Hardware Upgrade Forum

Hardware Upgrade Forum (https://www.hwupgrade.it/forum/index.php)
-   Altre discussioni sull'informatica (https://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=8)
-   -   Guida Allo U.P.S. (https://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1459150)


Hitto 23-08-2018 09:30

Quote:

Originariamente inviato da techsaskia (Messaggio 45712482)
i BackUPS di APC sono talmente scarsi che non bisogna disturbare la serie smart di Cyberpower per prendere qualcosa di meglio...
basta un CP1500EPFCLCD sempre di Cyberpower.

Buon modello.

Non fa neppure a cazzotti col PFC attivo il quale, ricordiamolo, è ormai presente nel 99% degli alimentatori in commercio.

Molti utenti non capiscono che PFC attivo ed UPS ordinari spesso non vanno d'accordo, ricordiamolo per la seconda volta.

Ho avuto a che fare con alcuni utenti che ignorano questa cosa arrivando a cambiare mezza configurazione davanti a problemi riconducibili al fatto che PFC + UPS = sconsigliato.

Si arriva dal semplice problema sporadico alla rottura o al decadimento dell'alimentatore. Siccome il 99% degli alimentatori è a PFC attivo ed il 99% degli UPS in commercio sono di tipo standard (sinusoide approsimata) è inutile spendere 300€ divisi tra alimentatore ed UPS se prima non vi prendete la briga di controllare se sono "compatibili" tra loro.

Maverick1987 23-08-2018 09:40

Quote:

Originariamente inviato da Hitto (Messaggio 45713841)
Buon modello.

Non fa neppure a cazzotti col PFC attivo il quale, ricordiamolo, è ormai presente nel 99% degli alimentatori in commercio.

Molti utenti non capiscono che PFC attivo ed UPS ordinari spesso non vanno d'accordo, ricordiamolo per la seconda volta.

Ho avuto a che fare con alcuni utenti che ignorano questa cosa arrivando a cambiare mezza configurazione davanti a problemi riconducibili al fatto che PFC + UPS = sconsigliato.

Si arriva dal semplice problema sporadico alla rottura o al decadimento dell'alimentatore. Siccome il 99% degli alimentatori è a PFC attivo ed il 99% degli UPS in commercio sono di tipo standard (sinusoide approsimata) è inutile spendere 300€ divisi tra alimentatore ed UPS se prima non vi prendete la briga di controllare se sono "compatibili" tra loro.

Interessato a questo argomento e chiedo qualche dettaglio in piu
Possiedo da anni un lc power da 750W come alimentatore e un backups 1100 della APC, mai avuto problemi quelle poche volte che saltava la luce...
Semplicemente, un paio di volte nell'ultimo anno l'ups mi andava in allarme con una spia rossa per replacement battery, ma spegnendo e riaccendendo non lo rilevava piu... (il che per l'appunto non centra nulla)
Son certo che è un ups di tipo misto e di quelli con la sinusoide approssimata ma non capisco dove dovrei avere i problemi di compatibilità... :stordita:

PiPPoTTo 24-08-2018 04:46

Quote:

Originariamente inviato da Hitto (Messaggio 45713841)
Buon modello.

Non fa neppure a cazzotti col PFC attivo il quale, ricordiamolo, è ormai presente nel 99% degli alimentatori in commercio.

Molti utenti non capiscono che PFC attivo ed UPS ordinari spesso non vanno d'accordo, ricordiamolo per la seconda volta.

Ho avuto a che fare con alcuni utenti che ignorano questa cosa arrivando a cambiare mezza configurazione davanti a problemi riconducibili al fatto che PFC + UPS = sconsigliato.

Si arriva dal semplice problema sporadico alla rottura o al decadimento dell'alimentatore. Siccome il 99% degli alimentatori è a PFC attivo ed il 99% degli UPS in commercio sono di tipo standard (sinusoide approsimata) è inutile spendere 300€ divisi tra alimentatore ed UPS se prima non vi prendete la briga di controllare se sono "compatibili" tra loro.

Assolutamente chiaro, credo che dovro' rivedere modello e budget per l'UPS.

Podz 24-08-2018 05:50

Quote:

Originariamente inviato da Hitto (Messaggio 45713841)
Molti utenti non capiscono che PFC attivo ed UPS ordinari spesso non vanno d'accordo, ricordiamolo per la seconda volta.

Ho avuto a che fare con alcuni utenti che ignorano questa cosa arrivando a cambiare mezza configurazione davanti a problemi riconducibili al fatto che PFC + UPS = sconsigliato.

Si arriva dal semplice problema sporadico alla rottura o al decadimento dell'alimentatore. Siccome il 99% degli alimentatori è a PFC attivo ed il 99% degli UPS in commercio sono di tipo standard (sinusoide approsimata) è inutile spendere 300€ divisi tra alimentatore ed UPS se prima non vi prendete la briga di controllare se sono "compatibili" tra loro.

Adesso mi prendo male, ho un APC Back-UPS Pro BR1200GI che alimenta un Seasonic Platinum 860. Questo però ormai da diversi anni, e non è mai successo niente, mi dovrei preoccupare? ^^'

Avrei anche un altro dubbio: il mio UPS scalda parecchio anche a pc spento e con batteria al 100%, è un comportamento normale?

Hitto 24-08-2018 13:27

Quote:

Originariamente inviato da Podz (Messaggio 45715562)
Avrei anche un altro dubbio: il mio UPS scalda parecchio anche a pc spento e con batteria al 100%, è un comportamento normale?

Non ne ho idea.


Generalmente i produttori stessi sconsigliano la combinata di PFC attivo più UPS ad onda sinusoidale approssimata, ovvio che se problemi non si sono presentati ed il budget per un UPS ad onda sinusoidale pura non c'è, si può anche tenere il tutto com'è.

C'è solo da tenere a mente che l'alimentatore potrebbe soffrire non poco quando manca la tensione e l'UPS lo mantiene acceso, con possibile degrado dell'alimentatore stesso.

Il PFC attivo corregge l'onda sinusoidale per ottenere un fattore di potenza più elevato ed aumentare l'efficienza. Se incontra un'onda sinusoidale approsimata nessuno garantisce che possa funzionare correttamente.

A difesa degli UPS va anche detto, ovviamente, che il PFC attivo a sua volta costringe l'UPS ad uno stress maggiore.

Quindi in caso di anomalie strane sarebbe la prima cosa da vedere.


In caso è bene sovradimensionare l'UPS rispetto all'alimentatore. Di conseguenza scegliere un alimentatore vicino alle proprie esigenze di wattaggio può farvi risparmiare anche non poco.

Bosatzu 24-08-2018 15:48

Quote:

Originariamente inviato da Bosatzu (Messaggio 45696421)
Ragazzi ho finalmente acquistato tutto quello che mi serve dopo diversi mesi e fatto le misurzioni grazie ad un elettricista.
Allora ho un ssistema composto da:
-modem tim hub fibra,
-nas synology ds918+ con soli due hd, su 4 bay, montati all'interno da 8 tb ciascuno(un westen digital red pro e un ironwolf seagate),
-box hd esterno fantec db-alu31 con all'interno un hd hgst nas da 8 tb

il tutto connesso con powerline fritz, cui si aggiunge un sony vaio portatile ed a breve un macbook pro ed un hp spectre 360.
Attualmente il consumo reale calcolato con pinza amperometrica tenendo accesi NAs, 1 pc, box e hub è di 200 milliAmpere, che, se non sbaglio i calcoli, corrispondono a circa 47 w (voltaggio 238 v).
Cercavo un UPS (dati dalla prima pagina) ad onda sinusoide, di tipo online (prezzo permettendo) e con avr che mi dia la tranquillità d assicurare un buon funzionamento e una"integrazione" totale col NAS (è la mia fonte di backup di tutta la mia vita e il lavoro). Cosa mi consigliate di acquistare in vista anche di espansioni future? Credo che 30 min di autonomia bastino, poi ditemi voi...io sono ignorante da far schifo :)
ps: impianto elettrico vecchio, ups con protezione sulla linea internet mi suggerivano

Ragazzi scusatemi per l'UP ma più giro tra configuratori e forum meno ci capisco.:confused: :muro: Mi dareste una mano?
Ho guardato sui configuratori e per le mie esigenze (200 milliAmpere=50 watt circa) le singole marche mi propongono:
-Powerwalker: VI 750 T-HID IEC ( ho un po' sovradimensionato le richieste inserendo: peak load 300 w, safety margin 40%, onda sinusoidale pura, average load 100 w, minimum autonomy time 20 min)
-APC: APC Power-Saving Back-UPS Pro 900 (stesse richieste di sopra ma mi pare di capire che questo non genera onde sinusoidali...:mc: )
-Cyberpower: PR1000ELCDRT2U (onda sinusoidale e richieste simili alle precedenti, mi ispira molto).
Tutti hanno dai 30 ai 50 minuti di autonomia che credo sia buona cosa.
Tutti hanno un range di costo tra i 150 e i 200 euro, mi pare (io mi terrei il più basso possibile senza troppi fonzoli).
Un utimo consiglio: meglio un ups per modem e nas e uno per i pc (tutto in post quotato) o un unico grande ups? Ci sono problemi di compatibilità di cui tenere conto col nas?
Scusate l'ignoranza abissale. Grazie!:)

Podz 24-08-2018 17:08

Quote:

Originariamente inviato da Hitto (Messaggio 45716498)
In caso è bene sovradimensionare l'UPS rispetto all'alimentatore. Di conseguenza scegliere un alimentatore vicino alle proprie esigenze di wattaggio può farvi risparmiare anche non poco.

In effetti il p-860 è un alimentatore sovradimensionato rispetto ai componenti: monitor + pc raramente raggiungono i 450w.
...ma in teoria l'ups andrebbe dimensionato in base al consumo effettivo, non in base alla massima potenza erogabile dall'alimentatore, giusto?

Comunque visto che sto per cambiare pc e vorrei lasciare questo ups, incrocio le dita. 300€+ non me la sento proprio di cacciarli fuori.

iron84 25-08-2018 22:03

Avevo pensato a questo prodotto

APC Back-UPS 400

per alimentare un router, l'antenna di eolo e l'eolo box, in modo da mantenere la connettività in caso di interruzione di corrente.

Avevo pensato a questo prodotto in quanto ha amche 4 prese che sono filtrate e dovrebbero proteggere un minimo dalle sovratensioni.

Cosa ne pensate?

Paky 25-08-2018 22:10

che fai prima a prendere un piccolo UPS da 350VA che quel catafalco

iron84 25-08-2018 22:21

Hai delle marche particolari da suggerirmi?
O provo a guardare la versione da 325 VA?

Ulisse XXXI 25-08-2018 23:21

Mi sa che devi cambiare le batterie pure io

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Paperino78 25-08-2018 23:34

Giorno a tutti.
Ho un pc al quale è collegato un Ups 850 Va al quale però devo cambiare la batteria perché mi dura solo... 5 secondi! :muro: :muro:
Corrente saltata due giorni fa e pc spento dii botto dopo 5 secondi, nemmeno il tempo di dire "vado a spegnerlo".
Quindi devo sostituire la batteria che ormai ha circa 2 anni. Il dubbio è che avendo anche un Nas e dovendolo attaccare anche lui all'Ups mi chiedevo: mi conviene adottare una spina multipla che dal ups va sia al monitor (che assorbe meno) sia all'ups oppure un ups a se stante?

Grazie

Dumah Brazorf 26-08-2018 12:32

Vai di multipla.

prandello 26-08-2018 13:08

Quote:

Originariamente inviato da Paperino78 (Messaggio 45718977)
avendo anche un Nas e dovendolo attaccare anche lui all'Ups mi chiedevo: mi conviene adottare una spina multipla che dal ups va sia al monitor (che assorbe meno) sia all'ups oppure un ups a se stante?

Dipende... se vuoi che sia Nas che PC vadano in shutdown in caso di blackout, dovrai avere l'Ups collegato in Usb al Nas e questo dovrà runnare un network Ups server (occorre anche un software speculare, tipo WinNUT, da installare e runnare nel PC); altrimenti prenditi, come ho fatto io, un piccolo Ups a sè stante solo per Nas (e magari modem/router + telefono) mentre l'Ups principale gestisce PC (via Usb e software proprietario), monitor, dischi esterni, Dac...

techsaskia 26-08-2018 13:49

Quote:

Originariamente inviato da deepdark (Messaggio 45718942)
Ho visto su amazon delle batterie al litio per ups. Al di là del costo (95 euro), quali vantaggi avrebbe rispetto alle batterie al piombo?

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

non ne avevo mai visto fino ad adesso.
l'unico vantaggio è che pesano la metà e puoi scaricarle/caricarle ogni volta che ti pare.

Hitto 26-08-2018 14:28

Quote:

Originariamente inviato da Podz (Messaggio 45716916)
In effetti il p-860 è un alimentatore sovradimensionato rispetto ai componenti: monitor + pc raramente raggiungono i 450w.
...ma in teoria l'ups andrebbe dimensionato in base al consumo effettivo, non in base alla massima potenza erogabile dall'alimentatore, giusto?

In teoria è l'alimentatore che andrebbe dimensionato in base al consumo effettivo (possibilmente e se proprio ci teniamo a fare le cose per bene).

Successivamente, andrebbe scelto un UPS che tiene conto del wattaggio dell'alimentatore scelto.

C'è da considerare una richiesta di corrente maggiore all'atto dell'accensione, il cosiddetto spunto, il quale è superiore su un alimentatore da 1200W se lo compariamo con un 500W a parità di hardware installato.

Hitto 26-08-2018 14:39

Per aiutarsi meglio a capire questo concetto, solitamente i watt erogabili da un UPS sono il 60% dei VA indicati sull'UPS.

Perciò un UPS da 1200VA indicativamente reggerà un alimentatore da 720W.

Ovviamente è bene specificare “indicativamente” in quanto si consiglia anche, ma questo ce lo detta anche il buonsenso, di dare un ulteriore margine in più al tutto: così eviteremo che l'UPS operi sul filo del rasoio.

Miky2147 26-08-2018 17:52

Quote:

Originariamente inviato da Hitto (Messaggio 45712291)
Altrimenti fai il salto in avanti e prendi lo SMT1500I.

L'SMT1500I è ad onda sinusoidale pura/perfetta, giusto?

giuseppesole 26-08-2018 19:14

Sì. É quello che ho io. Ottimo prodotto.

Inviato dal mio GT-I9515 utilizzando Tapatalk

techsaskia 26-08-2018 19:16

Quote:

Originariamente inviato da Miky2147 (Messaggio 45719856)
L'SMT1500I è ad onda sinusoidale pura/perfetta, giusto?

l'SMT1500i è un worst buy adesso.

decisamente meglio il Cyberpower PR1500ELCD


Tutti gli orari sono GMT +1. Ora sono le: 15:02.

Powered by vBulletin® Version 3.6.4
Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Hardware Upgrade S.r.l.