Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


Centu 11-10-2008 10:36

@Carlo:
grazie per l'esauriente risposta.
Leggendo il post che riporti anche in firma avevo intuito fosse solo un questione di packaging, ma è sempre preferibile avere una conferma da chi le ha acquistate. :D

Resto in attesa che il venditore mi risponda sul prezzo di spedizione dei prodotti e poi provvederò all'acquisto.

CarloR1t 11-10-2008 13:40

Quote:

Originariamente inviato da Framol (Messaggio 24497469)
E' molto lunga la fase di refresh?

Posso rispondere di si. Dalle prima prove scarica inferiore a 200mA, forse 150, in pratica ci vuole 12 ore per scaricare una pila sopra i 2000. Farò prove più precise.

Però è giusto così, con Refresh infatti non si intende la normale scarica ma il ricondizionamento (Reconditioning) di pile affette da memoria, soprattutto Ni-Cd, che vanno scaricate abbastanza in profondità per rompere i cristalli che si sono formati responsabili dell'effetto memoria. Per questo scarica profonda serve una corrente bassa. Quindi non è una funzione di scarica e basta che non serve perchè il più delle volte le pile si possono caricare anche se non sono scariche, in questo caricatore anche se hanno carica residua diversa grazie al delta v che rileva quando ciascuna è carica, ma ogni tanto fa bene sottoporre le pile a un'operazione di refresh per migliorarne l'efficienza.

Leggi qui come quante volte e perche: ;)
http://www.batteryuniversity.com/parttwo-33.htm

Quote:

Originariamente inviato da Cap_it (Messaggio 24516050)
Dai tocca le resistenze così testiamo in quanto tempo si scarica un corpo umano...poi per ricaricarti usa un defibrillatore!:D

si e poi mi trasformo in una entità che viaggi sui fili e ti faccio visita... :tie: :D ;)


Quote:

Originariamente inviato da Centu (Messaggio 24516378)
@Carlo:
grazie per l'esauriente risposta.
Leggendo il post che riporti anche in firma avevo intuito fosse solo un questione di packaging, ma è sempre preferibile avere una conferma da chi le ha acquistate. :D

Resto in attesa che il venditore mi risponda sul prezzo di spedizione dei prodotti e poi provvederò all'acquisto.

Si Fujicell è solo un marchio di vendita, l'apparecchio è originale da fabbrica automatizzata. Nessuno salda a mano tutti quei componenti smd in un sottoscala.

Tra l'altro, per chi non avesse in casa un vecchio cavetto a 8 italiano, la spina UK del cavetto in dotazione al caricabatteria, è tutta chiusa con viti e apribile coi fili già pronti e spelati quindi è facilissimo montare una spina italiana! Oppure se l'avete usate una spina-presa italiana come adattatore, illustrata in un post precedente...

marchigiano 11-10-2008 14:03

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24519519)
Posso rispondere di si. Dalle prima prove scarica inferiore a 200mA, forse 150, in pratica ci vuole 12 ore per scaricare una pila sopra i 2000. Farò prove più precise.

in effetti 500ma sarebbero stati troppi per una scarica ricondizionante

Quote:

si e poi mi trasformo in una entità che viaggi sui fili e ti faccio visita... :tie: :D
IL TAGLIAERBE!!!!! me lo ricordo :D


Quote:

Ho speso 25 euro, compresa spedizione e 4 hybrio aaa, il solo caricatore costa 14 euro.
azz direi un prezzo regalato vedendo che ciofeche ci vendono nei supermercati... consigliatissimo a tutti

Quote:

I mA erogati per pile nicd/nimh devono essere 20-40% più della capacità nominale, perchè parte di quella corrente si disperde come calore. Più la carica e lenta e più percentuale di corrente è richiesta
modalità pignolone on: :D

in realtà durante la carica la parte di energia che va dispersa in calore è quella del voltaggio, superiore in fase di carica (di solito sui 1.4V contro 1.2 o meno durante la scarica). e una carica completa è sempre al 100% dei mA tant'è che per dire il deltaV se è preciso si ferma appena dopo la massima carica e non eroga nessuna sovraccarica

da quel 20-40% in più di mA durante la ricarica secondo me meglio farlo di rado o un caso di batterie inutilizzate da tempo...

alcuni stralci da battery university

"New nickel-based batteries should be trickle-charged for 24 hours prior to use. Trickle charge brings all cells to equal charge level because each cell self-discharges at a different rate. Trickle charge also redistributes the electrolyte to remedy dry spots on the separator brought on by gravitation of the electrolyte during long storage"

"After the initial fast charge, some fast-chargers apply a timed topping charged. In an attempt to gain a few extra capacity points, some chargers apply a measured amount of overcharge. The capacity gain is about 6%. The negative is shorter cycle life. The recommended trickle charge for nickel-cadmium is between 0.05C and 0.1C. Because of memory concerns and compatibility with nickel-metal-hydride, the trickle charge is set as low as possible"

"Harmful overcharge can occur if a partially or fully charged battery is charged with a fixed timer. The same occurs if the battery has aged and can only hold 50 instead of 100% charge. Overcharge could occur even though the battery feels cool to the touch. Lower-priced chargers may not apply a fully saturated charge. Some will indicate full-charge immediately after a voltage or temperature peak is reached. These chargers are commonly sold on the merit of short charge time and moderate price"

modalità pignolone off

CarloR1t 11-10-2008 15:14

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 24519826)
in effetti 500ma sarebbero stati troppi per una scarica ricondizionante

IL TAGLIAERBE!!!!! me lo ricordo :D

azz direi un prezzo regalato vedendo che ciofeche ci vendono nei supermercati... consigliatissimo a tutti

Quello faceva squillare i telefoni se mi ricordo... :D

Il tagliaerbe faceva squillare i telefoni però... :D

Quando ho provato la scarica, dopo ore che le tacche non scendevano mai, nemmeno cambiando slot alla pila, ho pensato che fosse guasto, ma non lo è...

Certamente è un prodotto che potrebbe anche costare il 50% in più e li varrebbe tutti se è durevole.

Faccio il pignolone anch'io, come difetti ho notato solo:

La spina UK, probabilmente per un errore della fabbrica dove è stata assemblata, non hanno messo la vita centrale che la tiene chiusa e si apre! Penso sia solo un caso perchè non sarebbe ammissibile, ma lo segnalerò al venditore solo per sicurezza (ma anche no, se qualcuno che l'ha comprato mi dice che la sua spina è a posto). Cmq a casa avevo una vite adatta e l'ho sistemata anche se in ogni caso a noi conviene cambiarla con una italiana per sfruttare il cavetto in dotazione.

Una leggerissima sbavatura di colore azzurro sul corpo bianco dovuta all'assemblaggio, forse troppo presto, dello sportellino appena verniciato.

La cerniere dello sportellino sono fragili e potrebbero rompersi se cade, e non hanno resistenza per stare aperto a metà, può solo stare chiuso o tutto aperto (da aperto non si vede bene il display che ha un angolo di visione verticale molto stretto sui 45°), ho messo un pezzettino di adesivo vicino alla cerniera per fare spessore così sta aperto a metà.

Ecco questi sono i presunti difetti, per ora non vedo nient'altro. Un interuttore però avrebbe fatto comodo per non dover staccare il cavo prima di mettere altre pile, cmq si può montare a metà del cavo 220v un interruttore 'rompifilo' passante come questo:


C'è da appurare quella frase nelle istruzioni che sconsiglia di mischiare batterie di capacità e chimica diversa, penso sia solo un refuso di stampa, o pensi che ci possa essere una ragione per fare come dice malgrado i canali indipendenti?

A parte l'ovvio fatto che se uno mette in refresh pile aaa quasi scariche con aa piene da 2600 questo comporta tempi più lunghi per ricaricare tutte le pile dato che le fasi di refresh e carica non sono indipendenti per ogni pila.


Quote:


modalità pignolone on: :D

in realtà durante la carica la parte di energia che va dispersa in calore è quella del voltaggio, superiore in fase di carica (di solito sui 1.4V contro 1.2 o meno durante la scarica). e una carica completa è sempre al 100% dei mA tant'è che per dire il deltaV se è preciso si ferma appena dopo la massima carica e non eroga nessuna sovraccarica

da quel 20-40% in più di mA durante la ricarica secondo me meglio farlo di rado o un caso di batterie inutilizzate da tempo...

alcuni stralci da battery university

"New nickel-based batteries should be trickle-charged for 24 hours prior to use. Trickle charge brings all cells to equal charge level because each cell self-discharges at a different rate. Trickle charge also redistributes the electrolyte to remedy dry spots on the separator brought on by gravitation of the electrolyte during long storage"

"After the initial fast charge, some fast-chargers apply a timed topping charged. In an attempt to gain a few extra capacity points, some chargers apply a measured amount of overcharge. The capacity gain is about 6%. The negative is shorter cycle life. The recommended trickle charge for nickel-cadmium is between 0.05C and 0.1C. Because of memory concerns and compatibility with nickel-metal-hydride, the trickle charge is set as low as possible"

"Harmful overcharge can occur if a partially or fully charged battery is charged with a fixed timer. The same occurs if the battery has aged and can only hold 50 instead of 100% charge. Overcharge could occur even though the battery feels cool to the touch. Lower-priced chargers may not apply a fully saturated charge. Some will indicate full-charge immediately after a voltage or temperature peak is reached. These chargers are commonly sold on the merit of short charge time and moderate price"

modalità pignolone off
Essere pignoli è compito di chi è più esperto, tanks for the info... ;)

(Però mi pare esagerato il consiglio lasciare 24 ore le pile nel caricatore in fase di mantenimento prima di usarle... :mbe: )

Braga83 11-10-2008 18:23

Allora ho appena preso due ricaricabili della Varta da 2700mAh. Prima di ricaricarle ho controllato che fossero scariche mettendole nel lettore cd portatile. Alla fine le ho messe a ricaricare con un caricabatterie della hama ( microprocessor controlled c'e' scritto sull'etichetta ) con una corrente di carica di 700mA. Dopo neanche mezz'ora torno in camera e vedo la luce verde dell'apparecchio. Dato che la cosa mi puzzava ho provato ad usarle sempre nel lettore cd, ma non sono durate piu' di 20 min.

Prima di fare danni, come mi consigliate di procedere? Ho anche un vecchio carica batterie della philips. Credo sia di quelli stile trasformatore, che eroga sempre la stessa quantita di corrente e ti devi arrangiare te a staccarlo. Nell'etichetta c'e' scritto che e' da 154 mAh, ma avvisa che e' solo per NiCd. Posso utilizzarlo in sicurezza? Se si quanto devono stare in carica le batterie?

EDIT:
aggiungo l'etichetta del caricabatteria della hama.

MICROPROCESSOR CONTROLLED
ULTRA FAST Ni-MH/Ni-Cd CHARGER

Pri: 12V 500mA
Sec: AA-2.8/5.6 700mA 3.92VA Max
AAA-2.8/5.6 350mA 1.96VA Max

CarloR1t 11-10-2008 19:12

L'Hama si chiama anche 'delta'?
http://www.ciao.co.uk/Hama_Delta_2_4...arger__6460411
con interruttore per 2-4pile e funzione delta-v sulle coppie?
(Se quel delta non è solo un nome commerciale ingannevole...)

Se si è interrotto è possibile che almeno una pila della coppia sia difettosa. Oppur emolto vecchie e scariche in tal caso non ti so dire perchè il caricatore ha tentato di caricarle inizialmente. Se non si rianimano col caricatore lento ti suggerissco di riportarle al negozio e farti fare un buono acquisto, oppure di prendere in cambio le hybrio o altre pile simili nella mia firma, costano un po' di più ma non tornerai più indietro...

La carica delle nicd e nimh avviene ugualmente in corrente costante, cambia solo la corrente di mantenimento (trickle charge) che entra in funzione a fine carica (se il caricatore ha almeno un timer, quando scade, o dopo il picco delta v rilevato da altri caricatori con questa funzione)

Le nimh sopportano una corrente trickle più bassa delle nicd per questo i vecchi caricatori per nicd non andrebbero bene per le nimh se uno intende 'dimenticare' le pile a lungo nel caricatore, per una notte o addittura lasciate per giorni in mantenimento come alcuni facevano per tenerle pronte e ben cariche, prima del'avvento delle nimh ibride che non si scaricano da sole.

Però se non le lasci dentro così a lungo (o se non ha nemmeno timer e mantenimento) puoi usarlo con le nimh, per il tempo che ci vuole, anche quakche ora in più visto che la corrente di ricarica è comunque bassa. Ci impiegherà un bel po' per una pila scarica una 2700 caricata a 154mA:

2600 + 40% = 3780 / 154 = 24,5 ore

Braga83 11-10-2008 20:21

Si esatto e' proprio quello il caricabatterie, mentre le ricaricabili che ho comprato sono queste.

Ora le metto sotto carica e speriam che domani sera funzionino correttamente.

Un'ultima cosa: con le vecchie batterie ho notato che certe volte a fine carica diventavano molto calde, quasi da scottare. Non mi pare un cosa molto normale giusto? Non so se dipenda dal caricabatterie, perche' quell pile le avevo ripetutamente scaricate con un torcia ( beata ignoranza ).

Framol 12-10-2008 11:04

Anche a me capita,specie con le pile vecchie...

colex 12-10-2008 15:13

Ciao

domanda scema!

Ma le pile alkaline si possono ricaricare???

Pongo questa domanda perchè sono andato ad un centro di assistenza a farmi sostituire la batteria a "bottone" perchè non mi teneva più la data e le impostazioni della mia videocamera, e mi è stato detto dal tecnico che tenendo sempre la batteria principale carica questa avrebbe ricaricato anche quella al litio a "bottone".... è possibile?

Grazie

marchigiano 12-10-2008 15:33

non è possibile, solo che essendoci quella principale quella di backup non viene utilizzata quindi non si scarica. poi una cosa sono le litio una cosa le alcaline

Spoiler:
in realtà le batterie al litio non ricaricabili a bottone si riescono a caricare in parte ma non conviene e potrebbe essere pericoloso

iron84 12-10-2008 15:33

Assolutamente le pile alcaline non si ricaricano.
Ci sono speciali caricabatterie per pile alcaline, che ricaricano per un paio di volte una pila alcalina, ma non voglio addentrarmi in questo merito.
Ricaricare una batteria alcalina senza i dovuti strumenti è una cosa pericolosissima! Esplode la pila!

colex 12-10-2008 15:43

Si sò la differenza tra alkaline e litio, infatti non sapevo se potevo ricaricare, tanto per fare un esempio le duracell AAA alkaline con un caricabatterie o meno... poi la seconda domanda è riferita alla semi o totale castroneria che mi han detto al centro assistenza della JVC della mia città riguardo al fatto che la pila al LITIO a "pasticca" o "bottone", che dir si voglia, potesse ricaricarsi per mezzo della batteria principale della videocamera; infatti dopo la mia incredulità hanno preso un tester e ci hanno attaccato la piccola batteria che era stata tolta e dopo 5 anni dava ancora quasi 3 volt, ma questa è un'altra storia!

marchigiano 12-10-2008 17:07

dei geni in quel centro assistenza, non sanno neanche come si misura la capacità di una batteria :D che poi una batteria litio 3V nuova se la colleghi a un tester senza carico ti da per lo meno 3.2-3.3V

colex 12-10-2008 17:18

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 24533762)
dei geni in quel centro assistenza, non sanno neanche come si misura la capacità di una batteria :D che poi una batteria litio 3V nuova se la colleghi a un tester senza carico ti da per lo meno 3.2-3.3V

No era per dimostrarmi che, nonostante il cambio della batteria con una nuova, la videocamera continuava a non mantenere le impostazioni (data, ora e programmi), ed hanno collegato al tester la batteria vecchia, e questa segnava 3.0v +/-.
Ma la cosa più ridicola è che dopo averla portata a casa con la lente d'ingrandimento ho visto che c'era una sbavatura nella saldatura che metteva in corto i due poli ed ho provveduto a rifarla, ed adesso per magia mantiene le impostazioni.

Loro volevano dimostrarmi, mostrandomi che la vecchia batteria funzionava ancora che il problema era altro... dicendomi che la batteria interna non si scarica, anzi se ci tieni quella normale attaccata, questa si ricarica!
Io invece rifacendo la saldatura gli ho dimostrato che sono degli inetti ed ho scritto una mail di protesta alla JVC corredata da fattura e foto della pessima saldatura!

Comunque mi era rimasto il dubbio se fosse possibile (come dicevano loro) ricaricare la batteria la litio contenuta nella videocamera....che ripeto era lì da 5/6 anni!

CarloR1t 12-10-2008 22:17

Una cosa un po' strana, il refresh delle 4 AAA hybrio col nuovo design si completa in 3 ore e 50 minuti di cui 3 di scarica e soli 50 minuti per la ricarica (alla fine scaldano un po' di più delle AA, sui 40-45°, essendo caricate con 1A). Fatto due volte consecutive con gli stessi tempi.

Avendo 800mAh di capacità (ma di solito per le ibride è leggermente di più di quanto dichiarto...) risulta quasi 300mA di corrente di scarica. Il conteggio per una AA uniross normale da 2300 era stato di 11 ore e mezza, quindi una corrente sui 200mA.

E' possibile che la corrente sia sempre 200 o meno ma il raggiungimento della soglia di scarica per le pile AAA avvenga prima delle pile AA a parità di corrente?

Appena possibile metto in refresh con 4 AAA ibride alcava o hybrio col vecchio design per vedere se i tempi di refresh e quindi le capacità sono uguali.

Braga83 12-10-2008 22:54

Scusa cosa intendi con refresh? lo scaricamento prima della ricarica?

marchigiano 12-10-2008 23:11

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24537808)
E' possibile che la corrente sia sempre 200 o meno ma il raggiungimento della soglia di scarica per le pile AAA avvenga prima delle pile AA a parità di corrente?

le AAA calano sicuramente più delle AA sotto carico ma la differenza a 2-300ma dovrebbe essere minima

secondo me le tue AA non sono 2300 reali ma penso 2000-2100 e magari non ben selezionate e il caricatore se ho ben capito mette in stand-by quelle che si scaricano prima per aspettare le altre e non ti accorgi di quando avviene

CarloR1t 12-10-2008 23:24

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 24538446)
le AAA calano sicuramente più delle AA sotto carico ma la differenza a 2-300ma dovrebbe essere minima

secondo me le tue AA non sono 2300 reali ma penso 2000-2100 e magari non ben selezionate e il caricatore se ho ben capito mette in stand-by quelle che si scaricano prima per aspettare le altre e non ti accorgi di quando avviene

Ne ho caricate 4 di AA da 2300 quasi 2 settimane fa lasciate a riposo e non sono ibride, quindi cosiderando che di solito sono inferiori al nominale ed è passato del tampo forse adesso avevano anche meno di 2000. Il punto è che ne ho scaricata una sola e ci ha impiegato 11 ore e mezza, e se come dici non fa differenza la soglia minima alle basse correnti i conti non mi tornano, avrebbe dovuto impiegare molto meno tempo scaricandosi con la corrente calcolata dai tempi delle hybrio aaa (800mA / quasi 3 ore = 275mA) mentre per la pila AA poniamo con 2000 reali in 11,5 ore risulta una corrente di soli 175mA.

CarloR1t 12-10-2008 23:29

Quote:

Originariamente inviato da Braga83 (Messaggio 24538272)
Scusa cosa intendi con refresh? lo scaricamento prima della ricarica?

Si, ma adesso mi riferivo ai tempi di scarica per capire in proporzione alla capascità delle pile qule corrente di scarica usa il caricatore, dato che non viene indicato nel manuale o nelle specifiche.
http://www.spowerking.com/pro_003.asp

Altra cosa curiosa. Dopo che tutte le pile sono cariche, raggiunta la terza tacca indicatrice del delta v nel manuale e iniziano a raffreddarsi, il display lcd rimane retroilluminato di azzurro per circa un'ora, per poi spegnersi. Un po eccessivo per voler dire di aspettare il raffreddamento, forse per suggerire di lasciare le pile in mantenimento per un po' prima di usarle? Non c'è spiegazione sul manualetto del perchè il display resta acceso per un'ora in più e cosa vuol dire.

Cmq ottimo il bilanciamento delle ibride, ce n'è sempre una che fa qualche minuto prima o dopo le altre in scarica o ricarica, ma ne ho viste per es. 3 arrivare al delta quasi insieme nell'arco di un paio di minuti!

marchigiano 13-10-2008 00:48

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 24538556)
Ne ho caricate 4 di AA da 2300 quasi 2 settimane fa lasciate a riposo e non sono ibride, quindi cosiderando che di solito sono inferiori al nominale ed è passato del tampo forse adesso avevano anche meno di 2000. Il punto è che ne ho scaricata una sola e ci ha impiegato 11 ore e mezza, e se come dici non fa differenza la soglia minima alle basse correnti i conti non mi tornano, avrebbe dovuto impiegare molto meno tempo scaricandosi con la corrente calcolata dai tempi delle hybrio aaa (800mA / quasi 3 ore = 275mA) mentre per la pila AA poniamo con 2000 reali in 11,5 ore risulta una corrente di soli 175mA.

se le AA non erano ibride e magari sono un po fiacche potrebbero avere dei cali di tensione e la funzione scarica se non è in CC ma utilizza delle semplici resistenze abbassa la corrente

esempio: AAA 800mah resistenza da 5 ohm carico di 260ma se la tensione si stabilizza sui 1.3V

AA 2300mah resistenza da 5 ohm carico di 200ma se la tensione cala a 1V

per togliere ogni dubbio devi aprirlo e sentire quali resistenze si scaldano, guardi i colori e ne calcoli i valori, poi mentre scaricano con un voltmetro misuri la tensione intoro alla resistenza così calcoli con precisione la corrente di scarica


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:03.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.