Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Apple - Hardware (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=109)
-   -   Apple silicon. Idee opinioni eccetera (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2916022)


*sasha ITALIA* 25-06-2020 16:41

Un ex ingegnere Intel confessa: "Skylake un disastro. Apple continuava a segnalarci bug". I motivi di un divorzio

Un ex ingegnere capo di Intel ha detto che il motivo per cui Apple ha abbandonato i processori Intel per concentrarsi su quelli fatti in casa con architettura ARM è da attribuire alla scarsa garanzia di qualità dei processori Skylake.

Il nome dell’ex ingegnere è François Piednoël, che ha curiosamente scelto di fare queste rivelazioni in un video YouTube nel quale sta pilotando un aereo Fouga all'interno del simulatore di volo X-Plane.


La notizia è ormai sulla bocca di tutti e ha già fatto storia. Durante la WWDC 2020, Apple ha annunciato la famiglia di chip Apple Silicon, con la quale intende sostituire i chip Intel nei prossimi MacBook in uscita. I Silicon saranno processori fatti in casa da Apple sfruttando l’architettura ARM_64.

Piednoël ha lasciato Intel nel 2017 e si è tolto qualche sassolino dalla scarpa solo adesso. È impossibile conoscere tutti i retroscena del suo abbandono, quindi non si può sapere se la sua scelta è figlia anche di attriti personali che hanno condotto a questa rivelazione.

Nonostante le dovute premesse, le parole di Piednoël sono comunque sufficientemente chiare. "La garanzia di qualità di Skylake è stata più di un problema" ha detto l’ex ingegnere nel video.

“È stata anormalmente negativa” ha continuato a spiegare. “Fondamentalmente, i nostri amici della Apple sono diventati il numero uno nello scoprire i problemi dell'architettura. E le cose sono andate davvero, davvero male.”

“Quando il tuo cliente inizia a trovare quasi la stessa quantità di bug che hai trovato tu, significa che non stai andando nella direzione giusta” ha detto Piednoël con un po’ di imbarazzo.

Secondo Piednoël, “questo è stato il punto di flessione” Cioè quando i “ragazzi della Apple che stavano pensando di cambiare si sono detti ‘be’, probabilmente dovremmo farlo’” Quindi, ha continuato l’ex ingegnere: “la scarsa garanzia di qualità di Skylake è responsabile del fatto che Apple si sia allontanata dalla piattaforma” Intel.

Apple ha accolto l’architettura di dodicesima generazione di processori Intel chiamata Skylake Core M all’interno della linea di laptop MacBook nel 2016. Nel 2017 Apple è poi passata a Kaby Lake ed è possibile che Piednoël abbia contribuito all’ingegnerizzazione anche di questa generazione di chip, dato che poi avrebbe lasciato Intel lo stesso anno.

La decisione di abbandonare Intel da parte di Apple, invece, è maturata probabilmente tra il 2015 e il 2016, periodo in cui deve essersi accorta della flessione della garanzia di qualità da parte di Intel, che l’ha portata nel 2020 ad annunciare i processori Apple Silicon basati su ARM.

DjLode 25-06-2020 16:42

Era semplice curiosità la mia, per sapere il punto di partenza... ovviamente non con benchmark a caso ma ad esempio qualcosa inerente alla compilazione o anche solo un SuperPI (non so neanche se si usa ancora). Giusto per capire a che livello siamo con un sistema operativo che non sia iOS

AlexSwitch 25-06-2020 17:19

Quote:

Originariamente inviato da *sasha ITALIA* (Messaggio 46852330)
Un ex ingegnere Intel confessa: "Skylake un disastro. Apple continuava a segnalarci bug". I motivi di un divorzio

- CUT -

Io credo che il passaggio ad Apple Silicon sia piuttosto un concorso tra Intel ed Apple stessa.
Intel non tanto per la scarsa qualità delle CPU Skylake ma piuttosto per il fatto di non essere ( ancora ) riuscita a fornire delle CPU con un rapporto prestazioni/WATT/TDP contenuto entro un certo range. Ovvero gli arcinoti intoppi di cambio del processo produttivo. Anche i bug di sicurezza nei processi speculativi con le relative mitigazioni avranno avuto il loro peso, dato che sono andati ad intaccare ulteriormente le prestazioni per WATT usato.
Da parte Apple c'è il problema ( con le CPU x86 di Intel ) del suo design estremo che non permette una sufficiente ventilazione di CPU e, dove presente, GPU discreta.
D'altronde la storia di Apple insegna che nel 2005 Jobs si convinse al passaggio verso x86 a causa delle grosse difficoltà di avere i G5 per i PowerBook Pro ( mai arrivati ) e a tenere sotto controllo i consumi di queste CPU ( i G5 e le ultime versioni dei G4 desktop erano dei veri e propri forni ). Per non parlare poi delle prestazioni in confronto a quelle delle CPU Intel a loro contemporanee. Un semplice Core Duo a 1.80 Ghz era letteralmente esuberante nei confronti di un G5 ( PPC 970Fx ) cloccato a più di 2 Ghz.

Max(IT) 25-06-2020 17:22

Quote:

Originariamente inviato da DjLode (Messaggio 46852331)
Era semplice curiosità la mia, per sapere il punto di partenza... ovviamente non con benchmark a caso ma ad esempio qualcosa inerente alla compilazione o anche solo un SuperPI (non so neanche se si usa ancora). Giusto per capire a che livello siamo con un sistema operativo che non sia iOS

La curiosità è anche mia, sia chiaro.
A12Z nei pochi benchmark cross platform che esistono come Geekbench, non sfigura contro un i7 per notebook, il che è impressionante se pensiamo ad un TDP inferiore ai 5W contro i 45W (con punte di 60W) della cpu Intel.
Ora i bench cross platform non dicono MAI tutta la storia, ma un indicazione su certi ambiti la possono fornire.
Un ipotetico “A20” con TDP 25W a cosa arriverebbe ?
Ed in un iMac , dove un TDP di 65W non è impensabile, a che livello di prestazioni arriveremmo ?
Naturalmente bisogna vedere come scala l’architettura Apple, ma il futuro è eccitante.

Max(IT) 25-06-2020 17:27

Quote:

Originariamente inviato da AlexSwitch (Messaggio 46852384)
Io credo che il passaggio ad Apple Silicon sia piuttosto un concorso tra Intel ed Apple stessa.
Intel non tanto per la scarsa qualità delle CPU Skylake ma piuttosto per il fatto di non essere ( ancora ) riuscita a fornire delle CPU con un rapporto prestazioni/WATT/TDP contenuto entro un certo range. Ovvero gli arcinoti intoppi di cambio del processo produttivo. Anche i bug di sicurezza nei processi speculativi con le relative mitigazioni avranno avuto il loro peso, dato che sono andati ad intaccare ulteriormente le prestazioni per WATT usato.
Da parte Apple c'è il problema ( con le CPU x86 di Intel ) del suo design estremo che non permette una sufficiente ventilazione di CPU e, dove presente, GPU discreta.
D'altronde la storia di Apple insegna che nel 2005 Jobs si convinse al passaggio verso x86 a causa delle grosse difficoltà di avere i G5 per i PowerBook Pro ( mai arrivati ) e a tenere sotto controllo i consumi di queste CPU ( i G5 e le ultime versioni dei G4 desktop erano dei veri e propri forni ). Per non parlare poi delle prestazioni in confronto a quelle delle CPU Intel a loro contemporanee. Un semplice Core Duo a 1.80 Ghz era letteralmente esuberante nei confronti di un G5 ( PPC 970Fx ) cloccato a più di 2 Ghz.

È in effetti la storia che si ripete: quello che fece passare Apple ad Intel oggi la sta facendo abbandonare Intel.
Naturalmente la questione è un po’ più complessa di così (allora Apple non era in grado di sviluppare CPU da sola), ma Intel piangerà lacrime amare se perde un simile cliente.

AlexSwitch 25-06-2020 17:36

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46852389)
La curiosità è anche mia, sia chiaro.
A12Z nei pochi benchmark cross platform che esistono come Geekbench, non sfigura contro un i7 per notebook, il che è impressionante se pensiamo ad un TDP inferiore ai 5W contro i 45W (con punte di 60W) della cpu Intel.
Ora i bench cross platform non dicono MAI tutta la storia, ma un indicazione su certi ambiti la possono fornire.
Un ipotetico “A20” con TDP 25W a cosa arriverebbe ?
Ed in un iMac , dove un TDP di 65W non è impensabile, a che livello di prestazioni arriveremmo ?
Naturalmente bisogna vedere come scala l’architettura Apple, ma il futuro è eccitante.

Dipende da quanto sarà sottile il nuovo iMac Apple Silicon... ;)

Max(IT) 25-06-2020 17:38

Quote:

Originariamente inviato da AlexSwitch (Messaggio 46852413)
Dipende da quanto sarà sottile il nuovo iMac Apple Silicon... ;)

Dopo la dipartita di Ive, spero che abbiano abbandonato certe sciocche idee :p
La foto sopra di quel “iPad Pro gigante con stand” mi mette i brividi :stordita:

megamitch 25-06-2020 18:25

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46852308)
forse per il TUO uso "home".
A casa mia home vuole dire foto da ritoccare, video 4K da editare, grosse librerie musicali da gestire... sotto un i5 6 core non andrei MAI.

Gestire le grosse librerie musicali lo fai con un celeron, ma lasciamo perdere. Sicuramente lo potrai fare anche con questi nuovi SOC.

La cosa che a me continua a lasciare perplesso è il software.

Davvero pensano di usare le applicazioni scritte per ipad sui mac? Perché nulla mi toglie dalla testa che la convergenza su ARM la vogliono fare per sfruttare App Store di iOS. Ma app pensate per uso con le dita delle mani dovranno essere adattate

grayfox_89 25-06-2020 20:00

https://www.youtube.com/watch?v=Y52cGxt3GgM&t=864s
Punto di vista decisamente più competente del mio. Lui, seguendo il mio stesso ragionamento, ipotizza 2 major release per sistemi intel. Da una parte mi dispiace un pò, ma sono decisamente eccitato dall'idea di questi ARM, e anche i quattro spicci investiti sul titolo AAPL lo sono :D

Max(IT) 25-06-2020 23:13

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46852501)
Gestire le grosse librerie musicali lo fai con un celeron, ma lasciamo perdere.

oh certo, per chi è abituato ad usare vecchiume non lo dubito...
A casa mia invece con il Celeron non ci gestisco neppure il microonde.
È evidente che Apple le CPU classe Celeron non le ha mai considerate idonee ad un esperienza utente decente.

Per il software dove avresti letto che si tratterà solo delle app di iOS ???
Hanno fornito agli sviluppatori dei Mac Mini proprio per questo.

naturalmente la UI delle app iOS non è idonea ad un Mac.

Quote:

Originariamente inviato da grayfox_89 (Messaggio 46852652)
https://www.youtube.com/watch?v=Y52cGxt3GgM&t=864s
Punto di vista decisamente più competente del mio. Lui, seguendo il mio stesso ragionamento, ipotizza 2 major release per sistemi intel. Da una parte mi dispiace un pò, ma sono decisamente eccitato dall'idea di questi ARM, e anche i quattro spicci investiti sul titolo AAPL lo sono :D

competente o meno, è presto per dirlo. Ci sono diversi scenari possibili, tutti realistici.
Dipende da che cosa sarà in grado di sfornare Apple in termini di capacità di calcolo.
Se si allineano su standard bassi "tanto va bene per tutti" per me possono restare sugli scaffali.

Come dicevo sopra, io non voglio un grosso iPad con lo stand di metallo.

megamitch 25-06-2020 23:31

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46852954)
oh certo, per chi è abituato ad usare vecchiume non lo dubito...
A casa mia invece con il Celeron non ci gestisco neppure il microonde.
È evidente che Apple le CPU classe Celeron non le ha mai considerate idonee ad un esperienza utente decente.

Adesso va bene tutto ma venire a raccontare che ti servono 6 core per gestire una libreria musicale è una sparata tanto per darmi contro.

In ogni caso come ho già scritto una libreria musicale la gestisce un celeron per cui anche questo processori ARM non avranno problemi.

Per il discorso applicazioni Arm, che senso ha usare gli stessi processori di iphone e ipad se non per far convergere lo store di iOS su mac ?

Tra l'altro dove avrei scritto SOLO le app di iOS ? Mai detto.

DjLode 26-06-2020 08:19

Quote:

Originariamente inviato da megamitch (Messaggio 46852968)
Adesso va bene tutto ma venire a raccontare che ti servono 6 core per gestire una libreria musicale è una sparata tanto per darmi contro.

Prova ad usare un Celeron e una qualunque app per dj (Traktor, Djuced o Virtual Dj), vedrai che non ci sta dietro, creando artefatti sonori e perdendo battute, oppure introducendo delay tra i comandi impartiti, e quando lo usi in tempo reale, se hai l'orecchio te ne accorgi. E' solo un esempio ovviamente.

ciciolo1974 26-06-2020 08:21

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46852954)
oh certo, per chi è abituato ad usare vecchiume non lo dubito...
A casa mia invece con il Celeron non ci gestisco neppure il microonde.
È evidente che Apple le CPU classe Celeron non le ha mai considerate idonee ad un esperienza utente decente.

Per il software dove avresti letto che si tratterà solo delle app di iOS ???
Hanno fornito agli sviluppatori dei Mac Mini proprio per questo.

naturalmente la UI delle app iOS non è idonea ad un Mac.



competente o meno, è presto per dirlo. Ci sono diversi scenari possibili, tutti realistici.
Dipende da che cosa sarà in grado di sfornare Apple in termini di capacità di calcolo.
Se si allineano su standard bassi "tanto va bene per tutti" per me possono restare sugli scaffali.

Come dicevo sopra, io non voglio un grosso iPad con lo stand di metallo.

Se poi lo stand te lo fanno pagare 1000€ poi...

megamitch 26-06-2020 08:25

Quote:

Originariamente inviato da DjLode (Messaggio 46853106)
Prova ad usare un Celeron e una qualunque app per dj (Traktor, Djuced o Virtual Dj), vedrai che non ci sta dietro, creando artefatti sonori e perdendo battute, oppure introducendo delay tra i comandi impartiti, e quando lo usi in tempo reale, se hai l'orecchio te ne accorgi. E' solo un esempio ovviamente.

Si parlava di gestire librerie musicali non di usare applicazioni per DJ né di fare musica.

Se entriamo nello specifico caso di fare attività di dj o di creare musica è diverso. Ma non avrei descritto questa attività con "gestire librerie musicali ". Io con questa espressione intendo ascolto.

Phoenix Fire 26-06-2020 09:11

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46852415)
Dopo la dipartita di Ive, spero che abbiano abbandonato certe sciocche idee :p
La foto sopra di quel “iPad Pro gigante con stand” mi mette i brividi :stordita:

quindi non ho gioito solo io quando ho letto l'annuncio :D

Max(IT) 26-06-2020 14:05

Quote:

Originariamente inviato da DjLode (Messaggio 46853106)
Prova ad usare un Celeron e una qualunque app per dj (Traktor, Djuced o Virtual Dj), vedrai che non ci sta dietro, creando artefatti sonori e perdendo battute, oppure introducendo delay tra i comandi impartiti, e quando lo usi in tempo reale, se hai l'orecchio te ne accorgi. E' solo un esempio ovviamente.

Basta il più semplice GarageBand a mettere in crisi un computer sbilanciato.

Quote:

Originariamente inviato da Phoenix Fire (Messaggio 46853180)
quindi non ho gioito solo io quando ho letto l'annuncio :D

Macché... Ive ha condizionato molte scelte tecniche di Apple per il solo gusto estetico. Ottimo, per carità, ma quando poi ti trovi prodotti limitati per il suo design, ti girano.

Phoenix Fire 26-06-2020 16:13

Quote:

Originariamente inviato da Max(IT) (Messaggio 46853762)
Basta il più semplice GarageBand a mettere in crisi un computer sbilanciato.



Macché... Ive ha condizionato molte scelte tecniche di Apple per il solo gusto estetico. Ottimo, per carità, ma quando poi ti trovi prodotti limitati per il suo design, ti girano.

infatti appena se ne è andato, hanno fatto il MacBook da 16" che ha risolti praticamente tutti i problemi che aveva il 15", chissà perchè

Max(IT) 26-06-2020 16:28

Quote:

Originariamente inviato da Phoenix Fire (Messaggio 46854020)
infatti appena se ne è andato, hanno fatto il MacBook da 16" che ha risolti praticamente tutti i problemi che aveva il 15", chissà perchè

beh... RAM saldata, SSD pure, inutilmente sottile con limiti di TDP... no, non ha risolto i suoi limiti di design, ma senza dubbio è meglio del precedente 15".

twistdh 26-06-2020 17:01

Sull’inutilmente sottile non concordo...è un portatile e deve essere prima di tutto un portatile. Deve quindi essere sottile e leggero il più possibile :)
Basta migliorare il sistema di raffreddamento e, se proprio è necessario, inspessire leggermente come hanno fatto sul 16...ma più spesso di così anche no.

!fazz 26-06-2020 17:18

Quote:

Originariamente inviato da twistdh (Messaggio 46854088)
Sull’inutilmente sottile non concordo...è un portatile e deve essere prima di tutto un portatile. Deve quindi essere sottile e leggero il più possibile :)
Basta migliorare il sistema di raffreddamento e, se proprio è necessario, inspessire leggermente come hanno fatto sul 16...ma più spesso di così anche no.

ma anche no un portatile non è una piadina, mezzo cm di spessore non cambia nulla ne nell'usabilità ne nella trasportabilità ma per il raffreddamento è una manna non per niente le ws portatili sono mediamente più spesse di un portatile da basso carico di lavoro


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 02:20.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.