Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Piazzetta Fotografica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=31)
-   -   [Thread Ufficiale] Pile/Batterie ricaricabili (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1486066)


nicola1985 23-11-2009 18:16

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 29803444)
Come risultato adesso ho delle batterie affidabili e un dubbio atroce: ma perché la mia Canon non mi dice di cambiare le batterie dopo tante settimane?
Una volta le cambiavo più spesso le 4 stilo!! :D

:muro: :muro:

madeline 23-11-2009 20:28

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 29803444)
In parole molto semplici (che a volte non trovo) il LaCrosse gonfia i valori che lui stesso ha rilevato: dopo un refresh ti da un valore "gonfiato" come dici tu, ma lo fa perchè ti fa vedere cosa ha fatto qualche ciclo prima.

Ora caricando con correnti moderate, prossime a quelle che mi ritrovo sui caricatori Sanyo per le Eneloop, il LaCrosse mi carica meglio le batterie ed ottengo i valori in mA/h più elevati.
Lo scopo del test era trovare la corrente di carica ottimale, ed è terminato con la scoperta che la ricarica ha delle tolleranze accettabili.

Invece trovare quanto siano veritieri i valori è un discorso diverso.

Ci sono 2 cose da verificare con il Maha o altro strumento:
  • se il LaCrosse carica la batteria al 100% oppure si ferma prima
  • se i mA/h che lui dichiara sono esatti o sono gonfiati

Non ho risposte a questi 2 quesiti, anche se in altri forum dicono che è così: il Maha andrebbe meglio e sarebbe più attendibile.
Un certo dubbio permane sulle versioni dei firmware, le correnti utilizzate e sull'ortodossia dei confronti.
Mi sarebbe piaciuto vedere una comparazione diretta con riferimenti molto precisi, ma anche se il Maha va un poco meglio del LaCrosse non è il caso di farne una tragedia: è una cosa accettabile dopo aver acquistato svariati caricatori che andavano benino o peggio ...

Valutazione pratica
Di certo il Maha C9000 è un gran bel caricabatterie, e visto che adesso costa come il BC900/RS900 è molto appetibile.
Per ora mi accontento del buon lavoro del mio RS900: ho eliminato tante batterie inaffidabili e ne ho rigenerate molte di meno, ma le ho recuperate!

Come risultato adesso ho delle batterie affidabili e un dubbio atroce: ma perché la mia Canon non mi dice di cambiare le batterie dopo tante settimane?
Una volta le cambiavo più spesso le 4 stilo!! :D

ma il refresh è utile?

iron84 23-11-2009 21:20

Come promesso ecco le foto di come ho conciato il mio LaCrosse :D




Con ventolona da 8cm (di un pc). Devo ancora mettere ai capi dei fili , l'adattatore simil "pila 9V" per poterlo usare facilmente con un piccolo alimentatore.
Notate anche la cura del fissaggio della ventola allo chassis del caricabatteria. Notate l'eleganza dei piedini per sollevarlo dal piano di carica affinché possa prendere aria . :Prrr:

hc900 24-11-2009 06:14

Cicli di refresh: un tentativo di recupero
 
Quote:

Originariamente inviato da madeline (Messaggio 29805990)
ma il refresh è utile?

Con le batterie che non rendono bene dopo la ricarica, merita tentare un ciclo automatico di refresh, a volte torna utile per "rigenerare" le batterie, ma a volte certe batterie sono irrecuperabili.
Es. SBS serie gialla AAA da 800mA/h con ricarica a 200 e/o 500mA avevano 200mA/h, dopo vari refresh sono arrivate a 220mA/h max 310mA/h, in questi casi nulla da fare, ma con altre batterie le cose sono andate meglio

metrino 24-11-2009 08:29

Idem con le Panasonic AAA da 750 mAh nominali.
Il telefono cordless le ha "bruciate", due sono tornate rispettivamente a 450 e 550, le altre poco sopra i 200 quindi le ho buttate.

Man mano faccio un "test" di tutte le batterie con il mio La Crosse RS900, se la capacità è bassa provo con il refresh, così so cosa devo buttare e cosa no.

marchigiano 24-11-2009 12:55

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 29803444)
Ora caricando con correnti moderate, prossime a quelle che mi ritrovo sui caricatori Sanyo per le Eneloop, il LaCrosse mi carica meglio le batterie ed ottengo i valori in mA/h più elevati.

quindi le carichi a varie velocità, 200-500-700 ecc... poi le scarichi a che velocità?

inoltre sarebbe bene aspettare 24h dalla carica perchè scaricandole prima l'energia erogata è superiore a causa dello stato di sovraccarica del catodo

per la cronaca quando carico le duracell 2650 nel lacrosse arrivo a 2880-2930mAh erogati dal caricatore (-10% effettivi), carica a 1800mA e appena tiepide a fine carica

hc900 24-11-2009 15:18

Controlli vari sulle batterie
 
Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29813260)
quindi le carichi a varie velocità, 200-500-700 ecc... poi le scarichi a che velocità?

AA-Stilo a 350mA

AAA-Ministilo a 250mA
Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29813260)
inoltre sarebbe bene aspettare 24h dalla carica perchè scaricandole prima l'energia erogata è superiore a causa dello stato di sovraccarica del catodo

Più che sovraccarica mi sembra un surriscaldamento, con modifica del valore della resistenza serie (Rs), me ne accorgo quando cessa questo surriscaldamento (dopo 1 ora circa si scende dai 50 gradi Celsius ai 26 gradi) perchè la tensione della batteria si abbassa di qualche decina di mV (verifica fatta con un tester esterno) nonostante ci sia la corrente di mantenimento in gioco (trickle) a contrastare l'autoscarica fisiologica della batteria.

Ma i 50 gradi Celsius (verificati con un termometro digitale a termocoppia) si raggiungono facilmente con la ricarica a 1000mA ed oltre, invece restando a correnti più basse le batterie sono meno calde, quindi in condizioni termiche più normali.

Questa prova con tester e termometro l'ho rifatta anche sul caricatore Tronic KH980 che erogava 1050mA verso 4 batterie Tronic formato torcia da 4500mA/h.
Anche con batterie robuste ricaricate a 0,23C il calore fa un certo effetto.


Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29813260)
per la cronaca quando carico le duracell 2650 nel lacrosse arrivo a 2880-2930mAh erogati dal caricatore (-10% effettivi), carica a 1800mA e appena tiepide a fine carica

Interessante la valutazione della corrente erogata che permette di valutare le perdite dovute alla Rs e alla reale tenuta energetica della batteria, dovrei fare delle prove in tal senso (con le SBS gialle AAA da 800mA/h era stata erogata dal caricabatterie una corrente prossima ai 1000mA/h per ricavarne solo 220mA/h, decisamente era una batteria inutilizzabile).

hc900 24-11-2009 16:38

Batterie specifiche per Cordless
 
Quote:

Originariamente inviato da metrino (Messaggio 29809397)
Idem con le Panasonic AAA da 750 mAh nominali.
Il telefono cordless le ha "bruciate", due sono tornate rispettivamente a 450 e 550, le altre poco sopra i 200 quindi le ho buttate.

Dal catalogo Ansmann ci sono batterie per tutte le esigenze, addirittura una ministilo per telefoni cordless.
Se la commercializzano ci sarà un motivo specifico diverso dalla pubblicità?
Sarà che la ricarica a corrente costante (senza impulsi come sul LaCrosse) causa danni permanenti alle classiche batterie NiMh?

O forse è il solito motivo: un prodotto senza numeri pirotecnici (AAA da 700mA/h invece che da 1300mA/h), ma solo robustezza e affidabilità, dove la bassa corrente non è sinonimo di basso costo, quanto sinonimo di qualità adeguata allo scopo:
capacità di sopravvivere a diverse migliaia di ricariche in un anno.
(vita da Cordless :D )



Occhio al sistema di ricarica del cordless, si sa mai che si sia guastato.

metrino 24-11-2009 16:53

Il modello è KX-TCD300JT
Sul manuale dice che bisogna usare solo batterie ricaricabili (Panasonic) e che bisogna ricaricarle per 7 ore !!!:eek:

Adesso ci ho messo dentro delle GP (non recyko) che fanno egregiamente il loro mestiere.

hc900 24-11-2009 18:14

Batterie per uso Cordless
 
Il punto è il motivo per cui i fabbricanti di telefoni cordless non impiegano batterie ad alta capacità, se non altro potrebbero vantare autonomie di conversazione da record. Loro sono irremovibili.

Poi la stessa Ansmann consiglia solo una certa batteria per quel utilizzo, ma non certo la batteria di maggiore capacità. Un motivo deve esserci, che immagino sia la capacità di uscire indenne all'uso più pericoloso: mettere in ricarica il telefono dopo ogni telefonata.
Se ci pensi sono dolori per le batterie quasi cariche.

Debian-LoriX 24-11-2009 18:59

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29806742)
Come promesso ecco le foto di come ho conciato il mio LaCrosse :D

Di bello ci sono le foto ma... giusto perché sei un Nikonista, e io sono di parte :ciapet:

Dai, diciamo che devi lavorarci un po', specie perché la portata d'aria della tua ventola è BEN superiore alle piccole feritoie del LC, il rischio è che la ventola sia molto poco efficace a causa del flusso d'aria contro la plastica... la modifica di Marchigiano ha invece la ventola che è un po' piccina, ma molto ben disposta; però quello che non si vede (retroilluminazione a led, connessione ventola al pcb, ecc.) non è da tutti, anzi
:cool:

Quote:

Originariamente inviato da metrino (Messaggio 29809397)
Idem con le Panasonic AAA da 750 mAh nominali.
Il telefono cordless le ha "bruciate", due sono tornate rispettivamente a 450 e 550, le altre poco sopra i 200 quindi le ho buttate.

Quote:

Originariamente inviato da metrino (Messaggio 29817191)
Il modello è KX-TCD300JT

Ciao Metrino! Ahhh, ma il tuo è il fratello del mio (Panasonic KX-TCA130EX)!
Se guardi qualche pagina indietro, dicevo che con le normali ni-mh questo cordless aveva prestazioni ridicole; utilizzando le uniross hybrio invece, una SOLA carica (della base) dura 15 giorni :)

EDIT: dimenticavo di dire che il cordless lo metto sulla base, per ricaricare le 2AAA, solo quando c'è il segnale di batteria scarica

iron84 24-11-2009 19:50

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29818939)
Di bello ci sono le foto ma... giusto perché sei un Nikonista, e io sono di parte :ciapet:

Dai, diciamo che devi lavorarci un po', specie perché la portata d'aria della tua ventola è BEN superiore alle piccole feritoie del LC, il rischio è che la ventola sia molto poco efficace a causa del flusso d'aria contro la plastica... la modifica di Marchigiano ha invece la ventola che è un po' piccina, ma molto ben disposta; però quello che non si vede (retroilluminazione a led, connessione ventola al pcb, ecc.) non è da tutti, anzi
:cool:

Solo che io ho paura a trafficare con plastica etc. Ho paura di rovinare tutto....

Tanto forse dovrò aprirlo. Qualcuno aveva parlato di un problema coi tastini che anche premendoli non dava il comando? Perchè si era spostato qualcosa da sotto? O mi son sognato tutto?

metrino 25-11-2009 09:01

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29818939)
...
Ciao Metrino! Ahhh, ma il tuo è il fratello del mio (Panasonic KX-TCA130EX)!
Se guardi qualche pagina indietro, dicevo che con le normali ni-mh questo cordless aveva prestazioni ridicole; utilizzando le uniross hybrio invece, una SOLA carica (della base) dura 15 giorni :)

EDIT: dimenticavo di dire che il cordless lo metto sulla base, per ricaricare le 2AAA, solo quando c'è il segnale di batteria scarica

Infatti con le GP "normali" (non recyko ) la carica dura comunque una settimana, contro 1 giorno :eek: delle "sue" panasonic.
Anch'io ho avuto sempre l'accortezza di ricaricare quando le batterie sono quasi scariche.
Però mi viene il dubbio: non sarà il caso di caricare le batterie con il LC e cambiarle, invece che usare la sua base? non ho trovato info su come vengono caricate, ma la cosa strana è che pur impiegando diverse ore per caricare le batterie, verso la fine il portatile è ben caldo!

marchigiano 25-11-2009 12:41

Quote:

Originariamente inviato da hc900 (Messaggio 29816947)
un prodotto senza numeri pirotecnici (AAA da 700mA/h invece che da 1300mA/h), ma solo robustezza e affidabilità, dove la bassa corrente non è sinonimo di basso costo, quanto sinonimo di qualità adeguata allo scopo:
capacità di sopravvivere a diverse migliaia di ricariche in un anno.
(vita da Cordless :D )

infatti le batterie per cordless sono a bassa capacità appunto perchè hanno il catodo mega-sovra-dimensionato :sofico: per resistere alle trickle charge continue, alle scariche a zero, a giorni e giorni in ricarica ecc... altrimenti non sono fessi i produttori, se potevano usare le alta-capacità lo avrebbero fatto

nicola1985 25-11-2009 16:04

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29827447)
infatti le batterie per cordless sono a bassa capacità appunto perchè hanno il catodo mega-sovra-dimensionato :sofico: per resistere alle trickle charge continue, alle scariche a zero, a giorni e giorni in ricarica ecc... altrimenti non sono fessi i produttori, se potevano usare le alta-capacità lo avrebbero fatto

ma perchè i cordless non hanno alcun sistema per il rilevamento della carica?

Debian-LoriX 25-11-2009 16:17

Quote:

Originariamente inviato da iron84 (Messaggio 29819616)
Solo che io ho paura a trafficare con plastica etc. Ho paura di rovinare tutto....

La plastica si lavora benissimo, basta un utensile affilato e la scavi come il burro :D
Prima di operare però, specie su apparecchiature elettroniche, fatti un progettino
:)

Quote:

Originariamente inviato da metrino (Messaggio 29824506)
Però mi viene il dubbio: non sarà il caso di caricare le batterie con il LC e cambiarle, invece che usare la sua base?

Perché no, dipende dal tempo che hai tu... io tra lavoro, famiglia e studi non ho tempo per star lì a caricare sempre le batterie, anche se fosse solo una volta la settimana! :doh:

iron84 25-11-2009 16:55

Quote:

Originariamente inviato da Debian-LoriX (Messaggio 29831121)
La plastica si lavora benissimo, basta un utensile affilato e la scavi come il burro :D
Prima di operare però, specie su apparecchiature elettroniche, fatti un progettino
:)

Sì, io alla fine aprirei solo un po la plastica, non andrei a far saldature o comunque toccare dentro.

Quindi sì, a me basta il disegno su come dovrei tagliare la plastica senza che vi siano cedimenti.

JCD's back 25-11-2009 17:24

forse è già stato detto, ma volendo si potrebbe aprire il LaCrosse e montare, sui vari chip/mosfet/quellochesono, dei piccoli dissipatori + pasta termica (ammesso che ci sia lo spazio per farlo); in questo modo il calore verrebbe smaltito più velocemente ed efficacemente

marchigiano 26-11-2009 12:57

Quote:

Originariamente inviato da nicola1985 (Messaggio 29830920)
ma perchè i cordless non hanno alcun sistema per il rilevamento della carica?

quelli economici no, infatti se prendi un cordless con batteria al li-ion il prezzo schizza subito in alto e comunque sia anche questi hanno un sistema di ricarica ben lontano dall'ideale...

Quote:

Originariamente inviato da JCD's back (Messaggio 29832193)
forse è già stato detto, ma volendo si potrebbe aprire il LaCrosse e montare, sui vari chip/mosfet/quellochesono, dei piccoli dissipatori + pasta termica (ammesso che ci sia lo spazio per farlo); in questo modo il calore verrebbe smaltito più velocemente ed efficacemente

ma non serve... ho fatto il foro sotto la ventola e quella basta e avanza a raffreddare tutto, è nato come passivo ed è dimensionato per funzionare così. al massimo una ventola più grande della mia... 50-70mm massimo

nicola1985 26-11-2009 13:44

Quote:

Originariamente inviato da marchigiano (Messaggio 29842761)
quelli economici no, infatti se prendi un cordless con batteria al li-ion il prezzo schizza subito in alto e comunque sia anche questi hanno un sistema di ricarica ben lontano dall'ideale...



ma non serve... ho fatto il foro sotto la ventola e quella basta e avanza a raffreddare tutto, è nato come passivo ed è dimensionato per funzionare così. al massimo una ventola più grande della mia... 50-70mm massimo

io vedo che il mio cordless( Brondi ) le tacche della batteria che si muovono se la batteria è scarica mentre restano ferme se inserisco una batteria carica...

per il lacrosse io ho preso una ventola da 70mm sto aspettando che mi arrivi!!


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 03:46.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.