Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


HariSeldon85 13-10-2012 14:19

Quote:

Originariamente inviato da sandroz84 (Messaggio 38288947)
Intorno ai 25/35 dovresti trovare i vari lacrosse 700 e sui cloni, e i vari japcell e relative copie.
A poco meno dovresti trovare anche il sanyo mqr06, ma si tratta di un semplice caricatore, non è analizzatore.
Le celle andrebbero caricate a tassi di circa il 50% della loro capacità nominale.

Innanzitutto grazie. Purtroppo mancano una prima pagina esplicativa in questo thread, non sapevo neanche quali fossero marche e modelli di riferimento.

Ho visto il lacrosse 700 e sembra ottimo.


Per quanto riguarda la corrente di ricarica, mi daresti dei link che supportano quanto detto?
Ho visto pagine indietro che dite tutti che devono essere ricaricate a metà della capacità...ma qualche studio, informazione da parte di qualche casa produttrice a supporto di questo?

SaggioFedeMantova 13-10-2012 14:22

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38288833)
Salve a tutti,
per ricaricare le mie pile LSD, io ho questo caricatore qui:



ed in pratica carica fino a 4 pile con 2 circuiti di ricarica da 3V -> 180mA : ovvero, se io metto 2 stilo davanti e due stilo dietro, mi mette in serie le due stile su ogni parte e la ricarica la eroga su entrambe le stile a 3V messe in serie. Tutto testato col Multimetro.
(Infatti se inserisci una pila sola non ricarica, gli serve la seconda per chiudere il circuito)

Adesso, siccome le pile andrebbero ricaricate a massimo 200mA, giusto?
Ad esempio sulla GP Recicko+, che è LSD c'è scritto max 200mA;
il mouse logitech performance mouse mx ricarica la pila interna a 185mA,
un vecchio ma ottimo caricatore degli anni 80 con circuiti di ricarica separati e tester di durata ricarica a 180mA per 1.5V
etc...

Il mio caricatore Varta attuale ricarica 180mA per 3V portando quindi una maggiore potenza e quindi un effetto joule maggiore--> più calore--> durata della batteria inferiore nel tempo.

Mi consigliate un buon caricatore per le pile, che costi meno di 50 euro?
Purtroppo non conosco nè nomi nè modelli, ed anche dopo un po' di ricerche sono stato poco fortunato...

Da quanto mi pare di capire quel Caricabatterie è proprio quello che serve per "uccidere" le celle nel piu breve tempo possibile.
Carica a tassi troppo bassi (quelli ideali sono 0,5C con C=capacità nominale della pila) ed in piu lo fa a coppie, ovvero non rileva il fine carica per ogni singola cella.
Io me ne sbarazzerei il prima possibile.
Il Maha C-9000 è sicuramente il miglior Caricabatterie che tu possa trovare con 50€; se vuoi spendere meno, con 25-30€ ti porti a casa un LaCrosse Rs700/Technoline Bc700/Japcell 4000/Accupower IQ328.
Sono tutti modelli circa equivalenti e sono tutti ottimi Caricabatterie.
Se ti leggi qualche pagina indietro (5 o 6 pagine di questo o "dell'altro" thread) troverai le differenze tra i vari modelli suggeriti cosi da capire quale fa per te ;)

HariSeldon85 13-10-2012 14:36

Quote:

Originariamente inviato da SaggioFedeMantova (Messaggio 38289025)
Da quanto mi pare di capire quel Caricabatterie è proprio quello che serve per "uccidere" le celle nel piu breve tempo possibile.
Carica a tassi troppo bassi (quelli ideali sono 0,5C con C=capacità nominale della pila) ed in piu lo fa a coppie, ovvero non rileva il fine carica per ogni singola cella.
Io me ne sbarazzerei il prima possibile.
Il Maha C-9000 è sicuramente il miglior Caricabatterie che tu possa trovare con 50€; se vuoi spendere meno, con 25-30€ ti porti a casa un LaCrosse Rs700/Technoline Bc700/Japcell 4000/Accupower IQ328.
Sono tutti modelli circa equivalenti e sono tutti ottimi Caricabatterie.
Se ti leggi qualche pagina indietro (5 o 6 pagine di questo o "dell'altro" thread) troverai le differenze tra i vari modelli suggeriti cosi da capire quale fa per te ;)

Grazie!
Un consiglio come questo era proprio quello che mi serviva! :D

Una ultima info:
Vorrei approfondire il discorso della corrente di carica e scarica.

Io , come dicevo prima, ho un vecchio (ottimo ma rotto) caricabatterie degli anni 80, una pila nuova LSD GP Recyko+ e il mouse logitech performance mx e TUTTI ricaricano intorno ai 180ma per le classiche stilo AA.

Ecco le foto:

http://imageshack.us/photo/my-images...013142726.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images...013142735.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images...013142813.jpg/

Adesso, secondo quale studio/fonte le batterie devono essere ricaricate a metà della capacità?

MC 205 Veltro 13-10-2012 14:48

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38288833)
Salve a tutti,
per ricaricare le mie pile LSD, io ho questo caricatore qui:



ed in pratica carica fino a 4 pile con 2 circuiti di ricarica da 3V -> 180mA : ovvero, se io metto 2 stilo davanti e due stilo dietro, mi mette in serie le due stile su ogni parte e la ricarica la eroga su entrambe le stile a 3V messe in serie. Tutto testato col Multimetro.
(Infatti se inserisci una pila sola non ricarica, gli serve la seconda per chiudere il circuito)

Adesso, siccome le pile andrebbero ricaricate a massimo 200mA, giusto?
Ad esempio sulla GP Recicko+, che è LSD c'è scritto max 200mA;
il mouse logitech performance mouse mx ricarica la pila interna a 185mA,
un vecchio ma ottimo caricatore degli anni 80 con circuiti di ricarica separati e tester di durata ricarica a 180mA per 1.5V
etc...

Il mio caricatore Varta attuale ricarica 180mA per 3V portando quindi una maggiore potenza e quindi un effetto joule maggiore--> più calore--> durata della batteria inferiore nel tempo.

Mi consigliate un buon caricatore per le pile, che costi meno di 50 euro?
Purtroppo non conosco nè nomi nè modelli, ed anche dopo un po' di ricerche sono stato poco fortunato...

Ho avuto questo carica batterire, tempi di ricarica lunghi ed alla fine mi ha anche guastato le pile, purtroppo quando lo avevo comprato non avevo letto niente al riguardo. Le pile allegate erano buone e nel joypad della 360 duravano anche un mese. Poi ho comprato un bc-900 e per il momento non ho avuto problemi, le pile guaste in questo caso non sono riuscito a recuperarle non avevano più la loro capacità.

HariSeldon85 13-10-2012 15:31

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38289126)
Grazie!
Un consiglio come questo era proprio quello che mi serviva! :D

Una ultima info:
Vorrei approfondire il discorso della corrente di carica e scarica.

Io , come dicevo prima, ho un vecchio (ottimo ma rotto) caricabatterie degli anni 80, una pila nuova LSD GP Recyko+ e il mouse logitech performance mx e TUTTI ricaricano intorno ai 180ma per le classiche stilo AA.

Ecco le foto:

http://imageshack.us/photo/my-images...013142726.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images...013142735.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images...013142813.jpg/

Adesso, secondo quale studio/fonte le batterie devono essere ricaricate a metà della capacità?

Aggiungo che leggendo qui "http://www.mahaenergy.com/store/viewItem.asp?idProduct=423&cur=features#mid"

Sembra che la maniera ideale per ricaricare le pile sia 0.1 C e non 0.5C.

Infatti, ciò combacia con le specifica della GP Reciko+ : 200mah di ricarica per una pila di 2000mah.

Inoltre nel manuale dell'Accupower IQ328 viene detto:



A sto punto mi pare abbastanza scontato che il setup migliore e più sicuro per ricaricare le batterie sono 200ma. Se poi uno ha fretta puo' anche salire fino a 1000ma o 0.5C, ma il calore generato e la maggiore suscettibilità a sbalzi poi rendono la ricarica meno "safe" e potrebbe peggiorare la durata della batterie.

roccia1234 13-10-2012 15:54

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38289465)
Aggiungo che leggendo qui "http://www.mahaenergy.com/store/viewItem.asp?idProduct=423&cur=features#mid"

Sembra che la maniera ideale per ricaricare le pile sia 0.1 C e non 0.5C.

Infatti, ciò combacia con le specifica della GP Reciko+ : 200mah di ricarica per una pila di 2000mah.

Non c'è scritto nulla del genere su quella pagina :mbe:

EDIT: anzi, se leggi sul manuale del maha, linkato in quella pagina, c'è un trafiletto:

Quote:

Choosing the right charging & discharging rate
Charging at a rate below 0.33C and above 1.0C is not recommended.
Charging too slow may prevent the charger from terminating correctly.
Charging too fast may damage the battery.
Typically speaking, slower charging rate will yield better battery
performance but requires longer time. Faster charging rate may not
charge as fully and battery temperature can be higher.
In pratica raccomandano di stare tra 0,33C e 1C. Per i motivi sopra elencati da maha stessa, 0,5C è imho un ottimo compromesso tra velocità di carica e ricarica ottimale della cella.

HariSeldon85 13-10-2012 16:15

Quote:

Originariamente inviato da roccia1234 (Messaggio 38289598)
Non c'è scritto nulla del genere su quella pagina :mbe:

EDIT: anzi, se leggi sul manuale del maha, linkato in quella pagina, c'è un trafiletto:



In pratica raccomandano di stare tra 0,33C e 1C. Per i motivi sopra elencati da maha stessa, 0,5C è imho un ottimo compromesso tra velocità di carica e ricarica ottimale della cella.


Se riguardi bene il mio post sopra, è chiaramente evidenziato come nel menù dell'accupower iq238 raccomandano di caricare le batterie a 200 mah, che, dicono, è un valore ottimale per tutte le batterie.

FrancoC. 13-10-2012 16:24

Non è possibile che dopo tanto discuterne sia in questo thread sia in quello delle batterie, ancora si riproponga la ..... "carica lenta" ...., ideale per uccidere le celle anzitempo, principalmente per l'ingrossamento dei cristalli che vanno, così, ad ostruire la membrana separatrice.
In questi thread è già stato risposto più e più volte a questa e ad un'altra miriade di domande che, ciò nonostante, vengono ancora poste. I thread vanno letti!
Qui di seguito il link alle FAC del Maha C9000:
http://www.mahaenergy.com/store/mhc9000faq.asp
Se lo scrive Powerex, per me una delle migliori case produttrici di celle e CB, c'è da crederci e basta.

HariSeldon85 13-10-2012 16:30

Quote:

Originariamente inviato da FrancoC. (Messaggio 38289736)
Non è possibile che dopo tanto discuterne sia in questo thread sia in quello delle batterie, ancora si riproponga la ..... "carica lenta" ...., ideale per uccidere le celle anzitempo, principalmente per l'ingrossamento dei cristalli che vanno, così, ad ostruire la membrana separatrice.
In questi thread è già stato risposto più e più volte a questa e ad un'altra miriade di domande che, ciò nonostante, vengono ancora poste. I thread vanno letti!
Qui di seguito il link alle FAC del Maha C9000:
http://www.mahaenergy.com/store/mhc9000faq.asp
Se lo scrive Powerex, per me una delle migliori case produttrici di celle e CB, c'è da crederci e basta.

Nemmeno fosse la bibbia. Ma per piacere.

Innanzitutto nei Thread ufficiali, è buona norma inserire una prima pagina riepilogativa delle cose più importanti.
Non puoi pensare che uno si legge 122 pagine di thread. Quando ho visto che la prima pagina era completamente vuota, e siccome non avrei saputo neanche cosa cercare, Ho chiesto. Quindi evita di lamentarti, e sforzati di fare una prima pagina sensata, tu o chi per te.


In Questo libro:

http://books.google.it/books?id=JWL-...00.33c&f=false

Una letteratura seria sulle tipologie di batterie e celle, viene indicato come le celle standard devono essere ricaricate tra 0.05C e 0.1C. Mentre le celle "quick charge" Fino a 0.33C. Senza superare quel valore.

Quindi, ricapitolando:

Specifiche delle pile GP Recicko+
Specifiche dell'accupower iq328
Caricatore embedded nel mouse logitech performance mx da 80 euro
Libro "Rechargeable Batteries Applications Handbook"

Dicono TUTTI che le pile devono essere ricaricare a 0.1C.

Powerex è l'unico che sostiene che devono essere ricaricate a 0.5C. (E probabilmente powerex si rifà alle specifiche delle sue celle).

Bah.

Continuate a non portarmi nessun riferimento SERIO. Solo quello che scrive la powerex.

HariSeldon85 13-10-2012 16:55

Altri riferimento UFFICIALE che contraddice la powerex:

http://www.candlepowerforums.com/vb/...=1#post2374604


Nei caricatori ufficiali sanyo eneloop vengono usate correnti da 300 a 550mA per 1900mah .
Quindi ben lontane dei 1000mA che la powerex (e per induzione voi qui) consigliate.

Questi valori sono inoltre coerenti con quanto riportato nel libro "Rechargeable Batteries Applications Handbook" ovvero che non bisogna superare gli 0.33C. Rimanendo possibilmente tra gli 0.2 e gli 0.3 .

In questo modo un buon caricatore rileva tranquillamente la fine carica, ed evita problemi di surriscaldamento che potrebbero interrompere prima la carica.

Se alla powerex serve un rate di 1A per rilevare la fine carica, vuol dire che ha qualche problema...

Inoltre caricando a 200mA l'unico possibile problema è la possibilità che non venga rilevate la fine carica ed un conseguente overcharging che le celle quick-charge poco sopportano. D'altro canto però ricaricando a 200mA e' la soluzione migliore e più sicura per ridurre la temperatura delle batterie.
Una soluzione semplice, per chi vuole ricaricare a 200mA, e stare sicuro, è impostare un timer dopo 16 ore per 2000mah e siete tranquilli.

Cap_it 13-10-2012 18:53

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38289901)
Altri riferimento UFFICIALE che contraddice la powerex:

http://www.candlepowerforums.com/vb/...=1#post2374604


Nei caricatori ufficiali sanyo eneloop vengono usate correnti da 300 a 550mA per 1900mah .
Quindi ben lontane dei 1000mA che la powerex (e per induzione voi qui) consigliate.

Questi valori sono inoltre coerenti con quanto riportato nel libro "Rechargeable Batteries Applications Handbook" ovvero che non bisogna superare gli 0.33C. Rimanendo possibilmente tra gli 0.2 e gli 0.3 .

In questo modo un buon caricatore rileva tranquillamente la fine carica, ed evita problemi di surriscaldamento che potrebbero interrompere prima la carica.

Se alla powerex serve un rate di 1A per rilevare la fine carica, vuol dire che ha qualche problema...

Inoltre caricando a 200mA l'unico possibile problema è la possibilità che non venga rilevate la fine carica ed un conseguente overcharging che le celle quick-charge poco sopportano. D'altro canto però ricaricando a 200mA e' la soluzione migliore e più sicura per ridurre la temperatura delle batterie.
Una soluzione semplice, per chi vuole ricaricare a 200mA, e stare sicuro, è impostare un timer dopo 16 ore per 2000mah e siete tranquilli.

Concordo con mettere ulteriori info in prima pagina!
Ho anch'io dei dubbi su una ricarica troppo veloce delle LSD?!?

paditora 13-10-2012 18:57

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38289761)
Continuate a non portarmi nessun riferimento SERIO. Solo quello che scrive la powerex.

Bè io ad esempio ho usato per anni un tipo di caricabatterie tipo quello della Varta che hai postato te.
Tra il 2007 e il 2009 un caricabatterie con relative pile della energizeer e tra il 2009 e inizio di quest'anno proprio il Varta con relative pile e in entrambi i casi le batterie dopo appena 1 anno già iniziavano a dare i primi segni di cedimento.
Dopo 2 anni di cariche fatte a quella maniera, appena le mettevo in un dispositivo anche a basso consumo, bastava che passavano 2-3 giorni dalla ricarica e già si spegneva o già segnalava la batteria quasi scarica, se le mettevo nella digitale poi non riuscivo manco più ad accenderla. Appena comprate invece anche se non erano LSD funzionavano bene.
Quindi sicuramente quel tipo di caricabatteria e quel tipo di carica che facevo non è molto ideale per le pile se le fa durare solo 2 anni.
Pensa che all'inizio di quest'anno quando ancora non avevo letto niente nè in questo thread nè nell'altro pensavo che fosse la digitale che me le rovinasse e la volevo quasi buttare e comprarmene una nuova.
Cioè io negli anni passati ho potuto testare di persona e fare da cavia e posso confermare che caricare a quella maniera si rovinano eccome.

HariSeldon85 13-10-2012 19:22

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 38290537)
Bè io ad esempio ho usato per anni un tipo di caricabatterie tipo quello della Varta che hai postato te.
Tra il 2007 e il 2009 un caricabatterie con relative pile della energizeer e tra il 2009 e inizio di quest'anno proprio il Varta con relative pile e in entrambi i casi le batterie dopo appena 1 anno già iniziavano a dare i primi segni di cedimento.
Dopo 2 anni di cariche fatte a quella maniera, appena le mettevo in un dispositivo anche a basso consumo, bastava che passavano 2-3 giorni dalla ricarica e già si spegneva o già segnalava la batteria quasi scarica, se le mettevo nella digitale poi non riuscivo manco più ad accenderla. Appena comprate invece anche se non erano LSD funzionavano bene.
Quindi sicuramente quel tipo di caricabatteria e quel tipo di carica che facevo non è molto ideale per le pile se le fa durare solo 2 anni.
Pensa che all'inizio di quest'anno quando ancora non avevo letto niente nè in questo thread nè nell'altro pensavo che fosse la digitale che me le rovinasse e la volevo quasi buttare e comprarmene una nuova.
Cioè io negli anni passati ho potuto testare di persona e fare da cavia e posso confermare che caricare a quella maniera si rovinano eccome.

D'accordissimo con te.
Quello che criticavo io è che secondo i riferimenti palesi ed ufficiali che ho postato poco fa, la ricarica non deve essere fatta a 0.5C come viene consigliato dagli utenti qui.

paditora 13-10-2012 19:31

Ipotizzo io magari poi sbaglio:
Probabilmente quasi tutte le case produttrici di caricatori consigliano un valore piuttosto basso più che altro per un fatto di sicurezza visto che caricando a 0.5 la pila tende a scaldarsi molto di più che caricando a 0.1 o 0.2.
Se ricarichi a 0.5 delle celle già un bel po' danneggiate o delle pile mezze marce potresti causare l'esplosione della pila durante la ricarica o qualche danno in casa se esplode e prende fuoco qualcosa vicino alla pila, per cui per non prendersi responsabilità e non rischiare cause civili indicano un valore basso.

HariSeldon85 13-10-2012 19:55

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 38290702)
Ipotizzo io magari poi sbaglio:
Probabilmente quasi tutte le case produttrici di caricatori consigliano un valore piuttosto basso più che altro per un fatto di sicurezza visto che caricando a 0.5 la pila tende a scaldarsi molto di più che caricando a 0.1 o 0.2.
Se ricarichi a 0.5 delle celle già un bel po' danneggiate o delle pile mezze marce potresti causare l'esplosione della pila durante la ricarica o qualche danno in casa se esplode e prende fuoco qualcosa vicino alla pila, per cui per non prendersi responsabilità e non rischiare cause civili indicano un valore basso.

Non sono solo le case produttrici..
Anche la teoria dice di non caricarle sopra a 0.3:

http://books.google.it/books?id=JWL-...00.33c&f=false

sandroz84 13-10-2012 20:05

Sai che quella guida che hai postato è per celle nicd che non vengono prodotte da una ventina d'anni circa?;)

Inviato dal mio Nexus 7 con Tapatalk 2

HariSeldon85 13-10-2012 20:29

Quote:

Originariamente inviato da sandroz84 (Messaggio 38290849)
Sai che quella guida che hai postato è per celle nicd che non vengono prodotte da una ventina d'anni circa?;)

Inviato dal mio Nexus 7 con Tapatalk 2

Il libro si applica anche alle nimh ;)

Anche escludento il libro, puoi scegliere tra le specifiche ufficiali del caricatore sanyo eneloop o il manuale dell'iQ328, dove dicono che il rate a 200mA è ottimale.

Come fare del mirror climbing una filosofia di vita, vero? :mc: :D :D

Cap_it 13-10-2012 20:34

Quote:

Originariamente inviato da HariSeldon85 (Messaggio 38290951)
Il libro si applica anche alle nimh ;)

Anche escludento il libro, puoi scegliere tra le specifiche ufficiali del caricatore sanyo eneloop o il manuale dell'iQ328, dove dicono che il rate a 200mA è ottimale.

Come fare del mirror climbing una filosofia di vita, vero? :mc: :D :D

Bisogna distinguere le pile NiMH in due categorie:

1) normali non LSD , ormai considerate obsolete;

2) pile LSD che si stanno diffondendo.

Quindi sono state costruite in maniera diversa, presumibilmente avranno tecniche di caricamento diverso.;)

JCD's back 13-10-2012 20:34

Sono tre anni che carico le AA a 1000mA e le AAA a 500mA con un carichino a canali separati: come ho già scritto nel thread sulle batterie, dopo oltre un anno e mezzo di usi più disparati (cordless, mouse, tastiera ecc.) e circa 20-30 ricariche senza alcuna particolare accortezza, se non quella di utilizzare un CB a canali indipendenti, posso dire - dati alla mano - che la capacità di due AAA Sony Cycle Energy ibride non è variata di una virgola. Idem per 4xAA Duracell active charge.

I 200mA che consigliano, è un'indicazione utilizzata da molti produttori per ovvie ragioni di sicurezza, per mettersi al riparo da qualche furbone che - una volta acquistati CB come Maha o Lacrosse - pensano bene di infilarci batterie crepate o prossime alla dipartita, con rischi più o meno elevati di scoppi o fuoriuscite di liquido.
Che una corrente continua a valori bassi come quella a 200mA - a lungo andare - danneggi le celle è un dato di fatto: basta leggersi dall'inizio questo thread (o quello sulle pile) per rendersi conto di quanti utenti approdano alla lettura causa batterie morte o che a malapena hanno ancora un loro perché nei telecomandi.

Tempo fa - se non ricordo male - su candlepowerforum, sono stati fatti dei test per verificare la variazione di capacità nel tempo delle ibride utilizzando correnti di carica molto elevate (non certo 0,5C): una piccola perdita c'è in effetti, ma parliamo di correnti particolarmente elevate ed utilizzate in continuazione. Con una corrente come quella consigliata in queste pagine si è ampiamente entro margini ragionevoli e non mi pare che fino ad ora (e di tempo ne è passato un po') abbia lamentato fenomeni strani.

roccia1234 13-10-2012 20:36

http://batteryuniversity.com/learn/a..._metal_hydride

In particolare:

Quote:

It is difficult, if not impossible, to slow-charge a NiMH battery. At a C‑rate of 0.1 to 0.3C, the voltage and temperature profiles fail to exhibit defined characteristics to measure the full-charge state accurately and the charger must depend on a timer. Harmful overcharge will occur if a fixed timer controls the charge. This is especially apparent when charging partially or fully charged batteries.


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 23:10.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.