Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


marchigiano 26-10-2009 22:04

Quote:

Originariamente inviato da madeline (Messaggio 29439044)
raga scusate ho delle pile varta e philips da 2600 mah circa, leggendole c'è scritto che la ricarica standard è a 0.1 C...è obbligatorio fare così o posso anche fare 0.2 e 0.3 C?

io direi di stare tra 0.5C e 1C se usi il -dV, mentre 0.1-0.2C se vai col timer

Debian-LoriX 26-10-2009 22:21

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29440160)
Forse in un apparecchio a così basso consumo (quanti giorni durano?)

Con le Hybrio il cordless (con display a colori) dura circa due settimane, acceso 24/24 :)

Prima invece, con le normali ni-mh, non andava oltre qualche giorno :D

JCD's back 26-10-2009 22:25

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29440457)
Con le Hybrio il cordless (con display a colori) dura circa due settimane, acceso 24/24 :)

Prima invece, con le normali ni-mh, non andava oltre qualche giorno :D

boh... ma solo io sono sfigato? a me con le normali dura sui 4 giorni, idem con le ibride (aladino di telecom italia...) :muro: :mad:

iron84 26-10-2009 22:49

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29440505)
boh... ma solo io sono sfigato? a me con le normali dura sui 4 giorni, idem con le ibride (aladino di telecom italia...) :muro: :mad:

No, anche al mio amico. Ha l'aladino quello con anche possibilità di videochiamata.
Sia normali che ibride sui 3/4 giorni.
Forse perchè essendo breve il tempo di assorbimento, non entra molto il fattore autoscarica...
altro non saprei...

JCD's back 27-10-2009 00:20

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29440766)
No, anche al mio amico. Ha l'aladino quello con anche possibilità di videochiamata.
Sia normali che ibride sui 3/4 giorni.
Forse perchè essendo breve il tempo di assorbimento, non entra molto il fattore autoscarica...
altro non saprei...

si si, penso anche io che il motivo sia quello, solo che mi meraviglia che consumi così tanto... :rolleyes:

JCD's back 27-10-2009 15:12

non ricordo dove, ma da qualche parte in questo thread si era accennato ad una possibile acquisizione della Uniross; qualcuno si ricorda da parte di chi, oppure se semplicemente la Uniross è fallita?

Debian-LoriX 27-10-2009 17:28

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29448660)
non ricordo dove, ma da qualche parte in questo thread si era accennato ad una possibile acquisizione della Uniross; qualcuno si ricorda da parte di chi, oppure se semplicemente la Uniross è fallita?

Purtroppo, da quanto leggo qui, credo proprio che tu abbia ragione; pure il loro sito è down
:cry:

JCD's back 27-10-2009 17:40

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29450715)
Purtroppo, da quanto leggo qui, credo proprio che tu abbia ragione; pure il loro sito è down
:cry:

lo chiedevo perchè sta proseguendo il mio "scambio di opinoni" con la Reporter (in merito alle ibride - secondo me - farlocche che ho preso all'Auchan) via email e nell'ultima mi hanno detto, tra l'altro, che la Uniross è in fallimento (la Uniross l'avevo tirata in mezzo io dicendo che magari avrei fatto meglio a prendere le Hybrio :sofico: )

p.s. ieri ho invece scartato le active charge per il flash ed ho misurato il voltaggio appena fuori dal bliser: 1,33v tutte e quattro :cool:

Debian-LoriX 27-10-2009 18:26

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29450921)
p.s. ieri ho invece scartato le active charge per il flash ed ho misurato il voltaggio appena fuori dal bliser: 1,33v tutte e quattro :cool:

Hehehe, mai sentito parlare delle Duraloops? :D

bender8858 27-10-2009 19:05

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 29437898)
Va bene.

grazie :)

madeline 27-10-2009 20:21

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29440226)
io direi di stare tra 0.5C e 1C se usi il -dV, mentre 0.1-0.2C se vai col timer

per caricarle ho in arrivo il maha 9000, quindi?

traskot 27-10-2009 20:33

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29451708)
Hehehe, mai sentito parlare delle Duraloops? :D

hemmm....no :muro:

JCD's back 27-10-2009 20:42

Quote:

Originariamente inviato da traskot (Messaggio 29453756)
hemmm....no :muro:

penso che si riferisca alle active charge che non sono altro che le Eneloop rimarchiate :cool:

traskot 27-10-2009 20:56

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29453886)
penso che si riferisca alle active charge che non sono altro che le Eneloop rimarchiate :cool:

A, ok, scusate ma non avevo afferrato!

marchigiano 27-10-2009 21:29

Quote:

Originariamente inviato da madeline (Messaggio 29453585)
per caricarle ho in arrivo il maha 9000, quindi?

con il c9000 direi che l'ideale è sui 0.7C anche se poi alla fine hanno fatto un tale casino con i firmware che diventa un terno al lotto

comunque ragazzi non preoccupatevi se le uniross non si troveranno più, ci sono un sacco di marchi in giro buoni e a volte basta aspettare qualche offerta della grande distribuzione per prenderne un po, oppure ordinare in UK o germania

traskot 27-10-2009 22:24

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29454523)
con il c9000 direi che l'ideale è sui 0.7C anche se poi alla fine hanno fatto un tale casino con i firmware che diventa un terno al lotto

comunque ragazzi non preoccupatevi se le uniross non si troveranno più, ci sono un sacco di marchi in giro buoni e a volte basta aspettare qualche offerta della grande distribuzione per prenderne un po, oppure ordinare in UK o germania

Intanto ci gustiamo le loro belle ibride e poi vedremo...intanto non vedo lìora di provare le sanyo!

Piccola Peste 28-10-2009 08:56

Scusate la domanda ma mi son perso nel 3D :cry:....

Ho letto tutto o quasi e ringrazio gli autori e chi ha partecipato ad una così bella discussione, in particolare....Marchigiano.....che se lo è...allora è delle mia parti :D

La domanda è semplice semplice, ho acquistato un Caricabatterie La Crosse MOD:BC-900 ed ho letto...
( poi ora non ritrovo la pagina ) che potrebbe avere 2 firmvare, uno V32 ed uno V35, se non sbaglio..., vado a memoria.

Mi sapreste cortesemente indicare:

1-Che procedura si usa sull'apparecchio per visualizzare il firmware?

2-Che differenza c'è fra i due firmware? Che comportano?

Grazie infinite Peppe.

traskot 28-10-2009 13:37

Quote:

Originariamente inviato da Piccola Peste (Messaggio 29457524)
Scusate la domanda ma mi son perso nel 3D :cry:....
.
.
.
1-Che procedura si usa sull'apparecchio per visualizzare il firmware?

Grazie infinite Peppe.

Basta accenderlo, a destra ti farà vedere 32, 35 o quel che sarà!

JCD's back 28-10-2009 16:02

Quote:

Originariamente inviato da Piccola Peste (Messaggio 29457524)
Scusate la domanda ma mi son perso nel 3D :cry:....

Ho letto tutto o quasi e ringrazio gli autori e chi ha partecipato ad una così bella discussione, in particolare....Marchigiano.....che se lo è...allora è delle mia parti :D

La domanda è semplice semplice, ho acquistato un Caricabatterie La Crosse MOD:BC-900 ed ho letto...
( poi ora non ritrovo la pagina ) che potrebbe avere 2 firmvare, uno V32 ed uno V35, se non sbaglio..., vado a memoria.

Mi sapreste cortesemente indicare:

1-Che procedura si usa sull'apparecchio per visualizzare il firmware?

2-Che differenza c'è fra i due firmware? Che comportano?

Grazie infinite Peppe.

con il v32 alcuni BC-900 avevano problemi di surriscaldamento in determinate condizioni/con determinate pile (marchigiano sarà sicuramente più preciso); il v35 corregge questo problema

p.s. comunque anche col v32 non mi preoccuperei

Debian-LoriX 29-10-2009 10:13

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29453886)
penso che si riferisca alle active charge che non sono altro che le Eneloop rimarchiate :cool:

ESATTISSIMO!
:sofico:

Sikillo 29-10-2009 11:49

Oggi ho preso un portatile e l'addetto mi ha consigliato di mettere sotto carica
la batteria per 10-12 ore, mentre ho letto e sentito dire che per queste nuove batterie una volta raggiunta la carica si possono anche staccare, perchè tenendole ancora collegate possono anche rovinarsi. E' vero?
Cosa mi consigliate?
Sikillo

iron84 29-10-2009 11:57

Da quel che so, le batterie al litio han un sensore che a fine carica stacca appunto la ricarica. Dovesse non funzionare questo dispositivo si rischierebbero esplosioni. Quindi non significa nulla tenere per 10/12 ore sotto carica, tato magari dopo 3 ore (ipotizzo) la batteria è carica, lui la staccherà automaticamente dall'alimentazione.

marchigiano 29-10-2009 12:43

Quote:

Originariamente inviato da Sikillo (Messaggio 29474004)
Oggi ho preso un portatile e l'addetto mi ha consigliato di mettere sotto carica
la batteria per 10-12 ore

Rolling
On
The
Floor
Laughing

:rotfl:

commesso molto esperto complimenti

Sikillo 29-10-2009 13:53

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29474839)

commesso molto esperto complimenti

Prima cosa grazie per gli interventi e sicuramente il commesso ne sa meno di me, ecco perchè prima di mettere la batteria sotto carica ho chiesto un parere, quindi come mi devo comportare: ha carica effettuata staccarla?
Aspetto indicazioni prima di procedere.
Sikillo

tweester 29-10-2009 14:19

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29474839)
Rolling
On
The
Floor
Laughing

:rotfl:

commesso molto esperto complimenti

Ho comprato 2 cellulari nell'ultimo anno ed in entrambe i casi i commessi (una volta umo e una volta donna) mi hanno suggerito di utilizzare il cellulare appena comprato finchè non si spegnesse con la carica residua e poi di caricarlo immediatamente per almeno 12 ore....altrimenti la batteria avrebbe avuto vita corta. Mi chiedo chi li istruisce sti commessi.

traskot 29-10-2009 15:00

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 29476478)
Ho comprato 2 cellulari nell'ultimo anno ed in entrambe i casi i commessi (una volta umo e una volta donna) mi hanno suggerito di utilizzare il cellulare appena comprato finchè non si spegnesse con la carica residua e poi di caricarlo immediatamente per almeno 12 ore....altrimenti la batteria avrebbe avuto vita corta. Mi chiedo chi li istruisce sti commessi.

topo gigio, però dopo che si è lavato le mani!

Sikillo 29-10-2009 17:53

Però un dritta su come procedere nessuno la da'?

Debian-LoriX 29-10-2009 18:06

Quote:

Originariamente inviato da Sikillo (Messaggio 29479591)
Però un dritta su come procedere nessuno la da'?

Accendi il pc con la batteria inserita, lo utilizzi e, quando hai finito lo spegni. Se la batteria non è ancora carica, lascia inserita la spina dell'alimentatore, altrimenti staccala. :D

iron84 29-10-2009 21:26

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29310802)
Le batterie al piombo hanno qualche garanzia?
Un circa 3 mesi fa feci sostituire una pila al piombo in una torcia alogena. Il tipo del negozio so che la caricò perchè l'aveva provata per farmi vedere che aveva sostituito la batteria. Poi per via dell'estate non l'adoperai più.
Ieri sono andato a prenderla e .... dopo averla ricaricata, fa luce per nemmeno un minuto e poi subito si affievolisce come se la battera fosse andata...

La batteria è una FIAMM FG10451 da 6V 4,5 Ah

Ho provato a caricarla con il caricabatteria da auto (messo a 6V), ma ho staccato subito perchè dal suo dispaly sembrava che me la caricasse a 2,2, A... troppi per questa batteria (dal datasheet il massimo amperaggio di carica è 1,13A)

Dunque: ho sentito il negoziante.
Provandola col tester a vuoto segnava 5,83V (bassa mi ha detto)
Poi è andata nel retro bottega, non so con cosa l'ha testata ma mi ha detto che la batteria non è rovinata nel senso che riceve la carica. Quando queste batterie sono andate, non ricevono più la carica che le viene fornita.
Ora mi ha detto che per ripristinarla devo rimetterla nella torcia e tenerla collegata per almeno 5/6 giorni in continuazione senza staccarla e usarla, in modo che non abbia prelevamenti di corrente ma solo energia che viene fornita e questo dovrebbe "riattivarla".
Poi mi ha detto che dopo questi giorni, con un normale utilizzo, conviene sempre tenerla attaccata alla rete elettrica perchè queste batterie resistono molto bene a una carica continuativa, anzi, la necessitano.

(io non so se è vero quello che c'è scritto dietro al trasformatore, ma in teoria dovrebbe fornirmi 6,6 V e 1 A) sarà giusto di tenerla sempre attaccata?

marchigiano 29-10-2009 22:09

Quote:

Originariamente inviato da Sikillo (Messaggio 29476061)
Prima cosa grazie per gli interventi e sicuramente il commesso ne sa meno di me, ecco perchè prima di mettere la batteria sotto carica ho chiesto un parere, quindi come mi devo comportare: ha carica effettuata staccarla?
Aspetto indicazioni prima di procedere.
Sikillo

c'è scritto anche nel primo post. le batterie al litio le carichi e scarichi come ti pare, solo più le tieni fresche più anni ti durano. tutto qui. è come fare il pieno all'auto, una volta fai il pieno, una volta metti 20 euro, una volta 40... come ti pare

Quote:

Originariamente inviato da tweester (Messaggio 29476478)
Ho comprato 2 cellulari nell'ultimo anno ed in entrambe i casi i commessi (una volta umo e una volta donna) mi hanno suggerito di utilizzare il cellulare appena comprato finchè non si spegnesse con la carica residua e poi di caricarlo immediatamente per almeno 12 ore....altrimenti la batteria avrebbe avuto vita corta. Mi chiedo chi li istruisce sti commessi.

il bello è che il secondo consiglio poteva andare bene per le vecchie ni-mh e ni-cd ma il primo consiglio le avrebbe danneggiate, quindi bo... sparano a caso :mbe:

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29482481)
Ora mi ha detto che per ripristinarla devo rimetterla nella torcia e tenerla collegata per almeno 5/6 giorni in continuazione senza staccarla e usarla, in modo che non abbia prelevamenti di corrente ma solo energia che viene fornita e questo dovrebbe "riattivarla".
Poi mi ha detto che dopo questi giorni, con un normale utilizzo, conviene sempre tenerla attaccata alla rete elettrica perchè queste batterie resistono molto bene a una carica continuativa, anzi, la necessitano.

(io non so se è vero quello che c'è scritto dietro al trasformatore, ma in teoria dovrebbe fornirmi 6,6 V e 1 A) sarà giusto di tenerla sempre attaccata?

a-ri-ROTFL :rotfl:

tutte le batterie SLA si ricaricano in CC/CV come le litio e ni-zn e una volta raggiunta la carica ottimale la carica si FERMA, quindi è inutile tenerle attaccate. sullo stesso PDF della fiamm c'è scritto, al massimo una trickle charge di 0.3mA/Ah che in pratica sono 1.2mA per la tua batteria quindi niente... piuttosto dovresti vedere se il caricatore carica bene e testare la scarica con una resistenza o una lampadina piccola da 5-10W. come tensione minima cerca di non scendere sotto i 5.25V sotto carico, mentre sotto carica non superare i 7.2V mentre è in carica

iron84 29-10-2009 22:22

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29482972)
c'è scritto anche nel primo post. le batterie al litio le carichi e scarichi come ti pare, solo più le tieni fresche più anni ti durano. tutto qui. è come fare il pieno all'auto, una volta fai il pieno, una volta metti 20 euro, una volta 40... come ti pare



il bello è che il secondo consiglio poteva andare bene per le vecchie ni-mh e ni-cd ma il primo consiglio le avrebbe danneggiate, quindi bo... sparano a caso :mbe:



a-ri-ROTFL :rotfl:

tutte le batterie SLA si ricaricano in CC/CV come le litio e ni-zn e una volta raggiunta la carica ottimale la carica si FERMA, quindi è inutile tenerle attaccate. sullo stesso PDF della fiamm c'è scritto, al massimo una trickle charge di 0.3mA/Ah che in pratica sono 1.2mA per la tua batteria quindi niente... piuttosto dovresti vedere se il caricatore carica bene e testare la scarica con una resistenza o una lampadina piccola da 5-10W

Piuttosto dovrei caricarla con un simil caricatore da auto, solo che quello che ho, carica troppo veloce (circa 2,2 A si legge dalla lancetta posta sul davanti) e questa batteria non sopporta più di 1,13A....
Non vorrei si fosse danneggiato qualcosa all'interno della torcia, perchè adesso che mi viene in mente, ad agosto mio papà era caduto con la torcia in mano....

p.s. magari appunto, la carica si ferma, ma stando sempre attaccata, sovesse scendere il voltaggio su una data soglia, magari la carica riparte.... (sto supponendo...)

marchigiano 29-10-2009 23:39

usa il caricatore da auto e metti in serie una resistenza o una lampadina fino a che non vedi calare adeguatamente la corrente

iron84 29-10-2009 23:52

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29483897)
usa il caricatore da auto e metti in serie una resistenza o una lampadina fino a che non vedi calare adeguatamente la corrente

Adesso ci studio su, perchè lampadine da 6V non ne ho, solo da 12, ma forse potrebbero andar bene, e farmi calare la corrente.. dovrei rispolverare il libro di fisica e di elettronica e poi sarebbe da provare. Come resistenze le ho solo da 1/4 di W ... inadeguate per tali correnti di lavoro...

p.s. Però quello che mi ha detto il tipo stasera me l'aveva detto anche un altro che come negozio vende e controlla solo batterie.
Avevo sull'ape 50 una batteria simile a quella che ho (quindi presumo sia stata anche quella SLA), ma da 12 V .
Ebbene, ce l'aveva fatta ricaricare col caribatterie da macchina per 4/5 giorni consecutivi. Solo che in quel frangente (speriamo anche non in questo), la batteria non si riprese. Infatti adesso mio papà usa una normale batteria da auto a 12 V 45Ah.


P:S: Stanotte ci stavo pensando, ma forse la resistenza la devo mettere in parallelo e non in serie...
Se le metto in serie ho una caduta di tensione ai capi di ogni resistenza e quindi alla batteria non mi arriverebbe 6V. e l'amperaggio sarebbe sempre e comunque costante. In parallelo invece Avrei il voltaggio costante e l'amperaggio in base alla resistenza... giusto come ragionamento?

marchigiano 30-10-2009 12:55

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29483984)
P:S: Stanotte ci stavo pensando, ma forse la resistenza la devo mettere in parallelo e non in serie...
Se le metto in serie ho una caduta di tensione ai capi di ogni resistenza e quindi alla batteria non mi arriverebbe 6V. e l'amperaggio sarebbe sempre e comunque costante. In parallelo invece Avrei il voltaggio costante e l'amperaggio in base alla resistenza... giusto come ragionamento?

no la metti in serie per arrivare prima alla tensione in cui inizia il CV, a quel punto il caricatore inizia ad abbassare la corrente e quindi sulla resistenza c'è sempre meno caduta di tensione

la lampadina ovviamente non ti serve da 6V ma da 2V in su, per l'amperaggio invece non saprei dato che la lampadina cambia la resistenza al variare della temperatura del filamento, se invece usi una resistenza normale direi che potresti partire da 2 ohm e 2W, se le hai da 1/4 ne metti varie in parallelo e se non arrivi a 2W aumenti il valore a 4-8 ohm che alla peggio rallenti solo la carica, che però dopo la parte iniziale con la resistenza puoi fare la seconda senza quando vedi che la corrente assorbita è calata

iron84 30-10-2009 14:30

Questo è il mio caricatore, vecchiotto, spero vada bene...


Quindi io metto la lampadina in serie. Lui vede un valore di resistenza aumentato dato che R1 (batteria) + R2 (lampadina) e quindi diminuisce la corrente che fornisce (devo mettere per sicurezza un tester in serie o ci si potrà fidare dell'indicatore del caricabatteria? Tanto alla fine la corrente nel circuito sarà costante, cioè quello che passa nella R1 sarà uguale a quella che passerà nel tester e sarà uguale a quella che passerà nella R2)...

Quando poi vedo che l'amperaggio diminuisce, tolgo la lampadina e dovrei trovarmi un amperaggio sì più alto di quando avevo la lampadina, ma relativamente basso da poter continuare senza.

E poi continuo la carica fino a che lui decide di erogare solo più la corrente minima di mantenimento.

marchigiano 30-10-2009 19:42

si hai detto tutto più o meno bene

l'unica cosa il caricatore non abbassa la corrente perchè vede la resistenza ma perchè, grazie alla resistenza, vede una tensione tale da dover passare da CC a CV

Sikillo 30-10-2009 19:58

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29482972)
c'è scritto anche nel primo post. le batterie al litio le carichi e scarichi come ti pare, solo più le tieni fresche più anni ti durano. tutto qui. è come fare il pieno all'auto, una volta fai il pieno, una volta metti 20 euro, una volta 40... come ti pare

Ok, grazie per la delucidazione

iron84 30-10-2009 20:06

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29494756)
si hai detto tutto più o meno bene

l'unica cosa il caricatore non abbassa la corrente perchè vede la resistenza ma perchè, grazie alla resistenza, vede una tensione tale da dover passare da CC a CV

Ok.

Prima ho dimenticato la foto del caricatore che ho :(

E' vecchiotto ma andrà bene no?

E una volta che passa da CC a CV, allora lì la posso lasciare attaccata un bel po tanto da far stare costante la tensione?

marchigiano 30-10-2009 21:36

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29495043)
E una volta che passa da CC a CV, allora lì la posso lasciare attaccata un bel po tanto da far stare costante la tensione?

si anche se sarebbe meglio controllare con un tester a quale tensione il caricatore è settato, se troppo alta o troppo bassa. in teoria i vecchi caricatori dovrebbero essere settati un pelo bassi per le vecchie batterie, in tal caso puoi lasciarlo attaccatto a vita (infatti per le batterie da stand by consigliano tensioni un po più basse)

vladko 03-11-2009 11:05

tecxus ready to use e panasonic infinium
 
Ciao, uso le ibride in genere le panasonic infinium AA da 2000 (perche ce ne sono da 2000 e da 2100)per alimentare un casco duo petzl ad uso speleologico.
un gruppo di 4 batterie mi dura generalmente 8 ore con il massimo di luce e poi chiaramente va in calo e a quel punto posso sostituirle con altre 4 o tenermi poca luce.
Da qualche parte ho trovato queste tecxus pronte all'uso
www.tecxus.com
il sito purtroppo è in flash ma si riesce ad ottenere un pdf con le caratteristiche, che qui riassumo

Nominal Voltage : 1.20 V
Open Circuit Voltage : ≥ 1.40 V after 16h/0.1C charge
Nominal Capacity: min. 2000 mAh at 0.2C discharge to 1.0V after 16h/0.1C charge*
Weight ± 5 g : 29 g
Int. Resistance : 25 mΩ at 1 kHz
Self Discharge : 35% / year at 20°C storage

Standard Charge : 16 h x 0.1 C (200mA)
Fast Charge : 2.5 h x 0.5 C (1000mA)

Discharge Characteristics

end 1.0 V
0.2 C (400mA)* 315 min
1.0 C (2000mA)* 63 min


e vi chiedo se qualcuno le conosce e le usa?

Se sono valide, a quanto consigliate di caricarle con il La Crosse BC-900?
grazie


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 17:04.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.