Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Periferiche di Memorizzazione - Discussioni generali (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=17)
-   -   SSD: thread generale e consigli per gli acquisti (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2575800)


megthebest 02-11-2022 08:07

Quote:

Originariamente inviato da The_Saint (Messaggio 47995423)
Sono probabilmente vecchie nand di vecchie chiavette riciclate... statene alla larga ;)

con partizione e firmware appositamente modificato per far credere ci siano 10Tb:sofico:

giovanni69 02-11-2022 14:14

Già mi immagino qualcuno trasferirvi i filmini di famiglia & la collezione di tutti i film in betamax e VHS di una vita riversati con passione e dedizione, il tutto magari per evitare il costo del cloud o di un NAS e poi il giorno di Natale con tutti i parenti... Flop! Pufff! :eek: Tutto sparito.. :help:

Black (Wooden Law) 02-11-2022 15:06

Quote:

Originariamente inviato da giovanni69 (Messaggio 47995364)
Bene :p
E c'è un noto forum italiano di telefonini che lo sponsorizza... :rolleyes:

Strano, farsi ingannare in prodotti del genere mi sembra difficile onestamente, basta vedere il prezzo degli altri SSD esterni da 10TB (ah, no, vero, non esistono da questa capacità).

pitx 02-11-2022 19:09

Quote:

Originariamente inviato da megthebest (Messaggio 47995425)
con partizione e firmware appositamente modificato per far credere ci siano 10Tb:sofico:

Mi ricordano le vecchie Kingston fake, vendute in Cina da 8/16GB, che montavano Nand da 128/256MB... buttavi dentro foto e files... e Puff...

Poi ti trovavi la sorpresa... comprese tutte le imprecazioni :D

al17 03-11-2022 00:51

Ho preso un kingston kc3000, buon disco ma che scalda abbastanza. Su tutti gli ssd ho sempre messo un dissipatore da 1 cm con pad termico ottenendo ottimi risultati.

Il kingston viene però montato su una porta m2 di una scheda madre gigabyte x570 itx che non prevederebbe il montaggio di un dissipatore in quanto presente una ventola che parte in base alla temperatura ambientale (vedi link) e non di quella del disco.

Lo spazio disponibile senza tappare la ventola che butta aria anche sul chip della scheda madre sotto il kingston è giusto di 2-3 mm.

Mi domando se potrebbe aver senso montare un mini dissipatore in rame di 2-3mm o persino una piattina piena in alluminio sempre di 2-3 mm. Per intenderci:




Secondo me è sensato perchè lo stesso modello di ssd nasce con una piastrina di mezzo millimetro in alluminio che fa da etichetta e dissipatore, purtroppo però è insufficiente.

frafelix 03-11-2022 11:32

Se prendi quel genere di ssd credo che non punti sulle prestazioni, quindi perché preoccuparsi dell'eventuale throttling?

Black (Wooden Law) 03-11-2022 13:55

Quanto scalda? perché pensi che necessiti di una dissipazione?

tomahawk 04-11-2022 12:01

Scusate, ma a livello di affidabilità (no rotture, perdite di dati) e durata nel tempo, ad oggi si potrebbero preferire gli SSD agli HDD? Ci sono già dati a tal proposito? Ammesso che la qualità delle memorie statiche e dei chipset usati resti almneo quella di adesso...

Senza contare la spesa, chi ha bisogno di un supporto di backup per uso basico, e cerca affidabilità, dovrebbe andare direttamente su un nvme da 1 TB in su, oggi?

Black (Wooden Law) 04-11-2022 13:37

SSD e HDD hanno la stessa affidabilità in quanto il circuito ha gli stessi componenti elettronici montati. Poi, punto numero due, un SSD non è mai consigliato per backup, soprattutto se statici, sia per il data retention e sia perché non sono fatti per questo utilizzo.

frafelix 04-11-2022 13:43

Più o meno si equivalgono come numero di ore dichiarate dai produttori. Se lo usi come disco di backup a intervalli regolari un ssd non ha problemi, se pensi di usarlo una volta all'anno o ancora meno allora è meglio puntare sugli hd classici.
Gli ssd per loro natura hanno una ritenzione dei dati a nand non alimentate che varia da nand a nand (a seconda del tipo e del processo produttivo). È un discorso complesso e non è detto che si riesca sempre a saperlo, visto che i produttori non lo dichiarano e bisogna andarsi a spulciare i data sheet (se si trovano)

Black (Wooden Law) 04-11-2022 17:05

I produttori dichiarano il data retention delle NAND nei datasheet, c'è una famosa tabella di Micron che elencando le varie NAND (dalle 64L alle 176 se ricordo bene) c'è scritto. Per esempio, il data retention delle N28A (96L QLC) è di 4 mesi a 40°C.

Comunque, solitamente, il data retention non è un problema così grande, è molto raro che un SSD perdi i dati per questo motivo perché solitamente sono certificati per avere un'assenza di alimentazione per anche anni senza perderer alcun dato.

P.S.: ricordo che le specifiche dette dal produttore che concernono la durata (come il MTBF e il TBW) non sono da guardare, son tutte fuffa (in relazione al "Più o meno si equivalgono come numero di ore dichiarate dai produttori").

s12a 04-11-2022 17:20

Quel dato non è a fine vita (100% usura)?

Black (Wooden Law) 04-11-2022 18:12

"Quel dato" intendi il data retention che ho detto per le N28A, giusto? Se sì, non lo so, perché non ho modo di consultare i datasheet (sono a pagamento), ma può essere visto che 4 mesi mi sembrano pochi (ho visto diverse lezioni sulle NAND Flash e tutte dicevano che dovevano garantire un data retention di un po' di anni).

s12a 04-11-2022 19:01

Sì, intendo il parametro di data retention in generale. Non è che lavori con le memorie NAND e non sono particolarmente aggiornato in merito, ma per quello che mi ricordo di aver letto è solitamente dichiarato con memorie a fine vita, mentre a memorie vergini è spesso nominalmente >10 anni.

C'è poi il fatto che per gli SSD "client" (il prodotto finale dove le memorie NAND saranno applicate), secondo le specifiche di endurance JEDEC—a cui poi il produttore potrebbe attenersi o meno—al 100% di usura le memorie devono permettere un anno di data retention a 30 °C. Se dai datasheet viene specificato per le NAND sfuse un tempo di ritenzione più breve probabilmente è per un numero di cicli di scrittura superiore o temperature superiori, non è una variabile indipendente da esse.

Dunque in sostanza usare un SSD per backup a breve e medio termine non dovrebbe essere un problema a meno che lo stesso sia abbastanza usurato, non lo si metta in forno, o sia di dubbia provenienza.

Black (Wooden Law) 04-11-2022 20:01

Il ragionamento che fai è corretto, è probabile che Micron abbia emesso quelle specifiche di data retention quando le NAND non erano all'inizio del ciclo della loro vita. Specifico che non ne sono sicuro in quanto non ho i datasheet sotto mano, quindi la metodologia può essere cambiata nel tempo o può essere completamente diversa dagli standard JEDEC.

al17 04-11-2022 21:53

Quote:

Originariamente inviato da frafelix (Messaggio 47997023)
Se prendi quel genere di ssd credo che non punti sulle prestazioni, quindi perché preoccuparsi dell'eventuale throttling?

Quote:

Originariamente inviato da Black (Wooden Law) (Messaggio 47997190)
Quanto scalda? perché pensi che necessiti di una dissipazione?

Non è che sia proprio un modello tra i più lenti. È un pcie 4 che fa 7300 in lettura sequenziale, e una cache slc piuttosto ampia. Siamo vicini a un sn850, almeno in base alle recensioni.

Sempre dalle recensioni emerge che è un modello che soffre di throttling, ed è anche per questo che esce dalla fabbrica non con una etichetta in carta/plastica ma con un mini dissipatore fatto da un foglio sottile in alluminio.

In generale ho sempre preferito avere dei dissipatori sugli SSD, forse memore di un 970 pro che senza superava gli 80 gradi e con un dissipatorino cinese da 5 euro (e un pad termico eccellente) non superava i 50 gradi neanche dopo uno stress test intensivo.

frafelix 04-11-2022 22:19

Se lo metti in un portatile posso capire, altrimenti con l'ssd in firma quando avevo tutto il pc ad aria con la piattaforma precedente (rampage v extreme, 5930k e 1080ti) e l'ssd senza dissipatore stava sotto la scheda video, non ho mai raggiunto i 70°. Per avere quelle temp devi avere qualche problema di areazione del case, oppure era sfigato l'ssd

Black (Wooden Law) 04-11-2022 23:46

Quote:

Originariamente inviato da al17 (Messaggio 47999467)
Sempre dalle recensioni emerge che è un modello che soffre di throttling, ed è anche per questo che esce dalla fabbrica non con una etichetta in carta/plastica ma con un mini dissipatore fatto da un foglio sottile in alluminio.

In realtà, le etichette di tutti gli SSD NVMe sono in rame fatte alla stessa maniera del KC3000, son tutte termoconduttive. Comunque sì, dalle recensioni si ottiene che il KC3000 - sotto stress (scrittura intensiva) - soffra di TT toccando fino a 75°C (che però non è neanche così elevata come temperatura), ma a te quanti gradi fa durante uno stress test (ovvero durante un benchmark fatto con ATTO Disk Benchmark o CrystalDiskMark)?

al17 05-11-2022 01:09

Quote:

Originariamente inviato da frafelix (Messaggio 47999491)
... Per avere quelle temp devi avere qualche problema di areazione del case, oppure era sfigato l'ssd

Sotto stress test sarebbe strano non avere quelle temperature. Uso normale senza dissipatore non penso avrebbe mai superato i 60-65 gradi. Come detto, a me piace andar sul sicuro, quindi preferisco, se possibile, mettere un dissipatore e non superare i 45 gradi in uso comune. Quel disco viene poi usato per lavoro, quindi è meglio spendere oggi che pentirsi un domani. Qui parlo del 970 pro.

Quote:

Originariamente inviato da Black (Wooden Law) (Messaggio 47999551)
In realtà, le etichette di tutti gli SSD NVMe sono in rame fatte alla stessa maniera del KC3000, son tutte termoconduttive. Comunque sì, dalle recensioni si ottiene che il KC3000 - sotto stress (scrittura intensiva) - soffra di TT toccando fino a 75°C (che però non è neanche così elevata come temperatura), ma a te quanti gradi fa durante uno stress test (ovvero durante un benchmark fatto con ATTO Disk Benchmark o CrystalDiskMark)?

Non mi pare proprio che tutte le etichette degli SSD m2 siano in rame. Avrò avuto sfortuna io, ma questo è il primo che mi capita, eppure 7-8 ne ho acquistati. Tutti tranne il kingston erano però pcie 3, magari con il 4 è diventato comune, forse hai ragione.

Non ho effettuato ancora nessun test sulle temperature. È solo che preferisco andar sul sicuro e, se possibile, mettere un mini dissipatore anche se forse è una esagerazione. La domanda alla fine è sempre quella: in linea teorica, serve a qualcosa una piastrina in rame o alluminio di 2mm o è anzi dannosa? Non so, causa basso scambio termico metallo-aria

Paky 05-11-2022 10:08

ragazzi , avete da consigliare un soft di recupero per SSD collaudato che funzioni bene?

l'SSD in questione non è danneggiato (MX500) , ma al pc su cui era montato sono salatati dei condensatori della linea 5V della PSU.
All'accensione il PC ha fatto l'albero di natale e poi si è spento

fortunatamente non si è danneggiato nulla ma la struttura dell'SSD è corrotta, ormai è visto come RAW , niente più partizioni

voglio recuperare quanti più dati possibili , ma il dramma è che alcuni dei software di recupero che ho provato o non trovano nulla oppure fanno un casino tremendo

spiego , sull'SSD c'è Windows 8.1 con su virtualbox e 4 macchine virtuali windows

bene , i software di recupero non so come fanno ma riescono a beccare il file system delle macchine virtualizzate , quindi vengono fuori un bordello di cose sovrapposte provenienti da quei sistemi


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:25.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.