Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Scuola, lavoro e diritto (forum chiuso) (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=92)
-   -   Lavorare all'estero, ma conviene? (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1270973)


francesco25 10-09-2006 19:40

Quote:

Originariamente inviato da Xiaoma
Stavo dimenticando di darti i contatti... :)

Prova a mandare il CV a questi:

Bruce Murray Recruitment
info@brucemurray.co.uk

e dai un occhiata anche a questi:

www.s1jobs.com

Denholm Associates (specializzato in Marketing)
www.denholmassociates.com


siti simili per london? :)

A.L.M. 10-09-2006 22:45

Quote:

Originariamente inviato da MSciglio
425 :)

Non capisco perche' tutti si ostinano a parlare di grosse metropoli quando esce il discorso lavorare all'estero. Il mondo e' grande e offre tante opportunita' :)

Quote:

Originariamente inviato da Iluccia
scusatemi ma l'Inghilterra non è fatta solo di Londra, non è che se non vai lì devi andare in Scozia o in Irlanda, semplicemente si può scegliere una meta inglese meno "farcita" di turisti e lavoratori stranieri...

Parlo per il mio caso, ossia l'UK.
Perchè Londra da sola produce con tutta probabilità più di un quinto di tutto il PIL del Regno Unito (la sola City più del 5%, se non sbaglio, e Canary Wharf, dove lavoro, un paio di punti di PIL li fa di sicuro, forse anche più).
Non solo, ma è anche la città più ricca d'Europa per PIL pro-capite (e ci credo ciecamente, data la quantità industriale di auto sportive che circolano, l'altro giorno ho visto una Bugatti Veyron...).
Dipende molto dall'ambito nel quale si vuole lavorare, ma certamente di solito chi assume personale specialzzato in marketing qui non ha la sede nello Yorkshire... :D

@Mauro80:
Come altri mi pare abbiano già detto, il problema è che per vivere bene a Londra (lo stesso discorso vale anche per le altre città supercare, come New York e Tokio) si deve guadagnare molto, altrimenti la qualità della vita può diventare molto bassa. Dipende poi da quanto guadagni subito, da quanto puoi guadagnare in prospettiva, ecc...
A parere mio, per vivere decentemente a Londra da giovane neoassunto devi prendere almeno un 1300-1400 sterline al mese, altrimenti rischi di dover fare grossi sacrifici. A spanne direi che il costo della vita qui è in media il 50% più alto che in Italia, in pratica è come se 1€=1£.
Ci sono cose che costano addirittura poco (i medicinali, anche 3 o 4 volte in meno) ed altre molto più care del 50%, come l'abbonamento in metro (io pago 85 sterline circa al mese per zona 1 e 2, per un servizio che fa schifo, peraltro :cry: ).
Le case sono poi un problema a parte, in certe zone si toccano prezzi ridicoli: a Chelsea i prezzi toccano anche i 60000 £ al mese (non ho sbagliato il numero di zeri, ovviamente per un casa grande ma non enorme, credo non più di 300 mq). L'acquisto lo trovo allo stesso modo improponibile.
Secondo me si vive (da soli, senza condividere) in case decenti in zone decenti/carine a partire dalle 700-800 sterline in su.
Se si condivide, con le 800 sterline di cui sopra si può già vivere a South Kensington o a Chelsea in appartamenti carini.
Per potersi permettere case del genere il reddito deve essere di almeno 1800-2000 sterle al mese.
Un alternativa cheap può essere l'abitare nella prima cintura di Londra, i tempi di commuting possono essere anche minori che abitando in Londra, ma ci si perde il nightlife londinese, che è uno dei plus di Londra.

Se avete altre domande a proposito della vita a Londra, chiedete pure. ;)

Mauro80 10-09-2006 23:42

Quote:

Originariamente inviato da A.L.M.
Parlo per il mio caso, ossia l'UK.
Perchè Londra da sola produce con tutta probabilità più di un quinto di tutto il PIL del Regno Unito (la sola City più del 5%, se non sbaglio, e Canary Wharf, dove lavoro, un paio di punti di PIL li fa di sicuro, forse anche più).
Non solo, ma è anche la città più ricca d'Europa per PIL pro-capite (e ci credo ciecamente, data la quantità industriale di auto sportive che circolano, l'altro giorno ho visto una Bugatti Veyron...).
Dipende molto dall'ambito nel quale si vuole lavorare, ma certamente di solito chi assume personale specialzzato in marketing qui non ha la sede nello Yorkshire... :D

@Mauro80:
Come altri mi pare abbiano già detto, il problema è che per vivere bene a Londra (lo stesso discorso vale anche per le altre città supercare, come New York e Tokio) si deve guadagnare molto, altrimenti la qualità della vita può diventare molto bassa. Dipende poi da quanto guadagni subito, da quanto puoi guadagnare in prospettiva, ecc...
A parere mio, per vivere decentemente a Londra da giovane neoassunto devi prendere almeno un 1300-1400 sterline al mese, altrimenti rischi di dover fare grossi sacrifici. A spanne direi che il costo della vita qui è in media il 50% più alto che in Italia, in pratica è come se 1€=1£.
Ci sono cose che costano addirittura poco (i medicinali, anche 3 o 4 volte in meno) ed altre molto più care del 50%, come l'abbonamento in metro (io pago 85 sterline circa al mese per zona 1 e 2, per un servizio che fa schifo, peraltro :cry: ).
Le case sono poi un problema a parte, in certe zone si toccano prezzi ridicoli: a Chelsea i prezzi toccano anche i 60000 £ al mese (non ho sbagliato il numero di zeri, ovviamente per un casa grande ma non enorme, credo non più di 300 mq). L'acquisto lo trovo allo stesso modo improponibile.
Secondo me si vive (da soli, senza condividere) in case decenti in zone decenti/carine a partire dalle 700-800 sterline in su.
Se si condivide, con le 800 sterline di cui sopra si può già vivere a South Kensington o a Chelsea in appartamenti carini.
Per potersi permettere case del genere il reddito deve essere di almeno 1800-2000 sterle al mese.
Un alternativa cheap può essere l'abitare nella prima cintura di Londra, i tempi di commuting possono essere anche minori che abitando in Londra, ma ci si perde il nightlife londinese, che è uno dei plus di Londra.

Se avete altre domande a proposito della vita a Londra, chiedete pure. ;)

Grazie ALM

ci permetti d'imparare molto riguardo Londra.
Il mio obiettivo è quello di accumulare soldi ora come ora,per cui se Londra dev'essere, prefrirei spendere il meno possibile.
La condivisione è fattibile? si trovano facilente anunci con persone che vogliono condividere appartamenti?
Perché se scegliessi la prima cintura dovrei sacrificare la vita notturna? il centro non è raggiungibile coi mezzi?

frussi 11-09-2006 16:47

Io studio lingue, a dicembre mi laureo e vorrei andare a Londra per 6 mesi..troverò lavoro decente nell'ambito delle lingue.
Avete altri posti da consigliarmi?
tnx:)

pippo76 11-09-2006 16:56

Quote:

Originariamente inviato da frussi
Io studio lingue, a dicembre mi laureo e vorrei andare a Londra per 6 mesi..troverò lavoro decente nell'ambito delle lingue.
Avete altri posti da consigliarmi?
tnx:)

ciao!!
siete tornati!
allora come è andata?

scusa pe ril ritardo nella e-mail :)

frussi 11-09-2006 18:04

ciao!!
Si, siamo tornati,siamostati 3 giorni a Londra e poi siamo andati in Norvegia..Il primo giorno in metro avevo paurissima..:D
ed abbiamo scoperto che la norvegia è più cara di Londra :muro: :mc:

cmq non ti preoccupare per il ritardo.. :)

pippo76 12-09-2006 08:40

Quote:

Originariamente inviato da frussi
ciao!!
Si, siamo tornati,siamostati 3 giorni a Londra e poi siamo andati in Norvegia..Il primo giorno in metro avevo paurissima..:D
ed abbiamo scoperto che la norvegia è più cara di Londra :muro: :mc:

cmq non ti preoccupare per il ritardo.. :)

credevo vi foste fermati tutto il tempo a Londra!??!? :confused:

dnarod 12-09-2006 10:11

Quote:

Al primo che mi dice...ma cosa ci vuole a stirare una camicia...vuol dire che non l'ha mai fatto.
lol ma come...guarda che non è difficile, lo so fare dalle medie :|

plutus 12-09-2006 10:18

Quote:

Originariamente inviato da MrBaba75
Avevi paura di attentati nella metrò o ti faceva impressione entrare nelle gallerie?

a settembre 2001 a parigi nel metro l'aria era pesante, te l'assicuro...

gpc 12-09-2006 10:37

Quote:

Originariamente inviato da plutus
a settembre 2001 a parigi nel metro l'aria era pesante, te l'assicuro...

Io sono andato in america nel 2002 e il clima era pesante, molto più pesante, rispetto a prima del 2001. Lo sentivi proprio nell'atmosfera che molte cose erano cambiate... e devo dire, andare sui grattacieli faceva tutto un altro effetto. Io ero stato due volte sulle torri gemelle, andare poi sulla Sears Tower di Chicago non dico che richiedesse una buona dose di coraggio, ma vedere gli aerei arrivare e partire dall'aereoporto della città faceva impressione.

pippo76 12-09-2006 10:53

Quote:

Originariamente inviato da plutus
a settembre 2001 a parigi nel metro l'aria era pesante, te l'assicuro...

sinceramente a Londra non ho notato nulla.

frussi 12-09-2006 12:26

Quote:

Originariamente inviato da MrBaba75
Avevi paura di attentati nella metrò o ti faceva impressione entrare nelle gallerie?


Che gallerie?? :help: no avevo paura degli attentati..sono un pò paranoica :muro: :mc:

no comunque non mi sembrava che l'aria fosse pesante..erano tutti tranquilli tranne me...ed era proprio quello che mi preoccupava..
Mi spiego,all'aereoporto ci sono tantissime misure contro il terrorismo e fanno tantiissimi controlli e quindi ero più tranquilla ma in metro se uno si vuol far saltare con un esplosivo liquido chi se ne accorge? :muro:

frussi 12-09-2006 13:17

Quote:

Originariamente inviato da MrBaba75
Hai anche ragione però se viviamo nella paura non ci muoviamo più di casa. Odio l' aereo ma l' ho preso per andare in vacanza

be anch'io ne ho presi 4 per andare in vacanza e ti dirò ero più tranquilla a Londra all'aereoporto che a Pisa visto i controlli che NON fanno..per non parlare ad Haugesund..Fossi un terrorista andrei a prendere l'aereo in uno di questi 2 aereoporti..anche se ti vedessero con un pacco sospetto in mano non penserebbero mai ad un terrorista.. :muro:

Mauro80 12-09-2006 21:12

si sta andando un pò OT... eviterei di "inquinare" il thread

fabio80 12-09-2006 21:23

http://engineering.monster.it/5402_it_p1.asp

sotto il profilo economico quindi direi che paga, c'è però da quantificare quanto pesi il fatto di mollare tutto e trasferirsi in un posto che giocoforza non è come stare a casa

ad ogni modo a me spaventa l'evoluzione delle cose in italia, spaventa la situazione economica, la deindustrializzazione in atto a favore di sti presunti servizi del cazzo ( ma a chi servono poi se non ci sono aziende? o vogliamo trasformarci in un paese di banchieri? ma siamo seri...), il fatto che se si lavora in ufficiio tecnico si prenda x e se si sta nel marketing 2x solo per il fatto di non essere dei tecnici, mi spaventa lo stato sociale e il welfare italiano che sta collassando sotto l'aznianità del paese e va a gravare su giovani che se va bene campano da progetto a progetto...

insomma, non è che mi esalti l'idea di fare le valigie per l'ignoto, ma nemmeno mi rassicura restare qua. quindi devo prima vedere come tira il vento. se le rpspettive sono una vita di lacrime sangue stenti e sacrifici, beh fanculo, mandatevelo avanti da soli sto paese che le mie tasse se le beccheranno altri nella UE :doh:

http://primolavoro.monster.it/10521_it_p1.asp

scusate ma che tristezza...

fabio80 12-09-2006 22:14

Quote:

Originariamente inviato da MrBaba75
Ci sono passato anch'io, solo che ne guadagnavo molto meno :muro: L' ultima paga quasi 2,000 euro compresi di straordini. Non è male. Mi reputo fortunato ma ancora non mi basta per vivere bene.
Dovrei trovare una donna con la mia stessa paga per potermi comprare casa.
Un appartamento decoroso, nella mia zona, costa 250.000 euro e per pagare 250.000 in 25 anni mi chiederebbero oltre 1.000 euro di mutuo. Come farei vivere con meno di 1000 euro al netto del mutuo? :rolleyes:


guarda secondo me è bene stare alla larga dai posti tecnici... vuol dire tradire le proprie aspirazioni ma in qualche modo si deve campare....

plutus 12-09-2006 22:18

Quote:

Originariamente inviato da fabio80
guarda secondo me è bene stare alla larga dai posti tecnici...

dipende da cosa sai fare...se riesci a "differenziarti" ti cercano e ti pagano...

plutus 12-09-2006 22:20

altra cosa..invece di fare "filosofia"..agite: alla vostra età (..26 anni, no?) ero già da un po' all'estero..

fabio80 12-09-2006 22:22

Quote:

Originariamente inviato da plutus
altra cosa..invece di fare "filosofia"..agite: alla vostra età (..26 anni, no?) ero già da un po' all'estero..


sono in ritardo col mondo, ho iniziato un anno dopo, manca tesi e la farò in azienda... poi si vedrà

plutus 12-09-2006 22:23

Quote:

Originariamente inviato da fabio80
sono in ritardo col mondo, ho iniziato un anno dopo, manca tesi e la farò in azienda... poi si vedrà

se vuoi veramente partire, cerca di farti dei contatti..tramite qualche prof, tramite l'azienda dove farai lo stage...in qualunque modo


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 12:37.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.