Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


speleopippo 24-08-2008 14:47

...eccomi di ritorno dai monti. :)

lassù l'energia necessaria a ricaricare e le normali stilo ricaricabili e le più grandi e avide batterie al piombo per il trapano l'ha sempre fornita il gruppo elettrogeno, chè però è pesante da camallare, ingombrante, inquinante, ect.

Ora il livello di tecnologia raggiunto ci ha fatto considerare i pannelli solari arrotolabili.

Quindi la domanda è: esisteranno pannellini adatti a fornire energia ai normali caricatterie stilo ni-mh?

marchigiano 24-08-2008 15:16

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23794577)
si presume che per ottenere capacità maggiori debbano aver usato uno dei seguenti trucchi:

3) sono pile cinesi rietichettate e vendute in stile wanna marchi o baffone, secondo me la vera capacità è di circa 2000mah e se il caricatore le scalda parecchio durerenno poco sulla fotocamera, sul telecomando dureranno un po di più...

Quote:

Originariamente inviato da speleopippo (Messaggio 23794805)
lassù l'energia necessaria a ricaricare e le normali stilo ricaricabili e le più grandi e avide batterie al piombo per il trapano l'ha sempre fornita il gruppo elettrogeno, chè però è pesante da camallare, ingombrante, inquinante, ect.

quanto eroga il gruppo? quanti Wh ti servono?

CarloR1t 24-08-2008 15:34

Quote:

Originariamente inviato da speleopippo (Messaggio 23794805)
...eccomi di ritorno dai monti. :)

lassù l'energia necessaria a ricaricare e le normali stilo ricaricabili e le più grandi e avide batterie al piombo per il trapano l'ha sempre fornita il gruppo elettrogeno, chè però è pesante da camallare, ingombrante, inquinante, ect.

Ora il livello di tecnologia raggiunto ci ha fatto considerare i pannelli solari arrotolabili.

Quindi la domanda è: esisteranno pannellini adatti a fornire energia ai normali caricatterie stilo ni-mh?

Bentornato! :) Il rendimento di quei pannelli sarà circa del 10% quindi max 100W/m2, per le poche ore mezzogiorno e perfettamente orientato al sole, altrimenti cala anche oltre del 50%, non so la potenza del pacco batteria al piombo ma basta far due calcoli approssimativi per il tempo di ricarica...
Più che portar dietro pannelli arrotolabili sarebbe meglio pensare a metterli fissi sul tetto, ma per usi non urgenti aspetterei sviluppi migliori o che arrivano i nanosolar 15% che non è molto ma dovrebebro costare davvero poco. Al contrario mettere pannelli termoidraulici per riscaldamento (ovviamente se il posto è soleggiato e raramente innevato) e lavatrice a doppia mandata che sfrutta l'acqua calda (tipo Rex-Electrolux Sunny o l'economica LG 6500TP) è già una scelta molto conveniente.

http://www.energiapertutti.it/?p=94
http://www.energiapertutti.it/?p=42

http://www.portalsole.it/sezione.php?d=8
http://www.portalsole.it/sezione.php?d=35

marchigiano 24-08-2008 15:36

Quote:

Polarity Reversal Protection - Built In chemical protection against polarity reversal or over discharge
cioè? mah...

Quote:

Superior Overcharge Endurance - Eyepower cells can be continuously overcharged a 0.1C rate for 1 year without leakage or deformation.
un anno senza perdita di liquido o deformazioni... ma non dice che perde capacità e aumenta la resistenza interna...

Quote:

High Drain Performance - Eyepower Nickel Metal Hydride batteries can be discharged at up to 3C rate.
3C sono 11.4A :D scommetto che non li eroga neanche se il voltaggio cala a 0.1V :D

Quote:

Flat discharge curve and High Discharge Voltage : These NiMH batteries will retain their full voltage during 80% of the usage cycle.
occhio qui c'è la furberia da wanna marchi, la batteria mantiene il voltaggio durante la scarica (come tutte le ricaricabili) fino quasi alla fine, diverso dire che mantiene la carica se lasciata in un cassetto come le ibride

CarloR1t 24-08-2008 15:38

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23795126)
3) sono pile cinesi rietichettate e vendute in stile wanna marchi o baffone, secondo me la vera capacità è di circa 2000mah e se il caricatore le scalda parecchio durerenno poco sulla fotocamera, sul telecomando dureranno un po di più...

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23795384)
cioè? mah...

un anno senza perdita di liquido o deformazioni... ma non dice che perde capacità e aumenta la resistenza interna...

3C sono 11.4A :D scommetto che non li eroga neanche se il voltaggio cala a 0.1V :D

occhio qui c'è la furberia da wanna marchi, la batteria mantiene il voltaggio durante la scarica (come tutte le ricaricabili) fino quasi alla fine, diverso dire che mantiene la carica se lasciata in un cassetto come le ibride

Penso sia come dici, sarebbe curioso misurare la capacità reale con la crosse o maha, ma se ci fosse la tecnologia per costruire veramente pile da 3800, con autoscarica tradizionale o anche un po' più alta, le offrirebbero anche i marchi di qualità, che invece puntano sulle ibride per prestazioni superiori, un motivo ci sarà.

marchigiano 24-08-2008 15:52

lo stesso venditore vende la batt per la canon 400d... 2500mah la sua, ho controllato 720mah la mia originale :D quindi fa almeno 3.5x, sempre che la sua batt sia anche da meno di 720 e quindi fa 4x... :D

OT: ma i nanosolar quando cavolo arrivano...devo fare il pergolato a casa nuova e lo volevo ricoprire con questi... 100 e passa MQ farei un bel impiantino...

CarloR1t 24-08-2008 16:02

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23795576)
lo stesso venditore vende la batt per la canon 400d... 2500mah la sua, ho controllato 720mah la mia originale :D quindi fa almeno 3.5x, sempre che la sua batt sia anche da meno di 720 e quindi fa 4x... :D

OT: ma i nanosolar quando cavolo arrivano...devo fare il pergolato a casa nuova e lo volevo ricoprire con questi... 100 e passa MQ farei un bel impiantino...

L'ultima newsletter diceva che per quest'anno vendono all'ingrosso per fornitori di energia, dall'anno prossimo ai privati. Ma come per le pile, i nostri installatori vorranno prima far fuori i vecchi costosi pannelli prima di rifornirsi di questi (o li venderanno inizialmente a prezzi più alti...) ho notato che di questi nuovi pannelli nanosolar 'economici' non se ne parla molto volentieri, non bisogna dimenticare che come per tutte le cose anche il solare è diventato un business, che per quanto giusto in line a di principio tendea far guadagnare il più possibile da ogni installazione, non essendo ancora un prodotto di largo impiego domestico, e i fondi per il conto energia limitati.
Ci sono anche i pannelli a film unisolar, disponibili anche in forma di tegole canadesi per coperture:
http://www.tegolacanadese.com/it/teg...voltaiche.aspx
http://www.tegolacanadese.com/it/Van...tegosolar.aspx
http://www.tegolacanadese.com/it/celle_solari.aspx

speleopippo 24-08-2008 16:13

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 23795126)
3) sono pile cinesi rietichettate e vendute in stile wanna marchi o baffone, secondo me la vera capacità è di circa 2000mah e se il caricatore le scalda parecchio durerenno poco sulla fotocamera, sul telecomando dureranno un po di più...



quanto eroga il gruppo? quanti Wh ti servono?

Quote:

Originariamente inviato da CarloR1t (Messaggio 23795353)
Bentornato! :) Il rendimento di quei pannelli sarà circa del 10% quindi max 100W/m2, per le poche ore mezzogiorno e perfettamente orientato al sole, altrimenti cala anche oltre del 50%, non so la potenza del pacco batteria al piombo ma basta far due calcoli approssimativi per il tempo di ricarica...
Più che portar dietro pannelli arrotolabili sarebbe meglio pensare a metterli fissi sul tetto, ma per usi non urgenti aspetterei sviluppi migliori o che arrivano i nanosolar 15% che non è molto ma dovrebebro costare davvero poco. Al contrario mettere pannelli termoidraulici per riscaldamento (ovviamente se il posto è soleggiato e raramente innevato) e lavatrice a doppia mandata che sfrutta l'acqua calda (tipo Rex-Electrolux Sunny o l'economica LG 6500TP) è già una scelta molto conveniente.

http://www.energiapertutti.it/?p=94
http://www.energiapertutti.it/?p=42

http://www.portalsole.it/sezione.php?d=8
http://www.portalsole.it/sezione.php?d=35

mi spiego meglio: i campi estivi sono in tenda, i luoghi variano di anno in anno, dunque nessuna postazione fissa/costruzione.

il gruppo è 1.1 KW, e ci si caricano le piombo 18A, le 7A e pure ci si attaccano i vari charger personali di stilo ni-mh.

io sto considerando l'acquisto un pannellino personale arrotolabile con cui ricaricare le ni-mh, senza così dover dipendere dal gruppo elettrogeno.
anche perchè penso, oh me ignorante, che un pannello roll adatto e per le piombo e per le ni-mh e prob., in futuro, anche per le poli-lit o le nano, non esista.

...nanosolar?!! ma siamo nel futuro!!!!

andrò a curiosare per links, vediamo se ci capisco qualcosa...
cmq supergrazie, sempre superdisponibli!

CarloR1t 24-08-2008 16:27

Nanosolar www.nanosolar.com è un prodotto già avviato nel presente,
http://www.hwupgrade.it/forum/showpo...3&postcount=42
hanno investito sopra ibm, google ecc., hanno anche una fabbrica in germania, ma come dicevo per ora trattano solo le grandi forniture.

Avevo pensato che era per il campeggio ma sai che purtroppo il difetto del solare è un'energia scarsa per superficie, occorrono impianti grandi, non so se si possa mandare avanti un campo con pannelli arrotolabili, meglio sarebbe un pannello monocristalliano da tenere con cura in auto, se avete l'auto, se andate a piedi mi sa che dovete fare affidamento sul gruppo elettrogeno anche perchè il sole oggi c'è, domani non c'è...
In attesa degli ancor più futuribili pannelli a nanocristalli (quantum dots) col 66% di rendimento, quando mai sarà...
http://www.rmst.co.il/quantum%20dot.pdf
http://www.evidenttech.com/assets/do...nvers-v1.0.pdf
http://it.wikipedia.org/wiki/Punto_quantistico

marchigiano 24-08-2008 19:55

Quote:

Originariamente inviato da speleopippo (Messaggio 23795833)
io sto considerando l'acquisto un pannellino personale arrotolabile con cui ricaricare le ni-mh, senza così dover dipendere dal gruppo elettrogeno.
anche perchè penso, oh me ignorante, che un pannello roll adatto e per le piombo e per le ni-mh e prob., in futuro, anche per le poli-lit o le nano, non esista.

come ti ha giustamente detto carlo, il solare occupa più spazio ed è più pesante del gruppo elettrogeno. per caricare le semplici ni-mh o ni-cd stanno uscendo dei caricatori con pannello solare integrato, anche GP ne fa uno...

http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=3484

questo è un altro simile e come vedi per caricare 2 batterie ci impiega una settimana...

http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=1952

un attrezzo così eroga appena 5W è grande 33cm e costicchia...

http://www.batteryspace.com/index.as...OD&ProdID=2705

questo eroga 20W che già è buono ma costa un botto ed è lungo 1.80mt...

pensa per fare i 1100w del vostro gruppo che pannello ci vuole :D

speleopippo 24-08-2008 21:48

1 settimana per caricare 4 AA ni-mh 2100ma?

marchigiano 24-08-2008 23:58

fai conto che quello della GP eroga 150ma per 2 batterie in serie col sole a picco

quindi si in una settimana, se stai li a girare il caricatore nel verso del sole da mattina a sera, sperando di non vedere una nuvola :D

ZioPippoSSJ 25-08-2008 08:04

ciao carlo, si le pile che ho preso io sono esattamente quelle della foto.
Conscio del fatto che sono straeconomiche non mi aspettavo certo la luna..eppure sono stupito favorevolmente.
Nella digitale scatto diciamo un centinaio di foto.
Mentre con quelle usa e getta ne scatto una o due...quando sono fortunato...a volte la digitale si rifiuta proprio di accendersi dando a schermo "pile scariche" nonostante le abbia appena tolte dalla confezione e in altri apparecchi funzionino regolarmente.(Nikon l3)
Sul pad della 360 invece sono a 3 settimane di utilizzo..e non sono ancora scariche...certo non sono un hard core gamer...ma diciamo che 4 o5 ore a settimana li faccio

pabllllllo89 25-08-2008 13:13

Quote:

Originariamente inviato da ZioPippoSSJ (Messaggio 23801288)
ciao carlo, si le pile che ho preso io sono esattamente quelle della foto.
Conscio del fatto che sono straeconomiche non mi aspettavo certo la luna..eppure sono stupito favorevolmente.
Nella digitale scatto diciamo un centinaio di foto.
Mentre con quelle usa e getta ne scatto una o due...quando sono fortunato...a volte la digitale si rifiuta proprio di accendersi dando a schermo "pile scariche" nonostante le abbia appena tolte dalla confezione e in altri apparecchi funzionino regolarmente.(Nikon l3)
Sul pad della 360 invece sono a 3 settimane di utilizzo..e non sono ancora scariche...certo non sono un hard core gamer...ma diciamo che 4 o5 ore a settimana li faccio

Scusa solo curiosità, ma che fotocamera usi? 3 foto con pile usa e getta? sembrerebbe + un problema di pile....
Cone pile 2100 hibride e una canon powershot a630 sono arrivato a circa 400 foto in giorni diversi, poi non ho + fatto foto, ma le pile erano ancora li, tradotto ho esaurito i soggetti da fotografare non le pile...(la durata sarà data ovviamente dal fatto che usa 4 AA.
Non sò dire rispetto alle alkaline xchè non le ho mai usate sulla macchinetta.

Il pad è una sorta di joistick? se così sti cosi non consumano molto, attento che non te le scarichino troppo, se scendi sotto i 0,70V (credo mi si corregga al caso) rischi di rovinare le pile.
A me è successo con un orologio a muro e una ni-mh tolta a orologio funzionante (aveva cominciato a rimanere in dietro) è risultata partita, defunta non + usabile per usi normali...:)

ZioPippoSSJ 25-08-2008 15:40

3 foto se va bene...ma molto spesso con pile nuove appena tolte della confezione (usa e getta) nemmeno si accende, pile qualsiasi: duracell, sony, esselunga....fa così con tutte.
La fotocamera l'ho detta sopra è la nikon l3 con pile pile qualsiasi,duracell sony esselunga....

speleopippo 25-08-2008 15:55

evidentemente c'è qualcosa che mi sfugge...

prendo un sito che li tratta, a caso, tipo http://www.miotti.it/index.php/item/...sku/16360.html ; parla di 5 ore per caricare 2 AA

qui ce ne sono molti, e quasi tutti caricano le ni-mh in max un giorno.

cos'è che non so?

mi puoi spiegare quali sono le caratteristiche del pannello che mi dovrebbero servire per la scelta?

:)

CarloR1t 25-08-2008 16:38

Quote:

Originariamente inviato da speleopippo (Messaggio 23807655)
evidentemente c'è qualcosa che mi sfugge...

prendo un sito che li tratta, a caso, tipo http://www.miotti.it/index.php/item/...sku/16360.html ; parla di 5 ore per caricare 2 AA

qui ce ne sono molti, e quasi tutti caricano le ni-mh in max un giorno.

cos'è che non so?

mi puoi spiegare quali sono le caratteristiche del pannello che mi dovrebbero servire per la scelta?

:)

Guarda la potenza di output (solo 1,2W per quel modello) tenendo conto che si intende quella massima a mezzogiorno col pannello orientato verso il sole.

Per ricaricare una pila nimh da 2000mAh come le attuali ibride AA, con il solito 40% di surplus per tutte le nicd e nimh, facciamo 2800mA, per ogni pila da 1,2V teoricamente è richiesta una potenza di ricarica, arrotondando per eccesso, di 3,5W per un ora.

Supponendo di ricaricare 2-4 pile AA da 2000mAh servirebbe una potenza costante di circa:

7-14W per 1 ora
3,5-7W per 2 ore
1,8-3,5W per 4 ore

Per ricaricare 2 AA in 5 ore servono 1,4W costanti (diciamo che va appena bene quanto indicato da quel prodotto...)

Per avere una tensione e corrente il più possibile stabile per il caricatore serve un pannello sovradimensionato e un buon caricatore.

Meglio pensare a tempi rapidi di ricarica, tempi più lunghi non sono consigliati perchè specialmente in montagna le ore di sole diretto disponibili sono scarse per via dei monti intorno, a meno di picchi o valli completamente esposte al sole, e per la variabilità del clima. Bisogna sfruttare il sole ogni volta che c'è. Inoltre con una carica più veloce serve un surplus di corrente minore del 40%.

D'altra parte se usate le ibride (che non sono borracce bucate come le altre... ) e non le scaricate completamente tutti giorni potete mettere in conto fasi giornaliere di carica proporzionalmente molto ridotte, raccogliendo ogni raggio di sole...

Ovviamente aiuta fare economie, scegliere meglio le inquadrature (anche prima di accendere la macchina, scattare e spegnere) evitando di sprecare troppi scatti inutili, tenere luminosità del display bassa, ecc. Il trapano non so a cosa vi serve, se per alcune cose potete farne a meno...

Dai un'occhiata anche a questi kit per caricare batterie con potenze superiori:
http://www.solarcharger.it/shop2.php

Come caricatore preferirei un apparecchio migliore e separato dal pannello che permette di scegliere varie correnti da 250-500 (se le pile sono poco scariche) a oltre 1A (se sono scariche per fare in fretta, pannelli permettendo) delta v e misura della carica, con ingresso compatibile per tensione 12-13v da batteria auto non stabilizzata.

CarloR1t 25-08-2008 16:51

Quote:

Originariamente inviato da ZioPippoSSJ (Messaggio 23801288)
ciao carlo, si le pile che ho preso io sono esattamente quelle della foto.
Conscio del fatto che sono straeconomiche non mi aspettavo certo la luna..eppure sono stupito favorevolmente.
Nella digitale scatto diciamo un centinaio di foto.
Mentre con quelle usa e getta ne scatto una o due...quando sono fortunato...a volte la digitale si rifiuta proprio di accendersi dando a schermo "pile scariche" nonostante le abbia appena tolte dalla confezione e in altri apparecchi funzionino regolarmente.(Nikon l3)
Sul pad della 360 invece sono a 3 settimane di utilizzo..e non sono ancora scariche...certo non sono un hard core gamer...ma diciamo che 4 o5 ore a settimana li faccio

Le alcaline non sono adatte a un correnti intense come quelli di fotocamere con flash ma è strano che proprio non si accenda dopo un paio di scatti, si direbbe un difetto della taratura del tester interno dell'apparecchio troppo esigente, e visto che succede con vpile di varie marche che non possono esser etutte difettose, dovresti chiedere spiegazioni all'assitenza e una riparazione in garanzia se la macchina fotografica è ancora coperta. Non è accettabile una cosa del genere, a meno che nelle istruzioni o sulla scatola dicano esplicitamente di usare esclusivamente litio e nicd/nimh e basta!

Finchè ti vanno bene le nimh che hai usale pure, ma se ti stanno un po' strette sappi che con le ibride da 2100 in paragone si fanno molte centinaia di foto e col pad potresti andare avanti per mesi prima di ricaricarle.
Potresti dirci quanto tempo ti durano le tue 3800 nel pad della 360? Per fare un confronto...

CarloR1t 25-08-2008 17:02

Quote:

Originariamente inviato da pabllllllo89 (Messaggio 23805133)
Scusa solo curiosità, ma che fotocamera usi? 3 foto con pile usa e getta? sembrerebbe + un problema di pile....
Cone pile 2100 hibride e una canon powershot a630 sono arrivato a circa 400 foto in giorni diversi, poi non ho + fatto foto, ma le pile erano ancora li, tradotto ho esaurito i soggetti da fotografare non le pile...(la durata sarà data ovviamente dal fatto che usa 4 AA.
Non sò dire rispetto alle alkaline xchè non le ho mai usate sulla macchinetta.

Il pad è una sorta di joistick? se così sti cosi non consumano molto, attento che non te le scarichino troppo, se scendi sotto i 0,70V (credo mi si corregga al caso) rischi di rovinare le pile.
A me è successo con un orologio a muro e una ni-mh tolta a orologio funzionante (aveva cominciato a rimanere in dietro) è risultata partita, defunta non + usabile per usi normali...:)

Per me è difettoso o tarato male l'apparecchio, non è probabile spegnersi dopo due foto con alcaline con un minimo di qualità.

Il mio mouse desktop wireless è targato 150mA di consumo attivo, è durato 6 mesi con 2 hybrio ricaricate, rimanendo in standby giorno e notte con un consumo molto minore di quando lo si usa. Tuttavia le pile non si sono danneggiate (già ricaricate e messe ancora da mesi...) perchè se uno usa il mouse (o pad) tutti i giorni o non li lascia mesi in un cassetto a scaricarsi in standby (e in tal caso uno può togliere le pile...) quando si torna a usarli periodicamente assorbono il massimo e se le pile sono quasi scariche apparirà la segnalazione, oltre a perdere colpi nell'uso, per cui non si rischia come per gli orologi a muro, svegliette e tutti gli apparecchi analogici a bassissimo consumo che non segnalano niente. Questi si ammazzano le pile anche se finora il mio orologio tiene.

Secondo te e gli altri esperti, con una scarica minima (<1mA) come quella degli orologi qual'è il voltaggio minimo di sicurezza prima di ricaricare le pile? Perchè leggo in giro soglie diverse e più basse nel caso di scariche più intense, non vorrei che con queste scariche minime si danneggiasse anche a 1V...

Kajok 25-08-2008 17:15

Ciao a tutti, dopo le vostre discussioni ho comprato in ebay il powerex mh-c9000 e devo dire che e' veramente un ottimo "aggeggio" robusto, ben assemblato. dysplay grande e ben leggibile.
lo ho usato ancora poco ma mi sembra molto preciso e personalizzabile.
si possono selezionare correnti di carica e scarica a intervalli di 100mAh (carica fino a 2Ah e scarica fino a 1Ah)



ora una domandina facile facile per voi!
ho delle pile della duracel AAA da 1000mAh e sulla pila stessa c'e' scritto di caricarle a 100mAh per 16 ore.... (STICA:muro:)

qualcosa in piu' non si puo' fare?


ah dimenticavo: avevo delle pile che erano scese sotto lo 0.8 perche' ne avevo una difettosa che mi ha "abbassato" anche le altre ora sto facendo dei cicli di break-in per vedere se migliorano o sono da buttare. alla prox per aggiornamenti


chi ha domande sul caricatore faccia pure ! ciao


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 01:05.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.