hanno il loro ideale target di utilizzo, ti credo.
Uguale per il caricatore. Ne ho uno della uniross da penso 6 o 7 anni, un taccone da 9 euro con 4 pile dentro, con circuiti di ricarica in serie 2+2, di quelli lenti, attacchi a mezzogiorno e stacchi il giorno dopo (tanto che fretta c'è, prendi due set di pile), mai un problema, mai buttato una pila, ti dico, oggi, dopo mi sa 2 anni che le ho, ho fatto 650 foto e mezz'ora di video con 4 energizer 2500 con una Fuji 5600.
E non ho mai controllato i voltaggi di scarica, nè controllato le coppie, nè l'esatto tempo di ricarica, nè la temperatura (a volte sono belle calde) nè niente.
Insomma, bellissima teoria, all'atto pratico non mi ci ritrovo proprio per niente.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 04:52.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.