Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Caricabatterie (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1288461)


SaggioFedeMantova 07-04-2012 11:19

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 37240143)
Sto facendo un giretto sul sito olandese di cui spesso parlate.
Come prezzo il technoline bc 700 e il lacrosse rs-700 mi sembra buono, hanno anche altri modelli ma costano una fucilata e di sicuro non li compro.
Magari l'anno prossimo un pensierino su un caricatore da 20-25 euro ce lo faccio.
Una domanda, ma su questi caricatori che vendono su quel sito, mettono anche un manualetto in italiano o è tutto in inglese?

credo ci sia in italiano, ma in ogni caso ci siamo qua noi se non ti sono chiare le funzioni

SaggioFedeMantova 07-04-2012 11:20

Quote:

Originariamente inviato da susetto (Messaggio 37239757)
ho il BC900 ma il sistema è uguale

la funzione "scarica" è quella corretta ma bisogna tener controllato i valori
il LaCrosse scarica la batteria fino al valore di 0,9 Volt e poi inizia la carica
il display, che prima indicava i mAh in scarica, si azzerano ed inizia il conteggio della carica

se guardi la curva di scarica delle Ni-MH, vedi che sotto ai 1,10-1,15 Volt, precipita rapidamente
in pratica, quando la tensione scende sotto a quei valori, la carica residua è di pochi minuti

con il tasto "display" imposti la modalità che visualizza i Volt
quando la tensione scende sotto a 1,00-1,10 Volt premi il tasto "display" e visualizzi i mAh
rimani in attesa ad osservare il display e ti segni l'ultimo valore prima che commuti ed indichi "000"

anche il lacrosse/technoline scarica le pile a 0,9V? quindi è un vaolre che tutti cb/analizzatori prendono come riferimento per la modalità scarica?

susetto 07-04-2012 13:42

Quote:

Originariamente inviato da SaggioFedeMantova (Messaggio 37240359)
anche il lacrosse/technoline scarica le pile a 0,9V? quindi è un vaolre che tutti cb/analizzatori prendono come riferimento per la modalità scarica?

veramente è il LaCrosse/Tecnoline a terminare la scarica a 0,90 Volt
il Maha MH-C9000 è più conservativo e dovrebbe terminarla a 1,00 Volt
il manuale in inglese riporta questo valore mentre quello in italiano, per qualche strana ragione, riporta 0,90 Volt


sandroz84 07-04-2012 13:52

Quote:

Originariamente inviato da Luigi_C (Messaggio 37241196)
Ed ha ragione a riportare 0,9 V: ho monitorato la tensione durante la scarica, e questa termina non appena la tensione della cella scende al di sotto di 0,9 V. In pratica non si fa in tempo a leggere un valore < 0,9 V in quanto il micro-controllore rileva la condizione di sotto soglia e interrompe la scarica.

Confermo, è il manuale ad essere sbagliato, però il mio in inglese non lo è.

susetto 07-04-2012 13:58

anche le specifiche sul sito Powerex, indicano 1,00 Volt

link alle caratteristiche

forse è una questione di firmware :boh:

sandroz84 07-04-2012 14:02

Può essere, però io posso confermare quanto detto da luigi, cioè che voltmetro alla mano, sia quello interno al cb che con uno esterno, la scarica si ferma a 0.9volt;)

FrancoC. 07-04-2012 14:34

.... 0,9 ..... 1,0 ....., poco cambia, sono comunque scariche quasi al 100%.
Molti anni fa, quando in aeromodellismo si usavano ancora le gloriose e robuste NiCd Sanyo SCR, prima del prepotente avvento delle LiPo e delle LiFePo4, era abitudine scaricare anche fino a 0,6/cella.
D'accordo, il paragone con le NiMH non s'ha da fare ......., ma comunque quando una di queste celle, NiMH o NiCd che sia, cala sotto 1,1V (sotto carico) può considerarsi scarica a tutti gli effetti; dentro ci son rimaste solo le ultime gocce di energia .......

luigimitico 07-04-2012 18:21

Grazie per la risposta susetto.
Peccato che il valore indicato non sia visualizzato per un tempo piu' lungo. devi stare attento durante la fase di scarica.

paditora 08-04-2012 09:49

Quote:

Originariamente inviato da susetto (Messaggio 37241179)
veramente è il LaCrosse/Tecnoline a terminare la scarica a 0,90 Volt
il Maha MH-C9000 è più conservativo e dovrebbe terminarla a 1,00 Volt
il manuale in inglese riporta questo valore mentre quello in italiano, per qualche strana ragione, riporta 0,90 Volt


Vedo che con quel caricatore puoi scegliere sia a quanto vuoi caricare sia a quanto puoi scaricare.
Ho già letto forse nell'altro topic che per caricare bene una batteria va caricata a circa la metà della sua capacità.
E invece per quanto riguarda la scarica? A quanto va scaricata?
Ultima domanda: sul sito dell'olandese ci sono anche spese di spedizione? Se si a quanto ammontano a 10 euro circa?

-valemax- 08-04-2012 10:20

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 37243843)
Vedo che con quel caricatore puoi scegliere sia a quanto vuoi caricare sia a quanto puoi scaricare.
Ho già letto forse nell'altro topic che per caricare bene una batteria va caricata a circa la metà della sua capacità.
E invece per quanto riguarda la scarica? A quanto va scaricata?
Ultima domanda: sul sito dell'olandese ci sono anche spese di spedizione? Se si a quanto ammontano a 10 euro circa?

per la scarica credo di ricordare che il valore ottimale sia 0,25C (un quarto).
Le spese variano in base alla quantità, ma di solito sono intorno ai 6/8 euro.

Buona Pasqua.

paditora 08-04-2012 10:34

Quote:

Originariamente inviato da -valemax- (Messaggio 37244007)
per la scarica credo di ricordare che il valore ottimale sia 0,25C (un quarto).
Le spese variano in base alla quantità, ma di solito sono intorno ai 6/8 euro.

Buona Pasqua.

Auguri anche a te :)

E il tempo di scarica quindi teoricamente se scarichiamo a 1/4, se per esempio nel caricatore ci mettiamo una batteria completamente carica dovrebbe essere doppio rispetto al tempo di ricarica dico bene?

SaggioFedeMantova 08-04-2012 11:50

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 37244094)
Auguri anche a te :)

E il tempo di scarica quindi teoricamente se scarichiamo a 1/4, se per esempio nel caricatore ci mettiamo una batteria completamente carica dovrebbe essere doppio rispetto al tempo di ricarica dico bene?

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 37243843)
Vedo che con quel caricatore puoi scegliere sia a quanto vuoi caricare sia a quanto puoi scaricare.
Ho già letto forse nell'altro topic che per caricare bene una batteria va caricata a circa la metà della sua capacità.
E invece per quanto riguarda la scarica? A quanto va scaricata?
Ultima domanda: sul sito dell'olandese ci sono anche spese di spedizione? Se si a quanto ammontano a 10 euro circa?

Le spedizioni da nkon vengono 8 euro arrotondando per eccesso.
Per la scarica io so che il tasso deve essere la metà di quello della carica che hai utilizzato.
Per le tempistiche, la carica ci mette piu di 2 ore ad essere completata, mentre la scarica, ci mette un po meno di 4 ore

paditora 08-04-2012 12:08

Quote:

Originariamente inviato da SaggioFedeMantova (Messaggio 37244446)
Le spedizioni da nkon vengono 8 euro arrotondando per eccesso.
Per la scarica io so che il tasso deve essere la metà di quello della carica che hai utilizzato.
Per le tempistiche, la carica ci mette piu di 2 ore ad essere completata, mentre la scarica, ci mette un po meno di 4 ore

Come immaginavo ci vuole quasi il doppio del tempo della carica.
Ecco perchè il mio non scarica un cazzo dato che la fa durare una mezz'ora.
Va giusto bene per le batterie quasi completamente scariche, ma se metti dentro una batteria quasi completamente carica, fa partire la ricarica anche quando c'è ancora un bel po' di carica residua.
Chissà poi perchè lo han progettato a sto modo.
Fanno il deltaV sulla carica e sulla scarica lo fanno a tempo bah.

SaggioFedeMantova 08-04-2012 14:44

Quote:

Originariamente inviato da paditora (Messaggio 37244496)
Come immaginavo ci vuole quasi il doppio del tempo della carica.
Ecco perchè il mio non scarica un cazzo dato che la fa durare una mezz'ora.
Va giusto bene per le batterie quasi completamente scariche, ma se metti dentro una batteria quasi completamente carica, fa partire la ricarica anche quando c'è ancora un bel po' di carica residua.
Chissà poi perchè lo han progettato a sto modo.
Fanno il deltaV sulla carica e sulla scarica lo fanno a tempo bah.

pero non sai neanche a che tasso di corrente scarica, è difficile fare supposizioni sulla base di niente

luigimitico 08-04-2012 19:22

Ma poi io mi chiedo perche' scaricare le pile ni-mh se non soffrono di effetto memoria o altri problemi. Basta ricaricarle anche se mezze cariche ed il caricabatterie della lidl se intelligente, capira' lui quando fermare la ricarica. Se usi uno di quelli stupidi allora va bene scaricare le pile ma non mi sembra il tuo caso.

paditora 08-04-2012 19:31

Quote:

Originariamente inviato da luigimitico (Messaggio 37245863)
Ma poi io mi chiedo perche' scaricare le pile ni-mh se non soffrono di effetto memoria o altri problemi. Basta ricaricarle anche se mezze cariche ed il caricabatterie della lidl se intelligente, capira' lui quando fermare la ricarica. Se usi uno di quelli stupidi allora va bene scaricare le pile ma non mi sembra il tuo caso.

Si si sul fine carica credo che sia intelligente perchè le ferma da sole con il controllo delta V e il tempo è variabile e mai costante (può metterci mezz'ora come può metterci 3 ore e mezza in base alla carica residua della pila).
Per esempio se ce le metti da quasi cariche ci impiega poco più di mezz'ora a ricaricarle.
E' sulla scarica che mi lascia un po' perplesso dato che ci impiega sempre 30' indipendentemente dalla carica residua che hanno.
Cmq se mi dite che non soffrono di problemi di memoria, per adesso chissenefrega tanto sto facendo le prove sulle pilacce del lidl, ma quando prenderò delle buone lsd vorrei esser sicuro che non me le rovini nel giro di pochi mesi.

SaggioFedeMantova 08-04-2012 20:20

soffrono di effetto memoria, ma meno rispetto a quelle non LSD

paditora 08-04-2012 20:37

Ho cercato su wikipedia questo effetto memoria dato che non so bene cosa sia.
Sapevo solo che riduce la capacità della pila, ma non bene come.
Ecco quanto dice wikipedia.

Quote:

Effetto memoria:
Alcuni tipi di batterie ricaricabili, se ripetutamente caricate prima che la loro carica sia completamente esaurita, "ricordano" la capacità energetica precedente alla ricarica, ovvero, se una batteria completamente carica si utilizza al 60% e successivamente si sottopone a ricarica, il 40% dell'energia somministrata non viene riconosciuta e risulta quindi inutilizzabile. Le batterie maggiormente soggette a questo fenomeno sono quelle al nichel-cadmio e, in misura minore quelle al nichel-metallo idruro. Nelle prime il fenomeno è dovuto alla crescita delle dimensioni dei cristalli di cadmio, diminuendo così la superficie interessata dalle reazioni elettrochimiche. In alcuni casi è possibile che i cristalli crescano tanto da penetrare il separatore e cortocircuitare i due elettrodi, rendendo la batteria inservibile. L'effetto della crescita delle dimensione dei cristalli è più pronunciato se la batteria viene lasciata sotto carica per giorni, o viene ripetutamente scaricata in maniera incompleta. Per evitare quest'effetto bisogna ciclare (caricare e scaricare) il singolo elemento almeno una volta ogni due o tre settimane. È necessario che la procedura venga attuata sul singolo elemento e non su di una serie di essi (cosiddetto "pacco batteria") onde evitare il pericolo di una "inversione di polarità" che può comportare danni ben più gravi dell'effetto memoria. In ogni caso è bene che la tensione di ciascun elemento non scenda sotto il volt e, nel caso di una serie di elementi, non si tenti di scaricare oltre tale limite il pacco. Nelle batterie NiMH l'abbassamento di potenziale di scarica si ha in seguito alla modificazione della struttura cristallina dell'idrossido di nichel, il quale passa dalla forma beta a quella gamma; quest'ultima ha un potenziale d'elettrodo di circa 50 mV inferiore alla forma beta e come risultato si ha una riduzione della capacità della batteria, tale effetto è detto anche lazy battery. Anche in questo caso il problema può essere risolto ciclando periodicamente la batteria.
Nelle batterie al litio tale effetto non si verifica in quanto non si ha alcuna modificazione delle dimensioni dei grani o della struttura cristallina dei materiali elettrodici.
Ma allora non conviene comprarle al litio le batterie dato che l'effetto memoria è inesistente? Vantaggi e svantaggi di usare una batteria al litio quali sarebbero?

sandroz84 08-04-2012 21:36

Principalmente il fatto che le celle al litio ricaricabili da 1,2volt non possono esistere, sviluppano minimo 3,3volt nel caso delle lifepo.
Esistono le non ricaricabili da 1,5volt, più un ibrido ricaricabile e non da 3/3.7volt che riproduce una serie di due stilo, ma non sono compatibili su tutti i dispositivi per via della loro forma e la tensione.

miciotta62 09-04-2012 10:58

re
 
scusate:

ma ho tantissime pile NORMALI nel cassetto quindi ni-mh
ma di buona marca ( panasoni, varta, philips ecc)
ma ovviamente ogni mese sono quasi scariche ...

come le tratto queste ? ho il cassetto pieno!

le metto in CHARGE e basta ? ma ho capito bene, che se
pila mettaimo a meta' carica in "carghe" le carica
solo per la meta che manca o no ?

(anche per evitare scarica totale e ricarica e quindi anche
se non le uso accorciarle OGNI MESE di un ciclo di vita).


PS mi hanno confermato la spedizione domani ...sono al settimo
cielo, era ora! ma mandano con deutche post sapete
con che corriere arrivera' qui in italia ?


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 17:23.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.